Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=35&id=205  Mirrors.php?cat_id=35&id=602  Mirrors.php?cat_id=35&id=646  Mirrors.php?cat_id=35&id=4898  Mirrors.php?cat_id=35&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=35&id=204  Mirrors.php?cat_id=35&id=206  Mirrors.php?cat_id=35&id=207  Mirrors.php?cat_id=35&id=208  Mirrors.php?cat_id=35&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 30 luglio 2017)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11
  Un messaggio sulla tragedia del 1917 dalla frontiera inglese della santa Rus'

dal blog del sito Orthodox England

8 novembre 2017

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

La scorsa settimana sono stato contattato da una donna che aveva preparato una mostra mobile per celebrare la rivoluzione russa e voleva venire alla nostra chiesa affinché i nostri parrocchiani potessero visitarla. Quando ho cercato di spiegarle il suo grossolano errore e ho rifiutato la sua visita, all'inizio mi chiedevo se provenisse da un pianeta diverso dal mio, e poi ho capito che, qualunque fosse la sua nazionalità, lei era semplicemente un'altra vittima della cultura non cristiana del mondo occidentale. Non faceva parte della nostra civiltà cristiana ortodossa e perciò era completamente all'oscuro dei nostri valori e criteri.

Il fatto è che gli avvenimenti che hanno avuto luogo in Russia nel 1917 non erano in spirito russi, ma occidentali (qualunque fosse la nazionalità di coloro che vi erano coinvolti), che non fu una Rivoluzione, ma una sanguinosa presa di potere e che non c'è niente da celebrare in questo spargimento di sangue, perché ciò che ne seguì fu un disastro senza pari. Alcuni citano l'industrializzazione sotto il comunismo, i risultati tecnici, l'educazione gratuita e la medicina, ma tutti questi aspetti erano già presenti nella molto avanzata e prospera civiltà imperiale pre-rivoluzionaria; il comunismo ha portato la Russia all'indietro.

I comunisti hanno detto che volevano creare il paradiso sulla terra, ma senza Dio il paradiso è l'inferno; l'inferno della distruzione della Chiesa, del martirio e della tortura del suo clero e dei fedeli, del terrorismo rosso, della guerra civile, dei massacri, delle carestie artificiali, del cannibalismo, della collettivizzazione, dei campi di concentramento, degli arresti per la virtù, della mancata difesa dal terrore nazista, del genocidio, della distruzione di massa della vita e della morale familiare, dell'alcolismo di massa, dell'aborto di massa e della corruzione di massa. Di fatto, gli ultimi quattro aspetti sono ancora molto presenti nell'odierna Russia post-sovietica, o ancora sovietica.

Il vasto Impero Russo una volta costituiva due terzi dell'Europa, un terzo dell'Asia e una parte del Nord America. Fu innaturalmente tagliato dalla costa orientale dell'Atlantico dallo scisma occidentale, dall'America del Nord da parte di un aggressivo imperialismo britannico che costrinse alla vendita dell'Alaska e impedì la difesa della Manciuria e della penisola coreana a quel tempo ancora unita da parte del Giappone Imperiale, una creazione degli Stati Uniti e dell'Impero Britannico. Il suo "destino manifesto" di unire l'Eurasia dall'Atlantico al Pacifico non è stato mai raggiunto pienamente, però, ironicamente, vi si giunse molto vicini nel 1945.

Anche se sappiamo che la restaurazione dell'Impero cristiano ortodosso sarà possibile solo attraverso il pentimento di massa, anche qui, nella contea del Suffolk, nella regione dell'est dell'Inghilterra, nel Regno d'Inghilterra, nel futuro Impero cristiano ortodosso, noi preghiamo per la sua restaurazione.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11