Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=28&id=205  Mirrors.php?cat_id=28&id=602  Mirrors.php?cat_id=28&id=646  Mirrors.php?cat_id=28&id=4898  Mirrors.php?cat_id=28&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=28&id=204  Mirrors.php?cat_id=28&id=206  Mirrors.php?cat_id=28&id=207  Mirrors.php?cat_id=28&id=208  Mirrors.php?cat_id=28&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 30 luglio 2017)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 4
  Sulla contraccezione: il punto di vista di un pastore

dal blog del sito Orthodox England

15 febbraio 2017

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

L'ideale cristiano ortodosso per quanto riguarda la contraccezione è chiaro: noi non usiamo la contraccezione.

Questo ideale vede l'opposizione dei liberali, dei modernisti, che, come i protestanti liberali e i cattolici liberali odierni (che sono virtualmente indistinguibili dai protestanti liberali), sembrano pensare che tutto sia permesso. I soliti personaggi sospetti ai margini della Chiesa ortodossa sono i parigini e i loro alleati, chierici come l'eretico padre Sergej Bulgakov, così come i padri Alexander Schmemann e John Meyendorff, e filosofi, anch'essi al limite della eresia, come Evdokimov, Clement, Yannaras e Berdjaev, per non parlare dei loro alleati a Costantinopoli e in Finlandia. È significativo che le loro opere siano più spesso lette da eterodossi e da convertiti non convertiti piuttosto che da quelli all'interno della Chiesa, che da tempo sono entrati nell'arena. La tentazione dei liberali è che tentano di dogmatizzare o di assolutizzare l'ikonomia, la dispensa pastorale. Il percorso che stanno seguendo porta direttamente al liberalismo settario al di fuori della Chiesa.

All'estremo opposto abbiamo i letteralisti e gli idealisti, quasi sempre convertiti mal integrati provenienti dal mondo protestante o evangelico conservatore. Costoro sono inorriditi da qualsiasi concetto di dispensa pastorale e citano fuori contesto i santi padri e canoni proprio come erano soliti citare capitoli e versetti della Bibbia – minacciando gli altri con l'inferno. Tali individui mancano di esperienza di vere parrocchie ortodosse e di vera vita ortodossa, preferendo un ambiente da serra di convertiti a quelle che chiamano con condiscendenza "parrocchie etniche". La loro tentazione di fatto è la stessa di quella dei liberali, che tentano di dogmatizzare o di assolutizzare, solo che nel loro caso dogmatizzano l'akrivia, l'insegnamento rigoroso, non consentendo dispense pastorali, senza capire che i dogmi essenziali riguardano la santa Trinità e la persona di Cristo. Il percorso che stanno seguendo porta direttamente al vecchio calendarismo farisaico al di fuori della Chiesa.

Dopo aver considerato i due estremi ai margini della Chiesa e non nella Chiesa, in quanto si fondano sul protestantesimo liberale e sul protestantesimo conservatore, qual è allora la Tradizione della Chiesa? È che la Chiesa ha un ideale, a cui dobbiamo tendere, ma per il bene della salvezza del gregge ai pastori è permesso di fare eccezioni per specifici individui e in contesti specifici, applicando una dispensa pastorale (ikonomia), ovunque sia di beneficio spirituale. Noi non poniamo sul gregge una croce che è troppo pesante e che romperà loro la schiena. Coloro che lo fanno, imponendo un certo livello spirituale su coloro che non ne sono pronti, svuoteranno le chiese, creando sette farisaiche. Nel corso degli ultimi quarant'anni abbiamo visto troppa ipocrisia e troppi matrimoni spezzati causati da tali convertiti poco sagge e di scarso discernimento, che dogmatizzano gli ideali della Chiesa e agiscono senza amore per i fratelli e le sorelle più deboli. C'è una legge superiore alla legge dei farisei; è chiamata la legge dell'amore. Questa è la legge della Chiesa, della Verità e della Misericordia, ed essa sola conduce alla salvezza.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 4