Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=205  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=602  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=646  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=647  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=4898 
Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=2779  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=204  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=206  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=207  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=208 
Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=3944  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=7999  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=8801  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=9731  Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=9782 
Mirrors.php?cat_id=30&locale=ro&blogsPage=2&id=11631         
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

04/10/2023  Scoperte, innovazioni e invenzioni russe  
14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 3 febbraio 2021)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 21 dicembre 2022)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: aprile 2015)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2024 2023 2022 2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii

Blogul parohului


 11/05/2024    

Miracolo pasquale dell'icona Ivirskaja delle Hawaii

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Quello che vedete nella fotografia è il miro che è sgorgato a Pasqua dall'icona della Madre di Dio "Ivirskaja", custodita di base a Kailua, nelle Hawaii. Vediamo assieme un breve resoconto dell'evento miracoloso.

 
 10/05/2024    

Una fede comune può unire persone di culture diverse

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In occasione della sua visita in Malawi dell'aprile 2024, il metropolita Konstantin di Zarajsk (nella foto) è stato intervistato da Russia Today.

Una fede comune può unire persone di culture diverse, stando alle parole dell'esarca patriarcale d'Africa: "Il fatto che la loro cultura sia diversa non cancella il fatto che abbiamo un rito battesimale comune".

Il metropolita anche osservato che il continente africano è "storicamente ortodosso".

"L'Ortodossia non è una religione nazionale, è una religione mondiale, quindi non c'è problema a combinare alcune tradizioni locali con l'ordine ecclesiastico generale".

 
 09/05/2024    

L'apostasia nella Chiesa ortodossa è sostenuta da alcuni chierici e vescovi

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L'arcivescovo Averkij (Taushev, nella foto) è stato uno dei più influenti vescovi della diapora russa in America, oltre che uno dei più attenti studiosi dell'Apocalisse e dei segni della fine dei tempi. Ringraziamo il nostro confratello Claude Lopez-Ginisty per avere portato la nostra attenzione su alcuni suoi passi relativi all'apostasia degli ultimi tempi, in cui si parla del fenomeno della trahison des clercs tra quelli che non riescono più a seguire Dio, la sua Parola e la sua Chiesa. Come giustamente fa notare Claude, "Che cosa direbbe oggi vladyka Averkij sullo stato dell'Ortodossia 50 anni dopo la sua nascita al cielo?"

 
 08/05/2024    

Curiose benedizioni pasquali

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Durante tutta la Settimana Luminosa, si susseguono processioni attorno alle chiese sul modello di quella della notte di Pasqua. Continua anche un abbondante uso di acqua benedetta, come potete vedere da queste immagini:

 
 07/05/2024    

Ruanda e Ucraina

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In occasione dei 30 anni dal genocidio in Ruanda, il metropolita Luka (Kovalenko) di Zaporozh'e e Melitopol' ha inviato un messaggio del Venerdì Santo che ricorda una tragica connessione tra i due paesi martoriati: in Ruanda fu un'emittente radio-televisiva a farsi portavoce dell'odio razzista, scatenando direttamente l'inizio del genocidio del 1994. Oggi, simili teorici ucraini dell'odio razzista stanno facendo simili campagne mediatiche (senza alcuna voce contraria, perché – con buona pace degli amanti del "contraddittorio" – le voci di dissenso sono spente a forza in tutto il paese), e uno dei loro primi obiettivi è la Chiesa ortodossa canonica del paese. Tuttavia, ricorda il metropolita Luka, c'è sempre una speranza di pentimento... per chi vorrà intraprendere la via cristiana.

 
 06/05/2024    

Una prima galleria di foto della Pasqua

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la prima galleria fotografica della notte della Pasqua, ripresa dalla prospettiva (per molti insolita) del nostro coro. Un ringraziamento speciale a Dario, Alexandra, Caterina e Anna per le foto e per la loro costante presenza.

Cristo è Risorto!

Христос Воскресе!

Hristos a Înviat!

ქრისტე აღსდგა!

 
 05/05/2024    

Messaggio pasquale del patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus'

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Beneamati nel Signore, sacratissimi arcipastori, reverendi presbiteri e diaconi, monaci e monache amati da Dio, cari fratelli e sorelle!

Nella presente festa delle feste e solennità delle solennità, che, secondo la parola di san Gregorio il Teologo, supera tutte le solennità, non solo umane e terrene, ma anche quelle di Cristo e compiute per Cristo, quanto il sole supera le stelle (Omelia 45, Sulla Santa Pasqua), con grande gioia vi rivolgo il saluto antico ed eternamente nuovo, familiare a tutti e allo stesso tempo invariabilmente ispiratore dei nostri cuori:

CRISTO È RISORTO!

Queste due parole di affermazione della vita contengono tanta forza che da esse i volti delle persone risplendono di gioia spirituale ed è letteralmente trasformata la realtà intorno a noi: il cielo, la terra e anche gli inferi si riempiono di luce, il mondo visibile e quello invisibile fanno festa, poiché e risorto Cristo, gioia eterna (Canone della festa).

La risurrezione del Salvatore non è solo un evento storico che apprendiamo dai testi sacri. Questa è la pietra angolare della fede e, secondo le parole di san Filarete di Mosca, novità eterna, fonte di riflessione, sorpresa, gratitudine e speranza (Sermone nel giorno della Santa Pasqua).

Attraverso l'Incarnazione, la Passione e la Risurrezione al terzo giorno, il Salvatore rinnova la natura umana, ci libera dal potere del peccato e della morte, apre alle persone le porte del Regno dei Cieli e ci mostra la via verso l'unità con il Creatore. È in Cristo, che ha riconciliato il mondo con Dio (2 Cor 5:19), che tutti noi abbiamo l'opportunità di ricevere l'adozione e la giustificazione, di ottenere la vita eterna, poiché non c'è altro nome sotto il cielo nel quale dobbiamo essere salvati, se non il nome di Gesù, che Dio ha risuscitato dai morti (At 4,10-12).

La Risurrezione dalla tomba del Salvatore trasforma la morte in immortalità, la tristezza in gioia, la condanna in speranza. Nella Croce e nella Risurrezione ci si rivela il Dio di infinita bontà e di amore perfetto.

La consapevolezza di questo amore di Dio che tutto vince ci incoraggia ad essere grati al Creatore e ci dà la forza per superare gli stati mentali e le circostanze difficili, ci eleva al di sopra del trambusto della vita quotidiana, aiuta a correggere gli errori precedenti e distrugge lo sconforto che ci impedisce di vivere pienamente e di svilupparci spiritualmente.

Spesso le persone soccombono al pensiero malvagio secondo cui il male domina e trionfa, e il bene appare debole e inosservato. La nostra mente dubita del potere dell'Espiazione compiuta da Cristo quando vediamo la morte dei nostri cari intorno a noi, sentiamo parlare dell'eternità del tormento per i peccatori dalle pagine del Vangelo e osserviamo il mondo che giace nel male (1 Gv 5:19). Ma la Chiesa di Dio testimonia in modo convincente da migliaia di anni che il Salvatore ha vinto il peccato, ha distrutto la morte e ha svuotato l'inferno (San Giovanni Crisostomo. Sermone della Santa Pasqua). Cristo ha vinto l'ineluttabilità della morte e l'universalità del male, e noi guardiamo alla loro sconfitta con gli occhi della fede a partire dalla vita del secolo futuro, dall'alto della Pasqua.

La risurrezione del Signore dalla tomba ci ricorda non solo l'evento più importante del passato, ma testimonia anche la prossima risurrezione generale, perché se crediamo che Gesù è morto e risorto, allora Dio porterà con lui coloro che sono morti in Gesù (1 Ts 4:14). Abbiamo bisogno, attraverso l'adempimento dei comandamenti del Signore, attraverso opere di amore e di misericordia, attraverso la partecipazione alla vita misteriosa della Chiesa, di unirci alla vittoria di Cristo e rimanergli fedeli fino alla fine, ricordando le parole della Sacra Scrittura: ci vuole pazienza per ricevere, compiuta la volontà di Dio, ciò che è stato promesso (Eb 10:36).

Perciò, beneamati fratelli e sorelle, secondo la parola dell'Apostolo, non abbandonate la vostra speranza, che riceverà una grande ricompensa (Eb 10,35). E possa la festa della Risurrezione del Signore Gesù essere un costante ricordo di queste vere promesse divine che ci danno speranza e forza nelle circostanze più difficili. Possa questa celebrazione ispirare tutti noi a vivere nella fede e nell'amore, sapendo che né la morte, né la sofferenza, né il male possono vincerci se siamo con Cristo e in Cristo, che ha vinto il peccato, la morte e ogni ingiustizia.

Celebriamo la Pasqua del Signore con purezza di vita, buoni costumi e buone opere (Sant'Atanasio il Grande, Decima Lettera pasquale), trasformandoci in uomo nuovo in Cristo e servendo il Dio vivo e vero, per attendere dal cielo il Figlio suo, che egli ha risuscitato dai morti, Gesù, che ci libera dall'ira imminente (1 Ts 1:9-10).

Amen!

Kirill

Patriarca di Mosca e di tutta la Rus'

Pasqua 2024

 
 05/05/2024    

Messaggio pasquale del metropolita Nestor di Korsun e dell'Europa occidentale, esarca patriarcale dell'Europa occidentale

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Reverendi confratelli, arcipastori e pastori, collaboratori nella vigna di Cristo, monaci e monache amati da Dio, amati fratelli e sorelle in Cristo!

Cristo è risorto!

Quanto siamo consapevoli che la risurrezione di Cristo è la nostra ultima, unica speranza?

Tutto è vano, tutto è senza senso, tutto tende alla distruzione in un mondo in cui, a quanto pare, nulla è cambiato da quando il Figlio di Dio è stato rifiutato dai "suoi" e messo a morte, e dagli "estranei", con disinvoltura, crudelmente torturato e ucciso – tutto, la stessa indifferenza, la stessa barbarie, sta ancora annegando nel fariseismo, e non c'è verità, né coscienza, né gentilezza.

La luce venne nel mondo, ma la gente amava di più le tenebre... Gv 3:19

Ma la Luce li seguì in questa oscurità, Cristo concluse la sua vita terrena nell'oscurità impenetrabile della grotta del Calvario, in cui fu sepolto il suo corpo senza vita, e l'ingresso fu bloccato con un'enorme pietra.

E lì non c'era suono né movimento, e sembrava che la Parola di Dio tacesse per sempre.

Ma oggi, nella notte santa di Pasqua, queste tenebre sono squarciate da un lampo di Luce divina, la morte è inghiottita nella vittoria, Cristo è risorto e sta creando la via verso la risurrezione di ogni carne.

E questa è la nostra unica speranza, la nostra risposta a tutta la gravità degli eventi che ci circondano, sappiamo che la vittoria finale è dietro Cristo, in Cristo, nel trionfo della Luce, della Vita e della Verità.

E che questa conoscenza, la gioia pasquale, ci aiuti a rimanere umani, a rimanere semplicemente umani, capaci di credere, empatizzare, rispondere al dolore degli altri, perdonare e amare i nemici, amarsi a vicenda e ringraziare Dio per tutto.

Buona risurrezione di Cristo a tutti voi, miei cari.

Cristo è Risorto! Veramente è Risorto!

Parigi, Pasqua 2024

 
 05/05/2024    

CALENDARIO PASQUALE 2024

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Orarul slujbelor
 

Sabato 27 aprile (Risurrezione di Lazzaro)

h. 9.30 Ore Terza e Sesta

h. 10 Liturgia di San Giovanni Crisostomo

h. 17 Veglia con benedizione dei rami

Domenica 28 aprile (delle Palme)

h. 9.30 Ore Terza e Sesta

h. 10 Liturgia di San Giovanni Crisostomo

Lunedì 29 aprile

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Mattutino

Martedì 30 aprile

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Mattutino

Mercoledì 1 maggio

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Ufficio dell’Olio Santo (Соборование)

Giovedì 2 maggio (Grande Giovedì)

h.10 Liturgia di San Basilio

h.18 Mattutino dei 12 vangeli della Passione

Venerdì 3 maggio (Grande Venerdì)

h. 10 Ore Regali

h. 18 Mattutino e processione dell’Epitafio

Sabato 4 maggio (Grande Sabato)

h. 10 Liturgia di San Basilio

h. 19 Lettura degli Atti degli Apostoli

h. 23.30 Officio di Mezzanotte e processione

Domenica 5 maggio - PASQUA

h. 0.00 Mattutino della Risurrezione

h. 1.30 Divina Liturgia

(durante la Liturgia, prima della comunione,

ci sarà un concerto dei bambini della parrocchia)

Alla fine della Liturgia:

Benedizione dei cibi pasquali

Dopo la funzione seguirà il pranzo pasquale per tutti!

fino alle h. 12 - Benedizione dei cibi pasquali

Lunedì 6 maggio

h.10 Divina Liturgia

 

CRISTO È RISORTO! VERAMENTE È RISORTO!

ХРИСТОС ВОСКРЕСЕ! ВОИСТИННУ ВОСКРЕСЕ!

HRISTOS A ÎNVIAT! ADEVĂRAT A ÎNVIAT!

ქრისტე აღსდგა! ჭეშმარიტად აღსდგა!

 
 04/05/2024    

Crescere delusi dalla Pasqua

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Essere cristiani ortodossi ed essere delusi dalla Pasqua sembra un'assurdità, un po' come vivere in Liguria e non avere mai visto il mare. Purtroppo, però, la delusione della Pasqua è un fenomeno diffuso tra i cristiani evangelici, e occorre sentirlo dall'esperienza personale di un americano cresciuto nelle chiese "evangelicali" (del protestantesimo radicale più lontano della tradizione cristiana), e divenuto cristiano ortodosso.

 
 03/05/2024    

Sommi onori fanarioti ai distruttori della famiglia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Nel 2020 un senatore federale del Nuovo Galles del Sud, il liberale Andrew Bragg (a destra nella foto), è divenuto la prima persona non greca e non ortodossa a ricevere la più alta onorificenza della Chiesa greco-ortodossa in Australia: Gran Comandante dell'Ordine degli Amici di Cristo (Τάγμα των Φιλοχρίστων). La ragione offerta dall'Arcidiocesi greca d'Australia per questo onore inatteso è l'intervento del senatore per facilitare le procedure di immigrazione e i visti del clero, incluso lo stesso arcivescovo Makarios. Tuttavia un simile aiuto, che potrebbe venire da qualsiasi funzionario all'immigrazione, non giustifica un precedente di tale portata. Se però si considera che Andrew Bragg è stato il principale attivista a favore del matrimonio omosessuale (legalizzato in Australia nel 2017 proprio grazie a lui), allora possiamo capire qualcosa dell'attitudine sempre più favorevole del Fanar verso il mondo LGBT, culminata pochi giorni fa in una plateale critica alla Chiesa di Grecia e al Monte Athos per la loro continua opposizione alla perversione del matrimonio. Teniamo presente queste cose, e quando sentiamo appelli a sostenere il Patriarcato Ecumenico "per proteggere la famiglia", ricordiamo l'insegnamento morale della Chiesa ortodossa, il più elementare buon senso e l'attitudine del nostro Signore verso gli ipocriti.

 
 02/05/2024    

L'archimandrita Zacharias della Tanzania sul suo percorso spirituale e sulla vita nella Chiesa ortodossa russa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo una video-intervista con l'archimandrita Zacharias (Mulingwa, nella foto), uno degli ieromonaci che hanno guidato il movimento degli ortodossi africani verso la Chiesa russa.

 
 01/05/2024    

FOTO – Visita episcopale del 20/21 aprile 2024 (terza serie)

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Eccovi la terza e ultima galleria fotografica della visita del vescovo Ambrozie a Torino. Per questa opera ringraziamo Nicola e Daniela, che ora sono partiti per passare la Pasqua in Romania, da cui speriamo che ritornino con altre belle istantanee del loro pellegrinaggio.

 
 30/04/2024    

Vescovi delle Chiese locali si uniscono per formare un gruppo per i diritti umani

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Un'organizzazione fondata alla fine del 2023 sta lottando per i diritti della Chiesa ortodossa ucraina, e proprio ora che l'Unione dei giornalisti ortodossi non riesce a offrirci un quadro della situazione, è bene ricordare le tappe della storia di questo gruppo che è riuscito a sensibilizzare diversi organismi internazionali.

 
 29/04/2024    

FOTO – Visita episcopale del 20/21 aprile 2024 (seconda serie)

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Eccovi la seconda galleria fotografica della visita a Torino del vescovo Ambrozie di Bogorodsk. Ringraziamo i nostri amici fotografi Nicola e Daniela per queste immagini, che ci offrono ricordi di altri momenti significativi, come il Vespro alla sera del 20 aprile e il pranzo dopo la Divina Liturgia del 20 aprile.

 
index.php?cat_id=30&id=2779&locale=ro&blogsPage=1 index.php?cat_id=30&id=2779&locale=ro&blogsPage=1   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 368  index.php?cat_id=30&id=2779&locale=ro&blogsPage=3 index.php?cat_id=30&id=2779&locale=ro&blogsPage=368