Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=205  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=602  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=646  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=4898  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=2779 
Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=204  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=206  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=207  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=208  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=3944 
Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=2&id=647         
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 7 maggio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 giugno 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii
Ianuarie Februarie Martie Aprilie Mai Iunie Iulie August Septembrie Octombrie Noiembrie Decembrie

Blogul parohului


 20/12/2015    

Ultime contraddizioni vaticane

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

I festeggiamenti per i 50 anni di dialogo tra cattolici e ortodossi avrebbero fatto sperare in qualche frutto, magari modesto, che parlasse di avanzamento del processo di dialogo e di vero avvicinamento, ma da quanto si legge negli ultimi documenti vaticani sembra tirare davvero una cattiva aria. Maurizio Blondet, citando l’autore cristiano ortodosso Israel (Adam) Shamir, si lamenta in questo articolo dell’inquietante documento vaticano che sembra chiudere le porte a ogni pretesa cristiana di annunciare la salvezza al popolo ebraico. Al tempo stesso, la dichiarazione nella recente lettera al patriarca Bartolomeo, che “non vi è più alcun impedimento alla comunione eucaristica” tra cattolici e ortodossi, dopo che in ben 50 anni NON UNO degli scogli di contesa dogmatica (o di seria differenza pratica o pastorale) è stato rimosso, è davvero profondamente scoraggiante. Il nostro confratello svizzero, il suddiacono Claude Lopez-Ginisty, che cura il blog Orthodoxologie e che si definisce “pravoslave irenique”, ha scritto a proposito di tale documento un articolo che sembra apparentemente contraddire il suo approccio irenico, ma che noi troviamo del tutto giustificato. Presentiamo la traduzione italiana dell’articolo di Claude nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 19/12/2015    

Una prospettiva ortodossa sul destino eterno degli animali

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Un membro di una parrocchia ortodossa, entrato nella Chiesa da pochi anni, dimostra che con semplicità e con alcune serie letture di argomenti teologici, può offrire una risposta a una domanda apparentemente banale ma certamente sentita come la preoccupazione sulla partecipazione alla vita eterna di un animale a cui abbiamo voluto bene. Offriamo questa risposta in traduzione italiana nell’omonima sezione dei documenti.

 
 18/12/2015    

Conversioni all’Ortodossia: fallimenti e successi

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Nel corso degli anni di attività del nostro sito, abbiamo presentato le conversioni all’Ortodossia sotto molti aspetti: storie personali e di gruppo, analisi degli ambienti in cui queste conversioni hanno avuto luogo, saggi sui pericoli e sulle difficoltà relative al processo di conversione.

Una serie di dati che ancora ci manca, purtroppo, è una valutazione quantitativa attendibile dei convertiti all’Ortodossia. In un saggio dedicato ai fallimenti e ai successi, padre Andrew Phillips si spinge a valutare il numero degli ortodossi “nativi” dei paesi dell’Europa occidentale in poche decine di migliaia di persone: un numero certamente impressionante se si dovessero radunare tutti assieme in una grande celebrazione, ma al contempo piuttosto ininfluente se confrontato con i numeri degli ortodossi “di tradizione”, provenienti tra l’altro dall’immigrazione dall’Europa dell’Est. Nel saggio, che presentiamo in traduzione italiana della sezione “Pastorale” dei documenti, padre Andrew analizza gli elementi di fallimento e di successo relativi a diverse categorie di ortodossi occidentali.

Una via presentata come ideale per i convertiti dei nostri paesi è quella dei cosiddetti “riti occidentali”, su cui ci siamo soffermati alcune volte sul nostro sito. Sotto una forma o un’altra, l’Ortodossia di rito occidentale ci è stata proposta a più riprese nel corso dell’ultimo secolo, e ci viene proposta ancora oggi. Non è male, pertanto, ascoltare una voce critica che proviene dal continente americano, dove ha visto la Chiesa episcopaliana (ovvero, la parte americana della comunione anglicana) spezzarsi irrimediabilmente attorno a due forme rituali che avrebbero dovuto convivere pacificamente. Temendo lo stesso tragico epilogo, l’autore del blog Western Rite Critic, pur con un occhio solidale con gli ortodossi di rito occidentale, ci mette in guardia dalle conseguenze di uno sdoppiamento rituale in un saggio di particolare profondità e complessità, che offriamo in traduzione italiana come monito a tutti quelli che pensano che un rito occidentale ortodosso sia una via privilegiata per i convertiti occidentali all’Ortodossia.

 
 17/12/2015    

Sulla castità e la convivenza prematrimoniale

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Padre Pavel Gumerov affronta ad ampio raggio la risposta alla domanda molto delicata su come spiegare i danni che vengono dalla convivenza pre-matrimoniale, e si serve di dati di ricerche fatte sia in Russia che in Occidente, che sottolineano l’effetto in larga misura negativo dei rapporti prematrimoniali (anche in una coppia che desidera semplicemente un “periodo di prova” prima del loro matrimonio). Presentiamo la traduzione italiana della risposta nell’omonima sezione dei documenti.

 
 17/12/2015    

Il metropolita Ilarion celebra la Liturgia secondo il Rito Antico

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Domenica 13 dicembre 2015, in occasione della festa del santo apostolo Andrea il Primo Chiamato, il metropolita Ilarion di Volokolamsk, Presidente del Dipartimento delle relazioni ecclesiastiche esterne del patriarcato di Mosca e della Commissione per le parrocchie di Rito Antico, ha celebrato la Divina Liturgia alla chiesa della santa Protezione a Rubtsovo, dove opera il Centro patriarcale per la tradizione liturgica vetero-ritualista.

 
 16/12/2015    

Perché i cristiani non celebrano le feste ebraiche?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Una domanda lecita, in un contesto di fede che ha le sue origini in un lontano passato, è perché in quel contesto non si continua a celebrare le feste più antiche di quel passato. Eric Jobe, uno specialista di studi biblici nella Chiesa Ortodossa in America, ci spiega come le feste cristiane sono viste come compimento delle feste ebraiche, con una particolare focalizzazione su Cristo. Presentiamo la risposta di Eric Jobe in traduzione italiana nella sezione “Domande e risposte” dei documenti.

 
 16/12/2015    

Due approfondimenti su paesi del Medio Oriente

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il blog di Saker, una delle nostre migliori fonti di analisi geopolitiche, ha pubblicato in inglese il saggio di Ghassan Kadi Qatar unplugged (Il Qatar svelato). Questo testo, che vi presentiamo in traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti, ci offre ulteriori spiegazioni del ruolo di questo minuscolo emirato, apparentemente ininfluente nello scenario mondiale della Chiesa ortodossa, e che tuttavia riesce a creare uno scisma tra due patriarcati ortodossi, a mettere in crisi il futuro Concilio inter-ortodosso, e ad avere un ruolo di primo piano nello sterminio dei cristiani in Siria e in Iraq.

Dal Saker blog italiano, invece, vi presentiamo questo video di YouTube sottotitolato in italiano con un’introduzione all’Iran come non ne avrete mai viste (ovvero, al 100% russa e ortodossa):

 
 15/12/2015    

Contributi alla comprensione di una visione ortodossa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Perché alcuni autori ortodossi, che pure si presentano come rispettati accademici, sono semi-sconosciuti e non molto apprezzati tra i più devoti fedeli ortodossi, mentre altri autori, radicati nel monachesimo e nella pietà ortodossa, sono invece sempre popolari? Padre Andrew Phillips cerca di spiegarlo in un articolo dedicato alla teologia reale e irreale, che presentiamo in traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti. La medesima contrapposizione è anche oggetto di un secondo articolo, dedicato alle reazioni degli ortodossi russi alla rivoluzione, e che presentiamo come complemento ideale al primo saggio. Aggiungiamo anche la versione russa dell’articolo di padre Andrew La Chiesa ortodossa russa: ieri e domani, che abbiamo messo sul blog lo scorso 17 novembre.

 
 15/12/2015    

Un ricordo di Pavel Dremov

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Sabato 12 dicembre, il giorno dopo il suo matrimonio, Pavel Dremov (nella foto), comandante dei cosacchi della milizia di Pervomajs'k (Repubblica popolare di Lugansk), è stato ucciso in un attentato sulla strada tra Pervomajs'k e la sua città natale di Stakhanov.

Le dinamiche dell'attentato sono fin troppo simili a quelle dell'assassinio del comandante Aleksej Mozgovoj per non far pensare a un preciso disegno. Di Pavel Dremov si parlerà forse più attentamente in futuro. Di lui vogliamo ricordare il dono inaspettato di un'icona che ha voluto fare alla nostra chiesa in cambio di un (davvero modesto) aiuto umanitario per la popolazione locale, e il suo detto che ha saputo incarnare sino alla fine, "meglio morire come uomini liberi che vivere come schiavi".

Павел Леонидович Дремов: Вечная память!

 
 14/12/2015    

Tensione in crescita tra le Chiese di Grecia e di Costantinopoli

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Abbiamo sentito da pochi giorni un parere molto lucido di padre Andrew Phillips sulle ragioni che spingono alla cautela verso le proposte del Concilio pan-ortodosso del 2016. Per sottolineare come queste non siano solo visioni personali di padre Andrew, ma come siano anzi basate su dati di dominio pubblico, presentiamo in russo e in traduzione italiana la notizia data dal portale Pravoslavie.ru sulle tensioni tra la Chiesa autocefala di Grecia e il Patriarcato Ecumenico. La notizia fa menzione anche di altri fattori presi in considerazione da padre Andrew, tra i quali la politica belligerante turca e i conflitti tra i patriarcati di Antiochia e Gerusalemme.

 
 13/12/2015    

I panni sporchi dell’Occidente si pubblicano in Famiglia (Cristiana)

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Intervista di Marco Bordoni a Fulvio Scaglione per Sakeritalia.it

C’è un giornale occidentale in cui si fa il contropelo ogni giorno alla politica estera di Barack Obama, in cui si condanna senza mezze misure il doppio standard della coalizione a guida USA e in cui si dice che il governo ucraino è una compagnia di giro a libro paga della CIA. Il giornale che invoca un processo per i crimini di Tony Blair e di George Bush, che spiega come l’intervento russo in Siria sia l’unico legittimo e ragionevole, che definisce il Presidente degli Stati Uniti “il miglior nemico dell’ISIS”. Non è un qualche foglio clandestino, distribuito negli scantinati del più bieco complottismo, ma niente meno che Famiglia Cristiana, la “corazzata delle parrocchie”, che il vice redattore e responsabile esteri, Fulvio Scaglione (nella foto), sta portando alla ribalta utilizzando un sistema di marketing tanto efficace quanto poco utilizzato: dire la verità.

...il resto è da leggere (assolutamente!) sul Saker blog italiano

 
 13/12/2015    

Una preghiera che sarà MOLTO utile nelle nostre chiese...

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

da ortodoxia.md

Rugăciune pentru obţinerea unui loc de muncă

Doamne, Dumnezeul nostru, Cel ce ai intemeiat pământul şi l-ai încredinţat să fie sub stăpânirea omului care – cu înțelepciunea primită de la Tine – să se arăte a fi un bun iconom și sfințitor al zidirii Tale, până ce vor fi întemeiate un cer nou și un pământ nou, potrivit cuvintelor Scripturii care zice: „Toate sunt ale voastre” și iarăși: „Iată, Eu le înnoiesc pe toate”, Stăpânitorule al cerului și al pământului, Care dai înțelepciune, știință și pricepere omului pentru ca să lucreze cu mînile lui și să descopere cu mintea lui darurile pământului care sunt date de Tine, Dumnezeul nostru, spre folosul oamenilor, Te rugăm, Creatorule a celor văzute și a celor nevăzute, binecuvântează pe robul Tău (N) care cu credință se roagă Ție, prin noi smeriții și nevrednici, pentru dobândirea unui loc de muncă, pentru că Tu Însuți ai poruncit omului ca prin osteneală să se hrănească în toate zilele vieții lui. Ajută pe robul Tău (N) în căutările lui și-i împlinește rugăciunea, pentru că din prisosul lui să dea și celor care nu au, și ferește-l în viață de vrajmașii văzuți și nevăzuți, de piedicile oamenilor răi și de primejdiile de tot felul, cu harul și cu îndurările și cu iubirea de oameni ale Unuia-Născut Fiului Tău, cu Care ești binecuvântat, cu Preasfântul și Bunul și de viață Făcătorul Tău Duh, acum și pururea și în vecii vecilor. Amin.

Preghiera per ottenere un posto di lavoro

O Signore, nostro Dio, che hai posto le fondamenta della terra, e l'hai affidata al dominio dell'uomo affinché – con la saggezza da te ricevuta – dimostri di essere un buon amministratore e santifichi la tua creazione, fino a quando non saranno creati un nuovo cielo e una nuova terra, secondo le parole della Scrittura che dice: "Tutte le cose sono vostre" e ancora: "Ecco, io rinnoverò tutto", o Sovrano del cielo e della terra, che dai all'uomo la sapienza, la conoscenza e la comprensione perché lavori con le sue mani e scopra con la sua mente i doni della terra dati da te, nostro Dio, per il bene degli uomini, noi ti preghiamo, o Creatore delle cose visibili e invisibili, benedici il tuo servo (N) che con fede ti prega, per mezzo di noi umili e indegni, affinché ottenga un posto di lavoro, poiché tu stesso hai comandato all'uomo di faticare per guadagnarsi il cibo in tutti i giorni della sua vita. Aiuta il tuo servo (N) nella sua ricerca e accogli la sua preghiera, perché dalla sua abbondanza possa dare a chi non ha, e custodiscilo dai nemici visibili e invisibili, dagli ostacoli di uomini malvagi e dai pericoli di ogni genere, con la grazia e le indulgenze e l'amore per gli uomini del tuo Figlio unigenito, con il quale sei benedetto, assieme con il santissimo, buono e vivifico tuo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

 
 12/12/2015    

La nascita della tragedia moderna

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Presentiamo nella sezione “Confronti” dei documenti la traduzione italiana di un saggio sulle origini delle catastrofi moderne, in cui Alejandro Sandoval analizza la dissoluzione della coscienza cristiana dell’Europa occidentale a partire dal grande scisma del 1054. La perdita dell’esperienza vivente dei santi non può che essere una conseguenza della perdita del legame con la fonte stessa della santità. Tanto basta perché i termini stessi legati alla fede e ai valori cristiani perdano il loro senso e siano cooptati da altri sistemi per i propri fini.

 
 12/12/2015    

Declino e Caduta della Russia sotto il Regime di Putin

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In un divertente e al tempo stesso istruttivo colpo d'occhio sulla Russia contemporanea, il Saker Blog italiano ci presenta una spassosa lezione sulla presunta "arretratezza della Russia" nella propaganda occidentale paragonata alla realtà dei fatti.

 
 11/12/2015    

Un aiuto per Natale ai bambini del Donbass

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Chi si sente in vena di una buona azione per Natale, può sostenere gli sforzi che i nostri amici dell’associazione Aiutateci a salvare i bambini hanno intrapreso – tra le mille loro iniziative – in aiuto dei bambini del Donbass, tra i quali si trovano ancora tanti profughi in condizioni sanitarie disperate.

 
index.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=1 index.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=1   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 35  index.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=3 index.php?locale=ro&blogyears=2015&blogsPage=35