Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=205  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=602  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=646  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=4898  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=2779 
Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=204  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=206  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=207  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=208  Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=3944 
Mirrors.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=2&id=647         
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 7 maggio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 giugno 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii
Ianuarie Februarie Martie Aprilie Mai Iunie Iulie August Septembrie Octombrie Noiembrie Decembrie

Blogul parohului


 19/12/2014    

Intervista su san Nicola con il metropolita Ilarion

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Nella trasmissione "Tserkov' i mir" (la Chiesa e il mondo) del 18 dicembre 2010, Ivan Semenov intervista l'arcivescovo (oggi metropolita) Ilarion di Volokolamsk su una serie di temi legati a san Nicola e al Natale. Dall'intervista emergono alcuni fatti interessanti sulla fabbricazione di figure popolari: se tutti sanno che le diverse figure di Babbo Natale della fantasia popolare sono basate su san Nicola, non tutti sanno che la stessa vita di san Nicola oggi conosciuta incorpora le storie della vita di due santi differenti: san Nicola di Mira in Licia e san Nicola di Sion. A partire da questi dati, vladyka Ilarion traccia le linee di un interessante discorso sulla nostra interazione con i santi e le feste della Chiesa, che potrete trovare in russo e in traduzione italiana nella sezione "Santi" dei documenti.

 
 18/12/2014    

Il metropolita Antonij di Borispol riporta il numero di chiese sequestrate dagli scismatici

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Pravoslavie.ru, 12 dicembre 2014

Il metropolita Antonij di Borispol e Brovary, cancelliere della Chiesa Ortodossa Ucraina, nel suo commento fatto all'agenzia di informazioni UNIAN, ha indicato il numero di chiese sequestrate dagli scismatici, nonché il numero delle parrocchie "volontariamente" trasferite al cosiddetto "patriarcato di Kiev", come riferisce il sito ufficiale della Chiesa Ortodossa Ucraina.

"Ormai 14 parrocchie della Chiesa Ortodossa Ucraina sono state sequestrate, 6 parrocchie si trovano ad affrontare un sequestro, e solo 3 parrocchie hanno volontariamente cambiato la loro giurisdizione, in base alla legge ucraina "Sulla libertà del culto e delle organizzazioni religiose". Certamente, rispetto alle 12.000 parrocchie della Chiesa Ortodossa Ucraina, questo numero è piccolo, ma siamo indignati per il fatto che queste chiese sono state sequestrate violando le leggi dello stato", ha detto il metropolita Antonij.

Allo stesso tempo, il cancelliere ha spiegato che si dovrebbe distinguere un trasferimento volontario di un sequestro, e che queste definizioni non devono essere confuse.

"Un'occupazione illegale di una chiesa con la violenza e la menzogna non può essere definita come un trasferimento. Per legge, il trasferimento viene effettuato quando la decisione è presa all'unanimità da tutti i membri della parrocchia, e non dai residenti di un villaggio. Anche se dieci membri della Chiesa Ortodossa Ucraina non vogliono cambiare la giurisdizione della parrocchia, ma la chiesa è comunque attribuita al 'patriarcato di Kiev', allora non si può dire che è un trasferimento totale o parziale", ha sottolineato il metropolita.

Egli ha sottolineato che "le persone che stanno sequestrando i luoghi di culto della Chiesa Ortodossa Ucraina non solo violano le leggi dello Stato, ma anche i comandamenti".

"Un cristiano può prendersi la libertà di picchiare un suo vicino di casa, danneggiando una chiesa, incitando altre persone all'animosità e al conflitto, e cercando di prendere possesso di una proprietà che non gli appartiene? Durante i cosiddetti trasferimenti al cosiddetto 'patriarcato di Kiev', avvengono praticamente tutte queste cose ", ha detto il cancelliere della Chiesa Ortodossa Ucraina.

 
 18/12/2014    

La Chiesa aiuta a spegnere l'Occhio di Sauron a Mosca

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 
Per festeggiare nella città di Mosca la prima del film conclusivo della trilogia "Lo Hobbit", il gruppo artistico "Svechenie" aveva deciso di installare una riproduzione gigante dell'Occhio di Sauron su uno dei grattacieli più alti della metropoli.
L'installazione è stata cancellata a causa di un'ondata di proteste guidata dalla Chiesa ortodossa russa, che ha fatto notare come il simbolo demoniaco del Signore oscuro mal si addica a una società che ha ancora un concetto del bene e del male.
Tirano un sospiro di sollievo i cristiani, ma anche i veri ammiratori dell'opera letteraria di J. R. R. Tolkien, che fu un devoto cattolico romano, e che sarebbe stato sicuramente indignato per questa esposizione scriteriata.
 
Lo skyline di Mosca come appare ora...
 
...e come avrebbe potuto apparire
 
 17/12/2014    

L’Ucraina vista attraverso gli occhi di un geologo

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Riportiamo dal blog originale di Saker (con il cortese permesso del coordinatore del blog italiano, a cui non vogliamo certo rubare il lavoro) un testo che ci sembra assolutamente importante per capire la portata del conflitto ucraino. Curiosamente, ad aiutarci a capire un caos politico, economico, linguistico e religioso è un geologo, Vadim Zolotarev. Alcuni dei punti da lui magistralmente spiegati ci erano già noti da precedenti analisi: la presenza di un settore minerario obsoleto nel Donbass, la presenza di gas di scisto nella regione, la vera ragione della guerra da ricercare non tanto nella lotta ai separatisti (né tanto meno nell’inesistente terrorismo) ma nello spopolamento della regione, gli strani e discussi limiti del sostegno da parte russa. Il saggio di Zolotarev, che presentiamo nell’originale russo e in traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti, riesce a mettere insieme tutte le tessere del mosaico in un insieme coerente e comprensibile, e ci sembra dare una chiave di lettura fondamentale al conflitto.

 
 17/12/2014    

Prove tecniche di eurofascismo: l’arresto di Giulietto Chiesa a Tallinn

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il vergognoso fermo (senza mandato d’arresto) e il decreto di espulsione (non notificato) di Giulietto Chiesa dall’Estonia, dove stava per partecipare a una conferenza portando la sua testimonianza di giornalista sulla Russia (potete sentire quanto è successo dalle parole stesse dell’interessato), ci catapultano nel nostro futuro orwelliano: Il Ministero della Verità ora non ci punisce più per le opinioni da noi pacificamente espresse (cosa che sarebbe già a sufficienza uno stupro di ogni ideale democratico), ma addirittura per le opinioni che non abbiamo ancora espresso. Potremmo ribattere molte cose... per esempio, che a non volere il giornalista italiano è proprio la stessa classe dirigente che stava qualche anno fa a mendicare l’ammissione del proprio paese in quell’Unione Europea in cui Giulietto Chiesa era parlamentare! Ma a che serve argomentare, quando dal Ministero della Verità ci fanno sapere che siamo sempre stati in guerra con Eurasia?

 
 16/12/2014    

Dalla mia modesta esperienza di catechesi battesimale

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Al recente incontro del clero con l’arcivescovo Mark, abbiamo parlato di diversi aspetti della catechesi che dovrebbe precedere i battesimi e i matrimoni, ed è un piacere affiancare alla discussione le note del nostro confratello, padre Petru (Pruteanu), che ci parla della sua esperienza di catechesi nelle chiese ortodosse in Portogallo e del piano di incontri pre-battesimali in 5 lezioni da lui sviluppato. Presentiamo le note di padre Petru in romeno e in traduzione italiana nella sezione “Pastorale” dei documenti.

 
 16/12/2014    

Si spengono le luci sulla primavera araba

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

dal blog Colonel Cassad, 13 novembre 2014

Ecco un'illustrazione molto caratteristica e rivelatrice delle conseguenze della guerra pluriennale in Siria. Nel corso dei 3 anni di guerra la maggior parte della civiltà sul territorio della Siria si è immersa nelle tenebre di una barbarie primitiva, sia all'apparenza sia in senso figurato. Ora si vede chiaramente che in quei luoghi in cui il regime di Assad è sopravvissuto, i punti luminosi sono conservati (le sacche di civiltà resistono alle ondate delle invasioni barbariche), e in quei luoghi in cui "il regime sanguinario è caduto", l'oscurità è di fatto totale.

Alla Siria (se sopravvivrà, ovviamente) ci vorranno decenni per superare le conseguenze di questa caduta nelle tenebre.

 
 15/12/2014    

Intervista all’arcivescovo Mitrofan di Gorlovka

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L’arcivescovo Mitrofan di Gorlovka e Slavjansk (al secolo Andrej Viktorovich Nikitin) regge la diocesi del Donbass più disastrata dalla guerra civile. Il 10 dicembre il portale Pravoslavie i Mir ha pubblicato una sua intervista, che riteniamo molto preziosa per capire la condizione della Chiesa ortodossa nelle aree di conflitto e una vera attitudine di non commistione nella politica. Presentiamo l’intervista all’arcivescovo Mitrofan nell’originale russo e in traduzione italiana nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
 15/12/2014    

Cimitero ortodosso vandalizzato in Australia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Oltre una settantina di tombe di ortodossi russi e serbi sono state profanate nel cimitero di Rookwood a Sydney, proprio in coincidenza con la visita di Poroshenko in Australia. Ecco il video di questa vergogna:

La polizia australiana ha annunciato che "non ci sono prove che suggeriscano che il crimine sia stato motivato da odio razziale o religioso". Il paradosso del doppiopesismo è sottolineato dal nostro amico Saker in un suo pungente editoriale: "apparentemente quando i nazisti dissacrano tombe ebraiche questo è un crimine di odio razzista, ma quando gli stessi nazisti dissacrano tombe russe e serbe, questo non ha niente a che fare con l'odio razziale o religioso".

 
 14/12/2014    

I cristiani affrontano una catastrofe in Medio Oriente. La Russia li difende. L’Occidente li tradisce

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L’ambasciatore russo nel Regno Unito, Alexander Yakovenko, ha lanciato con le parole garbate di un diplomatico di professione una dura accusa contro l’abbandono dei cristiani del Medio Oriente, che oggi sono difesi principalmente dalla Russia. Presentiamo le parole dell’ambasciatore in traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
 13/12/2014    

Riunione inter-episcopale a Venezia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il 10 dicembre ha avuto luogo a Venezia l'ultima riunione del Consiglio dei vescovi ortodossi, che ha stabilito, tra le altre deliberazioni, l’avvio di regolari concelebrazioni tra i vescovi a partire dal prossimo anno. Speriamo che questa iniziativa possa avere un riflesso anche a livello parrocchiale in tutta Italia.

Da sinistra a destra: arciprete Avram Matei, arciprete Raško Radović, vescovo Siluan (Șpan), archimandrita Antoniy (Sevryuk), arcivescovo Mark (Golovkov), arciprete Sergio Mainoldi, arcivescovo Gennadios (Zervos), arciprete Alexey Yastrebov, vescovo Andrej (Ćilerdžić), archimandrita Evanghelos (Yfantidis), arciprete Nicola Madaro

 
 13/12/2014    

Un ortodosso italiano davvero speciale: Ernesto Gregorio Turrini

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In questi giorni padre Giorgio Arletti, parroco della chiesa ortodossa di Tutti i Santi a Modena, ci ha fatto dono del libro del trentennale della vita della sua parrocchia. Il libro è dedicato alla memoria di un parrocchiano, Ernesto Gregorio Turrini, scomparso il 13 dicembre del 2013, a 54 anni d’età. In questo primo anniversario della sua nascita al cielo, vogliamo ricordare anche noi Ernesto, che ha lasciato cari ricordi nella nostra parrocchia a Torino, come anche in molte altre chiese e comunità ortodosse in Italia. Sotto l’aspetto semplice e gioviale di Ernesto si celava un uomo di insolita raffinatezza e sensibilità: era appassionato di musica classica e sacra, di pittura (era capace di viaggiare centinaia di chilometri per visitare le mostre e i musei dei suoi pittori preferiti) e di storia della Chiesa, e la sua ricerca lo aveva portato a riscoprire le radici ortodosse della cultura italiana. E visto che il nostro paese è così ricco di testimonianze di Ortodossia cristiana, aveva deciso di abbinare il viaggio culturale alla vita di fede, visitando quante più chiese ortodosse possibile. Nei periodi di clima favorevole, aggiungeva a questi viaggi un’altra delle sue passioni, le gite in moto, ma anche pioggia e gelo non lo fermavano nei suoi viaggi. Forse senza neppure volerlo, ha aiutato in un modo straordinario le chiese ortodosse in Italia a tenersi in contatto le une con le altre, portando notizie e saluti da una parrocchia a un’altra, favorendo gli incontri (non c’era iniziativa inter-ortodossa a cui non fosse presente) e ricordandoci che non siamo mai soli. Gli chiediamo di tutto cuore di non dimenticarsi di noi, continuando in questo suo compito anche dal cielo. Eterna memoria!

 
 12/12/2014    

Quale sentiero per la Russia?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Partendo da una curiosa notizia di cronaca, una corona (nella foto), uno scettro e un globo forgiati da un fabbro di Donetsk a partire dai pezzi di metallo dei missili che hanno devastato la sua città, padre Andrew Phillips propone una riflessione sul futuro della Russia, che abbiamo tradotto in italiano nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti

 
 11/12/2014    

Ricordo dell’archimandrita Marco (Davitti) nell’intervista con lo ieromonaco Serafino (Valeriani)

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

È apparso in italiano, sul nostro sito diocesano e sul blog Fos Ilaron, il testo italiano di un’interessante intervista al nostro confratello padre Serafino, parroco a Bologna, riguardo al suo indimenticabile predecessore e mentore, l’archimandrita Marco (Davitti), scomparso la scorsa estate. Il testo russo dell’intervista era già disponibile da alcuni mesi. Il testo dell’intervista termina con l’augurio di poter ritrovare altre fonti per scrivere un’adeguata biografia. Ci uniamo a quest’augurio, e speriamo che ogni cristiano ortodosso che aspira a servire la Chiesa in Italia possa imparare dalla storia e dall’esempio di padre Marco.

 
 11/12/2014    

Le atrocità di Kiev danno ai ribelli del Donbass tutta la legittimazione di cui hanno bisogno

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Riprendiamo da Russia Insider un breve commento sulla situazione attuale della città di Donetsk apparso in origine sul blog di Vera Graziadei. Chi ci ha seguiti negli ultimi mesi ricorderà gli articoli di quest’attrice, originaria del Donbass e che vive e lavora a Londra con il marito italiano. Apprezziamo nelle sue parole la competenza di chi parla di ciò che conosce per esperienza diretta, e sa comunicare quest’esperienza ai lettori occidentali. Abbiamo volentieri tradotto in italiano le sue considerazioni, presentandole nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
index.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=1 index.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=1   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 49  index.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=3 index.php?locale=ro&blogyears=2014&blogsPage=49