Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=205  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=602  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=646  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=4898  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=2779 
Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=204  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=206  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=207  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=208  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=3944 
Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=7999  Mirrors.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=2&id=647       
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni
Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Il Blog del Parroco


 20/09/2014    

Un tributo alla sovranità della Scozia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Con una percentuale "strana" (curiosamente simile a quella dei votanti per Poroshenko nelle ultime elezioni presidenziali ucraine, anche se in questo caso applicata a tutta la popolazione, e non a una misera minoranza degli aventi diritto al voto) è fallito il referendum per l'indipendenza scozzese. Questo risultato metterà fine a ogni progetto di indipendenza scozzese per almeno una generazione, ma non si tratta della sconfitta più umiliante che il popolo scozzese ha dovuto subire. Da oltre due secoli e mezzo (quando un tentativo di indipendenza ebbe effettivamente un certo successo, ma fallì e fu soffocato nel sangue), gli scozzesi aspettano il ritorno del loro re da oltre il mare, e può ben darsi che il loro re - quello vero - debba manifestarsi solo alla Parusia. Intanto, offriamo il nostro tributo a quest'attesa con le note della canzone The Skye Boat Song:

 
 19/09/2014    

Il vescovo Longhin di Bănceni denuncia la giunta di Kiev e i suoi burattinai

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Da poco è stato messo in rete un articolo introduttivo a un video risalente a fine luglio. Il video riporta oltre 40 minuti di una predica estremamente dura contro la giunta di Kiev da parte del vescovo Longin (Zhar), di cui vi abbiamo parlato lo scorso anno come “un papà per 400 anime”.

Presentiamo questo video con l’articolo originale romeno, la traduzione russa e la nostra traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

Una domanda piuttosto ingenua, ma comunque legittima, che possono farsi gli osservatori del conflitto, è questa: “ma perché, mentre il vescovo Longin denuncia così apertamente la giunta di Kiev, il resto dell’episcopato del Patriarcato di Mosca in Ucraina (anche nella stessa Kiev) tace?” Vogliamo ricordare a chi si pone queste domande che vladyka Longin è etnicamente romeno, e rappresenta la non indifferente minoranza dei cittadini ucraini di etnia romeno-moldava. Ora, il governo romeno deve aver dato sufficienti assicurazioni alla giunta di Kiev che ogni repressione o intimidazione contro la minoranza romena in Bucovina sarà seguita da adeguate ritorsioni (non escluso un intervento militare) da parte romena. Non è un caso che le proteste delle madri contro la guerra siano scoppiate alla grande proprio nelle zone dei villaggi romeni della Bucovina. Possiamo concludere che vladyka Longin vive per il momento in una sorta di “isola protetta”, e gli è concesso di esprimere quel che l’episcopato ortodosso ucraino nelle altre zone è costretto a tenere nascosto… vantaggi dell’essere in “Occidente”, e di poter dire la verità!

 
 19/09/2014    

Rapporto sulla situazione ucraina (18 settembre 2014)

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Saker continua a offrirci le sue accurate analisi della situazione ucraina, osservando cosa succede in Novorossija, in Russia, nel regime monco che si definisce ancora Ucraina e nei media mondiali. La calma di questi giorni non è una calma di pace, tutt’altro: in tutti i luoghi si consumano piuttosto gli effetti di conflitti interni, che se anche non sono il primario interesse dei cristiani ortodossi, sono certamente da tenere in considerazione. In particolare, il commento di chiusura dell’articolo, che paragona l’attuale giunta ucraina al regime di Kerenskij del 1917 in Russia, merita a nostro parere una seria attenzione. Presentiamo il rapporto di Saker nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
 18/09/2014    

Padre Serafim Galik — Un soldato solo sul campo di battaglia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti la biografia di un sacerdote ortodosso serio e coraggioso: padre Libor Serafim Galik (nella foto), rettore di una minuscola parrocchia nella Repubblica Ceca ed energico attivista per il diritto alla vita dei nascituri. Leggendo la sua testimonianza nell’originale russo e in traduzione italiana, scopriremo come  un uomo solo ha talvolta la capacità di muovere le montagne.

 
 17/09/2014    

Come l'Occidente divenne ateo

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Un testo che riteniamo di un’importanza fondamentale è stato pubblicato pochi giorni fa sul blog The Soul of the East. Si tratta di un’analisi spietata della filosofia tomista, e alcuni potranno ritenere complessi (o magari troppo semplificati) i suoi passaggi logici. Il punto che solleva l’autore del saggio è che la filosofia di Tommaso d’Aquino, presa come base per la teologia cristiana, è il primo passo fondamentale verso l’ateismo. Vi preghiamo di leggere attentamente il saggio Come l'Occidente divenne ateo, che presentiamo nella sezione “Confronti” dei documenti, e di rifletterci sopra, perché una corretta vita cristiana non può prescindere da una corretta serie di principi di pensiero.

 
 17/09/2014    

Il governo di Kiev ha un piano?

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Sergej Kirichuk (nella foto) è un membro del movimento socialista “Borotba”, che in Ucraina si era opposto al regime oligarchico di Viktor Janukovich. Oggi l’Ucraina “indipendente” e “democratica” lo sta perseguitando come nemico della nazione. Per capire cosa abbia fatto per meritarsi tutto questo odio, leggete nella sezione “Geopolitica ortodossa” la sua analisi del collasso del sistema ucraino, assolutamente condivisibile e di buon senso, ma altrettanto evidentemente pericolosa per un regime totalitario.

 
 16/09/2014    

Il ruolo dell’Ungheria nella crisi ucraina ed europea

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Abbiamo accennato nel mese scorso a una protesta comune dei russini e degli ungheresi della Rus’ Carpatica, un fenomeno che potrebbe innescare sviluppi del tutto inaspettati nella crisi ucraina. Grazie al collaboratore del blog di Saker, ‘American Kulak’, che ci ha aiutato alcuni giorni fa a capire i paralleli tra Scozia e Novorossija, esaminiamo oggi nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti il caso dell’Ungheria e l’insolita posizione del suo presidente Viktor Orban (nella foto), che oggi i media asserviti non sanno come trattare.

 
 16/09/2014    

Rivoluzionari a rischio

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 
(da un commento di Saker, 16 settembre 2014)
Chi aveva dubbi sulla posizione del Vaticano sulla guerra civile in Ucraina, ora potrà semplicemente leggere l'articolo intitolato "Una Chiesa con verve è a rischio in Ucraina" sul sito Crux. A quanto pare, la sconfitta della giunta nazista mette a rischio gli uniati perché, citazione: "i greco-cattolici sono diventati anche protagonisti di spicco negli affari nazionali. Sono stati i principali fautori della Rivoluzione Arancione in Ucraina nel 2004/2005, e hanno contribuito a guidare all'inizio dell'anno le proteste del Maidan che hanno rovesciato dalla carica il presidente pro-Mosca Viktor Janukovich".
 
 15/09/2014    

La conferenza stampa di Strelkov e l’analisi di Saker

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

In quella che può essere solo definita come l’ascesa di un eroe locale a livello di eroe nazionale, Strelkov (nome di battaglia di Igor’ Girkin), ex comandante della milizia del Donbass, ha annunciato l’11 settembre in una conferenza stampa un suo cambiamento di lotta in un campo di strategia molto più globale.

Nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti, presentiamo un post di contenuto multiplo: il video della conferenza stampa (russo, con sottotitoli in inglese), la nostra trascrizione in italiano, e il commento di Saker che ci porta molto più a fondo di quanto possiamo pensare nelle complessità dei conflitti per il potere in Russia e, di riflesso, in tutto il mondo. Ci rassicura il fatto che, a vegliare sugli interessi della Russia ma anche della sovranità non egemonistica delle nazioni del mondo, ci possa essere un coerente cristiano ortodosso che ha saputo dare un esempio di servizio e di abnegazione alla sua patria e alla sua fede.

 
 15/09/2014    

Iniziata a Sihanoukville (Cambogia) la costruzione della Chiesa del grande martire e guaritore Panteleimone

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 
Patriarchia.ru, 10 settembre 2014.
Con la benedizione di sua Santità il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus', il comitato della Chiesa cristiana ortodossa di Cambogia (Patriarcato di Mosca) ha firmato un contratto per la costruzione della chiesa del santo grande martire e guaritore Panteleimone nella città di Sihanoukville (Kampong Saon) in Cambogia 
La società di costruzioni "Sam Sarath" è stata scelta come contraente. La stima complessiva dei costi è di 301.663 dollari USA. La durata totale della costruzione sarà di 60 settimane. 
La chiesa di san Panteleimone a Sihanoukville sarà la prima di tre chiese, la cui costruzione è prevista nel Regno di Cambogia. La superficie totale della chiesa sarà di 144 metri quadrati, con un'altezza di oltre 21 metri, riporta il sito web della Chiesa ortodossa in Thailandia. 
Ulteriori informazioni in russo sulla chiesa a Sihanoukville si possono trovare sul suo sito web,
 
 
 
 14/09/2014    

Lettera a Putin e al popolo russo

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Da alcuni giorni è in rete una sottoscrizione internazionale di solidarietà con il presidente Putin e il popolo della Russia, in diverse lingue, tra cui l’italiano. Vi invitiamo a leggerla a questo indirizzo, oppure cliccando sull’immagine qui sotto:

Letta? Vi sentite di condividerne i principi? In tal caso vi invitiamo a firmarla, e a condividerla il più possibile tra i vostri amici e contatti.

Di solito non coinvolgiamo i nostri lettori negli appelli internazionali, ma questo ci sembra importante e urgente. Con la campagna di demonizzazione mediatica contro la Russia in generale, e contro Vladimir Putin in particolare, una voce di solidarietà rappresenta un fortissimo segnale contrario. Pensate che in questi giorni l’appello è stato firmato da poco più di 20.000 persone IN TUTTO IL MONDO. Se i 300 e più lettori quotidiani del nostro sito volessero aggiungere la loro firma, questo rappresenterebbe finora più dell’1,5% delle firme nel mondo. E solo dagli amici della parrocchia di san Massimo di Torino...

Chi conosce la portata degli appelli nel mondo, sa che ogni persona che scrive qualcosa (una lettera a un giornale, una firma a un appello, e così via) corrisponde a circa CENTO persone che la pensano in tal modo. Ecco perché, quando un governo riceve una serie considerevole di firme a favore di una certa causa, di solito si preoccupa. Questo appello, poi, ha qualcosa di assolutamente speciale: a fronte dell’indifferenza causata dai media asserviti in Italia e in molti altri paesi, il peso di ciascuna firma è moltiplicato. Quante persone rappresenterà una firma su questo appello? Mille? Diecimila? Non lo sappiamo, ma siamo sicuri che il loro potenziale di cambiamento sarà certamente devastante! Pertanto, se volete fare la vostra parte per non ritrovarci coinvolti in una nuova guerra a livello mondiale, firmate e fate firmare!

 
 14/09/2014    

Il nazionalismo ucraino: le sue radici e la sua natura

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

In alcuni degli ultimi articoli di Saker che abbiamo tradotto, si faceva riferimento a un articolo del 24 febbraio, il giorno del colpo di stato in Ucraina, in cui il nostro amico e corrispondente cercava di spiegare le origini storiche e la natura del golpe. Altri nostri amici ci hanno pregato di provvederne una traduzione italiana, che vi presentiamo nella sezione “Geopolitica Ortodossa” dei nostri documenti.

In una delle sue analisi precise e acute, Saker fa una lunga digressione storica che analizza l’identità dell’Ucraina come un progetto storico anti-russo della Chiesa cattolica romana (nell’immagine, uno dei principali architetti del progetto ucraino, papa Clemente VIII): questa sola introduzione dovrebbe bastare a spiegare perché abbiamo tanto insistito sulla questione ucraina in tutti questi mesi. Le nostre osservazioni e i nostri sforzi in questo campo hanno ben poco a che fare con “dibattiti politici contemporanei”; piuttosto, hanno TUTTO a che fare con l’affermazione della nostra identità di cristiani ortodossi.

Vi preghiamo comunque di leggere le parole di Saker scritte nel giorno stesso del putsch maidanista, e di riflettere su quanto delle sue previsioni di sviluppi futuri si è avverato nel corso di questi mesi. Come tutti gli analisti militari seri, Saker non pretende alcun carisma speciale, e molte delle indicazioni che dà sono semplici osservazioni di una persona intelligente (dal latino, uno che “legge dentro” le cose). C’è tuttavia da stupirsi quanto ben azzeccate siano state le conclusioni di uno che legge nelle cose non solo come analista professionale, ma soprattutto come credente.

 
 13/09/2014    

Vladimir Putin difende i valori tradizionali

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Vi invitiamo a dare un'occhiata a questo post del blog La Tana dell'Orso, che offre commenti e la trascrizione di un video riguardo a un evento internazionale sponsorizzato in questi giorni dal governo russo, dedicato alla difesa dei valori tradizionali della famiglia. Se avete ceduto a mesi di propaganda russofoba, leggetelo con attenzione: QUESTA e la Russia dalla quale vi hanno messo in guardia.

 
 13/09/2014    

Sulla comunione ai bambini che piangono

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Una Chiesa che ha l’abitudine di dare la comunione ai bambini piccoli si trova presto di fronte ai casi dei bambini che sono portati alla comunione tra pianti, urla e altri capricci. L’articolo di padre Sergej Kruglov apparso il mese scorso su Pravmir ha avuto immediatamente una vasta eco sui siti pastorali ortodossi in lingua russa, segno che l’argomento è delicato e importante in una gran quantità di chiese. Presentiamo nella sezione “Pastorale” dei documenti l’originale russo e la traduzione italiana dell’articolo, che ci conferma nella nostra convinzione che il primo modo di avere bambini tranquilli e sereni alla comunione è di avere prima di tutto i loro genitori.

 
 13/09/2014    

Analogie tra Jugoslavia e Ucraina

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Un parallelo che non sarà mai evidenziato con troppa forza è quello delle due guerre da cui l’Europa è stata insanguinata nell’ultimo ventennio. Chi le ha preparate? Chi ha esacerbato gli animi di due paesi, e perché? Chi ne trae vantaggio? Perché ci sono stati tanti episodi orribili di crudeltà? A queste domande tenta di dare una risposta il saggio di Stephen Karganovic pubblicato sul blog di Saker, che presentiamo nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
index.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=1 index.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=1   1 2 3 4 5 di 5  index.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=3 index.php?blogyears=2014&locale=it&m=9&blogsPage=5