Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogsPage=190&id=205  Mirrors.php?blogsPage=190&id=602  Mirrors.php?blogsPage=190&id=646  Mirrors.php?blogsPage=190&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=190&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=190&id=204  Mirrors.php?blogsPage=190&id=206  Mirrors.php?blogsPage=190&id=207  Mirrors.php?blogsPage=190&id=208  Mirrors.php?blogsPage=190&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=190&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 25 novembre 2018)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 28 novembre 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni

Il Blog del Parroco


 07/06/2013    

Un commento illuminante sulle traduzioni liturgiche

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Da una recente notizia sul sito della parrocchia di santa Caterina a Roma apprendiamo di una nuova riunione della commissione per la traduzione dei testi liturgici in lingua italiana.

Pur apprezzando sempre chi si dà da fare per la diffusione dell’Ortodossia, ci permettiamo di esprimere il nostro scetticismo sull’opportunità e sull’efficacia di questi lavori “ufficiali”. Non lo facciamo per spirito distruttivo: da anni ci sforziamo di mettere a disposizione, gratuitamente e senza alcuna pretesa di esclusiva, un numero ben più ampio di traduzioni che non il solo testo della Liturgia di san Giovanni Crisostomo. Per ora, tuttavia, il lavoro a suon di riunioni di commissioni ci sembra ancora troppo prematuro e controverso.

Proprio in questi giorni, leggendo una serie di commenti su un argomento del tutto diverso (l'accordo per una nuova sistemazione dell'ex-metropolita Jonah della Chiesa Ortodossa in America) ci siamo imbattuti in un commento estremamente istruttivo fatto da padre Patrick Henry Reardon (un prete dell'Arcidiocesi Antiochena d'America, che ha studiato teologia all'Anselmiana e al Pontificio Istituto Biblico a Roma). Sentiamo cosa ci dice padre Patrick sui tentativi di fare "traduzioni unificate" della Liturgia in lingua inglese:

Quando ci abbiamo provato circa 20 anni fa, le persone sbagliate sono state messe nella commissione per le traduzioni. La cosa poteva essere predetta perfettamente. Erano degli "esperti", capite, e il resto di noi è stato tenuto all’oscuro.

Fortunatamente, alcune copie di quella mostruosità uscirono allo scoperto, e ci fu una sollevazione generale. Il comitato interepiscopale ortodosso alla fine respinse la traduzione, e diede il benservito ai traduttori.

C'è da scommettere che avverrà la stessa cosa se ripetiamo quello sforzo.

Mettere "esperti" nelle commissioni per le traduzioni nasce dallo stesso impulso eccentrico che porta a mettere padre Dracula a capo del servizio diocesano per le trasfusioni.

Se la storia dei fenomeni religiosi ci insegna qualcosa, ci insegna che ciò che si è avverato nel Nord America in una certa data, ha avuto una tendenza a ripetersi tale e quale in Europa dopo alcuni anni. Ci chiediamo se questa ricerca di ufficialità e di omogeneità forzata, non corrispondente ad alcun vero bisogno da colmare, non ci farà sprecare tempo, risorse ed energie nella duplicazione di un fallimento che si è già visto (e si potrebbe veder ripetere ancora oggi) nel contesto americano.

 
 06/06/2013    

Intervista allo ieromonaco Iosif (Pavlinciuc)

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il 30 maggio 2013, il sito Pravoslavie i Mir ha pubblicato l’intervista allo ieromonaco Iosif (Pavlinciuc), responsabile della pastorale delle parrocchie moldave della Diocesi di Chersoneso. L’abbiamo volentieri tradotta in italiano, e la riteniamo una testimonianza importante, che lega l’esperienza monastica della tradizione di san Paisio Velichkovskij (il monastero di Noul-Neamţ in Moldova) con il quotidiano sforzo di vivere una vita ortodossa in un paese dell’Europa occidentale. Siamo grati a padre Iosif per l’aiuto e l’assistenza che ha offerto alle nostre parrocchie in Italia, e presentiamo la sua intervista in russoin romeno e in italiano nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
 05/06/2013    

Considerazioni sui fratelli e sorelle di Gesù

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

I controversi passi evangelici riguardanti i "fratelli e sorelle" di Gesù continuano a dividere i cristiani fin dalla fine del IV secolo. È interessante vedere come evangelici, cattolici e ortodossi rimangono ancorati a interpretazioni diverse e spesso mutualmente esclusive:

- Per gli evangelici, "fratelli" è genericamente interpretato in senso letterale, cosa che non crea problemi testuali, ma degrada tutta la teologia dell’Incarnazione (e non solo l’aspetto molto concreto della verginità di Maria).

- I cattolici, basandosi sulle argomentazioni polemiche di Girolamo (IV-V sec.) vedono nella parola "fratelli" una descrizione analogica di altri gradi di parentela (cugini, e affini); questo fa salvo il ruolo unico dell’Incarnazione, ma crea numerosi problemi e contraddizioni esegetiche, quando non vere e proprie "riscritture" del testo biblico.

- Gli ortodossi fanno propria un’interpretazione (peraltro piuttosto antica, e radicata nella tradizione liturgica della Chiesa) dei "fratelli" di Gesù, che li vuole figli di un primo matrimonio di Giuseppe. Questa interpretazione permette di vedere i "fratelli" come tali (di fatto, come fratellastri), senza ulteriori forzature esegetiche, e al tempo stesso rispetta pienamente l’unicità del ruolo e della verginità della Madre di Dio.

Ma è possibile provare a vedere ulteriori interpretazioni non necessariamente legate a questa disputa tra cristiani? Insistendo sul ruolo familiare come legame di legittimazione sociale, il prof. Ştefan Munteanu, nel sito Doxologia.ro, offre una visione del ruolo dei "fratelli" che esce dal conflitto sui legami familiari (pur rimanendo perfettamente compatibile con la tradizionale interpretazione ortodossa) e offre una più ampia comprensione del ruolo unico della predicazione di Cristo. Presentiamo lo studio sui fratelli del Signore nell’originale romeno e in traduzione italiana nella sezione “Omiletica” dei documenti.

 
 04/06/2013    

Arciprete Andrew Phillips: Sei giorni a Mosca

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

In una serie di note dal suo recente viaggio a Mosca, padre Andrew Phillips condivide con noi diversi pensieri che, partendo dalle condizioni della Russia di oggi e dai complessi equilibri storici e geopolitici dell’Ortodossia, ci aiutano a capire l’importanza tra la scelta cristiana (la Santa Rus’) o il suo rifiuto (il disordine e la sporcizia, non solo nelle strade di Mosca, ma nelle vite di ciascuno di noi). Presentiamo i pensieri di padre Andrew, tratti dal blog del sito Orthodox England, nella sezione “Ortoprassi” dei documenti.

 
 03/06/2013    

Aiuto al penitente (guida per la confessione)

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Una piccola guida che abbiamo avuto a disposizione per molti anni nella nostra parrocchia per aiutare le confessioni (soprattutto le prime) è stata pubblicata nel 1997 dal monastero del Paraclito a Oropos (un monastero della Chiesa Autocefala di Grecia che nel corso degli anni ha aiutato i cristiani ortodossi di molti paesi con pubblicazioni in diverse lingue). Presentiamo il testo russo e la versione italiana della guida per la confessione nella sezione “Ortoprassi” dei documenti.

 
 02/06/2013    

Quando e come possiamo battezzare i bambini

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Ortoprassi” dei documenti un testo dello ieromonaco Petru (Pruteanu) in romeno e in traduzione italiana sul tema del battesimo dei bambini e della necessità assoluta di una catechesi pre-battesimale che renda un battesimo qualcosa di diverso da un “rito di identità”, una forma cerimoniale di abitudine del tutto indifferente alla confessione di fede che dovrebbe essere requisito indispensabile per ricevere la grazia di Cristo. Le parole di padre Petru richiamano a una pratica seria e autentica i sacerdoti, i padrini e i genitori: solo attraverso un approccio pastorale serio e intransigente sulle questioni della fede si può sperare che il battesimo porti il cambiamento di vita necessario a iniziare un cammino cristiano.

 
 01/06/2013    

La cattedrale di Cristo Salvatore per famiglie e bambini

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

La chiesa-simbolo della rinascita dell’Ortodossia in Russia, anche se spesso viene mostrata in fotografie e video, è ancora ben poco conosciuta in Italia. Solleviamo un poco di questo velo di mistero con una descrizione illustrata a disegni, prodotta dalla rivista “Foma”, utile per un racconto ai bambini e per una lettura per tutta la famiglia. Presentiamo il testo sulla cattedrale di Cristo Salvatore nell’originale russo e in traduzione italiana nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti.

 
 31/05/2013    

Considerazioni su un’icona insolita: l’Anziano dei Giorni

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Nel blog Orthodox Arts Journal, padre Steven Bigham risponde a un iconografo che gli chiede un parere sull’icona da lui dipinta sul tema dell’Anziano dei Giorni (Ο Παλαιός των Ημερών), un soggetto tratto dal capitolo 7 del libro del profeta Daniele. Con la sua competenza di iconologo, padre Steven spiega come l’Anziano dei Giorni nella più autentica tradizione ortodossa è un’icona di Cristo. Questo fa salvo il principio dell’impossibilità (ontologica) di raffigurare il Padre, ma ricorda la nostra possibilità di raffigurare colui che è “immagine del Padre”. Presentiamo la lettera di padre Steven nella sezione “Santi” dei documenti

 
 30/05/2013    

Come mantenere le nostre facce nel mondo di Facebook

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Di fronte al fenomeno dei Social Network, che cosa ha da dire il cristianesimo ortodosso, che insiste sulla comunicazione “faccia a faccia”, sino al punto da desiderare persino nella preghiera la presenza dei volti (le icone) del Signore e dei suoi santi? Padre Lawrence Farley, sul sito della Chiesa Ortodossa in America e sul portale Pravoslavie i Mir, ci aiuta a capire il valore della comunicazione interpersonale che rischia di essere perso in un mondo di contatti esclusivamente mediatici. La Chiesa ortodossa non ha alcuna obiezione all’uso dei Social Network, ma invita all’incontro con i veri “volti” della santità nella condivisione della Divina Liturgia. Presentiamo la traduzione italiana dell’articolo di padre Lawrence Farley nella sezione "Etica" dei documenti.

 
 29/05/2013    

Verso la vera Ortodossia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Di tanto in tanto, è un buon aiuto fissarci sulle cose più importanti del nostro cammino spirituale. quelle essenziali e interiori, evitando di fissarci sulle apprenze esterne e sulle opinioni intellettuali. L'arciprete Andrew Pillips ci ricorda gli aspetti essenziali del nostro cammino, quelli che ci ricordano che essere ortodossi vuol dire essere cristiani, e niente di diverso. Presentiamo le parole di padre Andrew sulla vera Ortodossia nella sezione "Ortoprassi" dei documenti.

 
 28/05/2013    

Il prete che "traduce" il Vangelo nella lingua dei segni

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Tra tutte le lingue in cui la Chiesa annuncia Cristo, ha una particolare importanza la lingua non verbale per i non udenti. Il linguaggio dei segni è divenuto una specialità pastorale e scientifica dell'archimandrita Ioannis Karamouzis della Chiesa di Grecia. Presentiamo nella sezione "Pastorale" dei documenti l'articolo sul ministero di padre Ioannis per i non udenti, apparso sul giornale «Κυριακάτικη Δημοκρατία» del 18 marzo, e tradotto in Inglese sul blog Mystagogy da John Sanidopoulos.

 
 27/05/2013    

Intervista a Nikolaj Valuev sulla tutela dei sentimenti religiosi

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Nikolaj Sergeevich Valuev (nato a San Pietroburgo in 21 agosto 1973) è un personaggio molto noto in Russia, ma pressoché sconosciuto in Italia al di là degli ambienti sportivi e, in minor misura, cinematografici. È stato campione mondiale di pugilato nei pesi massimi (un erede della tradizione dei "pugili giganti" come Primo Carnera) e protagonista del film Kamennaya Bashka (Stone Head) di Filipp Yankovsky, vincitore nel 2008 del Film Festival “Window to Europe” a Vyborg.

Del tutto ignorata in Italia è la sua attività di deputato alla Duma di Stato della Federazione Russa, nonché - come era da aspettarsi - di credente e di testimonial per la Chiesa Ortodossa Russa, soprattutto tra i giovani e gli sportivi. Da tempo abbiamo desiderato presentare la figura di Nikolaj Valuev ai nostri lettori, e in questi giorni ce ne ha dato l'occasione un'intervista da lui rilasciata alla rivista Foma, in cui commenta il recente disegno di legge sulla protezione dei sentimenti religiosi dei credenti. Al di là del valore di testimonianza di Valuev (un uomo tanto singolare in sensibilità e cultura quanto lo è in forza e in altezza), il disegno di legge mostra la tendenza della Russia alla ri-cristianizzazione della società, mentre le tendenze prevalenti in Occidente (che si adoperano piuttosto a proteggere il diritto di insultare i sentimenti religiosi) ne mostrano la tendenza alla scristianizzazione.

Presentiamo l'intervista a Nikolaj Valuev in russo e in traduzione italiana nella sezione "Figure dell'Ortodossia contemporanea" dei documenti.

 
 26/05/2013    

Lo straordinario sviluppo dell'Ortodossia in Guatemala

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Qual è lo stato più ortodosso dell’Occidente? Il Guatemala! Quest’affermazione può apparire surreale ai meno informati, ma è di fatto vera. Nel 2010, con la ricezione nella Chiesa ortodossa del Patriarcato Ecumenico di una chiesa non canonica che contava aderenti sull’ordine delle centinaia di migliaia in 300 comunità e villaggi, la percentuale di cristiani ortodossi nella popolazione totale del Guatemala ha superato quella di tutti gli altri paesi dell’emisfero occidentale. La notizia è arrivata da un momento all’altro, contribuendo ancora di più allo stupore generale, ma dietro c’è una storia più lunga e complessa. Ripercorriamone le tappe in un articolo corredato da un’ampia testimonianza fotografica, che presentiamo nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
 25/05/2013    

Nuovo servizio di creazione di documenti PDF

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

I documenti in formato PDF ("Portable Document Format") sono studiati apposta per essere facilmente gestibili, sia come testi salvati (meno ingombranti) sia come testi da stampare.

Su richiesta di alcuni dei nostri lettori, abbiamo aggiunto al sito un programma di utilità che permette la creazione immediata di un file in formato PDF a partire da ogni pagina della nostra sezione "Documenti". Così sarà più facile salvare i contenuti del sito per chi non ha tempo oppure facilità di collegamento al sito, e per chi desidera stampare un determinato documento. Tutto quello che è necessario fare è cliccare sull'immagine della creazione del file PDF, e quindi aprire direttamente il file oppure salvarlo sul proprio computer.

Purtroppo, il nuovo programma causa ancora problemi con alcune immagini e fotografie, che potranno non apparire nel file in formato PDF. Siamo al lavoro per risolvere questi problemi, ma per farlo dobbiamo reinserire pazientemente nuove coordinate delle immagini, documento per documento... Preghiamo i nostri lettori di avere pazienza, e se qualcuno desidera un PDF che ha ancora le immagini non visualizzate, è invitato a segnalarci con urgenza il documento da modificare. Grazie!

 
 25/05/2013    

Le commemorazioni liturgiche dei leader politici

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

In diversi paesi ortodossi (e talvolta negli stessi paesi, in differenti tempi e condizioni storiche) si sentono preghiere e petizioni diverse per i governanti e le forze armate. Perché queste diversità? Qual è la ragione delle preghiere per le autorità? Perché diverse Chiese locali le trattano in modi differenti? Soprattutto, come dovrebbe la Chiesa ortodossa pregare oggi per quelli che detengono posizioni di potere? A queste domande risponde con competenza su diverse tradizioni locali lo ieromonaco Petru (Pruteanu), in un testo che presentiamo nell’originale romeno e in traduzione italiana, nella sezione “Preghiera” dei documenti.

 
index.php?blogsPage=1 index.php?blogsPage=189   <180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201> di 215  index.php?blogsPage=191 index.php?blogsPage=215