Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogsPage=163&id=205  Mirrors.php?blogsPage=163&id=602  Mirrors.php?blogsPage=163&id=646  Mirrors.php?blogsPage=163&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=163&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=163&id=204  Mirrors.php?blogsPage=163&id=206  Mirrors.php?blogsPage=163&id=207  Mirrors.php?blogsPage=163&id=208  Mirrors.php?blogsPage=163&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=163&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 1 marzo 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni

Il Blog del Parroco


 06/11/2013    

Omelia sulla parabola del ricco e Lazzaro

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Omiletica” dei documenti una predica in russo e in traduzione italiana, tenuta la scorsa domenica da padre Fedor Ljudogovskij, ricercatore di slavistica e professore di slavonico ecclesiastico all’accademia teologica di Mosca. Il destino del ricco ci mette di fronte alla nostra più terribile tentazione, quella di giustificarci per il male che non abbiamo fatto. Ma ci sarà chiesto conto anche del bene che non abbiamo fatto...

 
 06/11/2013    

Richiesta di aiuto dal monastero ortodosso della santa Trinità in Svizzera

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il nostro confratello archimandrita Martin (de Caflisch), igumeno del monastero ortodosso della santa Trinità a Dompierre, in Svizzera, ha lanciato un appello di aiuto per l’acquisto del terreno adiacente a quello del monastero. La somma richiesta è stata coperta per oltre tre quarti, e mancano ancora 51.000 franchi svizzeri (poco più di 40.000 euro), da raccogliere entro il 15 dicembre. Vi sono alcune ragioni per considerare importante questo aiuto finanziario:

- Sul terreno da acquistare passa l’unica strada di accesso al monastero, e si trova l’area di parcheggio per i pellegrini e i visitatori che arrivano al monastero in auto.

- L’alternativa all’acquisto del terreno da parte del monastero è un progetto edilizio che farà sorgere sul terreno alcune case e un teatro, finalità indubbiamente oneste, ma potenzialmente dannose alla quiete della vita monastica.

- Il terreno rappresenta l’unica possibilità di uno sviluppo futuro del monastero.

- Assieme all’eremo della Santa Croce nel Canton Ticino (elevato a monastero pochi mesi fa), questo è l’unico monastero ortodosso della Svizzera.

- Il monastero non riceve alcun sostegno dalla Confederazione Elvetica né dal Patriarcato di Mosca.

- La Svizzera è l’unico altro paese nel mondo (se si escludono San Marino e Vaticano) in cui l’italiano è lingua ufficiale, e ogni sostegno all’Ortodossia in Svizzera, in particolare ai monasteri, è un sostegno allo sviluppo dell’Ortodossia in Italia: anche se il monastero di Dompierre si trova nella parte di lingua francese della Svizzera, padre Martin parla benissimo l’italiano, e gli ortodossi di lingua italiana sono sempre i benvenuti al monastero.

Coordinate bancarie per aiutare il monastero

IBAN: CH02 0026 0260 6702 32M2 N

BIC: UBSWCHZH80A

Versamento per: UBS SA

Destinatario: Fondation du Monastère Orthodoxe de la Très Sainte et Divine Trinité, route de Lucens 15, 1682 Dompierre VD

Causale: don achat terrain grange

Contatto: Monastère de la Sainte Trinité

Archimandrite Martin (de Caflisch)

Route de Lucens 15

CH-1682 Dompierre VD

tel. +41 26 652 17 08

monasteretrinite@vtx.ch 

 
 05/11/2013    

Sentieri nativi americani all'Ortodossia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Pastorale” dei documenti la traduzione italiana del resoconto di una ortodossa greco-americana, Marianne Poulos, che ha lavorato per oltre due anni come missionaria tra le popolazioni native americane, scoprendo una spiritualità dalle radici molto vicine a quelle del cristianesimo ortodosso, e chiedendosi (è lecito farsi questa domanda) cosa sarebbe accaduto se la maggior parte dei popoli nativi americani avesse incontrato il cristianesimo ortodosso come prima esperienza della civiltà europea.

 
 05/11/2013    

Serata commemorativa dell'arciprete Mikhail Osorgin a Roma

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 
Roma, 3 ottobre 2013
Foto: M.Kozyrev
Il 14 novembre alle ore 18.30, si terrà una serata commemorativa dedicata all'arciprete Mikhail Osorgin presso il Centro russo di Scienza e Cultura a Roma. Discendente di una illustre famiglia nobile, figura di spicco dell'immigrazione russa, padre Mikhail per molti anni ha servito come rettore della chiesa di San Nicola a Roma, la più antica chiesa russa della "città eterna". Costruendo una vita parrocchiale nel cuore dell'Europa occidentale, l'arciprete Mikhail è divenuto un padre spirituale e parroco per molti e aveva molti devoti figli spirituali.
L'arcivescovo Mark di Egor'evsk, amministratore delle parrocchie del Patriarcato di Mosca in Italia e capo dell'amministrazione del Patriarcato di Mosca per le istituzioni all'estero, e Alexander Avdeev, ambasciatore della Federazione Russa in Vaticano, parteciperanno all'evento.
In vista del primo anniversario dalla morte del sempre memorabile parroco, i partecipanti alla serata potranno condividere i propri ricordi del sacerdote che è diventato parte integrante della storia dell'Ortodossia in Italia.
Nell'ambito della manifestazione sarà organizzata una mostra di fotografie rare provenienti dall'archivio della parrocchia di san Nicola, sarà proiettato il film di E. N. Chavchavadze, "Padre Mikhail. Una storia di una famiglia", e si terrà un concerto del coro delle chiese patriarcali della città di Roma. Tutti sono i benvenuti.
L'indirizzo del Centro russo di Scienza e Cultura è: Piazza Benedetto Cairoli 6, Roma.
 
 04/11/2013    

Riflessioni sulla separazione tra cristianità occidentale e orientale

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il portale Pravoslavie.Ru ripresenta in questi giorni alcune pagine fondamentali del libro di padre Andrew Phillips, Il cristianesimo ortodosso e la tradizione inglese, che presentiamo in traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti. Il recupero della visione ortodossa in Occidente (visione che ne rappresenta ben dieci secoli di storia formativa) è molto più che una via di dialogo: è il superamento delle divisioni.

 
 03/11/2013    

Pre-elezione dell'arcivescovo dell'Esarcato a Parigi

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

L'assemblea generale dell'Arcivescovado per le chiese russe in Europa Occidentale si è riunita il 1 novembre sotto la presidenza del Metropolita Emmanuel. Di fronte alla lista dei tre candidati proposta dal consiglio dell'Arcivescovado, il Santo Sinodo del patriarcato di Costantinopoli ha presentato e approvato una lista con i nomi di tre chierici del patriarcato: l'archimandrita Job (Getcha), lo ieromonaco Mykhaylo (Anischenko) e l'archimandrita Bessarion (Komzias).

I nomi di due dei tre candidati (gli archimandriti Symeon e Grigorios), proposti dal Consiglio dell'Arcidiocesi, non sono stati accettati dal Santo Sinodo, e la pre-elezione dell'Assemblea Generale si è tenuta sulla lista presentata dal Santo Sinodo.

Ecco i risultati della votazione:

191 votanti

40 schede bianche o nulle

151 voti validi

Archimandrita Job (Getcha): 109 voti

Ieromonaco Mykhaylo (Anischenko): 9 voti

Archimandrita Bessarion (Komzias): 33 voti

L'archimandrita Job (Getcha), unico candidato comune alle due liste presentate, è dunque il nuovo arcivescovo eletto dall'assemblea. Il Santo Sinodo del Patriarcato ecumenico procederà all'elezione canonica.

L'archimandrita Job si rivolge all'assemblea

L'assemblea riunita il 1 novembre

AGGIORNAMENTO

Il sito italiano dell'Esarcato riporta un resoconto con la ratifica dell'elezione da parte del Santo Sinodo del Patriarcato Ecumenico: il nuovo titolo di sua Eminenza Job è Arcivescovo di Telmissos. Mnogaja Leta, Vladyko!

Qui il dossier fotografico dell'assemblea e quello dell'officio del funerale dell'arcivescovo Gabriele di Comana.

 
 02/11/2013    

Intervallo per un pellegrinaggio

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Per ben un giorno (!) il sito si ferma dal presentare novità, testi e traduzioni: approfittiamo della vacanza del 1 novembre per fare un pellegrinaggio a Ravenna, a vedere i meravigliosi mosaici che testimoniano come avrebbe potuto essere l'Italia in OGNI città... se nel corso di lunghi secoli non fosse stata depredata della sua fede ortodossa. Non ci limitiamo, comunque, a visitare i messaggi dal passato, ma stiamo anche in mezzo a chi si sforza di mantenere la fede ortodossa viva e limpida anche oggi, nella nostra parrocchia ortodossa della santa Protezione a Ravenna (nella foto).

Non vogliamo però lasciare i visitatori del sito senza sorprese, e li invitiamo a osservare con noi la Divina Liturgia patriarcale alla cattedrale della santa Trinità a Podol'sk, presso Mosca:

 
 01/11/2013    

Storia dell'icona della Madre di Dio di Port Arthur

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti la storia dell'icona di Port Arthur del trionfo della Theotokos: un’icona relativamente recente (dipinta nel 1904), eppure circondata da una serie di eventi che coinvolgono Kiev e San Pietroburgo con i mari dell’Estremo Oriente, in una dinamica di fatti che lascia pensare alla continua, fervorosa presenza orante della Madre di Dio per il bene del popolo cristiano.

 
 31/10/2013    

Da Rasta a diacono ortodosso: la storia di Michael Wilson

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il movimento rastafariano ha portato nel mondo, attraverso una moltitudine di messaggi spirituali, anche un profondo legame con l’Ortodossia, in modo del tutto particolare con quella etiopica, ma non solo. Chi visita la parrocchia ortodossa serba di santa Maria Egiziaca a Kansas City (Missouri, USA), scoprirà che il suo diacono, padre Michael Wilson, era - e sotto molti aspetti è tuttora - un noto esponente della cultura rasta nel Midwest americano, con il nome di Ras Mike. La rivista ortodossa The Road to Emmaus ha pubblicato in rete una toccante intervista a Michael Wilson e a sua moglie Teresa riguardo alla loro vita nel mondo rasta e alla loro conversione all’Ortodossia, che presentiamo in traduzione italiana nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

Al tempo dell’intervista, Michael non era ancora stato ordinato diacono (ne parla in diverse altre interviste, e in un video in rete, con alcune immagini del suo servizio diaconale); quest’intervista presenta comunque una straordinaria testimonianza di fede, non meno importante perché analizza le motivazioni della conversione della coppia, Michael e Teresa, dai loro rispettivi punti di vista.

 
 30/10/2013    

Robin Hood: un martire ortodosso?

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Una delle storie più romanzate del medioevo può contenere nel suo nucleo un insospettabile messaggio di lotta per l’Ortodossia in Occidente. Le leggende di Robin Hood sono situate verso la fine del XII secolo, sotto la tarda dinastia dei Plantageneti, ma il vero Robin Hood storico è un fuorilegge (o un eroe, a seconda dei punti di vista) della resistenza dei sassoni all’invasione normanna dell’Inghilterra per mano di Guglielmo il Conquistatore (o il Bastardo, a seconda dei punti di vista). E questa figura storica è nota da un singolo resoconto tragico, non sostenuto da altre fonti, ma molto verosimile: quello della sua fine per mano di una suora normanna che invece di curarlo lo lasciò morire. Padre Ioannis Romanidis, nelle sue ricerche storiche, affronta in un paio di punti la figura storica di Robin Hood: ne presentiamo la traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 30/10/2013    

L'Esarcato di Parigi: una rosa di candidati... e qualche spina da tenere in considerazione

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Siamo alla vigilia dell'assemblea dell'Esarcato delle Parrocchie Russe dell'Europa Occidentale a Parigi. La pre-elezione del nuovo arcivescovo è prevista per venerdì 1 novembre, con una rosa di tre candidati: gli archimandriti Grigorios (Papathomas), Job (Getcha) e Symeon (Cossec). Il compito che il candidato eletto dovrà affrontare non sarà facile, come sottolinea una lettera aperta presentata dai membri dell’Esarcato aderenti all’OLTR (Ortodossi Locali di Tradizione Russa), l’associazione che fin dal 2004 si sforza di essere un’anima critica, severa ma costruttiva, delle chiese ortodosse di tradizione russa in Europa Occidentale. Presentiamo una serie di nostre valutazioni a riguardo, assieme alla traduzione italiana del testo della lettera aperta, nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea" dei documenti.

 
 29/10/2013    

Il metropolita Hierotheos Vlachos sulle stazioni di pedaggio

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Uno dei punti meno chiari dell’escatologia ortodossa (volutamente reso meno chiaro dalle polemiche di certi “esperti” che non sanno nemmeno leggere le innografie della Chiesa) sono le cosiddette “stazioni di pedaggio” o “dogane” che attendono l’anima impenitente dopo la morte. Poiché queste si ritrovano in una quantità di punti del patrimonio liturgico della Chiesa, possiamo pacificamente ammettere che fanno parte anche del suo bagaglio dottrinale: tutto sta a renderle comprensibili anche a una mente moderna priva di un senso dell’ascesi e di una percezione della coscienza purificata. Ci prova il Metropolita Hierotheos di Nafpaktos, in un capitolo del suo libro La vita dopo la morte, che presentiamo in traduzione italiana in traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti

 
 29/10/2013    

Russia: sinergia tra Chiesa e stato sul Medio Oriente

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Segnaliamo l'articolo di Gianni Valente su "Vatican Insider" de La Stampa del 24 ottobre, in cui si analizza il ruolo di "protettorato" che la Russia sta esercitando nei confronti dei cristiani del Medio Oriente, peraltro ben felici di questo sostegno. Anche se ci permettiamo un sorriso amaro quando sentiamo Gianni Valente parlare del Patriarcato di Mosca che "dà fondo alle sue sovrabbondanti risorse materiali" (secondo il patriarca Kirill, per far tornare la Chiesa russa al livello in cui era nel 1917, occorreranno ancora... 100 anni di sforzi), dobbiamo riconoscere che l'articolo è ben fatto, e merita un'attenta lettura.

 
 28/10/2013    

Halloween in una prospettiva cristiana ortodossa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il 30 ottobre 2012 abbiamo presentato uno scritto di John Sanidopoulos su come separare i fatti della festa di Halloween dalle relative finzioni; ora siamo lieti di presentare un articolo di approfondimento scritto quest’anno da John, che è molto competente sulla storia dello sviluppo storico della festa di Halloween, in particolare nell’America degli ultimi due secoli. Le sue ricerche ci aiutano a non dare per scontato molte interpretazioni che vanno per la maggiore negli ambienti cristiani, inclusi quelli ortodossi.

 
 27/10/2013    

Il vescovo Roman di Jakutsk e della Lena

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

La Jakutija (un nome alternativamente traslitterato Jacuzia, Yakutia o in vari altri modi) è una repubblica autonoma della Federazione Russa, e all'interno della Russia (e del mondo) costituisce la più vasta unità amministrativa (di oltre 3 milioni di chilometri quadrati). In questa immensa diocesi, il vescovo Roman (al secolo Akeksej Aleksandrovich Lukin, nato l'11 ottobre del 1968) ha la responsabilità di un programma missionario che, nonostante vent’anni di sforzi continui, è riuscito a ricostruire appena un quinto della chiesa ortodossa presente in Jakutija prima della rivoluzione. Julia Makovejchuk ha intervistato il vescovo Roman per conto della rivista Foma, su cui è apparsa l’intervista nel numero di ottobre 2013, che celebra i 20 anni dalla ricostituzione della diocesi di Jakutsk. Presentiamo il testo originale russo e la nostra traduzione italiana dell’intervista al vescovo Roman nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
index.php?blogsPage=1 index.php?blogsPage=162   <160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181> di 203  index.php?blogsPage=164 index.php?blogsPage=203