Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogsPage=16&id=205  Mirrors.php?blogsPage=16&id=602  Mirrors.php?blogsPage=16&id=646  Mirrors.php?blogsPage=16&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=16&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=16&id=204  Mirrors.php?blogsPage=16&id=206  Mirrors.php?blogsPage=16&id=207  Mirrors.php?blogsPage=16&id=208  Mirrors.php?blogsPage=16&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 22 aprile 2016)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni

Il Blog del Parroco


 15/10/2016    

Un generale americano diventa ortodosso in Moldova

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Norvell V. Coots (nella foto), un medico militare che è recentemente andato in pensione dall'esercito americano con il grado di generale di brigata, ha sperimentato un cambiamento di vita dopo alcuni anni di missione medica e militare in Moldova, e ha voluto diventare un fedele della Chiesa ortodossa nella Metropolia di Moldova.

Il generale Coots ha ricoperto ruoli dirigenziali presso importanti strutture mediche militari, a partire dal primo degli ospedali militari americani, il Walter Reed di Bethesda a Washington D. C., ed è stato a capo di diversi progetti medici in Europa, inclusa la Repubblica di Moldova. Qui è rimasto colpito dai bambini degli orfanotrofi locali, e ha sentito una speciale chiamata (da lui attribuita alla Madre di Dio) a occuparsi personalmente dell’aiuto a questi bambini.

Con il sostegno del metropolita Vladimir di Chișinău, continua il suo impegno a garantire un futuro agli orfani del paese, e dice di sentirsi a tutti gli effetti un ortodosso moldavo, appassionato dal duplice retaggio romeno/russo dell’Ortodossia del paese.

Auguriamo al Generale Norvell Coots e alla sua famiglia molti anni di proficuo aiuto ai giovani che saranno il futuro della Moldova e dalla sua Chiesa. Unto many years! La mulţi ani! Многая лета!

 
 14/10/2016    

Ancora a proposito della cremazione

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Uno dei primi articoli segnalati sul nostro blog nel 2012 riguardava le obiezioni ortodosse alla pratica della cremazione. In questi giorni, padre Lawrence Farley ha aggiunto alcune considerazioni in materia che ci sembrano rilevanti, e che vi presentiamo in traduzione italiana, assieme a un video piuttosto esplicito di cosa avviene veramente in un forno crematorio (le cose che le società per la cremazione non vorrebbero mai che voi vedeste con i vostri occhi).

 
 13/10/2016    

Arciprete Igor' Prekup: a proposito dei problemi dell'Ortodossia in Estonia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

È stato diffuso in queste settimane un appello del metropolita Stephanos (Charalambides) a riunificare gli ortodossi d’Estonia sotto la sua giurisdizione, sulla base delle decisioni del Sinodo di Creta dello scorso giugno. Poiché questa proposta ha avuto eco anche in Italia, riteniamo utile riprendere un’intervista di tre anni fa all’arciprete Igor’ Prekup (nella foto), che puntualizza la posizione della Chiesa ortodossa russa riguardo alla tragica divisione degli ortodossi nel suo paese. Presentiamo l’intervista di Pravmir a padre Igor’ in russo e in traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti.

 
 12/10/2016    

L'Impero perduto e il futuro dell'Europa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Dopo alcune settimane di intervallo, padre Andrew Phillips ha ripreso a scrivere sul suo blog, e ci ha lasciato alcuni spunti di riflessione che vogliamo condividere con voi in questi giorni. Per cominciare, vi presentiamo la traduzione italiana di un saggio sull’impero cristiano visto come l’alternativa ideale al futuro dell’Europa.

 
 12/10/2016    

Il patriarca Kirill in visita in Inghilterra

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

dal blog del sito Orthodox England, 10 ottobre 2016

La visita di sua Santità il patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus' avrà luogo questo fine settimana e la settimana seguente, in cui avrà un'udienza con sua Maestà la regina Elisabetta II. Durante la visita si recherà in visita entrambe le chiese russe a Londra [v. foto], e domenica celebrerà presso la chiesa russa di Ennismore Gardens, per commemorare il 300° anniversario della presenza della Chiesa ortodossa russa in queste isole.

La sua visita avviene in un momento di grande tensione internazionale, dopo la sconfitta da parte della Russia dei terroristi sostenuti dagli Stati Uniti ( 'moderati') in Siria e le catastrofi per le forze sostenute dall'Occidente in Libia e nello Yemen, nonché enormi difficoltà per i regimi fantocci occidentali in bancarotta in Ucraina e in Francia. Il mondo di Internet è stato inondato dalle solite voci isteriche di un'incombente 'terza guerra mondiale' e di un'imminente guerra nucleare tra gli Stati Uniti e, allo stesso tempo, la Federazione Russa e la Cina. Purtroppo, queste voci sono state promosse dai generali e politici neocon di Washington, che sono notevolmente preoccupati che la candidata democratica / neocon alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti possa essere sconfitta, con il risultato che i loro bilanci saranno tagliati.

Si può solo sperare che la visita del patriarca, anche se molto attaccata dalle sezioni irrazionali e propagandiste dei media britannici pagati dall'Establishment (per esempio il Times di Londra e la BBC), possa fare qualcosa per disinnescare queste assurde e inutili tensioni.

 
 11/10/2016    

Sui migranti e su un paradigma biblico

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Alcuni giorni fa, presentando il punto di vista di Robert Spencer sull’islamizzazione dell’Occidente, abbiamo fatto notare che “la Chiesa ortodossa russa ha un approccio differente al rapporto con l’Islam” rispetto a quello che può avere un americano come Spencer; questo non significa però che il tema non riceva attenzione. L’arciprete Andrej Tkachev, un predicatore che non ha mai avuto paura di chiamare le cose con il loro nome (cosa che gli è costata l’esilio dalla nativa Ucraina), dedica al tema dell’immigrazione islamica un articolo della massima serietà, accostandolo al paradigma biblico della conquista della terra di Canaan da parte degli ebrei, meno raffinati e radicati, ma moralmente meno perversi e religiosamente ben più motivati. Qui il discorso si fa non politico, ma religioso: la conquista può essere evitata non a forza di dialogo (che rischia di essere un dialogo tra sordi), ma solo contrapponendo alla posizione religiosa musulmana un’altrettanto radicata e seria posizione cristiana. Presentiamo l’articolo di padre Andrej in russo e in italiano nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 10/10/2016    

I benefici delle rievocazioni storiche

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Le rievocazioni storiche (quelle attività in cui si cerca di ricostruire ambienti e costumi del passato o mettere in scena episodi di epoche antiche) possono essere estremamente utili a imparare la storia, se fatte da storici e archeologi competenti, oppure possono essere piuttosto pericolose, se strumentalizzate da persone che hanno una visione ideologizzata del passato, come i moderni neopagani.

Pjotr Davidov, dello staff del portale Pravoslavie.ru, intervista Igor’ Ruchin (nella foto), direttore di un centro di rievocazione storica a Belozersk. La conversazione rivela aspetti molto interessanti dell’antica Rus’, dello sradicamento storico dell’attuale Ucraina, e delle follie del neopaganesimo contemporaneo. Presentiamo l’intervista a Igor’ Ruchin in russo e in traduzione italiana nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
 09/10/2016    

Perché sempre più afro-americani sono attratti dalla Chiesa ortodossa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Ricordate la storia di padre Moses Berry, parroco afro-americano nel Missouri? In questi giorni padre Moses è stato il protagonista di un articolo di CBS News riguardo alla crescente presenza afro-americana nella Chiesa ortodossa. Vi presentiamo la traduzione italiana di questo articolo nella sezione “Pastorale” dei documenti.

 
 08/10/2016    

William Maillis e la sua ricerca di Dio

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il figlio di un parroco ortodosso della Pennsylvania è diventato famoso in tutto il mondo per avere completato le scuole superiori all'età di 9 anni, e per avere iniziato nel 2016 i corsi alla Carneglie Mellon University per diventare un astrofisico. Il nome di questo bambino prodigio (nella foto) è William Maillis. Suo padre, il sacerdote Peter (Panteleimon) Maillis, è il rettore della chiesa greco-ortodossa della Presentazione del Signore a Est Pittsburgh, e lui e sua moglie Nancy sono attivamente impegnati a favorire la carriera di studi del figlio e contemporaneamente a cercare di mantenerlo ancorato alla normale vita di un bambino della sua età. Si sforzano di aiutarlo ad apprezzare il suo dono, e a usarlo come un dono di Dio, per il miglioramento dell'umanità.

Da parte sua, William ha già chiara la meta dei suoi studi di astrofisica: "Voglio provare a tutti che Dio esiste". La sua idea è basata sull'assunto che solo una forza esterna può aver creato il cosmo in cui esistiamo: non è la prima volta che questo assunto è postulato nella filosofia e nelle scienze, ma William vuole presentarlo attraverso un nuovo concetto, che definisce "gravità pura", e che spera possa aiutarlo in futuro a creare una teoria più coesiva.

 
 07/10/2016    

Sant'Isacco il Siro sugli "zeloti" che non commemorano i vescovi

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Nel 2016 ci sono stati casi multipli di chierici che hanno interrotto la commemorazione dei loro vescovi (un gesto estremo di disobbedienza da usare solo in caso di eresia conclamata delle gerarchie, e sempre sottomettendosi a una soluzione giuridica sinodale). Il nostro confratello padre Petru Pruteanu ci offre una serie di considerzioni su questo fenomeno di zelotismo contemporaneo, a partire da un’interessante posizione di sant’Isacco il Siro: ve la presentiamo in romeno e in traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 06/10/2016    

La testimonianza di un ortodosso italiano

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Nel corso dei suoi studi sull’Ortodossia nel mondo, Tudor Petcu (nella foto) ha intervistato un ortodosso italiano in un dialogo che ci ha segnalato come particolarmente interessante e impegnato, e che ha voluto condividere con noi. L’intervistato, che vuole farsi conoscere semplicemente con il nome “Pavel DS” ha vissuto notevoli esperienze che lo hanno portato alla Chiesa ortodossa, e che presentiamo nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti.

 
 06/10/2016    

A scuola di sacrilegio in Estonia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

(da Pravoslavie.ru)

Il museo nazionale estone della città di Tartu, inaugurato la settimana scorsa alla presenza del presidente estone Ilves, ha tra i suoi reperti un incredibile strumento di tecnologia iconoclasta: una raffigurazione olografica della Vergine Maria, che i visitatori possono prendere virtualmente a calci, frantumandola.

A dimostrazione che la toppa è spesso peggio del buco, il presidente del partito d’opposizione conservatore, Mart Helme, ha chiesto che l’apparato per aspiranti iconoclasti sia rimosso quanto prima, non perché è un calcio in faccia (in tutti i sensi del termine) a ogni tipo di dignità e di sentimento umano, ma perché potrebbe creare “una reazione particolarmente negativa nella comunità di lingua russa in cui le tradizioni religiose sono particolarmente forti”, e questo iconoclasmo virtuale rischia di “ostacolare la loro integrazione”.

Ecco come prendere due piccioni con una fava: insegniamo ai figli della “democratica” Estonia a prendere a calci in faccia la Madre di Dio, e al tempo stesso riconosciamo il pericolo che i trogloditi russi non riescano a “integrarsi” nel paese: magari, se si arrabbiano, possiamo parificare la loro indignazione alle vendette stragiste degli islamisti...

 
 05/10/2016    

Cinque idee per gli studenti universitari ortodossi

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Andrew Estocin, che ci ha condotti a una riflessione sui ministeri universitari, ci propone cinque idee per la vita degli studenti universitari ortodossi, che abbiamo tradotto in italiano nella sezione “Pastorale” dei documenti. Le idee sono altrettante sfide, perché gli studenti universitari devono essere incoraggiati a vivere la loro vista di studio, così come la loro vita di fede, con la forza della risposta a una sfida.

 
 04/10/2016    

La Jihad smascherata in America

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo un documento molto interessante e – speriamo – provocante per la nostra concezione di dialogo tra cristiani e musulmani: la trascrizione italiana della conversazione tra padre Josiah Trenham, dell’Arcidiocesi antiochena d’America, e Robert Spencer (nella foto), il cattolico melchita che dirige il centro e il sito Jihad Watch. Le conoscenze di Robert Spencer negli aspetti meno gradevoli dell’islam sono un grande contributo all’apertura degli occhi, e anche padre Josiah, legato a una tradizione cristiana del Medio Oriente, ha contributi importanti da aggiungere alla conversazione. Anche se la Chiesa ortodossa russa ha un approccio differente al tema del rapporto con l’Islam, e non tutte le posizioni di Robert Spencer sembrano collimare con l’esperienza russa, i temi sollevati da questa conversazione (che si concentra sulla situazione in America e in Europa occidentale), sono nondimeno degni della massima attenzione.

 
 03/10/2016    

Gli Stati Uniti hanno impedito a suo tempo di sradicare lo scisma in Ucraina

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Pravoslavie.ru, 30 settembre 2016

il patriarca Bartolomeo di Costantinopoli

Era possibile superare lo scisma Chiesa in Ucraina venti anni fa, ma la pressione effettuata sul patriarca Bartolomeo di Costantinopoli da parte dell'ambasciatore americano ha impedito questo risultato.

Il responsabile del servizio stampa della Chiesa Ortodossa ucraina, Vasilij Anisimov, nella sua intervista a Radio Radonezh, ha parlato della riunione dei patriarchi Alessio II, Bartolomeo ed Elia II della Georgia a Odessa nel 1997.

"Prima della riunione il patriarca Bartolomeo aveva parlato brevemente con i giornalisti dicendo che in Ucraina esisteva uno scisma di apostati, che era una tragedia per coloro che vi sono caduti, e per tutta la nazione. Così, la Chiesa ortodossa ecumenica esortava tutti gli scismatici a tornare nel gregge salvifico della Chiesa di Cristo, che in Ucraina è la Chiesa ortodossa ucraina. I patriarchi dovevano firmare questa dichiarazione, distribuirla ai giornalisti e tenere una conferenza stampa. Siamo andati alla residenza patriarcale nel monastero per firmare il documento", ricorda.

Più tardi, i patriarchi sono usciti in silenzio, sono saliti in macchina e si sono allontanati.

"Si scopre che l'ambasciatore americano in Ucraina ha chiamato la residenza patriarcale, chiedendo del patriarca Bartolomeo al telefono, dicendo che gli Stati Uniti, che sostenevano il patriarcato di Costantinopoli, sostenevano il "Patriarcato di Kiev" scismatico di Filaret in Ucraina e intimandogli di non firmare alcuna dichiarazione del genere. Una singola telefonata, e per di più in una forma cinica e umiliante per il patriarca Bartolomeo, ha impedito il superamento degli scismi", ha detto Anisimov.

 
index.php?blogsPage=1 index.php?blogsPage=15   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 170  index.php?blogsPage=17 index.php?blogsPage=170