Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=36&id=205  Mirrors.php?cat_id=36&id=602  Mirrors.php?cat_id=36&id=646  Mirrors.php?cat_id=36&id=4898  Mirrors.php?cat_id=36&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=36&id=204  Mirrors.php?cat_id=36&id=206  Mirrors.php?cat_id=36&id=207  Mirrors.php?cat_id=36&id=208  Mirrors.php?cat_id=36&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=36&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 15 dicembre 2018)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 28 novembre 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 12
  Domande e risposte dalla Quaresima del 2018: un compendio

dal blog del sito Orthodox England

12 aprile 2018

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

È vero che dopo la caduta dell'Unione Sovietica, il comunismo è stato sostituito dall'Ortodossia?

Se solo fosse così! Il frutto marcio del comunismo (in cui probabilmente nessuno credeva più, tranne che per i vecchi e alcuni in alcune province remote) è stato sostituito al 95% dal mammonismo, quello che viene definito consumismo occidentale e al 5% da una vivente (e non nominale) Ortodossia. Non c'è da meravigliarsi, poiché al comunismo ci sono volute tre generazioni per distruggere il 95% dell'Ortodossia. Come ho detto molte volte negli ultimi 27 anni dalla caduta del comunismo, ci vorranno tre generazioni per ripristinare l'Ortodossia anche fino al bassissimo livello pre-rivoluzionario (a meno che non ci sia un improvviso miracolo, per il quale tutti stiamo pregando). E noi non vogliamo il livello di prima della rivoluzione, perché è esattamente ciò che ha causato la rivoluzione.

L'Ortodossia fu allora segnata dal tradimento dell'élite aristocratica, liberale o conservatrice, che sfruttava le masse povere, e dal nominalismo di massa, da quelle accademie teologiche che il sempre memorabile metropolita Antonij di Kiev (egli stesso calunniato come eretico da alcuni degli odierni accademici 'ortodossi'!) chiamava 'le tombe dell'Ortodossia', da seminari con studenti ladri come Stalin, da simonia, ambizione, carrierismo e da sacerdoti che non erano sacerdoti ma 'popy'. (418 tali 'preti' in realtà gettarono la tonaca immediatamente dopo la rivoluzione, dimostrando che non avevano fede, ma erano solo funzionari statali, ritualisti che guadagnavano soldi dagli ingenui). L'ortodossia di massa non è stata restaurata in Russia perché non c'è stato ancora il pentimento di massa. Lo tsar e i suoi seguaci sono ancora calunniati nei mass media e, non ultimo, da noti studiosi pseudo-ortodossi nelle accademie teologiche e nei seminari odierni. Il carrierismo (che spesso assume la forma dell'ecumenismo) e l'amore per il denaro sono tornati in auge. Anche il risveglio monastico riguarda solo circa 10.000 persone.

C'è molto da fare. La malattia spirituale del nominalismo è dilagante nella Chiesa russa di oggi. Solo quando saranno state costruite altre 100.000 chiese, la superstizione e il ritualismo saranno stati superati, i centri commerciali non saranno più costruiti, le persone si vestiranno decentemente per le strade, l'aborto sarà dichiarato fuorilegge, i sistemi dell'istruzione e della sanità e i media rifletteranno l'ortodossia, lo Stato sarà tornato al calendario ortodosso e persone giuste come santa Maria (Vyrubova) di Helsinki e l'anziano Nikolaj (Gurjanov) saranno stati canonizzati, potremo dire che "il comunismo è stato sostituito dall'Ortodossia".

Perché così tanti europei dell'est sono così passivi rispetto alle attività della Chiesa?

Tra molti questo è il frutto del comunismo, del controllo dello stato. Molti non pensano di essere la Chiesa – anche se lo sono. Si aspettano che tutto venga fatto per loro, dai "professionisti", dal clero ai cori a pagamento. Tali ortodossi nominali pensano alla Chiesa come a uno "spettacolo", un pezzo di "teatro", proprio come gli aristocratici di prima della rivoluzione.

È d'accordo sul fatto che il problema principale della vita ortodossa nella diaspora sono le giurisdizioni?

No, decisamente no. Le giurisdizioni sono solo un effetto, non la causa. La causa è la mentalità di ciò che chiamerei "clubbismo", che è la rovina della Chiesa nella diaspora. Sì, è bello stare con persone che la pensano allo stesso modo, ma non è questo il compito della Chiesa. Il suo compito è la salvezza dell'anima dal male. Sì, sono d'accordo, nei cosiddetti paesi ortodossi (che come tali non esistono più), troverete diversi tipi di parrocchie nella stessa città e quelle parrocchie sono definite sociologicamente, ma nella diaspora è molto peggio. Così in questo paese potete trovare parrocchie che sono in realtà club per greci (solitamente suddivisi in club per ciprioti, club per cretesi e club per greci continentali), club per romeni, club per russi, club per serbi, club per ex-anglicani, club per ex-anglo-cattolici, club per ex-settari, club per anglicani liberali, club per intellettuali di ceto medio-alto, ecc. Questa rovina della diaspora deriva dal fatto che le persone non cercano prima il regno di Dio, ma mettono al primo posto i propri interessi.

Perché Cristo ha detto le parole: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato"?

Fino al tempo di Cristo tutte le anime umane scendevano nell'Ade nella morte. Qui erano tenute prigioniere nel tormento. Così, alla morte, Cristo nella sua natura umana si è sentito abbandonato da Dio, perché l'Ade è il luogo in cui non si trova Dio perché egli vi è rigettato. Grazie a Cristo, che, senza peccato, non poteva rimanere prigioniero del diavolo, tutti quelli che nell'Ade accettarono il messaggio di Cristo furono liberati. Questo è ciò che possiamo vedere sulle icone della Risurrezione, Cristo che libera l'umanità attraverso Adamo ed Eva. Questo è ciò che intendiamo per discesa agli inferi.

Qual è l'origine della parola Lent, l'inglese per Quaresima?

È la parola in antico inglese che significa primavera ('lenctan'), il periodo in cui i giorni si allungano. Tuttavia, già nell'antichità veniva a significare il digiuno primaverile. Lent è quindi è la parola inglese per "il grande digiuno". Ecco perché è assurdo parlare di "Great Fast" o "grande digiuno", come faceva padre Alexander Schmemann (l'inglese era la sua terza lingua).

Perché stare seduti con le gambe incrociate o stare in piedi con le braccia dietro la schiena non è accettabile nelle chiese ortodosse?

Molto semplicemente perché una tale posizione non denota un atteggiamento di preghiera. Dovremmo stare con le braccia lungo i fianchi.

Si riesce a vedere una differenza visibile tra i sacerdoti patriarcali e quelli della ROCOR?

Sì, si riesce spesso, letteralmente. Il patriarcato (come anche la giurisdizione di Rue Daru) consegna onorificenze come coriandoli! A Mosca scherzano su come i preti dai capelli grigi nella ROCOR non abbiano ricevuto quasi nessuna onorificenza, mentre i sacerdoti patriarcali, vent'anni più giovani, ne sono coperti! Questi sono i vescovi della ROCOR!

Quali parole vorrebbe sulla sua lapide, a parte il suo nome e la data?

Che domanda insolita, anche se penso che mi sia stata già chiesta la stessa cosa. Vorrei le parole: "La verità vi farà liberi".

Qual è la prima cosa che consuma nella notte di Pasqua, una volta che la Quaresima è finita?

Una tazza di tè al latte.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 12