Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11
  Libertà per l'Inghilterra?

dal blog del sito Orthodox England

8 settembre 2014

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Qualunque sia il suo risultato, il referendum scozzese programmato per il 18 settembre è la prova della prossima dissoluzione del Regno Unito. Prima o poi lo Stato britannico centralizzato a Londra/Westminster è destinato a fallire. Inventata nel 1707 attraverso la corruzione da parte di Londra di opportunisti scozzesi senza scrupoli e carrieristi, l'Unione con la Scozia (di fatto, la colonizzazione della Scozia da parte di Londra), non può durare e potrebbe anche finire nel giro di pochi giorni. Una volta terminata, l'Irlanda del Nord potrà finalmente essere unita con il resto dell'isola dell'Irlanda e anche il Galles potrà scuotersi di dosso il giogo coloniale.

Non c'è da stupirsi che le istituzioni di Westminster, scosse dal proprio compiacimento dai recenti sondaggi, siano ormai in preda al panico e stiano facendo le loro solite promesse vuote al popolo scozzese. Tuttavia, la vera questione per noi è se tutto questo porterà alla morte dell'Establishment britannico e infine alla libertà dell'Inghilterra. Fin dal 1066 l'idea ossessiva dell'Impero ha perseguitato Londra. Prima è stata soggiogata l'Inghilterra, poi il Galles, poi l'Irlanda, poi la Scozia. I re medievali anglo-normanni si sono anche occupati di soggiogare la Francia, naturalmente, dal momento che erano più francesi che inglesi.

Tuttavia, il vero e spietato imperialismo è venuto sotto gli usurpatori tedeschi di Hannover e dei vittoriani, che erano ossessionati da una Britannia globale, un'ossessione che ci ha trascinati in due guerre mondiali. Ora, nel XXI secolo, è il momento di rinunciare alle pretese imperiali e restituire le terre delle Isole al loro status legittimo, un arcipelago al largo delle coste dell'Europa nord-occidentale, formato da quattro paesi indipendenti, uniti dall'amicizia e non da intrighi politici e dalla corruzione. Solo la libertà dalle istituzioni britanniche aliene e dalla sua élite normanna può portare la tanto attesa libertà all'Inghilterra.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11