Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=35&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 7 maggio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 giugno 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11
  Gli scout di Plast e i "diavoli della foresta": in cosa i deputati vogliono trasformare i nostri bambini

di Kirill Aleksandrov

Unione dei giornalisti ortodossi, 4 giugno 2019

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

grazie ai parlamentari, i "diavoli della foresta" abiteranno tutta l'Ucraina. Foto: Unione dei giornalisti ortodossi

Una nuova legge apre un altro modo di papalizzare gli ucraini con i soldi del bilancio statale.

Il 30 maggio, la Verkhovna Rada dell'Ucraina ha adottato in seconda lettura la legge "Sul riconoscimento statale e il sostegno a Plast – l'Organizzazione nazionale degli scout dell'Ucraina". Secondo il documento, quest'organizzazione deve essere sostenuta da tutti gli enti statali e da tutte le autorità locali. Ai bilanci statali e locali sarà richiesto di stanziare denaro per finanziare quest'organizzazione.

"I figli della guerra"

Per cominciare, facciamo un piccolo excursus storico. Lo scoutismo in quanto tale è un prodotto della guerra anglo-boera (1899-1902), durante la quale tre stati del Sud Africa si opposero alle forze britanniche. Il generale inglese Robert Baden-Powell (1857-1948) durante questa guerra si servì ampiamente di adolescenti locali per l'intelligence militare (scout significa ufficiale dell'intelligence).

il generale Robert Baden-Powell. Foto: Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti

Quanti di questi siano morti per la gloria della corona inglese, la storia non lo dice. Tuttavia, tornando a casa a casa da vincitore e con una popolarità diffusa, Robert Baden-Powell decise di adattare il sistema di addestramento e motivazione militare ai ragazzi britannici.

Nell'estate del 1907 organizzò il primo campo scout sull'isola di Brownsea, nel Canale della Manica. Nonostante ci fossero solo 22 ragazzi nel primo campo, fu un grande successo. Nel 1908, Baden-Powell pubblicò il libro Scouting for Boys, e già nel 1909 c'erano 14.000 scout in Inghilterra.

Baden-Powell formulò i principi e i metodi di base dello scoutismo: addestramento fisico e ideologico, uniformi e insegne, un sistema di rituali, giuramenti e iniziazioni.

A quel tempo, tutti i principali stati europei erano già in piena attività per prepararsi a un conflitto militare su larga scala: la prima guerra mondiale. Erano già stati formati due blocchi contrapposti: l'Intesa (Russia, Gran Bretagna, Francia) e la Triplice Alleanza (Germania, Austria-Ungheria, Italia). Si stavano riorganizzando gli eserciti e si consegnavano alle truppe le ultime tecnologie del momento - i carri armati e gli aerei.

Date queste circostanze, diventa chiaro l'obiettivo principale dello scoutismo inventato dal generale inglese. Ma di per sé lo scoutismo piaceva ai bambini e agli adolescenti e presto divenne molto di moda in tutto il mondo. Negli anni 1911-1912, il movimento degli scout aveva già inglobato molti paesi, non solo nel continente europeo. E nel 1922 in 31 paesi del mondo c'era già più di un milione di scout.

Oggi, si preferisce non ricordare l'orientamento militare originale dello scoutismo. Oggi lo scoutismo è fondamentalmente un modo entusiasmante e interessante di fare vacanze all'aria aperta, facendo crescere i giovani sulla base di comunicazioni personali informali, escursioni, campeggi e altre forme di gite nella natura. Si cerca di infondere ai moderni esploratori un senso di amore per la madrepatria, l'obbedienza agli anziani, la volontà di aiutare chi è nel bisogno, la lealtà verso i compagni, il senso del dovere e altre buone qualità. L'obiettivo del movimento scout è riconoscere "costruire un mondo più tollerante e responsabile". Nella maggior parte delle organizzazioni scout i bambini non sono preparati alla guerra con le armi in mano.

Per correre un po' più avanti, diciamo che l'organizzazione scout ucraina Plast per qualche ragione appare sul sito web dell'Associazione ucraina dei proprietari di armi.

screenshot del sito zbroya.info

Ora ci sono circa 28 milioni di scout nel mondo. Dal 1920, è attiva l'Organizzazione mondiale del movimento scout, che comprende organizzazioni di 160 paesi. La sede principale è a Ginevra (Svizzera).

emblema dell'Organizzazione mondiale del movimento scout. Foto: scout.org

L'Organizzazione mondiale del movimento scout comprende organizzazioni nazionali di diversi paesi. Queste, a loro volta, riuniscono diverse organizzazioni primarie di scout. Per esempio, l'Organizzazione nazionale degli scout russi comprende 70 organizzazioni.

Nel 2007 è stata creata l'Organizzazione nazionale degli scout dell'Ucraina (ONSU), e nel 2008 è diventata membro dell'Organizzazione mondiale del movimento scout. I fondatori della ONSU sono l'Organizzazione nazionale scout dell'Ucraina "Plast", l'Organizzazione giovanile pubblica pan-ucraina SPOK e l'Organizzazione pan-ucraina "Sich".

emblema dell'Organizzazione nazionale degli scout dell'Ucraina. Foto: ukrscout.org

E qui arriva il primo sconcerto. Perché, se in tutto il mondo il governo sostiene le organizzazioni nazionali degli scout, in Ucraina hanno deciso di sostenere solo Plast? Dopotutto, ci sono anche SPOK, Sich e altre organizzazioni scout in diverse regioni. Per esempio, l'organizzazione degli "esploratori" di Zaporozh'e.

screenshot del sito skaut.zp.ua

La legge approvata dalla Verkhovna Rada definisce Plast l'unica organizzazione nazionale di scout. Ecco cosa dice a proposito il paragrafo 3 dell'articolo 4 della legge dice: "Plast è l'unica Organizzazione scout nazionale in Ucraina, che opera in tutta l'Ucraina, crea le proprie suddivisioni separate e unità didattiche, attraverso le quali opera in conformità con il regolamento di Plast e la legge.

Come compito dello stato è dichiarato né più né meno che il coinvolgimento di tutti i bambini e adolescenti ucraini in Plast. Clausola 1 dell'articolo 2: "Lo scopo del riconoscimento statale di Plast è il sostegno istituzionale a Plast in modo che Plast diventi accessibile a tutti i bambini e i giovani in Ucraina, e il movimento Plast sia accessibile a tutti i bambini e i giovani che risiedono permanentemente al di fuori dell'Ucraina (diaspora ucraina)".

Non in ogni città, ma in ogni cittadina e villaggio dovrebbe essere creato un ramo di Plast. L'articolo 3 dice: "L'accesso alla partecipazione di bambini e giovani a Plast è garantito attraverso <...> lo sviluppo delle infrastrutture di Plast, con l'obiettivo di creare unità di Plast in ciascuna comunità territoriale" . in altre parole, lo stato garantisce che un ramo di Plast sarà creato in ogni insediamento.

Inoltre, il budget di ciascuna cittadina e villaggio dovrebbe prevedere un investimento in denaro per le attività di Plast. Articolo 5 della legge: "Le autorità esecutive e le amministrazioni locali forniranno sostegno finanziario alle attività di Plast nel quadro dei poteri definiti dalla legge. Nell'approvare i bilanci locali, sono previste spese per l'attuazione dei programmi di assistenza allo sviluppo di Plast" .

Ma che succede se la gente del posto non vuole proprio Plast? Se preferisce, per esempio, Una simile organizzazione di scout come SPOK? No, Plast deve essere ovunque. Inoltre, la legge obbliga a coinvolgere Plast in qualsiasi programma del consiglio del villaggio che riguardi bambini e giovani. Articolo 3: "I governi locali coinvolgeranno Plast nel modo prescritto dalla legge per l'esecuzione di programmi di rilevanza locale per bambini e giovani" .

Ciò significa che non una singola matinée per bambini, né un singolo concerto, né altri eventi per bambini o giovani in nessuna città, cittadina o villaggio possono fare a meno di Plast. Inoltre, alle autorità locali, che dovrebbero finanziare Plast con i loro bilanci, è vietato interferire nelle sue attività. Clausola 2 dell'articolo 4: "Non è consentito l'intervento delle autorità statali, degli enti locali e dei loro funzionari nelle attività di Plast, con l'eccezione dei casi previsti dalla Costituzione dell'Ucraina e dalle leggi dell'Ucraina" .

L'organizzazione dei pionieri nell'Unione Sovietica è un picnic della domenica a confronto di Plast. Ci si potrebbe meravigliare ed esclamare: ma questo non può essere vero! Ma ahimè, stiamo citando il disegno di legge adottato dalla Verkhovna Rada.

E ora vediamo cos'è Plast in Ucraina. Questa organizzazione fu fondata nel 1911-1912 a Leopoli, in Galizia, che faceva parte dell'impero austro-ungarico. La creazione dell'organizzazione era chiaramente destinata a preparare bambini e giovani uomini all'imminente guerra europea. Si occupavano principalmente di addestramento al combattimento, compreso l'uso delle armi.

Dall'inizio della prima guerra mondiale, la maggior parte dei membri di Plast partì per combattere dalla parte dell'Austria-Ungheria. In seguito, ebbero un ruolo significativo nell'esercito della Repubblica popolare ucraina (UNR) e nell'Esercito insurrezionale ucraino (UPA). Figure storiche ambigue come Stepan Bandera e Roman Shukhevich provenivano dai ranghi di Plast.

Stepan Bandera in uniforme di Plast, 1923. Foto: wikimedia.org

"Plast" è sempre stato associato al nazionalismo ucraino e alla Chiesa greco-cattolica. In molti modi, le loro storie nel XX secolo si assomigliano. Durante la seconda guerra mondiale, gli scout hanno vissuto periodi di persecuzione da parte delle autorità (sia tedesche che sovietiche) e periodi in cui le autorità tedesche li hanno usati come alleati.

Per esempio, Roman Shukhevich dal 1941 è stato il vice comandante del battaglione 201delle SS, formato dalle unità speciali Nachtigall e Roland dei nazionalisti ucraini (dati di Wikipedia).

Negli anni del dopoguerra, l'organizzazione Plast ebbe il suo sviluppo nell'emigrazione, in particolare in Australia, Argentina, Canada, Gran Bretagna, Germania e Stati Uniti, dove c'era un gran numero di immigrati dall'Ucraina occidentale. Da lì, il movimento Plast si spostò nuovamente in Ucraina tra la fine degli anni '80 e i primi anni '90.

All'inizio del 2019, l'organizzazione conta 8.500 membri in Ucraina. Plaste afferma di essere la più numerosa organizzazione giovanile in Ucraina. Tuttavia, non è vero. Per esempio, l'organizzazione pubblica giovanile pan-ucraina "Lega giovanile democratica popolare" ha più di 42.000 membri, quasi cinque volte di più. Tuttavia, per sostenere quest'organizzazione non hanno adottato una legge separata, che obbliga a finanziare le sue attività a partire da tutti i bilanci.

Plast e gli uniati

Non meno vicina che alle organizzazioni nazionaliste ucraine, è la connessione di Plast con la Chiesa greco-cattolica ucraina. Il suo capo Andrej Sheptitskij prese parte all'inizio della creazione di Plast. Il suo contributo allo sviluppo dell'organizzazione è stato così significativo che su questo tema è stato pubblicato un intero studio storico: "Il Metropolita Andrej Sheptitskij e Plast".

il libro "Il metropolita Andrej Sheptitskij e Plast". Foto: shop-ugcc.com.ua

Il metropolita Andrej Sheptitskij, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina  dal 1901 al 1944, così come Stepan Bandera, Roman Shukhevich e altre figure nazionaliste ucraine, è una figura storica molto ambigua. Nel 1941 inviò un saluto di congratulazioni ad Adolf Hitler sulla cattura di Kiev da parte del "vittorioso esercito tedesco" . E nel 1944 – lo stesso tipo di saluto a Iosif Stalin sulla cattura di Leopoli da parte delle "vittoriose truppe sovietiche" .

Nel 1943, il clero dei greco-cattolici sotto la guida di Sheptitskij prese parte alla creazione della quattordicesima divisione dei granatieri delle SS "Galizia", ​​che fu gestita da cappellani uniati e in parte da seminaristi uniati. E nel 1944, condannarono il movimento di Bandera e invitarono i membri dell'UNR-UPA a deporre le armi.

Oggi il Vaticano si prepara a proclamare Andrej Sheptitskij come santo cattolico.

Dai tempi di Sheptitskij ai giorni nostri, il movimento Plast è indissolubilmente legato alla Chiesa greco-cattolica ucraina, nonostante la dichiarazione di indifferenza religiosa dei membri del movimento. Anche l'attuale leadership della Chiesa greco-cattolica ucraina continua a fornire guida spirituale a Plast.

Per esempio, ecco una foto della visita del capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, Svjatoslav Shevchuk, al campo di Sokol nel 2017.

Svjatoslav Shevchuk nel campo di Sokol. Foto: plast.org.ua

Nel 2017, la Chiesa greco-cattolica ucraina e Plast hanno formalmente formalizzato le loro relazioni firmando un memorandum di cooperazione . "È estremamente importante che si vedano i sacerdoti in Plast e che i membri di Plast siano membri attivi delle nostre parrocchie", ha detto Svjatoslav Shevchuk.

Il capo della Chiesa greco-cattolica ucraina ha ricordato che Plast ha educato i leader e gli eroi della lotta di liberazione nazionale, accennando senza ambiguità a Bandera e Shukhevich: "Possiamo dire che il sogno di Andrei Sheptitskij è stato realizzato. In effetti, i leader del nostro popolo, gli eroi della lotta di liberazione nazionale, sono cresciuti ed emersi da Plast".

Chi sono i "diavoli della foresta"

I diavoli della foresta costituiscono una delle principali divisioni di Plast, creata nel 1922. Sono molto attivo e svolgono molte attività diverse. Definiscono la loro attività strategica "a favore e per la gloria dell'Ucraina, di Plast e della loro grande tribù" .

l'emblema dei "diavoli della foresta". Foto: plastusa.org

L'unità ha un simbolismo apertamente satanico, e il testo del suo inno menziona in senso positivo l'inferno, Lucifero e i diavoli veri e propri. L'organizzazione sostiene di avere "legami diretti con l'Ufficio infernale di Lucifero" . Senza alcun imbarazzo, i suoi leader si chiamano Lucifero e Satana. E i titoli delle unità in cui è suddivisa l'organizzazione sono: nani, spettri, demoni, diavvoli della foresta (hanno anche come titoli onorari "diavolo della foresta" e "arcidiavolo della foresta").

screenshot del sito lch.org.ua

Grigorij Homishin, vescovo degli uniati si Stanislavsk, scrisse in un messaggio ad Andrej Sheptiytskij che le sue azioni a sostegno dei diavoli della foresta non possono essere considerate altro che bestemmie: "Alcuni passi di vostra Eccellenza non possono essere spiegati, come per esempio la consacrazione nella chiesa arcicattedrale della bandiera dell'organizzazione ucraina di Plast chiamata "diavoli della foresta". Questo non ferisce forse ogni cristiano credente che vede in tali gesti una sorta di disprezzo per Cristo, il nostro sommo Signore e Salvatore? Se tale dimostrazione dei loro sentimenti ucraini contribuirà alle simpatie e alla popolarità di vostra Eccellenza, lo farà a spese della fede e della Chiesa".

Da quel momento, nulla è cambiato nell'atteggiamento della Chiesa greco-cattolica ucraina per i "diavoli". Nonostante tutto questo pronunciato satanismo, il clero degli uniati considera possibile "consacrare" sia i "diavoli della foresta" che i loro vessilli.

"consacrazione" dei vessilli dei "diavoli della foresta". Foto: pagina Facebook dei diavoli della foresta

Inoltre, ci sono sacerdoti e persino vescovi della Chiesa greco-cattolica ucraina che sono membri di questa organizzazione, per esempio Stepan Sulik e Gleb Lonchina.

Gleb Lonchina e Svjatoslav Shevchuk. Foto: news.ugcc.ua

Allo stesso tempo, i "diavoli della foresta" dichiarano che il loro patrono è il santo martire Giorgio, che "con la sua lancia ci protegge tutti dalla routine".

Questo è ciò che Plast porta ai bambini ucraini. Questo è ciò che la Chiesa greco-cattolica ucraina approva e "santifica".

Ovviamente, la cooperazione tra la Chiesa greco-cattolica ucraina e Plast non è riprovevole in sé, soprattutto se ricordiamo che va avanti da oltre un secolo. Alla fine, sia Plast sia la Chiesa greco-cattolica ucraina sono fenomeni regionali, inerenti esclusivamente alla mentalità dell'Ucraina occidentale e in particolare della Galizia.

Ma ora c'è una forte espansione degli uniati in tutta l'Ucraina. Si costruiscono luoghi di culto della Chiesa greco-cattolica ucraina in città dove non ci sono mai stati greco-cattolici. E il fatto che, secondo la legge, dovrebbero apparire suddivisioni di Plast in ogni località è motivo di seria preoccupazione, dal momento che ciò assomiglia molto a un tentativo di imporre il cattolicesimo ai bambini ucraini. Dopo tutto, a ogni bambino che si unisce a Plast (e questo, secondo la legge, dev'essere ogni bambino ucraino) sarà inculcata l'ideologia di Plast. E questa ideologia è semplice: l'esaltazione del nazionalismo e l'imposizione dell'uniatismo, cioè il tradimento dell'Ortodossia. E tutto ciò sarà fatto a spese dei bilanci statali e locali, cioè a nostre spese.

Si sa che il modo più efficace per conquistare qualsiasi nazione è educare i suoi figli. Ora l'Ucraina è considerata un paese ortodosso, con una quota di sostenitori della Chiesa greco-cattolica ucraina inferiore al 10%. Ma se Plast estenderà i suoi tentacoli sui bambini ucraini, dopo una generazione le statistiche potranno essere completamente diverse.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11