Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=35&id=205  Mirrors.php?cat_id=35&id=602  Mirrors.php?cat_id=35&id=646  Mirrors.php?cat_id=35&id=4898  Mirrors.php?cat_id=35&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=35&id=204  Mirrors.php?cat_id=35&id=206  Mirrors.php?cat_id=35&id=207  Mirrors.php?cat_id=35&id=208  Mirrors.php?cat_id=35&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=35&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 15 dicembre 2018)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 28 novembre 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11
  Rivoluzione in Francia

Dal blog del sito Orthodox England, 4 dicembre 2018

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Si sta intensificando da tre settimane la rivolta del popolo francese contro il giovane presidente dei banchieri Rothschild, il favorito anti-populista della ricca élite europea. Insultato dall'arrogante disprezzo di Macron per il popolo e dal suo accecante narcisismo, la sua decisione di ritardare gli aumenti delle tasse sul carburante per soli sei mesi non ha fatto che versare benzina sulle fiamme. Poco segnalati dai media controllati dallo stato, sia in Francia sia in altri paesi, i disordini non riguardano solo poche strade saccheggiate in un quartiere ricco di Parigi, è la rivolta nella Francia reale, dans la France profonde, fuori dalla capitale, che conta.

Qui supermercati e centri di distribuzione di carburanti sono stati bloccati. Molti non hanno altro che pane e pasta da mangiare. Il settore del commercio al dettaglio si sta dirigendo verso la bancarotta. La polizia si rifiuta di spezzare i blocchi perché anche loro simpatizzano con le proteste dei "giubbotti gialli". Le strade sono bloccate e le scuole superiori sono in sciopero. Così ora il grande democratico Macron sta considerando di far arrivare il suo esercito per annientare la gente. La situazione della Francia è simile a quella degli altri paesi dell'UE in quanto i ricchi si arricchiscono e i poveri si impoveriscono. Tuttavia, oltre a ciò, la Francia ha un rigido sistema di classi e la mobilità sociale è praticamente inesistente.

Mentre nel Regno Unito al popolo è stato permesso (anche se solo per un errore elitista) di votare per la Brexit e in Spagna, Italia, Germania, Ungheria, Polonia e altrove i partiti anti-UE stanno prendendo il controllo, in Francia non sono ammessi. Da qui la frustrazione delle masse diseredate. In Francia, che è gestita da cinque anni di dittature virtuali dei suoi presidenti che controllano i media, l'unico modo per far sentire la tua voce è attraverso le proteste di piazza. La rappresentanza parlamentare è totalmente inefficace e quindi le elezioni vengono boicottate, poiché l'elite politica e i giornalisti pagati dallo Stato non hanno tempo per il popolo.

Nel frattempo, l'Esarcato di Rue Daru a Parigi ha dichiarato che non riconosce la sua dissoluzione da parte del Patriarcato di Costantinopoli. Qui vediamo che la sua élite al controllo sembra pensare e agire come i laicisti francesi, con poca comprensione di come opera la Chiesa. Nella dichiarazione di ieri, l'élite di Rue Daru si è vantata di aver adottato la mentalità occidentale e i "valori democratici". Sfortunatamente, se il tuo patriarca ti scioglie, sei sciolto. Non puoi scioperare o scendere in piazza. Quando il tuo capo ti licenzia, sei licenziato, e sebbene tu possa dire che non sei d'accordo con il tuo licenziamento, non hai scelta. Le tue parole non sono ascoltate.

Ci dispiace per quelli di Rue Daru che sono stati delusi dal loro patriarca. Quando noialtri abbiamo passato lo stesso trauma decenni fa, ci siamo semplicemente uniti alla Chiesa ortodossa russa, anche se siamo stati derisi e calunniati per questo dall'élite di Rue Daru. Oggi nessuno vi deriderà o vi calunnierà per aver scelto l'unica linea di azione logica e canonica disponibile.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 11