Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=33&id=205  Mirrors.php?cat_id=33&id=602  Mirrors.php?cat_id=33&id=646  Mirrors.php?cat_id=33&id=4898  Mirrors.php?cat_id=33&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=33&id=204  Mirrors.php?cat_id=33&id=206  Mirrors.php?cat_id=33&id=207  Mirrors.php?cat_id=33&id=208  Mirrors.php?cat_id=33&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=33&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 marzo 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9
  Il mio diario in India

di papa Ephraim

dal blog Orthodox River, 17-30 settembre 2018

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Lunedì 17 settembre 2018

Gloria a Dio per tutte le cose!

È difficile credere di essere ora su un aereo che sorvola l'Oceano Pacifico verso le Hawaii e poi verso l'India. Solo tre mesi fa ero seduto tranquillamente nella mia cella al monastero di Sant'Antonio, la stessa cella in cui avevo vissuto per 23 meravigliosi anni della mia vita. Ciò nonostante, ho esultato di gioia per la mia nuova vita in Alaska, anche se era triste lasciare un monastero così bello in Arizona. È stato particolarmente difficile dire addio a tutti i cari monaci e laici che avevo imparato ad amare e che avevano imparato ad amarmi nel corso degli anni. Ma le istruzioni del mio amato geronda erano chiare e quindi era giunto il momento di andare avanti.

La mia preghiera è di non perdere i miei contatti con tutti quelli che ho incontrato in Arizona, dal momento che spero di poter continuare a visitarli regolarmente lì, e voglio continuare a comunicare con loro per telefono ed e-mail. Ma anche se queste mie speranze falliranno per qualsiasi motivo, sono in parte consolato sapendo che la nostra connessione in Cristo e le nostre preghiere gli uni per gli altri non falliranno mai.

Pensavo che la mia nuova vita isolata allo skit di san Nilo in Alaska mi avrebbe offerto un sacco di tempo non solo per comunicare con chiunque altro, ma anche per pregare, leggere e scrivere libri. Tuttavia, finora sono stato molto più impegnato di quanto mi aspettassi. A causa della natura rustica della vita sulla piccola isola su cui si trova lo skit di san Nilo, tutto richiede molto più tempo. Per esempio, è necessario un paio d'ore per fare una "banja" [1] mentre fare la doccia in Arizona (od ovunque ci sia l'acqua corrente) richiede solo 15 minuti. Questo perché per fare una banja, devo andare al monastero maschile. Quindi questo significa che devo prendere tutti i miei attrezzi da kayak, lanciare il mio kayak, pagaiare fino a Spruce Island, salire sul fianco della montagna, fare la banja, cambiare i vestiti, tornare indietro, riprendere il mio equipaggiamento da kayak, pagaiare fino a casa, e finalmente mettere via il mio kayak e il mio equipaggiamento.

Ma anche altri compiti, come la regolazione della temperatura della mia cabina, richiedono tempo e fatica. Non posso semplicemente premere un pulsante sul muro, ma ho bisogno di aver già tagliato, spaccato, portato legna e legna, e poi devo preparare e monitorare il fuoco. Vivere senza elettricità e acqua corrente comporta certamente più lavoro, ma è un lavoro piacevole che favorisce la salute dell'anima e del corpo. Infatti, ho dedicato un'intera sezione del mio libro inedito sul monachesimo a ciò che i santi Padri hanno da dire sul valore del lavoro fisico, e mi dà una grande gioia sperimentare di persona la saggezza delle loro intuizioni.

Poco dopo essermi stabilito in Alaska, improvvisamente, madre Nina mi dice che c'è un prete chiamato padre Athanasius alle Hawaii che sta cercando qualcuno che lo accompagni in un viaggio missionario in India. Non avevo voglia di lasciare la mia bella vita in Alaska per andare in un posto che è il suo opposto sotto quasi tutti gli aspetti: nel clima, nel livello del rumore, in percentuale dei cristiani ortodossi, nella posizione geografica, nella topografia, nella densità della popolazione, nell'inquinamento, nei germi, nella civiltà, nella povertà, nell'educazione, nella politica, nella lingua, nella cultura, nella religione, e la lista continua.

Quindi ero pronto a declinare educatamente l'offerta di padrte Athanasius quando questi mi ha chiamato. Ma quando mi ha spiegato la storia affascinante di quello che stava accadendo in India, [2] sono stato ispirato a sacrificare il mio conforto personale e ad aiutarlo. Un altro grande motivo per cui ho accettato è stato perché sento un legame interiore con l'India e il suo popolo, essendo per metà indiano. Mi travolge considerare la responsabilità che ho davanti a Dio quando penso che si possa probabilmente contare sulle proprie dita quanti preti o monaci ortodossi ci sono in tutto il mondo che sono indiani o almeno per metà indiani. Inoltre, ho pensato che se la mia breve visita in India avrebbe contribuito alla conversione e alla salvezza di 45.000 anime, chi sono io per rifiutarmi di cercare di aiutarle?

Fortunatamente per me, avrò il compito facile di essere il cantore e il personaggio di supporto in questo viaggio di 10 giorni. Il mio compito è semplicemente quello di aiutare padre Athanasius a condurre alcuni dei servizi in modo che possano avere un'idea di come sia il culto ortodosso. Padre Athanasius è colui che farà le presentazioni a queste centinaia di pastori. Ma sembra probabile che dozzine (se non centinaia) di loro vorranno anche parlare con me. Spero solo che Dio metta nella mia bocca le parole che hanno bisogno di sentire. Come dice padre Athanasius, sta pregando che Dio salvi queste persone non grazie a noi, ma nonostante noi!

Non so davvero cosa aspettarmi lì. Da quanto ho sentito finora, 500 pastori protestanti e 45.000 persone in India sono interessati all'Ortodossia. Ma non sono così sicuro se questo significhi che sono semplicemente curiosi nell'apprendere di più sull'Ortodossia, o se sono desiderosi di convertirsi. Inoltre, non so cosa aspettarmi dopo questa visita. Se non sono ricettivi all'Ortodossia, allora è improbabile che ritorneremo. Ma se sono desiderosi di diventare ortodossi, e se si stabilisce una buona connessione tra noi e loro, potrebbero volere la nostra presenza e avere bisogno che torniamo, forse di frequente. Forse Dio ci userà per aiutarli a diventare una nuova aggiunta permanente alla Chiesa ortodossa. Qualcuno in Alaska ha espresso le proprie preoccupazioni per il fatto di perdermi, dicendo in un tono per metà scherzoso: "Oh, no; ti porteranno via da noi e ti faranno vescovo dell'India!" Inutile dire che questo sarebbe l'esatto opposto della mia volontà riguardo al percorso che spero di seguire nella vita.

Eppure, nonostante il mio desiderio di vivere tranquillamente "il resto della mia vita in pace e conversione" nelle piccole e amorevoli comunità degli skit di san Nilo e di san Michele, provo molta gioia ed eccitazione per questo viaggio in India. È una sensazione simile a quella che ho avuto quando ho lasciato il Monte Athos 23 anni fa, quando l'anziano Ephraim voleva che io e cinque altri aiutassimo a stabilire il monastero di sant'Antonio. Anche se ero andato sul Monte Athos e vi ero stato tonsurato con l'intento di rimanervi per il resto della mia vita, qualcosa è cambiato durante gli anni in cui vivevo lì. E così è stato con grande gioia e pace che ho accettato l'invito dell'anziano Ephraim di andarmene, anche se non era quello che avevo previsto. In effetti, ricordo persino di avere esitato a diventare monaco a Philotheou, proprio perché c'erano voci secondo cui l'anziano Ephraim avrebbe portato via i suoi monaci americani per stabilire un giorno un nuovo monastero maschile in America. Questo mi ha fatto esitare perché non avevo abbandonato la mia vita in America solo per continuarla un po' più tardi; avevo lasciato tutto per partecipare alla forma più genuina del monachesimo ortodosso che esistesse: il monachesimo athonita. Ma ringrazio Dio che mi ha messo nel cuore di lasciare Philoteou, perché questi 23 anni sono stati pieni e traboccanti delle benedizioni e della grazia di Dio, specialmente a causa del tremendo dono di essere l'attendente di cella dell'anziano Ephraim per tutti quegli anni.

Anche se so di non essere stato all'altezza nemmeno di una piccola parte di ciò che ha raggiunto lui, spero che almeno qualcosa di lui mi sia rimasta impressa e che potrò anche trasmettere agli altri qualunque cosa io abbia guadagnato dall'essere con lui.

Grazie a Dio, sono arrivato sano e salvo a Honolulu. Padre Athanasius mi è venuto a prendere all'aeroporto e mi ha accompagnato alla sua chiesa prima di portarmi a casa sua. È una persona di fede così umile e devota che stare accanto a lui mi fa sentire molto mondano e volgare. La sua chiesa è quella con l'icona della Theotokos mirovlita di Iviron, che viaggia in tutto il mondo. L'icona non era lì quando ho fatto visita, ma forse sarà rientrata al ritorno a Honolulu tra due settimane. La loro chiesa è molto umile, nel senso che è solo il pianterreno di un edificio che è condiviso da un negozio al piano superiore. Ma è un luogo pieno di grazia, con molte reliquie e una profonda pace.

Sulla strada per casa sua, siamo passati attraverso Waikiki e abbiamo visto tutti i posti turistici e la spiaggia. Mi ha anche guidato su un'alta collina, dove la vista è favolosa e il clima e la fauna sono differenti. L'intero posto è traboccante di tanta bellezza naturale da essere davvero mozzafiato. Posso capire perché così tante persone vogliono vivere in questo tipo di paradiso terrestre.

veduta da Round Top

padre Athanasius a Hawaii vicino a Diamond Head

un albero unico nelle Hawaii, che fa scendere liane che si trasformano in radici quando raggiungono il terreno, rendendo il tronco più ampio

padre Athanasius si affaccia su Honolulu

Mi sono molto divertito a incontrare la sua dolce presbitera e i loro figli, che hanno 17, 14 e 8 anni. È benedetto da una famiglia meravigliosa ed è stata una vera gioia conoscerli.

Martedì 18 settembre 2018

Ci siamo alzati presto per arrivare all'aeroporto con molto tempo per il nostro volo. Padre Athanasius e io siamo stati portati all'aeroporto da una meravigliosa signora che sta diventando ortodossa. Ama il silenzio e adora passare le sue vacanze in barca a vela sull'oceano. In effetti, si guadagna da vivere insegnando alle persone come far navigare le loro barche sull'oceano! Padre Athanasius pensa che un giorno potrebbe diventare un'eccellente monaca, e spera di venire in Alaska per una visita.

Quando siamo arrivati ​​all'aeroporto, abbiamo scoperto che il nostro aereo era in ritardo di 4 ore! Quindi siamo finiti in aeroporto per tutto quel tempo extra. Ma l'aeroporto di Honolulu è così bello che è stata un'attesa molto piacevole. Ci siamo seduti in un giardino roccioso giapponese e abbiamo goduto della natura in questo luogo all'aria aperta dell'aeroporto. Abbiamo parlato per un po', poi ho fatto alcune telefonate, scritto alcune e-mail e ho aperto il mio diario.

Ho scoperto da padre Athanasius che l'intero scopo di questa conferenza di 500 pastori era che lui parlasse loro dell'Ortodossia. (Avevo avuto l'impressione che avessero già organizzato una conferenza, e che gli avessero chiesto di unirsi a loro solo come un ripensamento). Così ha preparato 12 omelie catechistiche per aiutarli nella loro comprensione dell'Ortodossia. Ma anche lui non ha una chiara idea di cosa aspettarsi. Parte della sfida sarà la barriera linguistica, poiché la maggior parte di loro non conosce l'inglese. Vedremo come Dio opera attraverso noi e loro.

Mercoledì 19 settembre 2018

Il nostro volo per Shanghai è durato dieci ore. Quando finalmente abbiamo sorvolato Tokyo, è stato un sollievo vedere la terra dopo aver visto solo l'oceano per ore e ore. Abbiamo volato con la China East Airlines, quindi eravamo quasi gli unici passeggeri non cinesi sul volo. Questo è solo un piccolo assaggio di quanto saremo stranieri nelle prossime due settimane!

Il mio programma di sonno sarà ora completamente capovolto. Il nostro aereo è partito alle 14 da Honolulu il 18 settembre ed è arrivato a Shanghai dopo la mezzanotte (secondo l'orario di Honolulu). Ma a causa della differenza di fuso orario di sei ore, erano solo le 7 di sera. E la cosa strana è che non è più martedì ma mercoledì all'improvviso, perché abbiamo attraversato la linea internazionale del cambiamento di data.

Siamo arrivati ​​in Cina! Sono riuscito a dormire solo un po' sull'aereo, quindi ora sono pronto per andare a letto. Ma dobbiamo prendere il nostro prossimo aereo per Delhi tra due ore, quindi dovremo solo darci da fare e restare svegli, anche se i nostri corpi pensano che sia passata la mezzanotte. Sarebbe stato bello vedere la cattedrale che san Giovanni Maksimovich aveva costruito. Purtroppo, tuttavia, non c'era abbastanza tempo libero per lasciare l'aeroporto.

l'aeroporto di Shanghai

Il nostro volo per Delhi è stato un'altra spiacevole serie di otto ore di tentativi di riposarsi sul sedile dell'aereo. Sono riuscito a perdere coscienza due o tre volte e a dormire un po', anche se ho dimenticato il mio cuscino da collo all'interno dell'aereo precedente. Dovrò dormire ancora un po' sul nostro prossimo volo per Visakhapatnam (alias Vizag). Ma prima dovremo passare dalla dogana e andare al ritiro bagagli, perché la compagnia aerea non è stata in grado di controllare la borsa di padre Athanasius fino a Vizag.

Giovedì 20 settembre 2018

Dopo essere arrivato a Delhi e aver visto i miei compatrioti indiani, ho sentito una forte gioia dentro di me e il contatto con queste persone di cui condivido il sangue. Questo sentimento è qualcosa di spirituale o semplicemente qualcosa di emotivo? Non lo so. Suppongo che lo scoprirò superando la prova del tempo. In altre parole, se sento ancora questa gioia e questa connessione anche dopo che la novità di tutto questo si sarà esaurita, potrò concludere con sicurezza che non è solo qualcosa di superficiale ed emotivo.

l'aeroporto di Delhi

Un'uscita all'aeroporto di Delhi potrava questo divertente annuncio: "L'uscita per il volo 564 è stata cambiata. Siete cortesemente pregati di precipitarvi all'uscita 11"! Com'è premuroso e gentile da parte loro chiederci cortesemente di precipitarci. ☺

Il nostro volo per Vizag è durato solo due ore, ed è stato come nulla dopo quei voli di undici e otto ore. Sono riuscito a dormire per mezz'ora durante il volo, il che mi ha completamente rinfrescato.

Il dottor Wesley ci ha incontrato all'aeroporto di Vizag con sua moglie e tre dei loro cinque figli. I loro due figli più grandi erano al college e non potevano arrivare fino a venerdì. Sono stati tutti felici di vederci e soprattutto di vedere di nuovo padre Athanasius, che era stato qui nel 2000. Ci hanno persino regalato ghirlande di fiori! Sono stato sorpreso di vedere che il dottor Wesley era così giovane (ha 54 anni). Avrei pensato che ci sarebbero voluti molti decenni per fondare 500 parrocchie. Immagino che lui (o meglio, Dio) abbia lavorato velocemente e intensamente. Ho scoperto che si è convertito al cristianesimo quando aveva solo 15 anni e ha iniziato a predicare a metà dei suoi vent'anni. Ciò significa che è cristiano da quattro decenni e predicatore da tre. Non è un medico, ma ha un dottorato di ricerca in teologia.

hello India

I suoi due figli più grandi sono al loro primo e secondo anno di college. Devono essere eccezionalmente brillanti e laboriosi perché entrambi hanno ricevuto il punteggio più alto per la loro classe nell'intero stato, dove vivono 50 milioni di persone!

le figlie del dottor Wesley: Nita, Helen e Queeny

il dottor Wesley e sua moglie Divia

il giocoso figlio del dottor Wesley, Tumi

Ci hanno portato a Tuni, in un viaggio di circa due ore, anche se non era così lontano. Il ritardo è stato causato dal traffico caotico per il quale l'India è famosa. Tranne che sulle principali autostrade, non ci sono cartelli sulle strade. Quindi tutti vanno ovunque sulla strada e pensano sia una buona idea! E quando dico "tutti", intendo tutti! C'erano innumerevoli pedoni, motociclette, biciclette, risciò, automobili, autobus e camion, per non parlare di mucche, maiali, capre e persino un cammello. Abbiamo persino passato un ragazzo che conduceva il suo paio di buoi in fondo alla strada, così come uno che guidava il suo trattore. Su una strada a due corsie, è abbastanza comune incontrare traffico proveniente dalla direzione sbagliata! Per evitare collisioni, i conducenti suonano continuamente il clacson per avvertire gli altri della loro presenza. I camion più grandi hanno uno speciale suono di clacson che è piuttosto melodico. Il sistema sembra funzionare abbastanza bene, come ho osservato vedendo il dottor Wesley che si muove senza sforzo intorno a tutti quegli ostacoli. Ma padre Athanasius e io continuavamo a ridere di quanto spesso il dottor Wesley suonasse il clacson, perché gli americani associano il suono del clacson a un'estrema rabbia. Abbiamo superato un certo numero di templi indù lungo la strada, e sono stato sorpreso di vedere anche un paio di luoghi di culto cristiani (protestanti e cattolici).

alla guida in India

Il livello di povertà ovunque è pietoso. Ma immagino che facciano tutto il possibile con le limitate risorse finanziarie che hanno, e la vita va avanti. È abbastanza scioccante vedere ovunque una gran quantità di spazzatura e sporcizia. È raro trovare un posto pulito. Non so se questo è il risultato della loro cultura che attribuisce scarso valore alla pulizia o il risultato di un'intrinseca incapacità di mantenere pulito un luogo con un'alta densità di popolazione. Suppongo che sia per entrambi i motivi.

la mia camera d'albergo

la toilette nella mia camera d'albergo. Notate il tubo flessibile invece della carta igienica

La vista dalla finestra della mia camera d'albergo

Ci hanno portato nelle nostre camere d'albergo, che sono di un lusso stravagante per gli standard dell'India. Ma se questo hotel fosse stato in America, la gente avrebbe dato cattivi voti online per il leggero odore di feci in bagno, la mancanza di carta igienica e le lenzuola che avevano qualche macchia. Ma sono grato di avere una stanza pulita, ordinata e privata, soprattutto considerando che sto vivendo nel lusso rispetto a quasi tutti nel raggio di poche miglia. È anche climatizzata, il che rende la mia permanenza molto più piacevole, dato che il clima qui è molto umido e l'umidità si aggira sugli 80 o 90 gradi. In un certo senso, dovrei vergognarmi di me stesso – Io che sono un monaco che in teoria ha fatto voto di povertà, in pratica sto vivendo una vita molto confortevole. Se dovessimo trasporre la parabola di Lazzaro e del ricco a questa situazione, senza dubbio sarei il ricco che viveva sontuosamente ogni giorno, e Lazzaro sarebbe stato tutti gli indiani che sopravvivono a malapena per le strade. Non sono sicuro di quale tipo di risposta darò a Cristo al giorno del Giudizio se mi chiederà di questo.

Dopo che ci hanno dato le nostre stanze e ci hanno detto di riposarci un po', abbiamo dormito entrambi pesantemente per un paio d'ore. Era mezzogiorno, ora dell'India, ma era passata la mezzanotte secondo i nostri orologi biologici.

i figli del dottor Wesley, Tumi e Precious, nel corridoio del nostro hotel

Il dottor Wesley e la sua famiglia hanno una stanza accanto alla nostra. Lui e suo fratello Joshi-Paul ci hanno fatto visita nelle nostre stanze dopo che avevamo dormito per qualche ora, e abbiamo iniziato a conoscerci e a discutere alcune cose sull'Ortodossia. Sono entrambi pronti e desiderosi di diventare ortodossi. Padre Athanasius sospetta che il dottor Wesley stia ancora lottando con questo cambiamento perché è consapevole della responsabilità che assume come leader di così tante persone e si rende conto che molti dei suoi saranno lasciati indietro se lui diventerà ortodosso, poiché non tutti voglio andare in quella direzione.

Povero Joshi-Paul; una delle sue gambe è stata terribilmente gonfia per mesi. Sta per avere un'operazione a gennaio. Pensa che sia successo perché è stato morso da una zanzara. Un pensiero mi è venuto in mente: se un nativo dell'India (che penseresti abbia almeno nel suo sistema un qualche tipo di immunità a tutte le malattie che fluttuano intorno) può diventare così terribilmente malato e così facilmente, cosa succederà a me qui? Sto facendo del mio meglio per proteggermi con un repellente per insetti, la permetrina sui miei vestiti e una zanzariera per il mio letto.

La sera abbiamo fatto un vespro abbreviato nella mia stanza d'albergo per il dottor Wesley e la sua famiglia. Con un atteggiamento a volte casuale durante il servizio, il dottor Wesley ogni tanto esclamava: "Amen!" Ho portato con me la mia musica in notazione bizantina, ed erano affascinati nel sentirla e vederla. Poi ci hanno portato in un bel ristorante dove ci hanno servito diversi piatti esotici:

Inutile dire che padre Athanasius e io eravamo le uniche persone dalla pelle bianca. In realtà, in tutta Tuni non ci sono bianchi (anche se il dottor Wesley dice che ce ne sono alcuni che sono associati alle grandi fabbriche). Quindi stiamo ricevendo tutti i tipi di sguardi ovunque andiamo, dal momento che stiamo anche indossando continuamente le nostre tonache. Molti degli sguardi sono diretti alla croce che indosso. Non sono sicuro di cosa significa.

Ecco alcuni scatti di come sono le strade di Tuni:

la strada

alla guida con il dottor Wesley

eh sì, i maiali corrono liberi fuori dal nostro hotel

Sulla via del ritorno, ho passato dei momenti divertenti sul sedile posteriore in compagnia dei ragazzi, mentre cercavo di imparare alcune frasi in telugu. Come la maggior parte delle lingue indiane, anche questa ha un numero di suoni davvero unici che sono difficili da imitare per noi occidentali.

Finalmente sono tornato nella mia stanza d'albergo alle 21:30. Mi aspetto di dormire molto bene stasera, anche se il costante suono dei clacson è abbastanza udibile dalla mia stanza.

Mi sto godendo le cose umoristiche che hanno affisso sulla porta interna della mia stanza, e che pensano abbiano senso: "Per favore, intimate una ricevuta prima di fare il check-out". E non sono sicuro se questo è ciò con cui sceglierei di tenere i miei oggetti di valore, ma hanno scritto: "Per favore, tenete i vostri oggetti di valore con il vostro rischio". E il mio preferito è: "Le attività illegali sono strettamente vietate" ☺

Sto cercando di capire il loro ragionamento nel credere che una tale affermazione faccia la differenza. La mia unica conclusione è che quello che stanno realmente dicendo è: "Se avete il coraggio di infrangere la legge, dimenticate di metterti nei guai con la polizia; dovrete vedervela con me!"

allagamento al di fuori del nostro hotel

Ecco alcune foto scattate dal tetto del nostro hotel. Vi danno un'idea di come sia questa città di Tuni.

ancora allagamenti, ma ai maialini non importa

Ho portato con me un vecchio smartphone di qualcuno in questo viaggio, principalmente per risparmiare tempo digitando questo diario sulla mia tastiera Bluetooth invece di scriverlo a mano lentamente. Non ho osato portare il mio tablet, dal momento che non vorrei rischiare di farmelo rubare. Forse avrei potuto ottenere una scheda SIM con dati e minuti per il mio smartphone per stare al passo con e-mail e telefonate. Ma dal momento che non penso che sarebbe stato così facile, e dal momento che non mi aspettavo di avere molto tempo libero a disposizione, non me ne sono preoccupato.

Inoltre, credo che sia una cosa salutare prendersi un "anno sabbatico" e disconnettersi dalla tecnologia di tanto in tanto, perché più siamo collegati alla tecnologia, meno siamo collegati di solito finendo con noi stessi e con Dio. Forse altre persone sono riuscite a trovare un equilibrio salutare, ma io almeno trovo che sia troppo facile lasciare che l'influenza all'estroversione della tecnologia ostacoli il mio bisogno di un'introversione di preghiera.

Venerdì 21 settembre

Mi sono svegliato alle 3:30 dopo aver dormito per circa sei ore. Il mio orologio biologico deve ancora adattarsi a un fuso orario completamente opposto. (Le 3:30 del mattino in India sono le 2 del pomeriggio in Alaska.) Ma ero troppo stanco per stare sveglio molto a lungo, così mi sono addormentato fino alle 7. Padre Athanasius mi ha informato che è riuscito a ottenere assistenza sul suo cellulare, e ha anche creato un "hot-spot" per me in modo che anche io possa avere accesso a Internet. Così ho controllato le mie e-mail e ho risposto ad un paio di loro. Ma questo non ha finito per rovinare il mio "anno sabbatico" dal momento che non controllavo le e-mail neanche una volta al giorno.

Padre Athanasius e io abbiamo servito il Mattutino della Natività della Theotokos nella mia piccola stanza d'albergo. Ci sarebbe piaciuto avere il dottor Wesley e i suoi figli con noi, (erano in una stanza accanto a quella di padre Athanasius) ma hanno dormito fino alle 9 perché erano rimasti in piedi fino alle 5 del mattino per preparare l'incontro di oggi.

Il Mattutino in questo altro universo sembra strano e familiare allo stesso tempo. Sembrava familiare dato che è un servizio che entrambi conosciamo bene. Ma è sembrato strano perché siamo in un posto dove l'Ortodossia è una cosa inaudita. È allo stesso tempo stimolante e triste riflettere sul fatto che questo è stato il primo servizio ortodosso mai fatto qui. E chissà se si ascolterà di nuovo qualcuno di questi servizi dopo la nostra partenza.

Verso le 9:30 il dottor Wesley ha portato fuori i suoi figli e noi per una colazione tardiva. Ho preso un dhosa e qualcos'altro che sembrava un pallone fatto con un impasto leggermente fritto con salsa di verdure. Il cibo era delizioso. Tutti in questa città continuano a fissarci. Cosa non farei per ascoltare quali pensieri passano per la loro mente quando ci vedono! Un ragazzo sulla sua bicicletta ci ha visto in macchina e si è emozionato e ci ha indicato ai suoi amici!

A mezzogiorno ci siamo diretti verso il centro congressi per il primo incontro con i pastori. Il dottor Wesley ci ha spiegato che circa 50 di loro provengono dai villaggi e non hanno idea che esistano il Protestantesimo, il Cattolicesimo romano e l'Ortodossia. Tutto ciò che conoscono è la Bibbia (che hanno nella loro lingua madre, il telugu) e credono in Cristo con molta semplicità. Gli altri pastori di oggi, circa 200, provengono dalle città e capiscono un po' di cattolicesimo e protestantesimo. Ma anche loro sanno quello che sanno principalmente per passaparola, non per la lettura di libri specifici. Quindi qui c'è una grande ignoranza. Se il dottor Wesley dovesse diventare ortodosso, gli altri pastori probabilmente lo seguiranno, e molti di loro potrebbero anche non capire che stanno diventando ortodossi! Penserebbero semplicemente che stanno imparando di più su Cristo. Sarà una vera sfida per padre Athanasius trasmettere il messaggio profondo del cristianesimo ortodosso a queste persone quando sono a un livello così elementare. È particolarmente difficile perché non hanno libri ortodossi in telugu e pochi di loro conoscono l'inglese abbastanza bene da leggere tali libri in inglese. Vedere la loro povertà per quanto riguarda la letteratura ortodossa mi fa capire quali enormi tesori abbiamo se conosciamo l'inglese, e ancora di più se conosciamo il greco o il russo.

Il centro congressi è un complesso di tre semplici edifici che hanno costruito su una proprietà di 5 acri. La proprietà si trova in una lussureggiante foresta accanto a un lago e a un'alta collina. Sono stati in grado di acquistare questa splendida proprietà con le donazioni degli amici di padre Athanasius a Kodiak quando era ancora un protestante 17 anni fa.

Ecco alcune foto del centro congressi:

Joshi-Paul e il Dr. Wesley vogliono che questi edifici siano la prima chiesa ortodossa qui nello stato dell'Andhra Pradesh. Tuni ha una popolazione di 2 milioni (e quindi è chiamata solo "villaggio" ☺), e Vizag ha 12 milioni di persone. È strano pensare che in questa città ci siano più persone rispetto a New York City, eppure non è nemmeno sulla mappa, sia in senso figurato che letterale. (Quando ero sull'aereo e avevo accesso a una mappa sullo schermo di fronte al mio posto, ho ingrandito Vizag e il su nome non era etichettato.)

La conferenza si svolgeva in una grande sala che ospitava circa 120 persone ed era piena. L'ambiente non era esattamente tranquillo, per non dire altro. Avevamo riflettori che brillavano su di noi, ventagli che soffiavano su di noi (e sul pubblico) per aiutarci a sopportare il caldo e l'umidità. Ma, cosa peggiore di tutte, il traduttore (Joshi-Paul) stava quasi urlando in un microfono che faceva rimbalzare la sua voce sugli altoparlanti nella stanza e fuori dalla stanza. Eravamo su un palco, e dietro di noi un grande pannello a colori con il titolo della conferenza ed enormi fotografie, quella di padre Athanasius e la mia. Mi dispiaceva per loro che non avevano qualcuno come geronda Ephraim che si rivolgeva a loro, e che sarebbe stato degno di avere lì la sua enorme foto.

Padre Athanasius ha tenuto due presentazioni oggi, ognuna della durata di circa un'ora e mezza. Entrambi abbiamo capito quale sarebbe stata la sfida per entrare in contatto con queste persone, considerando che sono così prive di idee su così tante questioni ecclesiastiche. Da un lato, vogliamo sottolineare il posto centrale che ha l'amore nel cristianesimo, ma d'altra parte, vogliamo spiegare loro alcune questioni più tecniche, come il motivo per cui le credenze dei cattolici romani hanno deviato dalla verità. Padre Athanasius aveva deciso di mantenere le cose semplici insegnando loro le verità basilari del cristianesimo, sebbene ora stia pensando che dovrà semplificare le cose ancora di più per il loro bene.

Il nostro compito di predicare il cristianesimo ortodosso a queste persone è particolarmente difficile perché l'unico libro cristiano che hanno in una lingua che capiscono (il telugu) è la Bibbia. Noi che parliamo inglese diamo per scontato le centinaia di libri ortodossi che abbiamo – non solo libri sui santi ortodossi contemporanei ma anche libri che contengono quasi tutti i classici della spiritualità ortodossa dei santi Padri. Se loro conoscessero l'inglese, il nostro lavoro sarebbe abbastanza semplice: dopo aver mostrato loro la verità dell'Ortodossia, potremmo quindi fornire loro una lista di libri fondamentali di spiritualità ortodossa, e almeno la loro comprensione teorica dell'Ortodossia sarebbe più o meno completa. (Ma naturalmente, essere ortodossi comporta molto più che capire solo teoricamente concetti spirituali). Ma per come stanno le cose ora, è quasi impossibile impartire loro i tesori della spiritualità ortodossa, specialmente perché avremo solo poche ore durante i due giorni con ogni gruppo di 150 pastori – e anche questo attraverso un traduttore. L'enormità di questo compito mi fa meravigliare e chiedermi se ci sia persino una ragione per cui provare, dato che è come dare un po' di briciole a un uomo affamato e sperare che questo possa essere d'aiuto. Anche se dovessimo venire più volte l'anno in India, umanamente parlando sarebbe ancora nulla se non dare loro qualche briciola in più. Ma Dio che è in grado di moltiplicare i pani e sfamare migliaia di persone può prendere qualsiasi briciola che diamo loro e moltiplicarla come lui solo sa.

Padre Athanasius ha avuto solo il tempo di rispondere a tre domande oggi ed è risultato chiaro da quelle domande quale livello di comprensione hanno queste persone. Le domande erano: "L'Ortodossia fa parte dell'essere cattolici?" "È richiesto a tutti i cristiani ortodossi di indossare abiti neri e di avere la barba?" "Perché avete la barba?"

Alla fine delle sessioni di oggi, p. Athanasius e io abbiamo unto con il miro dell'icona mirovlita hawaiana tutte le persone che desideravano essere benedette da essa. Più della metà delle persone si è avvicinata ed è stato bello avere una breve interazione diretta con queste persone molto pie.

Dato che abbiamo finito con una colazione tardiva, abbiamo anche pranzato e poi abbiamo saltato la cena. Io ho difficoltà a saltare i pasti, ma fortunatamente per me ho deciso di portare con me un sacchetto di frutta secca, che divoro quando i pasti sono troppo distanti. Stiamo facendo ogni pasto nello stesso ristorante (che è forse il migliore della città) perché il dottor Wesley ha paura che ci ammaleremo se mangeremo altrove. Non stiamo mangiando o rimanendo a casa sua perché la conferenza è a Tuni, ma lui abita a un'ora e mezza di viaggio, a Vizag.

Un'altra persona che è venuta alle conferenze oggi era 葡萄 树! Per quelli di noi che non sanno leggere il cinese (incluso me), si tratta di "Lin Song", il nome di un ragazzo di 32 anni proveniente dalla Cina. È cresciuto protestante perché suo padre è un pastore protestante in Cina, ma si è innamorato dei Padri della Chiesa. Vede che hanno una santità e un'esperienza che gli manca, e così ora vuole diventare ortodosso. E poiché si rende conto di quanto sia difficile vivere una vita pia in tutto il mondo, vuole anche diventare un monaco. Ma è un po' confuso, e quindi sta anche considerando di diventare cattolico e si chiede se sarebbe meglio per lui diventare un eremita invece di un monaco in un monastero. Era già stato in India per un paio di settimane, trascorrendo un po' di tempo in un monastero cattolico romano.

È venuto in India per questo motivo perché non ci sono monasteri cristiani in Cina. Ha mandato un'email a padre Damascene a Platina, e così quando io ho detto a padre Damascene che sarei andato in India, questi ha fatto in modo che Lin venisse a incontrarmi a questa conferenza. Lin probabilmente ci seguirà per i restanti dieci giorni del nostro tempo in India. Prego che Dio mi aiuti a farlo andare sulla buona strada.

Dopo le conferenze, siamo tornati al nostro hotel. Ho passato un po' di tempo a parlare con Lin, e poi mi sono anche seduto con la famiglia del dottor Wesley nella sua camera d'albergo, mentre mi facevano domande sulla mia vita. Mi ha rivolto alcune domande difficili e dirette, come: "Hai visto Dio?" "Hai guarito qualcuno?" Ho detto loro sinceramente che non ero a quel livello, anche se ero almeno in grado di dir loro qualcosa sulle esperienze di Dio dell'anziano Ephraim e di come ci sono state molte guarigioni con il miro dell'icona hawaiana della Theotokos.

Sabato 22 settembre 2018

Padre Athanasius e io abbiamo iniziato la giornata con un bellissimo servizio del Mattutino insieme al Dr. Wesley. Ho portato con me tutta la musica necessaria e le fotocopie del Mineo per i servizi, quindi tutta la musica era pronta e facile da cantare.

Successivamente siamo andati di nuovo in quel bel ristorante per la colazione, e poi al centro congressi. Padre Athanasius ha fatto un'altra presentazione alla gente sull'importanza del pentimento continuo. Sentiva che questo sarebbe stato un messaggio importante per loro, dal momento che lui come ex protestante ha un senso di quali aspetti della loro spiritualità siano tipicamente carenti.

Ci son state ancora un paio di domande oggi. Proprio mentre padre Athanasius stava uscendo per andare in bagno, un uomo ha chiesto quale fosse la differenza tra Cattolicesimo romano e Ortodossia, così ho risposto io alla sua domanda. Avrei potuto dargli una risposta accademica, spiegando il filioque, il primato e l'infallibilità del papa, l'immacolata concezione, la grazia creata, ecc., Ma penso che questo sarebbe andato ben al di sopra della loro comprensione. Così, invece, ho inventato per loro una parabola che diceva così:

Un saggio dottore visitò una volta una terra dove tutti rischiavano di morire per morsi di serpente. Così ideò la formula di un antidoto per i morsi. Diede la ricetta di questa formula a tre persone e poi se ne andò. Il primo dei tre decise di aggiungere più ingredienti alla ricetta, e quindi la sua formula non funzionò molto bene. Il secondo rimosse alcuni ingredienti dalla ricetta e quindi anche la sua formula non funzionò molto bene. Ma il terzo mantenne la formula esattamente come gli era stata data e la sua formula funzionò molto bene. Il primo di questa parabola è il cattolico romano, il secondo è il protestante e il terzo l'ortodosso.

Non è la più grande delle parabole, e ha un sacco di limitazioni, ma spero che li colpisca positivamente. Ho vluto usare con loro una parabola perché padre Athanasius e io abbiamo concluso che il modo più efficace per trasmettere verità teologiche profonde è attraverso le parabole, proprio come fece Cristo. L'unico problema è che ho scoperto che è davvero difficile parlare in parabole! Ora ho un nuovo livello di apprezzamento per la genialità dell'approccio di Cristo

un selfie con alcuni dei ragazzi alla conferenza

Durante la nostra pausa pranzo, padre Athanasius e io abbiamo discusso di cosa è veramente necessario a queste persone. Potevamo vedere che non solo mancano della corretta teologia della Chiesa ortodossa, ma anche della sua prassi. Nella sua predicazione, padre Athanasius ha detto loro che la credenza corretta deve accompagnare la pratica corretta, e che queste due sono come due buoi aggiogati insieme; nessuno dei due può essere trascurato senza causare problemi.

Nella sessione dopo pranzo, padre Athanasius sperava di fare una presentazione in power-point in cui avrebbe mostrato le foto degli interni e delle parti esterne delle chiese ortodosse dal suo iPad su uno schermo. Crede che abbiano bisogno di vedere con i loro occhi come dovrebbe essere un luogo di culto ortodosso. Ma per qualche motivo il proiettore non si è mai avviato, quindi ha dovuto scartare quel piano e predicare un po' di più solo a a parole. La sua predica è andata bene. Sono rimasto colpito dal modo in cui è riuscito a parlare di continuo per un'ora. Ma è difficile per noi due avere un'idea di come il nostro messaggio viene ricevuto, perché la barriera linguistica impedisce un feedback diretto.

Dopo cena, siamo tornati in albergo e ho avuto una conversazione con Lin Song. Il povero ragazzo non capisce l'importanza della vera fede, e quindi intende tornare lunedì in quel monastero cattolico romano in India e starci per due mesi. Ho cercato di spiegargli che è importante capire la differenza tra cattolici e ortodossi, ma quando ci ho provato ha mostrato disagio e dispiacere. È un'anima amante della pace e non ama entrare nei dettagli dei disaccordi. Vuole solo avere una semplice fede in Dio senza preoccuparsi dei dogmi. Ho provato a mostrargli che san Paolo pensava che cadere nell'eresia fosse una questione seria e che i santi Padri erano stati torturati e persino martirizzati per la loro fede, ma non era pronto ad ascoltare. Quindi ho acconsentito, e abbiamo parlato di altre questioni spirituali che era pronto ad ascoltare. Almeno è desideroso di andare a Platina e al Monte Athos per lunghe visite con la speranza di diventare un monaco.

Dopo la nostra discussione, padre Athanasius ha servito i vespri del sabato nella mia camera d'albergo insieme a Lin e al dottor Wesley con la sua famiglia. È stato molto bello fare i vespri qui in India. C'erano rumori di scoppi di tutti i tipi che venivano da fuori nelle strade, perché oggi è una grande festa del dio dalla testa di elefante. Quindi c'erano petardi, esplosioni, canti e strumenti rumorosi ingigantiti dagli altoparlanti, così come il suono letteralmente incessante dei clacson. Ma io non stavo prestando attenzione a tutto ciò, quindi non mi ha infastidito.

Dopo i vespri, padre Athanasius e io abbiamo parlato di come stanno le cose con questa missione in India. Ci sono circa 50 pastori che hanno deciso di diventare ortodossi. E se torniamo a predicare di nuovo, il dottor Wesley prevede che saranno facilmente riunite 30.000 persone ad ascoltare il nostro messaggio. E questi sono solo i numeri per Tuni. L'organizzazione guidata dal Dr. Wesley ha molti altri pastori e fedeli altrove.

Tutto ciò sembra meraviglioso, ma i prossimi passi per questo gruppo di persone saranno incredibilmente difficili. L'enorme sfida che dovranno affrontare è che queste migliaia di persone non hanno modo di diventare veramente ortodosse, anche se sono pronte a convertirsi. Non ci sono libri ortodossi o libri di servizio in telugu. Inoltre, non esiste una sola persona la cui lingua madre sia il telugu (o che conosca anche solo un poco di telugu) che abbia anche una comprensione matura della spiritualità e delle credenze ortodosse. Quindi, anche se qualche vescovo ortodosso è disposto a ordinare alcuni o tutti questi pastori al sacerdozio, questi poveretti non solo saranno sprovveduti in termini di autentica spiritualità e credenze ortodosse, ma non avranno neanche modo di acquisire queste cose, a causa alla barriera linguistica. Quindi abbiamo concluso che l'unica soluzione per la loro situazione è se un gruppo di loro, o anche solo alcuni di loro, potessero andare in un buon seminario ortodosso, e poi riportare in India e nella loro lingua ciò che hanno appreso. Ma è qualcosa che richiederebbe diversi anni e molti soldi. Possa Dio trovare una soluzione per la loro salvezza.

Il dottor Wesley ha chiesto a padre Athanasius quando sarà in grado di tornare di nuovo. Ha risposto che probabilmente ci vorranno alcuni mesi, dal momento che avrà bisogno di parlare con il suo vescovo, che dovrà lavorare con il metropolita e forse con il patriarca di Mosca. Inoltre, ci vorrà del tempo per padre Athanasius per raccogliere abbastanza soldi per pagare il suo viaggio qui. Dopotutto, i biglietti aerei per l'India non sono economici. La sua piccola parrocchia ha raccolto i soldi per questo viaggio, ma ha detto che non saranno in grado di pagare ogni viaggio da soli. Quindi dovrà fare qualche raccolta di fondi.

Il dottor Wesley mi ha chiesto se piacerebbe anche a me ritornare, e ho risposto affermativamente, anche se avrò bisogno della benedizione del mio vescovo per farlo. Alla mia parte emotiva piacerebbe fare molti sacrifici per aiutare queste persone sincere a diventare la Chiesa ortodossa dell'India. Ma la mia parte razionale sta tirando i freni, dal momento che mi rendo conto che senza conoscere la loro lingua, la mia capacità di aiutarli è gravemente ostacolata. E inoltre, amo la mia bella vita monastica in Alaska e non vorrei perdere quella. Che sia fatta la volontà di Dio.

Ho detto al dottor Wesley che mi viene fame quando sto troppo a lungo senza cibo, e così è uscito la scorsa notte e mi ha portato da mangiare qualcosa di così unico che ho dovuto scattare una foto:

Era qualcosa come una crespella con cipolle fritte al suo interno, ed era avvolta in un'enorme foglia. La foglia non era commestibile, ma si usava nel modo in cui i negozi di sandwich americani usano la carta oleata. Sopra c'era un'altra enorme foglia con una sorta di salsa deliziosa che si doveva mischiare con quella crespella. E poiché l'ha comprata "sulla strada", il venditore di questo intruglio l'ha avvolto in un giornale colorato (scritto in telugu, ovviamente), e lo ha legato con lo spago!

Domenica 23 settembre 2018

Fin qui tutto bene! Sono stato in posti molto estranei per una settimana, ma non mi sono affatto ammalato. Sto seguendo tutti i saggi consigli dei miei genitori che sanno per esperienza tutte le cose da fare e quelle da non fare per mantenersi in salute in India. Quindi evito non solo l'acqua che non è stata bollita, ma anche tutto ciò che non è  cotto e che potrebbe essere stato lavato in acqua. Ciò significa niente insalate né frutti con bucce sottili. Evito anche formaggio, yogurt e latte. Dal momento che è poco pratico bere solo acqua bollita (non ho nemmeno accesso a qualcosa con cui bollire o cucinare), grazie a Dio ho un LifeStraw. Questa è un'invenzione intelligente che è essenzialmente un grosso colino contenente un filtro con fori così piccoli che i batteri non possono attraversarlo. Quindi posso prendere dell'acqua che non è bollita ed è piena di batteri, e berla tranquillamente con questa cannuccia.

Padre Athanasius e io abbiamo servito stamattina il Mattutino della domenica, mentre il dottor Wesley e Lin hanno guardato. È stato bellissimo perché avevo tutta la mia musica con me per questo servizio. In seguito, abbiamo lasciato Lin alla "stazione degli autobus" (che era una baraccopoli terribilmente sporca) così che potesse tornare in quel monastero cattolico romano sulle colline del Kerala. Poi siamo andati in quello stesso ristorante e abbiamo fatto una deliziosa colazione. Successivamente, ci siamo diretti alla chiesa del dottor Wesley a Tuni per il servizio domenicale. Ma si è scoperto che la sua "chiesa" è solo un mucchio di sedie sotto una tenda fatta in casa, sistemata nel mezzo della piccola strada su cui vive suo fratello!

orfani nella chiesa di Tuni

alcune ragazze chiacchierano nella "chiesa di strada" dopo il sermone

Quando siamo arrivati​​, c'era un ragazzo che suonava una chitarra elettrica e cantava canzoni cristiane in telugu, mentre un altro ragazzo accanto a lui suonava una batteria elettrica. Tutto questo passava sugli altoparlanti ad un volume quasi assordante. Ancora una volta, quello striscione con le enormi foto di padre Athanasius e la mia è stato sistemato dietro il posto dove eravamo seduti.

Dopo il nostro arrivo, hanno interrotto la loro musica, e padre Athanasius ha iniziato il suo sermone. Ha parlato per circa un'ora, compreso il tempo per tradurre le sue frasi. Ha tenuto un sermone cercando di enfatizzare i punti della spiritualità ortodossa che i protestanti tipicamente trascurano, come l'importanza dell'umiltà e del pentimento. Mi ha colpito quanto debba essere impegnativo pronunciare lunghi sermoni del genere, ed ero contento di non essere quello a cui stavano chiedendo di parlare! A metà del suo sermone, un tempio indù in fondo alla strada ha iniziato le proprie preghiere, anche quelle su altoparlanti! Ma penso che i nostri diffusori (che proiettavano il sermone di padre Athanasius) fossero più rumorosi! Quindi abbiamo vinto. ☺

Dopo il suo sermone, abbiamo indossato entrambi le nostre stole e abbiamo unto tutti con il miro dell'icona mirovlita delle Hawaii. Abbiamo anche imposto le nostre stole su molte persone e abbiamo recitato preghiere per qualunque cosa volessero. Sono stati tutti molto grati. Molti di loro hanno espresso la loro gratitudine inchinandosi e toccando i nostri piedi. Penso che diventerebbero tutti eccellenti cristiani ortodossi, ma hanno molta strada da fare. Il dottor Wesley ha detto che ci sono 36 di loro che vogliono essere battezzati, ma ha dovuto dire loro di aspettare, dal momento che padre Athanasius gli ha sottolineato che non possiamo battezzare le persone prima di catechizzarle; hanno bisogno di avere una buona comprensione di ciò in cui stanno entrando prima di ricevere un dono così grande, dal momento che questo dono comporta un'enorme responsabilità.

Joshi-Paul introduce padre Athanasius alla sua congregazione domenicale

la mia vista sulla congregazione domenicale

Sono tutte persone così belle qui, e i bambini sono così adorabili. È frustrante non essere in grado di comunicare con loro direttamente, tranne con le poche frasi di base di telugu che ho imparato.

La moglie di Joshi-Paul ci ha mostrato un libro cristiano in inglese che stava leggendo. Con mia grande sorpresa, il suo autore era Zac Poonen! Sono stati sorpresi di sapere che è mio zio, dal momento che hanno letto alcuni dei 30 libri che ha scritto.

Dopo quella riunione domenicale, il dottor Wesley e sua moglie ci hanno portarono a pranzare allo stesso delizioso ristorante. Abbiamo fatto delle belle discussioni su vari aspetti delle pratiche della Chiesa ortodossa. Sono desiderosi di imparare e disposti ad accettare i modi ortodossi di fare le cose.

Alla sera, abbiamo fatto di nuovo i vespri nella mia stanza con il dottor Wesley, come facciamo ogni giorno. Successivamente, Joshi-Paul si è unito a noi e abbiamo discusso i piani per i prossimi giorni, così come per i prossimi anni. Entrambi vorranno diventare preti ortodossi, ma padre Athanasius ha spiegato loro che non è solo questione di trovare un vescovo per ordinarli; ciò di cui hanno veramente bisogno è di acquisire una mentalità ortodossa in modo che possano a loro volta trasmetterla al resto della gente. Ma per acquisire questa mentalità, è imperativo che l'apprendano da altri cristiani ortodossi che già ce l'hanno. Il modo più pratico per farlo sarebbe se andassero in un seminario ortodosso. E dal momento che conoscono già bene l'inglese, avrebbe senso per loro andare in un seminario in America.

Questo potrebbe non essere così facile, tuttavia, per due grandi motivi. In primo luogo, costerebbe un sacco di soldi, e loro sono piuttosto poveri. Il dottor Wesley era benestante economicamente. Ma quando il sostegno dall'estero per i suoi 200 orfani si è esaurito, ha iniziato a vendere tutto ciò che possedeva per sostenerli di tasca propria. Allo stesso modo, sua moglie ha venduto tutti i gioielli d'oro che aveva (che sarebbe stata la dote che avrebbe permesso alle sue figlie di sposarsi). E ora che ha speso tutti i suoi soldi, si trova in debito.

L'altro ostacolo potenzialmente grande sarebbe l'acquisizione di un visto. Alcuni anni fa, padre Seraphim Bell ha predicato l'Ortodossia in Nepal e ha catechizzato un nativo che era stato un sacerdote indù e voleva diventare un prete ortodosso per poter fondare una chiesa ortodossa in Nepal. Padre Serphim tentò di ottenere un visto perché lui andasse in un seminario in Russia, in Grecia o in America, ma nessuno di quei paesi gli ha dato un visto. Quindi quella missione in Nepal ha perso energia e alla fine è andata in pezzi.

Quando abbiamo finito di parlare erano le 21.30, e così ho fatto uno spuntino di mezzanotte e sono andato a letto. Al nostro pranzo tardivo avevo ordinato una porzione extra di riso, sapendo che di notte avrei avuto fame senza cenare. Quel riso è stato davvero una scelta azzeccata.

Successivamente, padre Athanasius ha acceso di nuovo il suo hot-spot Internet, quindi ho controllato brevemente le mie e-mail. Poi ho cercato "telugu" su Wikipedia. Ero curioso di scoprire di più su questa lingua e di vedere se è una lingua difficile da imparare. Ho scoperto che è la quindicesima lingua più parlata al mondo! Più di 80 milioni di persone la parlano. Sfortunatamente però, basandomi sul poco che ho visto, sembra che il telugu abbia una grammatica complessa, per non parlare di un alfabeto impossibile dall'aspetto esotico. Se la lingua fosse più semplice, sarei aperto alla possibilità di impararlo per aiutare queste persone bisognose. Ma posso vedere che questo approccio non è realistico. Non sarei in grado di dilettarmi con il telugu nel tempo libero e impararlo nel modo in cui ho imparato il romeno. Avrei bisogno di dedicarvi un sacco di tempo e fatica. Questa impresa non sarebbe senza frutto, ma per essere realistica, ho bisogno di chiedermi dove i miei sforzi sarebbero più produttivi. A mio avviso, lo sarebbero di più spendendo tempo usando gli altri talenti che mi sono stati dati. Una soluzione molto più realistica per queste persone in India sarebbe che un paio di loro che conoscono l'inglese venga in un seminario ortodosso, o forse anche che trascorra del tempo in una sana parrocchia ortodossa.

Poco dopo essermi addormentato, sono stato svegliato da una musica molto rumorosa e davvero esotica che veniva suonata su un altoparlante a due o tre isolati di distanza. Era così forte che i miei tappi per le orecchie erano impotenti a resistere al rumore. Fortunatamente per me, avevo un asso nella manica: ho acceso il ventilatore nella mia stanza a tutto volume. A quella velocità, emette un rumore "bianco" forte ma costante. E così questo rumore ha soffocato l'altro rumore, e sono riuscito a riaddormentarmi! Inutile dire che mi manca la mia tranquilla capanna in un'isola di boschi dell'Alaska.

Lunedì 24 settembre 2018

Mi sono svegliato verso le 5 di questa mattina, quindi ho avuto un po' di tempo per me. Avevo con me il mio piccolo lettore mp3, e così ho ascoltato gli Atti degli Apostoli in romeno, una registrazione di san Porfirio in greco, e poi alcune registrazioni magistrali di canto bizantino in greco. Mi ha colpito la mia ricchezza d'innografia ortodossa, perché ho accesso a questi capolavori che nessun altro in India ha.

Oggi abbiamo servito il Mattutino nella mia stanza alle 8 e poi siamo andati a fare colazione. Abbiamo avuto alcune altre piacevoli discussioni durante il nostro pasto e durante il viaggio di ritorno. Il dottor Wesley è molto desideroso di saperne di più sull'Ortodossia, ma è evidente dalle sue domande quanto ha ancora bisogno di imparare.

Una cosa di cui stavamo discutendo era quanto sarebbe naturale per gli indiani diventare ortodossi. Per quanto riguarda gli aspetti esterni dell'Ortodossia, abbiamo incenso, icone, sacerdoti e monaci con la barba e le tonache. Ma, cosa ancora più importante, l'aspetto interno dell'Ortodossia e la sua profonda spiritualità sarebbero compresi molto bene. Sono stato sorpreso di sapere che il dottor Wesley stima che il 90% delle persone in India prenda sul serio la propria fede. E se consideri che qui vive più di un miliardo di persone, il potenziale per questo paese è sbalorditivo. Ma c'è molto lavoro che dovrà essere fatto solo per mettere le cose in moto.

la chiesa cattolica romana blu

Nel nostro viaggio di ritorno, siamo passati vicino a questa chiesa cattolica romana blu, e ci siamo fermati a fare delle foto. Eravamo lì solo da un minuto quando una giovane donna è venuta da noi in lacrime, chiedendo preghiere per sua figlia di 2 anni con la febbre. Il nostro abbigliamento è particolarmente sorprendente per le persone in India, che hanno una grande pietà.

la chiesa cattolica romana blu

Nel pomeriggio dopo un pisolino, padre Athanasius e io volevamo fare una passeggiata e socializzare con le folle per le strade. Fino ad ora, avevamo avuto interazioni molto limitate con la gente comune perché eravamo sempre stati dentro l'auto quando andavamo da un posto all'altro. Ma Joshi-Paul apparentemente ha frainteso quello che volevamo quando ha sentito che volevamo "fare una passeggiata", così ha chiesto al figlio del dottor Wesley di accompagnarci in un quartiere elegante lì vicino dove tutto è tranquillo e pulito in modo che potessimo camminare in un posto piacevole. È stato bello, ma dovremo mescolarci alle folle qualche altro giorno. Ecco una foto del luogo in cui siamo andati a fare la passeggiata:

India rurale

bloccati in una buca fuori dal nostro hotel

Proprio mentre stavamo andando via dal nostro hotel, la macchina si è bloccata in una profonda buca. La buca era invisibile perché c'era così tanta acqua piovana (mista ad acqua di fogna) che stava straripando in quel punto. E poiché la nostra macchina era bloccata in mezzo alla strada, solo motocicli, scooter e biciclette potevano aggirarla. Un grande scuolabus pieno di studenti delle superiori era bloccato dietro di noi. Quindi l'autista è sceso, ha trovato una fune da qualche parte e ha legato la nostra auto al suo autobus in modo che potessimo uscire dalla buca.

Ho scattato una foto degli studenti sul bus, che erano molto contenti di vedere qualcuno come me che li fotografava:

Oggi era il nostro giorno libero, quindi non abbiamo avuto incontri con i pastori. Il dottor Wesley e suo figlio ci hanno portarono presto a cena nello stesso ristorante. Di nuovo, abbiamo avuto delle belle discussioni in macchina e mentre mangiavamo. C'è così tanto che lui non sa dell'Ortodossia, perché fondamentalmente sta partendo da zero, mentre ovviamente conosce molto bene la Bibbia. Mi fa capire quanto io sia molto avanzato nella mia comprensione concettuale non solo dei dogmi ortodossi, ma anche della spiritualità ortodossa, della storia, delle arti liturgiche, delle usanze, ecc. Potrebbe trarre grandi benefici dall'avere qualcuno in giro con questo tipo di comprensione concettuale dell'Ortodossia, specialmente se qualcuno mette in pratica quei concetti.

Vedere qualcuno come lui nel bisogno mi suscita naturalmente il desiderio compassionevole di volerlo aiutare, ma non credo di essere io quello che è chiamato a questo lavoro. Non solo non è il mio stile vivere in una città rumorosa come questa, ma vedo che non ho quel dono di predicare che è necessario. Quando provo a fare un sermone, esaurisco le cose da dire dopo 4-5 minuti. Un'altra mia seria debolezza è che non ho un buon senso di come dare loro i giusti cibi spirituali ai tempi giusti, dando loro solo "latte" all'inizio, come dice San Paolo. Spero solo e prego che Dio organizzerà qualcuno che venga ad aiutare queste brave persone in India.

Oggi abbiamo fatto il Vespro come al solito, e questa volta anche il dottor Wesley aveva con sé il figlio Precious. Padre Athanasius ha osservato che nell'ultima settimana siamo stati qui, il dottor Wesley ha progredito. Lui stesso ci ha detto di aver provato qualcosa di veramente unico e speciale durante i servizi, come un formicolio tra le sue braccia. Padre Athanasius è molto contento di vedere e sentire questo, dal momento che dice che questo è uno sviluppo molto normale per le persone che si stanno convertendo: all'inizio sono colti di sorpresa dal modo in cui il culto ortodosso è diverso, ma gradualmente la grazia affonda e li tocca.

Dopo il Vespro ci siamo seduti a tenere altre discussioni. Anche Joshi-Paul si è unito a noi. Padre Athanasius mi ha chiesto di parlare loro della preghiera di Gesù, così ho detto alcune cose su come questa è l'attuazione dell'ingiunzione di san Paolo sul "pregare senza sosta" e della parabola di Cristo della vedova e del giudice ingiusto. Ho raccontato loro come la corda di preghiera e la preghiera orale aiutano a focalizzare la mente, e che questa preghiera è detta dai monaci tutto il giorno mentre lavorano. Non ho approfondito gli aspetti più avanzati del pregare noeticamente sincronizzando le parole con il respiro, ma ho semplicemente sottolineato che l'essenza della preghiera di Gesù è un amorevole, umile pentimento.

Padre Athanasius voleva anche che io parlassi loro dei pensieri intrusivi, così ho spiegato loro le fasi dei pensieri peccaminosi di cui parla san Giovanni Climaco: prima viene l'assalto (προσβολη), quindi si può procedere a un dialogo (συνδιασμος) con il pensiero, seguito da un assenso (συγκαταθεσις), che se dato porta più volte a una passione (παθος). E ho raccontto loro la storia di abba Dorotheos che lo dimostra, quando un anziano portò i suoi monaci nella foresta e li fece provare a sradicare alberi di diverse dimensioni.

Sono stati molto ricettivi del messaggio e avevano molte buone domande. Padre Athanasius ha scritto il Credo di Nicea perché lo traducessero in telugu. Ha sottolineato che se non sono disposti ad accettare questo credo, allora non saranno in grado di diventare ortodossi. Ma il dottor Wesley ci ha assicurato che non prevedeva che avrebbero avuto problemi con il credo.

L'hot spot di padre Athanasius non funziona molto bene; si spegne automaticamente, quindi deve continuare a riaccenderlo per me. E anche quando è acceso, la larghezza di banda non mi consente di trasferire file di grandi dimensioni. Così il dottor Wesley ha creato un hot spot per me con il suo telefono e mi ha permesso di condividere l'ultima versione di questo diario con padre Athanasius. Sono curioso di sapere cosa ne pensa. Forse dovrò omettere alcune delle cose più personali che ho scritto sulla gente prima di condividerla con i miei figli spirituali e i miei amici, perché una volta che una copia elettronica esce in rete, tende ad andare ovunque su internet.

Oggi ho ricevuto un'e-mail insolita. Era dello ierodiacono Grigorios di Vatopedi, e mi informava che voleva chiamarmi al telefono perché ha un messaggio per me dal suo abate, geronda Efrem! Non sono sicuro di cosa aspettarmi, visto che ci siamo incontrati brevemente per due volte in Arizona e una volta quando ero un laico. Mi chiedo se abbia sentito parlare di questa missione in India e voglia entrarci. Ma penso che sarebbe più probabile per lui avere sentito dire che non sono più l'attendente di cella di Geronda e che ho lasciato il monastero di sant'Antonio. E poiché è una persona compassionevole, probabilmente vuole farmi sapere che è disposto ad aiutarmi in ogni modo possibile se ne ho bisogno. Ad ogni modo, vedremo se riuscirà a chiamarmi sul telefono di padre Athanasius, perché il mio non sta funzionando qui.

Martedì 25 settembre 2018

Mi sono svegliato abbastanza presto oggi, verso le 5. È così bello avere un momento tranquillo al mattino come questo. Vedo che non sono tagliato per la vita frenetica delle città, né mi sento a mio agio nella vita caotica dell'India. Essendo un monaco, però, mi rendo conto che il comfort non è il nostro obiettivo; il nostro obiettivo è l'unione con Dio e la santità. E come sottolinea l'anziano Sophrony nel suo libro su san Silvano, non è vivere nel deserto che santifica necessariamente una persona, né le prediche agli altri che santificano, ma piuttosto fare la volontà di Dio nella tua vita particolare.

Dopo aver servitor il Mattutino alle 8 come al solito, siamo usciti a fare colazione con il dottor Wesley e suo figlio. Padre Athanasius ha condiviso con noi un piano entusiasmante che ha escogitato. Come stavamo dicendo l'altro giorno, è davvero cruciale per il dottor Wesley, Joshi-Paul e pochi altri ricevere un solido addestramento ortodosso. Solo in questo modo saranno in grado di trasmettere il tesoro dell'Ortodossia agli altri. Ma per loro andare in seminario in America è probabilmente irrealistico, perché anche se riescono a ottenere visti per studiarvi, il costo non lo renderà fattibile. Dopotutto, non solo viaggiare dall'India all'America è costoso, ma pagare le tasse scolastiche e il vitto e l'alloggio sarebbe molto al di sopra dei loro mezzi, soprattutto perché ci saranno più di uno o due pastori in India che vorranno imparare bene l'Ortodossia per diventare sacerdoti.

Quindi, padre Athanasius pensa che una soluzione molto più pratica sarebbe mandarli nelle Filippine! C'è un prete lì, padre Silouan, che ha avuto un enorme successo facendo un lavoro missionario. Ha battezzato 5.000 persone e ha fondato molte parrocchie e formato molti sacerdoti. Ha iniziato a fare tutto in inglese, per poi passare gradualmente a utilizzare sempre più la lingua locale. Padre Athanasius lo conosce personalmente e si fida di lui e crede che potrebbe fare un ottimo lavoro di formazione di un gruppo di pastori dall'India se potessero trascorrere un anno o due lì. Costa solo 250 dollari volare dall'India alle Filippine, e anche il costo della vita nelle Filippine è basso. Quindi questo permetterebbe a molti altri pastori provenienti dall'India di andare e imparare cos'è l'Ortodossia. In questo momento, infatti, vogliono diventare ortodossi principalmente a causa di ciò che il dottor Wesley ha detto loro negli ultimi sei mesi. Ma dal momento che lui stesso ha solo un'idea generale, è in grado di dare loro solo un'idea generale a riguardo.

Resta da vedere quale (eventuale) ruolo avrò io in tutto questo. Il dottor Wesley vorrebbe farmi tornare di nuovo insieme a padre Athanasius alla sua prossima visita, che potrebbe essere tra pochi mesi da adesso. Presumo che anche padre Athanasius vorrebbe avermi con sé, visto che andiamo andati d'accordo e ci fa piacere la reciproca compagnia.

Io ho sentimenti contrastanti su questo. Da un lato, mi piacerebbe aiutare queste persone meravigliose, ma d'altra parte, mi sento molto fuori luogo qui, e mi chiedo se la mia presenza qui stia facendo una grande differenza, oltre a fornire solo supporto morale. Oltre a fare il canto per i nostri Mattutini e Vespri quotidiani, non sto facendo molto, se non piccoli contributi alle discussioni che padre Athanasius sta avendo con il dottor Wesley. Forse sono pessimista e sto solo avendo "logismoi". In ogni caso, sono fiducioso che il tempo ce lo dirà. Il nostro viaggio è solo a metà, e quindi vedremo come andranno i restanti cinque giorni.

Devo ammettere che sono un "αμερικανακι" viziato. Mi piace avere tutti i comfort della vita che abbiamo in America, anche nella mia baita rustica nei boschi. Dopotutto, lì ho pur sempre un computer, accesso a Internet e un telefono, e un ambiente che mi è comodo e familiare. Qui sono costantemente in guardia e iper-vigile perché non solo tutto è molto sporco ma anche piuttosto pericoloso; basta prendere una goccia di acqua non depurata sul cibo, o solo una puntura di zanzara (o un morso di cobra, se è per questo!) per farti veramente ammalare o addirittura morire. È deprimente andare fuori e vedere ovunque la sporcizia e la povertà. E le alte temperature e l'alta umidità certamente non aiutano. Non posso davvero lamentarmi, però, dato che trascorro la maggior parte del mio tempo in stanze con aria condizionata e viaggio in un'auto con aria condizionata. Pensavo di essere in qualche modo un asceta vivendo in una cabina senza apparecchi elettrici o acqua corrente o riscaldamento centralizzato, ma ora che vedo come vive la persona media in India, posso vedere che mi sto prendendo in giro con pensieri del genere. Non penso di avere il livello di abnegazione per poter sacrificare la buona vita che ho. Possa Dio perdonarmi e possa anche ricompensare centuplicati tutti quelli che sopportano il pesante fardello di vivere in una tale miserabile povertà.

Dopo la nostra colazione siamo passati dal centro conferenze di proprietà del dottor Wesley, che è il luogo in cui si è svolto il nostro primo incontro. Ci ha fatto fare un giro dell'altro edificio, che ospitava 200 orfani. Ora è in rovina, anche se non ci vorrebbe molto per risistemare il posto. È un edificio a due piani con alcune dozzine di stanze. Il posto ha un grande potenziale. Padre Athanasius ha sottolineato che potrebbe essere un giorno un monastero. Ha ragione, anche se non riesce a essere all'altezza degli standard monastici di isolamento e tranquillità, poiché l'autostrada è così vicina che il traffico è udibile. Almeno ha molto isolamento dai vicini, dal momento che è circondato da foreste e accanto a un lago e una bella collina. Ma nessuno osa salire su quelle splendide colline perché è lì che stanno tutti i serpenti. Ecco alcune foto che ho fatto di questo posto:

Oggi pomeriggio ho fatto un altro pisolino perché mi sentivo stanco. In questi giorni sono abbastanza sedentario, dal momento che sto camminando pochissimo, non faccio lavoro fisico e mangio in abbondanza. (Forse è per questo che sento la mia cintura un po' più stretta!) Ma quando è così caldo e umido, tutto quello che vuoi fare è sederti e vegetare. Non vedo l'ora che arrivi un bell'inverno freddo in Alaska con tanto lavoro fisico!

Oggi abbiamo cenato presto, così avremmo avuto il tempo di tornare al nostro hotel, servire il Vespro e poi andare a predicare a un gruppo di 50 pastori e ad altri con loro. Sulla via del ritorno dalla cena, la nostra conversazione ha divagato un ciò che a me sembrava chiacchiere inutili. Non sono sicuro di cosa mi infastidisca più che le chiacchiere inutili. Non è certo perché sono una persona spirituale che ama così tanto Dio da non poter sopportare di pensare a questioni mondane. Se così fosse, non avrei alcun problema con la distrazione nella preghiera. Penso che le chiacchiere inutili mi preoccupino soprattutto quando mi sembra che non ci sia un vero scopo nella conversazione, e si stia sprecando tempo. Ma suppongo che non dovrei essere così severo nel respingere il valore di tali conversazioni, perché sono venuto a capire che molte persone usano le chiacchiere inutili come solo un modo per provare a costruire una migliore connessione con le altre persone in modo che possano sentirsi più a loro agio con loro e poi approfondire la loro connessione.

Comunque, nel bene o nel male, ho messo fine alla chiacchiere chiedendo a padre Athanasius quali libri propone ai nuovi convertiti all'Ortodossia. Questa domanda era nella mia mente perché ci sono così tanti meravigliosi libri ortodossi disponibili ora (in inglese) che sono così necessari a queste persone in India. Mi è piaciuta molto la risposta di padre Athanasius. Fondamentalmente, ha detto che persone diverse hanno bisogno di cibo spirituale diverso: alcuni hanno bisogno di cibo per la loro mente e altri per il loro cuore. Ha osservato che gli uomini in genere preferiscono il cibo per la loro mente mentre le donne preferiscono il cibo per il loro cuore. Ma alla fine entrambi devono diventare a tutto tondo, e quindi anche se un particolare tipo di libro parla ad una persona all'inizio della sua conversione, questa dovrà maturare e assicurarsi che anche la parte trascurata sia nutrita.

Abbiamo tenuto una conferenza serale in un piccolo villaggio vicino all'oceano. Il dottor Wesley ci ha detto: "È vicino, a soli 40 minuti di distanza. Si inizia alle 7, quindi partiremo alle 7 per arrivarci!" Come potete vedere, l'idea di "essere in ritardo" è estranea agli indiani.

Sfortunatamente, tuttavia, ci sono stati alcuni temporali con molta pioggia che hanno impedito alla maggior parte della gente di venire. E non abbiamo potuto andare alla grande tenda che avevano preparato, così invece siamo andati a casa di qualcuno che aveva una piccola estensione sulla sua casa coperta da un telo di plastica per proteggerci dalla pioggia. Circa trenta persone si sono presentate, per lo più persone tra i 20 e i 30 anni insieme ai loro bambini piccoli. Tutti si sono seduti sul pavimento di cemento in modo molto naturale, come se fosse qualcosa che fanno sempre. Ma il posto era molto rurale, anche per gli standard dell'India! Hanno iniziato cantando canzoni cristiane in Telugu, battendo le mani a ritmo. È stato piuttosto vivace e selvaggio! Ho fatto un video e alcune foto:

Quindi padre Athanasius ha iniziato il suo sermone. Aveva preparato un sermone sulla Chiesa perché questo incontro doveva essere un incontro di 50 pastori. Ma dal momento che non ce l'hanno fatta, ha dovuto inventare un sermone diverso per predicare, dal momento che queste persone semplici non avrebbero afferrato o tratto beneficio da un sermone sull'ecclesiologia. Avevano bisogno di qualcosa di molto semplice, e così questo è quello che ha dato loro. Secondo i miei standard, il suo messaggio era troppo semplice per fornire un qualsiasi nutrimento spirituale. Ma a quanto pare, sono stati commossi da ciò che ha detto loro. Quindi immagino che questo mostri che tipo di discernimento ho io! È una buona cosa che tocchi a lui fare i sermoni e non a me, perché probabilmente avrei detto loro cose troppo difficili da capire, dando per scontato che sapessero già le cose che io davo per scontate.

Una sfida in più di quella sera era che c'erano molte zanzare aggressive! Fortunatamente per me, mi aspettavo qualcosa del genere, quindi mi ero già spruzzato il collo, le mani e le caviglie con il Repel (uno dei due unici repellenti per insetti che riescono proteggere le persone dalle zanzare). Ma il povero padre Athanasius non aveva pensato di usare il suo, e così ha dovuto lottare con le zanzare tutt'attorno a lui. Durante il suo sermone, qualcuno ha persino schiacciato una zanzara sulla sua gamba! Almeno le persone hanno tirato fuori alcuni pezzi speciali di carta che, una volta bruciati, creano un fumo speciale che le zanzare non sopportano. Ha funzionato bene, ma dopo circa 15 minuti, le zanzare sono tornate.

Quando abbiamo finito, era molto tardi. In qualche modo sono riuscito a dormire in macchina durante il viaggio di ritorno in hotel, nonostante la strada molto sconnessa.

Mercoledì 26 settembre 2018

Siamo partiti stamattina presto, alle 6 del mattino, in modo da poter guidare fino a Vizag e incontrare lì alcune persone. Sulla strada, ci siamo fermati in un ristorante vicino all'autostrada. Non era di alta classe come l'altro ristorante in cui andiamo ogni giorno, ma era abbastanza buono. Non ci hanno dato posate con il nostro pasto, ma ci andava bene mangiare con le mani. Ecco una foto del luogo:

Padre Athanasius e io abbiamo preso un "dhosa alle cipolle". In pratica si tratta di una sottile crespella con ripieno di cipolle crude tagliate e varie salse che potete aggiungere. Io vi ho aggiunto un chutney di cocco, ed era delizioso. Padre Athanasius ha poi commentato: "Scommetto che non avete mai mangiato cipolle crude a colazione! Immaginate cosa direbbero al monastero se mangiaste cipolle crude con un pancake a colazione!" Al che ho risposto: "Beh, in realtà..." ;)

Sulla strada, abbiamo incontrato diversi segnali umoristici. Un camion per il trasporto di gas contenente metanolo aveva un segnale di avvertimento sul retro che diceva: "altamente infiammabile"! E diverse volte abbiamo visto un cartello che diceva: "Area soggetta a incidenti"! Dal modo in cui guida la gente, direi che l'intero sistema stradale in India è un'area soggetta a incidenti. Abbiamo anche passato un cartello che diceva: "Questa proprietà non è in vendita. Fate attenzione ai venditori fraudolenti"! Il più sorprendente di tutti era uno che aveva un adesivo sul retro della sua auto con un disegno di figura stilizzata di una persona che picchiava un'altra persona e il messaggio di avviso: "Non toccate la mia macchina!"

Quando siamo arrivati a Vizag, siamo andati prima alla casa del dottor Wesley. In questo momento lui e la sua famiglia vivono nella lussuosa casa di una persona ricca che sta lasciando che usino la sua casa per un paio di mesi. Fa parte di una comunità chiusa che ha sempre una guardia al cancello. Il dottor Wesley non ha una sua casa perché il suo padrone di casa li ha sfrattati con un preavviso di un'ora dopo che ha iniziato a restare indietro nel suo affitto. Non poteva pagare l'affitto perché aveva esaurito tutti i suoi soldi per sostenere quegli orfani. Dal momento che il dottor Wesley non ha avuto il tempo di raccogliere i suoi mobili, lui e la sua famiglia vivono senza mobili e dormono sul pavimento in quella casa lussuosa.

A pochi minuti dalla loro casa c'è una favolosa spiaggia sull'Oceano Indiano. Per qualche strana ragione, però, le spiagge sono vuote. Forse una parte della ragione sono le forti correnti sotterranee che rendono troppo pericoloso nuotare. Padre Athanasius diceva che qualsiasi spiaggia come questa in America avrebbe sempre avuto migliaia di persone. Siamo usciti dalla macchina per un minuto e abbiamo scattato queste foto:

Poi siamo andati a pranzare in un ristorante molto elegante, molto più alla moda di qualsiasi cosa si possa trovare a Tuni. Vizag è una città molto più bella di Tuni. Vizag ha tutti i tipi di negozi, molti dei quali hanno nomi scritti in inglese. Molti negozi hanno qualcuno il cui compito è quello di aprirti la porta quando entri ed esci! Dopo pranzo, siamo andati a casa di qualcuno, dove dieci donne e due uomini si erano radunati per ascoltare la predica di padre Athanasius. Ecco una foto di questo piccolo gruppo:

Padre Athanasius ha tenuto un altro sermone con un messaggio semplice. Sta attraversando un periodo difficile cercando di capire come raggiungere queste persone in modo più efficace. Da un lato, si rende conto che probabilmente non è molto utile cercare di spiegare ad alcune casalinghe semplici e non istruite le differenze tra le denominazioni e le questioni dottrinali. D'altro canto, se dà alle persone un messaggio di un livello troppo basso, non le lascerà davvero con qualcosa che le aiuterà a crescere e diventare ortodossa.

Questa era anche la mia preoccupazione. Mentre sono felice di fare tutto il possibile per aiutare questa missione in India, non voglio sprecare il mio tempo dando un contributo irrilevante. Nel modo in cui le cose sono andate finora, siamo stati in grado di dare solo gocce d'acqua a persone che muoiono di sete.

Padre Athanasius aveva l'impressione che avrebbe avuto un gruppo di pastori con incontri ripetuti, e in questo modo avrebbe avuto l'opportunità di far superare loro le basi. Ma invece, abbiamo avuto solo un'ora o due per ogni gruppo di persone, che non rivedremo mai più. Che tipo di beneficio puoi dare alle persone, quando hai così poco tempo, per non parlare della barriera linguistica?

Dopo che padre Athanasius ha finito il suo sermone, il dottor Wesley mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto parlare con quel piccolo gruppo. Ho risposto tristemente: "Oh, mi dispiace; non ho preparato nulla. Ma forse hanno qualche domanda per noi". Così quando il traduttore ha detto loro la mia risposta, una delle donne ha chiesto perché ci vestiamo di nero. Padre Athanasius ha spiegato loro l'importanza dei sacerdoti che avevano un aspetto diverso. E poi ho aggiunto che il nero è un colore del pentimento. Volevo aggiungere che è anche un colore di gioia (χαροποιον πενθος), ma avevo paura di esagerare parlando di qualcosa di cui non hanno esperienza con cui relazionarsi, quindi non ne ho parlato.

Durante il lungo viaggio di ritorno a Tuni, abbiamo avuto delle buone discussioni con il dottor Wesley. Ha chiesto se il modo in cui le cose sono nella Chiesa ortodossa ora sono allo stesso modo in cui erano nella Chiesa primitiva. Gli abbiamo spiegato che le cose si sono sviluppate organicamente negli ultimi due millenni, e quindi le cose non sono esattamente le stesse nella forma. Ma in termini di spirito delle cose, sono uguali. Ho fatto notare che è difficile spiegare come noi ortodossi possiamo affermare di aver conservato la vera Chiesa degli apostoli e che i cattolici romani non l'hanno preservata perché hanno cambiato le cose, se teniamo a mente che anche la Chiesa ortodossa ha cambiato le cose. Secondo me, possiamo formulare oggettivamente quest'affermazione perché alcuni dei cambiamenti dei cattolici romani sono stati delle improvvise interruzioni della tradizione, vere innovazioni e non solo uno sviluppo naturale. Per esempio, l'idea dell'infallibilità del papa era chiaramente una nuova invenzione senza precedenti storici. Quindi possiamo dire obiettivamente che questo nuovo dogma è un allontanamento dalla Chiesa primitiva. Padre Athanasius ha detto che sarebbe assolutamente felice se gli venisse fatto questo tipo di domande da uno dei pastori qui in India, ma la triste realtà della situazione con loro è che semplicemente non sembrano avere in questo momento la profondità di arrivare a quel tipo di domande.

La moglie del dott. Wesley gli ha detto oggi che ora è certa di voler diventare ortodossa. La sua decisione si basa in parte sulle cose che ha sentito predicare da padre Athanasius e in parte sui libri ortodossi in inglese portati da padre Athanasius e che ha letto in questi giorni. Ma la cosa triste è che non sarà facile battezzarla, dato che prima dovrà passare attraverso un accurato catechismo, e non c'è nessuno che possa farlo per lei in India. È una donna di preghiera molto devota. Non è insolito per lei trascorrere cinque ore in preghiera ogni giorno. E quando digiuna, passa 40 giorni senza cibo e beve solo acqua. Si chiede se potrebbe andare a visitare un monastero come lo skit di san Nilo per un mese o due per pregare. Padre Athanasius pensava che sarebbe stato troppo freddo per lei in Alaska. Quindi ho suggerito che le potrebbe piacere Safford, dove è molto più caldo. Avrei amato raccomandare per lei uno dei nostri monasteri greci, ma penso che a questo punto della sua vita lei trarrebbe maggior beneficio trovandosi in un posto dove i servizi di chiesa sono in una lingua che lei comprende.

Quando siamo tornati a Tuni, siamo andati direttamente all'incontro dei pastori, senza fermarci al nostro hotel o per cena. Ma fortunatamente per me, prima di raggiungere Tuni, ci siamo fermati per uno spuntino, che mi davvero aiutato. Era una specie di pane fritto con dentro qualche gustosa e strana verdura. Sto cercando di mantenere il digiuno nei giorni di digiuno, ma non è sempre realistico farlo, specialmente quando il tuo ospite ti offre del cibo che ha preparato appositamente per te.

Finalmente siamo arrivati ​​al villaggio alle 8:30 per il nostro incontro delle 7:30. Ma per l'India, essere un'ora in ritardo non è così raro, quindi andava bene. Volevano che inaugurassimo la loro chiesa come chiesa ortodossa, quindi padre Athanasius ha letto una versione modificata delle preghiere per la benedizione di una casa. Non appena abbiamo raggiunto la parte del servizio dove cantavo alcuni tropari, immediatamente tutta la congregazione ha iniziato a battere le mani a ritmo! Inutile dire che hanno avuto difficoltà a farlo per le melodie irmologiche che non hanno molto ritmo per gli applausi.

Successivamente, padre Athanasius ha tenuto un sermone, ma lo ha tenuto breve poiché si stava facendo tardi. C'erano circa 30 persone presenti. Poi, come al solito, entrambi abbiamo benedetto tutte le persone con il miro dell'icona hawaiana. Mentre stavamo facendo tutto questo, l'elettricità continuava a interrompersi, ma questa è solo una parte della vita da queste parti. Proprio lungo la nostra strada, c'era un canto e una danza selvaggia a causa di un festival indù. Ecco una foto di p. Athanasius che taglia il nastro che avevano legato attraverso la porta:

Ed ecco una foto dell'interno di quella chiesa che abbiamo inaugurato. Come potete vedere, è solo un semplice edificio di una sola stanza.

Dopo essere tornati a Tuni, ci siamo fermati per una cena veloce a tarda sera, e poi siamo andati subito a letto. Eravamo esausti dopo essere rimasti fuori per circa 17 ore.

Giovedì 27 settembre 2018

Ero così stanco per la corsa di ieri che la notte ho dormito come un sasso per 8 ore di fila. Avevamo previsto che saremmo stati esausti, così abbiamo deciso di iniziare il Mattutino alle 9 invece che alle 8. E poiché mi sono svegliato abbastanza presto, ho passato un po' di tempo tranquillo da solo. Così ho fatto una serie di prosternazioni e una doccia tanto necessaria.

Il dottor Wesley doveva andare a prendersi cura di qualcosa, quindi solo padre Athanasius e io abbiamo servito il Mattutino. Il servizio è stato molto rinvigorente spiritualmente. Entrambi abbiamo bisogno di quel tipo di ricarica dopo aver affrontato tutta la follia e l'imprevedibilità dell'India.

Cantare dalle mie composizioni di musica bizantina mi dà una sensazione agrodolce. Da un lato, mi dà una grande gioia poter finalmente raccogliere i frutti di tutto il lavoro che ho svolto. Ma d'altra parte, mi sento triste e persino colpevole perché mi rendo conto di quanto avrei potuto creare di più se fossi stato più organizzato con il mio tempo e meno distratto da altre cose.

Dopo la fine del Mattutino, il dottor Wesley ci ha portato un altro di quei pasti avvolti in foglie di banana. Non ho idea di cosa ci fosse dentro, ma era davvero delizioso. Potrebbe essere difficile tornare a mangiare solo fagioli e riso ogni giorno in monastero dopo un cibo così intensamente saporito in India.

Anche Joshi-Paul è venuto nella stanza d'albergo, e noi quattro abbiamo tenuto una discussione molto buona quando ha chiesto quale sarebbe stato il prossimo passo per lui e per il suo popolo. Stiamo iniziando a ottenere un po 'più di chiarezza su come, per grazia di Dio, possiamo rendere tutte queste persone veramente ortodosse.

Il primo grande passo sarà quello di portare il maggior numero possibile dei loro pastori nelle Filippine per l'addestramento teologico e la formazione spirituale. Un altro passo cruciale sarà quello di iniziare con la traduzione di libri ortodossi in telugu. Il dottor Wesley e Joshi-Paul sono disposti e desiderosi di tradurre alcuni libri, e hanno detto che hanno anche un professore universitario che potrebbero pagare per fare traduzioni. Anche se questo è buono, onestamente non penso che sarà sufficiente. Così dissi loro: "Idealmente dovresti trovare quanti più traduttori possibile, anche se non sono cristiani e devono essere pagati, perché ci sono così tanti libri ortodossi con un enorme potenziale per aiutare le persone e cambiare la loro vita. E una volta tradotto un libro, potrete stampare centinaia o persino migliaia di copie, che potranno raggiungere migliaia e migliaia di persone e insegnare loro con poco sforzo". Questa era la mia idea, ma non sono sicuro che l'abbiano apprezzata abbastanza da intraprenderla con vigore.

Il dottor Wesley ha commentato tristemente: "Beh, sembra che voi abbiate solo altri tre giorni con noi". Lui e tutta la sua famiglia e i parrocchiani stanno davvero apprezzando la nostra presenza. Siamo come delle superstar per loro. Ma per quanto mi riguarda, io sono pronto per andare a casa. Mi manca la mia famiglia monastica in Alaska, così come tutta la pace e la bellezza di quel luogo. Anche se sono in grado di gestire un soggiorno in mezzo a molte persone e amo connettermi con loro, penso che il mio vero posto nella vita sia di essere più isolato. Sono troppo un monaco nel cuore per essere circondato da così tante persone.

Dopo aver fatto un pisolino, padre Athanasius e io volevamo andare a passeggiare per la città per avere un'esperienza di vita più completa sulla strada. Quindi i due figli del dottor Wesley ci hanno accompagnato per poter tradurre. È stato affascinante vedere tutte le cose insolite in giro. C'erano un sacco di mucche e maiali che vagavano, badando ai fatti loro, alla ricerca di cibo. Sebbene non ci fosse molta erba in questa città, erano abbastanza soddisfatti rovistando tra la spazzatura e mangiando gli avanzi. Fortunatamente per loro, c'è un sacco di spazzatura ovunque. E per peggiorare le cose, ci sono fogne aperte lungo ogni strada. Alcune sezioni della fogna sono coperte da blocchi di cemento, ma queste non impediscono agli odori di penetrare dalle fessure. E per finire, la temperatura era oltre i 30 gradi e la percentuale di umidità attorno al 90 per cento, così sudavamo più dei maiali, che almeno avevano il lusso di potersi rotolare nelle fogne per rinfrescarsi!

Una cosa divertente che abbiamo incontrato era un carrello dei gelati su ruote. La parte umoristica era che invece di avere quel caratteristico suono tintinnante che tipicamente hanno i carretti dei gelati in America, aveva la registrazione di una ragazzina trasmessa da un altoparlante, che ripeteva in un'adorabile voce acuta più e più volte: "Vendo gelati! Vendo gelati!" Per noi era divertente, ma posso immaginare che il povero gelataio poteva essere sul punto di impazzire, ad ascoltare quella registrazione tutto il giorno.

Mentre camminavamo per le strade, dovevamo stare costantemente attenti a non essere colpiti da nessuno dei risciò, scooter, moto, auto e camion. Suonavano sempre il clacson, quindi suppongo che la probabilità di essere colpiti non fosse così alta. Ma tutto ciò che suona il clacson ti dà sui nervi. E sapendo che il mio smartphone era nella mia tasca, dovevo anche stare attento ai borseggiatori. Non sarebbe stato difficile comprare un altro smartphone, ma la mia preoccupazione era che avrei perso tutto ciò che avevo scritto sul mio diario durante questo viaggio.

Inutile dire che la nostra piccola escursione di mezz'ora non è stata molto piacevole. Ho difficoltà a cogliere il modo in cui tutti sopportano questo orribile stile di vita. Ma suppongo che abbiano una tale povertà che in realtà non hanno molta scelta. Deve dare loro la pazienza di un santo. Una cosa è certa: vedere la loro assoluta privazione mi fa davvero apprezzare tutte le cose meravigliose che ho nella mia vita. E così la prossima volta che qualcuno cerca di lodarmi per la mia presunta vita ascetica di privazione perché sto vivendo in una capanna nei boschi, penserò tra me: "Non hai idea di cosa significhi privazione".

Quasi tutti quelli che ci vedevano ci guardavano meravigliati. Era abbastanza strano per loro vedere una persona dalla pelle bianca nella loro città. Ma poi anche le nostre tonache nere erano qualcosa che probabilmente non avevano mai incontrato nella loro vita. Avremmo potuto anche essere alieni. Così ho sorriso piacevolmente e ho fatto finta di essere normale. Un pastore cristiano è arrivato sulla sua moto con la moglie e gli amici, e quando ci ha visto si è fermato per essere benedetto da noi e per farsi scattare una foto con noi:

Siamo anche passati da una chiesa battista, andando dentro e facendo delle foto. Un buon vecchio e sua moglie ci hanno salutato gentilmente e hanno chiesto le nostre preghiere e le nostre benedizioni. Eccoli:

Joshi-Paul ci ha informato che negli ultimi due giorni, 19 persone sono state guarite in un posto in cui abbiamo predicato, 8 persone in un altro e 20 in un altro ancora! Dopo ogni sermone di padre Athanasius, entrambi ci mettiamo le stole, ungiamo le persone con il miro dell'icona hawaiana, e poniamo le nostre stole su di loro mentre diciamo per loro alcune preghiere tra noi in silenzio. Penso che la ragione per cui così tante persone siano guarite è in parte a causa di tutta la grazia dell'icona hawaiana, e in parte a causa della forte fede della gente. È molto commovente assistere alla loro profonda pietà. Ci stanno trattando come se fossimo degli angeli che sono discesi dal cielo.

Mentre stavamo guidando lungo l'autostrada verso la conferenza questa sera, abbiamo colpito una mucca! Le strade non sono ben illuminate e dal nulla è apparsa una mucca nera che ha deciso di attraversare la strada. Fortunatamente per noi (e per la mucca), il dottor Wesley è riuscito a schiacciare i freni abbastanza velocemente, così da non colpirla molto duramente. Il dottor Wesley ha voluto assicurarsi che includessimo questo incidente nel mio diario! Lo abbiamo preso in giro, ma lui ha riso insieme a noi alle nostre battute.

Per la prima volta, in realtà ci siamo presentati presto per un incontro oggi! Era in un villaggio diverso, a circa 40 minuti da Tuni. Mentre aspettavamo che il resto della gente si presentasse, ho incontrato alcune delle altre persone che erano venute presto e sono state in grado di parlare un po 'con loro attraverso il loro inglese stentato. Padre Athanasius mi ha incoraggiato a cantare qualcosa, così ho cantato l'apolytikion della croce in inglese. Poi una ragazza del college ha cantato una canzone cristiana che conosceva in telugu. Aveva una bella voce con uno stile molto indiano. E poi ho cantato un "Gloria al Padre..." nel primo modo plagale stichirale, e lei ha cantato qualcos'altro. Ho anche cantato Cristo è Risorto e l'Αξιον εστιν di Hatziathanasiou nel primo modo plagale enarmonico in greco. Una dozzina di altri giovani ci guardavano e ascoltavano con grande interesse. Erano particolarmente affascinati dallo spartito della musica bizantina in inglese che ho mostrato loro. Ecco alcune loro foto:

Prima che padre Athanasius iniziasse il suo sermone, il loro pastore ha detto alcune parole e poi li ha guidati in alcuni canti. Ne ho registrato alcuni in video clip perché erano così selvaggi e rumorosi! Avevano anche la batteria, e tutti battenvano le mani a ritmo. La loro forma di culto è così lontana da un servizio ortodosso da farmi chiedere se queste persone saranno in grado di "convertirsi" al culto ortodosso. Ma a loro credito, a giudicare dal modo in cui li ho visti pregare prima e dopo il nostro incontro, è chiaro che hanno una fede molto profonda con una preghiera sincera.

In uno degli incontri precedenti, qualcuno ha chiesto: "Se diventiamo ortodossi, saremo in grado di continuare a cantare i canti che conosciamo e amiamo?". Padre Athanasius ha risposto con la massima delicatezza che avrebbero dovuto conformarsi al modo ortodosso di fare i servizi. Mi sono sentito male per loro e ho chiesto in seguito a padre Athanasiusse se non pensava che sarebbe stata una buona idea lasciarli continuare a cantare i loro canti, solo non durante i servizi. Ha capito le mie ragioni, ma era preoccupato che mantenere i loro vecchi modi o il loro vecchio culto potesse finire per causare più danni che benefici. È una questione delicata e non sono sicuro quale sia la soluzione migliore per loro. Possa Dio ispirare chiunque sia responsabile di prendere le giuste decisioni in questa e in altre questioni.

Padre Athanasius ha fatto un sermone quasi identico al sermone che ha tenuto in altri luoghi. Penso che abbia trovato il giusto equilibrio tra semplicità e profondità, e quindi si sta attenendo a ciò che sembra funzionare. Successivamente abbiamo benedetto tutte le persone con il miro e abbiamo pregato per loro. Ci devono essere state 200 persone presenti. Erano tutti così amorevoli e amichevoli che ho odiato andarmene.

L'elettricità è saltata nel bel mezzo del suo sermone stasera. Così ha continuato a parlare, mentre alcune persone hanno acceso le torce elettriche. Ma non appena la potenza si è spenta, i ventilatori a soffitto hanno smesso di ruotare e abbiamo subito iniziato ad arrostire. Ma questo è solo il modo in cui la vita va avanti da queste parti; devi solo avere pazienza con tutti i tipi di disagio, e la vita va avanti.

Quando siamo tornati al nostro hotel erano passate le 23. Volevo scrivere le cose sul mio diario prima di andare a letto, sapendo che il sonno avrebbe cancellato alcuni dettagli. Quindi non sono andato a letto fino a mezzanotte.

Venerdì 28 settembre 2018

Mi sono svegliato alle 6, anche se sei ore di sonno non sono abbastanza per me. Spero di riuscire a fare un pisolino a un certo punto oggi. Un sacco di gente qui fa una siesta a metà giornata perché il clima diventa così insopportabilmente caldo.

Ho scoperto che il messaggio dell'abate di Vatopedi non era esattamente un messaggio da parte sua. Uno dei suoi monaci, lo ierodiacono Grigorios, tradurrà in inglese il libro che l'abate ha scritto sull'anziano Giuseppe di Vatopedi e ha ricevuto la benedizione del suo abate per chiedermi di aiutarlo. Così gli ho detto che sarò felice di rivedere la sua traduzione. Spero solo che l'inglese sia la sua lingua madre, perché ho visto che è quasi impossibile scrivere in una lingua straniera senza intoppi e con precise scelte di parole, anche se hai un talento per le lingue e parli da decenni una lingua straniera. Penso che sia meglio avvisarlo di questo (se non lo sa già) prima di finire con un altro libro ortodosso tradotto male.

Abbiamo servito il nostro mattutino come al solito alle 8. Successivamente abbiamo parlato un po' con il dottor Wesley e poi anche con Joshi-Paul. Ho scoperto che la madre e il fratello del pastore di quella parrocchia erano molto arrabbiati per la nostra venuta in quella parrocchia la scorsa notte. Stavano minacciando di portare via un quarto della parrocchia e di creare una propria parrocchia se ci avesse lasciato venire. È riuscito a calmarli e a impedire una spaccatura nella loro parrocchia. Ma hanno rifiutato di venire a sentirci parlare. Ma dopo, quel pastore si è avvicinato a padre Athanasius e gli ha detto che voleva davvero diventare ortodosso. Sembra che stiano avendo qualche dramma in anticipo.

Non ho prestato attenzione alla porta dell'armadio nella mia stanza d'albergo e ho sfregato la mano contro il bordo tagliente, lasciando una linea sanguinante lunga un pollice. Fortunatamente per me, però, il taglio era solo superficiale e mi sono tagliato con il legno, non con il metallo (che avrebbe potuto darmi il tetano). Anche così, ero abbastanza preoccupato per questo, perché avere una ferita aperta in un paese del terzo mondo non è sicuramente una buona idea. L'emorragia si è fermata rapidamente, tuttavia, quindi spero che un taglio secco non sia così pericoloso.

Dopo una semplice colazione nella nostra stanza, siamo andati al centro conferenze e abbiamo fatto le preghiere per la benedizione di una casa. Successivamente, abbiamo discusso di come saranno in grado di condurre i servizi ortodossi come li stavamo facendo padre Athanasius e io, e di cantarli. Abbiamo spiegato loro che richiederà una trasformazione completa, che potrebbe non piacere ad alcuni di loro, specialmente se non trovano il modo di cantare gli inni della Chiesa in un modo che sia loro congeniale e che trasmetta anche il spirito di culto ortodosso. Stavo spiegando al dottor Wesley che il tipo di musica protestante che stanno usando ora è qualcosa che evoca una reazione emotiva, mentre la musica ortodossa evoca sentimenti spirituali di umiltà, pentimento e amore. Padre Athanasius ha osservato che comporre musica per la Chiesa ortodossa indiana avrebbe richiesto di trovare qualcuno che fosse immerso nell'ethos dell'Ortodossia e nella musica dell'India. Una persona simile non esiste e potrebbe non esistere per molti anni.

Dopo un pranzo tardivo, ho fatto un bel sonnellino. Mi sono alzato giusto in tempo per il Vespro alle 5 nella mia camera d'albergo, cosa che abbiamo fatto con il dottor Wesley e i suoi figli. In seguito ci ha posto alcune delle domande che gli altri pastori gli hanno rivolto. Hanno messo in dubbio l'enfasi ortodossa sulla Panaghia e sui santi. In particolare, hanno citato il versetto delle Scritture che dice che Gesù è l'unico mediatore tra l'uomo e Dio. Padre Athanasius è stato lieto di sapere che stanno facendo delle domande teologiche più profonde, poiché questo è un segnale che stanno davvero pensando e prendendo queste cose sul serio. Ha detto che è una buona cosa sollevare questi problemi ora, piuttosto che tacere sulle loro riserve.

Dopo i Vespri, siamo andati a casa della sorella del dottor Wesley che è malata. Quindi abbiamo pregato per lei e la sua famiglia. Ecco una foto di sua figlia:

Poi siamo andati a casa di Joshi-Paul per un incontro di preghiera con circa 30-40 persone. Quando siamo arrivati, avevano già iniziato a cantare i loro canti cristiani, con la batteria e battendo le mani come al solito. La melodia e lo stile di canto erano unicamente indiani, quindi ne ho registrati alcuni.

Oggi padre Athanasius si sentiva un po' stanco e così mi ha chiesto se potevo fare io la predica oggi! Mi ha suggerito di parlare dell'amore di Dio, e così ho raccontato loro alcune cose dei santi contemporanei. In particolare, ho raccontato loro la storia di san Porphirios e del tassista, [3] la rivelazione di padre Gheorghe Calciu (che Dio non è venuto per rimuovere la sofferenza umana ma per essere presente con noi in essa), l'insegnamento di san Paisio sulla giustizia divina e le 10 albicocche, e la storia di quei monaci nel deserto dai quali venne un angelo e disse loro che la loro preghiera era come incenso davanti a Dio.

Era la prima volta che pronunciavo un sermone, tranne i semplici sermoni di 5 minuti che ho tenuto negli ultimi due mesi alle monache la domenica, su loro richiesta. Ho sicuramente bisogno di un po' più di pratica, ma spero di poter migliorare la mia tecnica con il tempo.

Come al solito, abbiamo unto le persone in seguito:

Siamo quindi usciti per una cena tardiva, e padre Athanasius e il dottor Wesley mi hanno fatto i complimenti per aver tenuto un buon sermone. Ma non saprei dire se sono stati solo garbati, o se credevano davvero che il mio messaggio fosse appropriato e utile. Quindi abbiamo avuto un'interessante discussione sull'omiletica. Quando ho detto a padre Athanasius che non mi avevano mai insegnato come fare un sermone e che volevo sapere cosa insegnavano nei seminari, mi disse che ti insegnano i seguenti passi:

1. Per prima cosa, dì loro di cosa parlerai.

2. Quindi presenta il tuo argomento come tre punti, preferibilmente usando esempi illustrativi.

3. Concludi ricordando loro ciò che hai appena detto loro e chiamali all'azione.

Questo suona quasi identico a quello che mi disse una volta mio padre su come fare qualsiasi presentazione orale. Ma padre Athanasius ha detto che nella sua esperienza, ciò che rende un'omelia "riuscita" è diverso da ciò che rende una presentazione efficace. Ha sottolineato che le persone di solito non ricordano nemmeno le cose che dici. Ma quello che prendono da un buon sermone è un certo sentimento spirituale, un certo stato d'animo spirituale che cambia i loro cuori in modo sottile. E ciò si ottiene non essendo ben organizzati, ma parlando dal cuore, e specialmente quando gli ascoltatori rispettano l'integrità morale del parlante. Quindi non è tanto quello che dici, ma come lo dici e chi sei tu lo dici.

Quello che diceva mi trovava in sintonia. Quando esamino criticamente le omelie dell'anziano Ephraim, vedo che non segue le "regole" per pronunciare un buon discorso. Ma le sue omelie sono molto potenti e hanno la capacità di trasformare le persone perché parla dal cuore e perché la sua santità è ovvia.

Padre Athanasius mi ha detto: "Dovresti vedere come predica il dottor Wesley. È tutto fuoco! "Così ho chiesto al dottor Wesley: "È qualcosa che le viene spontaneo o è qualcosa di intenzionale?" Lui ha risposto con un sorriso: "È solo nella mia natura parlare così". Questo è quello che pensavo che avrebbe detto, perché posso vedere dal suo comportamento durante il giorno che ha un carattere molto vivace e dinamico. Il suo fratello maggiore, Joshi-Paul, d'altra parte, è molto più sottomesso e riservato. Ma quando parla alla gente, alza anche lui la sua voce e parla con eccitazione. Immagino, tuttavia, che lo faccia non perché gli viene naturale, ma perché ha appreso (da altri protestanti) che è così che i predicatori predicano.

Ma certamente hanno fatto un enorme lavoro spirituale qui in India negli ultimi tre decenni. Erano soliti gestire un centro di addestramento per pastori (fondamentalmente un piccolo seminario) e il dottor Wesley era il professore principale. Molti dei pastori in quest'area sono suoi studenti. Ed è per questo che è così influente, e perché così tanti pastori lo seguiranno se diventerà ortodosso.

Durante il nostro viaggio, abbiamo superato un altro camion con il serbatoio di benzina con un familiare segnale di avvertimento: “Altamente infiammabile”! Un po’ più tardi, abbiamo passato un camion simile che aveva un avvertimento leggermente migliore: “spiriti infiammabili per motori”! Per qualche ragione, tutti i camion in India sono decorati con decorazioni colorate e cuori e orpelli. A giudicare dal loro aspetto, penseresti che tutti i camionisti in India siano ragazzine di 8 anni!

Una cosa che non capisco è il senso della bellezza degli indiani. Da un lato, gli uomini indiani per la maggior parte indossano abiti abbastanza semplici e noiosi. Ma quasi tutte le donne indiane (indipendentemente dalla loro povertà) indossano sari assolutamente adorabili con colori incredibilmente brillanti con fili dorati e argentati. Hanno anche graziosi bracciali da caviglia e orecchini. Alcune hanno anche un piccolo gioiello sul lato del naso. Quando lo fanno gli occidentali, mi sembra strano e insopportabile. Ma quando lo fanno gli indiani, in qualche modo sembra abbastanza appropriato.

Un'altra cosa che non riesco a capire è la loro abitudine di sporcare. In metropoli e città densamente popolate, suppongo sia più o meno perdonabile che ci sia spazzatura ovunque. Dopotutto, anche se tu stesso volessi mantenere pulito il tuo marciapiede, tutti gli altri lo rovinerebbero rapidamente. Ma oggi, quando visitavamo la famiglia di qualcuno in un ambiente rurale più isolato, avevano anche lì spazzatura dappertutto: involucri di caramelle, bicchieri di plastica, cose rotte, ecc. Forse sono così abituati a vedere spazzatura ovunque che i loro occhi si sono desensibilizzati ad essa, e ora non se ne accorgono nemmeno. È un peccato, però, perché l'India ha una vegetazione così rigogliosa che potrebbe facilmente sembrare bella come le Hawaii se le persone smettessero di sporcare e magari avessero solo un poco di cura del paesaggio.

Ecco una foto della famiglia che abbiamo visitato oggi e che vive in quell'ambiente rurale:

Sabato 29 settembre 2018

Per mia sorpresa, non mi sono ancora ammalato! Non posso dire che il mio stomaco e il mio intestino siano esattamente contenti delle torture che hanno attraversato negli ultimi dieci giorni, ma almeno non mi hanno abbandonato. Ma la verità è che sto facendo sempre più attenzione tutto il giorno bevendo solo caffè bollente o acqua che è passata attraverso il mio filtro LifeStraw. E sto anche evitando di mangiare qualcosa che potrebbe essere stato lavato in acqua sporca (come frutta e verdure crude) e tutti i latticini crudi (come burro, burro chiarificato, latte e formaggio). E visto che le zanzare portano tutti i tipi di malattie, mi sto spruzzando con il Repel ogni volta che esco per più di pochi minuti. Ieri sera ho notato una zanzara nella mia stanza d'albergo (di solito non entrano). Dal momento che è riuscita a nascondersi prima che potessi ucciderla, ho dovuto sistemare la zanzariera e dormirci dentro. Non avevo alcuna corda per appenderla, così ho usato il cavo telefonico e l'ho attaccata alla ventola del soffitto. Ha funzionato, ma ora sono ancora alla ricerca di quella piccola subdola zanzara.

Ho condiviso il mio diario con padre Athanasius, che è stato felice di vedere tutti i dettagli che avevo scritto finora. Lo ha condiviso con la sua presbitera e con la sua parrocchia, e anche loro sono stati felici di avere una migliore presa di come stanno andando le cose. Quando padre Athanasius ha letto il commento che ho scritto l'altro giorno, che non mi sentivo molto utile, ha risposto che sto contribuendo molto più di quanto mi rendo conto. Lui pensa che a questo punto sarebbe caduto a pezzi se non avesse qualcuno con cui celebrare i servizi. E così ha detto che gli piacerebbe davvero che mi unissi a lui ogni volta che in futuro tornerà in India.

Ho ancora sentimenti contrastanti sul fatto di tornare qui per una visita, però. Ci sono così tante cose spiacevoli della vita qui (in particolare il clima afoso e la prevalenza di malattie minacciose) che non vedo l'ora di partire. Eppure mi rendo conto che questo modo di guardare le cose è molto egoistico e carnale. Quando, tuttavia, riesco a elevarmi al di sopra delle mie preferenze personali e a vedere le cose spiritualmente, mi dà una grande gioia partecipare a questo tremendo lavoro che Dio sta facendo con queste meravigliose persone in India. Sono particolarmente colmo di gioia quando ho l'opportunità di interagire a tu per tu con le brave persone di qui. Sfortunatamente per me, però, le uniche persone con cui riesco davvero a interagire (a causa della loro incapacità di parlare inglese) sono un paio di pastori istruiti e alcuni studenti universitari.

Una lezione importante che ho imparato quest'anno è che un serio ostacolo a fare la volontà di Dio è la nostra dipendenza dal piacere e il nostro evitare il dolore. Troppo spesso, prendiamo le nostre decisioni in piccole e grandi questioni unicamente sulla base di quanto piacere e dolore ci porterà una particolare linea d'azione. Ma quando esaminiamo veramente questo approccio, diventa evidente quanto sia distruttivo questo modo di operare per noi, sia fisicamente che spiritualmente. (Per esempio, né l'esercizio fisico né quello spirituale sono piacevoli, ma entrambi sono così cruciali per la nostra salute). Ci vuole una grande dose di abnegazione e un approccio filosofico alla vita perché possiamo superare questo tipo di pensiero carnale. E a meno che non siamo costantemente attenti ai nostri pensieri, sarà impossibile elevarsi al di sopra dei desideri più basilari e più banali.

Abbiamo tenuto un bel servizio del Mattutino alle 9 con il dottor Wesley e i suoi figli. Ma il suo telefono ha continuato a squillare perché ci sono così tanti pastori che gli fanno ogni genere di domande sull'Ortodossia. Cinquanta di loro sono pronti a convertirsi, mentre molti altri ci pensano ancora. Alla maggior parte sta dando buone risposte. Ma a volte non è in grado di rispondere alle loro domande, dal momento che lui stesso è ancora agli inizi delle fasi dell'apprendimento dell'Ortodossia.

Per esempio, per avere un'idea di che tipo di medicina spirituale ha bisogno la gente qui, ho chiesto ieri al dottor Wesley: "Con quali passioni lottano di solito i cristiani in India?" Padre Athanasius è intervenuto: "Prima dovrai spiegargli cos'è una passione." Così gli ho spiegato la comprensione ortodossa secondo cui le passioni sono abitudini peccaminose e sono la malattia sottostante dell'anima che ci conduce al peccato, che a loro volta sono semplicemente i sintomi della malattia di base. Ma anche dopo questa spiegazione, non sembrava capire quello che stavo chiedendo, perché ha risposto che i cristiani in India hanno molte lotte con gli indù.

Oggi padre Athanasius mi ha spiegato che la ragione per cui pensa che la mia domanda sia difficile da comprendere per il dottor Wesley è perché la maggior parte dei protestanti non ha questa comprensione di lotta contro i pensieri e di guerra interiore. Padre Athanasius mi ha poi spiegato vari aspetti della mentalità protestante. Molto di quello che stava dicendo era una novità per me, dal momento che non ho mai avuto discussioni spirituali con i protestanti, e non leggo i loro libri che abbiano insegnamenti spirituali o dogmatici. (Tuttavia, a volte, trovo che alcuni dei loro insegnamenti etici siano intuitivi e pratici). [4]

Più discutiamo della possibilità che queste persone diventino ortodosse, più ci rendiamo conto dell'immensa enormità del compito. Anche se riusciamo a metterli in linea con le interpretazioni ortodosse della Bibbia, resteranno nel cuore protestanti se non riusciranno ad assorbire la mentalità ortodossa dei santi Padri e degli anziani contemporanei. Mi sembra che sia fondamentale che in qualche modo ottengano gli scritti di questi santi nella loro lingua. Ma anche allora, dal momento che al 70% sono analfabeti, il compito di educare gli analfabeti cadrà sull'altro 30%. L'idea di mandare alcuni pastori nelle Filippine sarà un buon inizio, ma avranno anche bisogno di avere una persona ortodossa di stanza in India più o meno stabilmente che non abbia solo una conoscenza approfondita dell'Ortodossia, ma anche una comprensione della mentalità protestante dalla quale cui stanno cercando di progredire.

Molto dipende da ciò che la gerarchia della Chiesa deciderà di fare (o di non fare) per queste persone in India. Dal momento che il dottor Wesley conosce e si fida di padre Athanasius, è lui che sarà la loro principale fonte di supporto e guida, almeno ora nelle fasi iniziali. Padre Athanasius incontrerà il suo vescovo a novembre per discutere su quale direzione vuole prendere il vescovo. Dopo tutto, nessuno dei piani che sta facendo può essere realizzato senza la benedizione e l'approvazione del suo vescovo. E inoltre, la gente in India avrà bisogno di qualcuno di più del solo padre Athanasius per aiutarli, dato che ha una parrocchia attiva a cui badare e una famiglia da crescere.

Gli ho chiesto cosa dovrei dire alle persone che vogliono donare per questo lavoro missionario in India. Mi ha detto che non è facile inviare denaro direttamente in India, e quindi ha già impostato qualcosa per questo scopo. Le persone possono inviare denaro alla sua parrocchia (Holy Theotokos of Iveron, a Honolulu) con una nota che spiega che è per la missione in India; allora la sua parrocchia darà loro una ricevuta deducibile dalle tasse e si assicurerà che i fondi vadano alla missione in India.

Ogni tanto padre Athanasius dice qualcosa in modo semi-scherzoso sul fatto che diventerò il vescovo dell'India. Ma io sono già molto legato alla mia famiglia monastica in Alaska e non ho intenzione di abbandonarli. Quindi padre Athanasius dice scherzando: "Nessun problema. Puoi andare avanti e indietro e portare con te le noci di cocco in Alaska!" [Mi piacciono l'acqua di cocco, il latte di cocco, la pasta di cocco, la salsa di cocco, la crema di cocco, tutto il cocco!]" Pensa," continua. "Puoi essere il 'vescovo dell'isola di san Nilo e di Tutta l'India'!"

Per una colazione tardiva, ci hanno portato delle palline di pasta fritta con un chutney di cocco avvolto nelle solite foglie di banano e giornali. Erano così oleose che quando le strizzavi, usciva olio! Così ho fatto quello che potevo per spremere un po' d'olio. Non avevo tovaglioli, quindi l'ho spremuto sul palmo e sul dorso delle mie mani per salvare il mio stomaco sensibile.

Successivamente, ci siamo diretti a una conferenza in una bellissima zona rurale a 40 minuti da Tuni. Là tutto è verde e pacifico. Ecco alcune foto:

Questa è stata una conferenza importante perché sono venuti molti dei pastori istruiti. Avevano già parlato per mesi con il dottor Wesley e con Joshi-Paul, facendo domande sull'Ortodossia. Quindi la maggior parte delle loro domande aveva già avuto risposta. Dopo il sermone di padre Athanasius, avevano solo due domande: "Perché indossate abiti neri?" e "Perché la Chiesa ortodossa ha vescovi, dal momento che non sono menzionati nel Nuovo Testamento?"

Padre Athanasius ha risposto alla prima domanda sottolineando che seguiamo le tradizioni non scritte della Chiesa. Quando gli hanno fatto questa domanda qualche giorno fa, non ha spiegato perché le tonache sono specificamente nere, però, e così in quel momento sono intervenuto e ho aggiunto qualcosa sul nero che è il colore del pentimento. Così, quando oggi ha omesso di nuovo di dire specificamente perché sono nere, sono stato tentato di intervenire e di aggiungere il mio contributo, ma ho pensato che avesse i suoi motivi per non averlo menzionato, quindi ho taciuto.

Per quanto riguarda la seconda domanda sui vescovi nel Nuovo Testamento, padre Athanasius ha spiegato che il problema è che i traduttori protestanti del Nuovo Testamento usano la parola "sorvegliante" invece di "vescovo". Sebbene la sua risposta fosse corretta, non suonava molto convincente nel modo in cui la formulava, così mi sono alzato e aggiunto il mio contributo. Ho spiegato che quando vogliamo trarre conclusioni da una parola specifica nel Nuovo Testamento, è importante fare riferimento alla parola greca usata in origine. Ed è per questo che molti seminari insegnano il greco. E poi ho detto qualcosa sulla parola greca specifica usata in questo caso. Tutti hanno sembrato apprezzare il mio intervento, quindi ne sono stato felice. Ecco una foto della conferenza:

Successivamente, siamo andati di nuovo in quello stesso bel ristorante in cui abbiamo mangiato quasi ogni giorno per il nostro ultimo pasto locale, dato che domani torneremo a Vizag per il nostro volo il giorno seguente. Così ho scattato a quegli amichevoli camerieri una foto di gruppo:

Dopo il ritorno al nostro hotel, mi sono riposato un po'. Nel frattempo, padre Athanasius stava facendo alcune telefonate e scrivendo email. Grazie alla meravigliosa provvidenza di Dio, le cose hanno funzionato perfettamente per lui per organizzare un incontro con il metropolita Hilarion e padre Victor, che è il capo delle missioni nella ROCOR. Questa è una grande notizia che non si aspettava, dal momento che non è affatto facile riuscire a trovare il tempo per parlare con loro. Siamo molto fiduciosi che una volta mostrato come stanno le cose con questo gruppo in India, potrebbero davvero far muovere le cose nella giusta direzione e velocemente.

In particolare, hanno l'autorità di inviare seminaristi, sacerdoti e persino vescovi in ​​India, e potrebbero anche essere in grado di fornire i finanziamenti necessari per la crescita della missione in India. Parte del problema che affrontano qui in India è finanziario, dal momento che costa denaro fornire vitto e alloggio e biglietti aerei per qualunque vescovo, prete e missionario che arrivi in India. E costerà anche denaro mandare alcuni dei pastori indiani in un seminario. Sarà un costo anche assumere traduttori per tradurre quanti più libri ortodossi possibile in telugu.

Mentre stavamo parlando di queste cose, mi è venuto in mente che dovremmo cercare di scoprire di più sul lavoro missionario ortodosso che è stato fatto in Africa negli ultimi decenni. Sospetto che abbiano affrontato molte delle stesse sfide che stiamo affrontando noi, e speriamo di poter imparare da loro cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato. Così ho scritto una e-mail a qualcuno che conosco che dovrebbe essere in grado di trovare qualcuno che posso contattare.

Mentre ero seduto nella mia stanza, nel primo pomeriggio, potevo sentire un canto musulmano su un altoparlante, che chiamava la gente alla preghiera. E mentre scrivo queste parole, c'è una cosa indù selvaggia con un ritmo intenso e suoni febbrili a pochi isolati di distanza, di su un altoparlante. Tutto quello che posso dire è ringraziare Dio per i tappi per le orecchie!

Domenica 30 settembre 2018

Stamattina abbiamo finalmente lasciato il nostro hotel a Tuni. Ho sentimenti contrastanti riguardo alla partenza. Da un lato, è un sollievo essere sulla via del ritorno al mio monastero. Sto vivendo attraverso la mia esperienza il detto di sant'Antonio il Grande: "Un monaco fuori dal suo monastero è come un pesce fuor d'acqua".

Molti laici vivono il loro tempo visitando un monastero come un tempo per "ricaricare le batterie". Come monaco, ho sperimentato il mio tempo vivendo in un monastero sentendomi sia "innestato" sia "a terra". (Suppongo che ciò significhi che un monastero è una presa a 3 punte. ☺) Suppongo che sia un segno di debolezza spirituale non poter avere la stessa intensità e concentrazione interiore dopo essere stati lontani dal monastero per sole due settimane. Ma io sono chi sono, e non mi faccio illusioni a riguardo. Immagino che ogni persona abbia i suoi punti di forza e di debolezza e che possa scegliere il proprio campo di battaglia di conseguenza.

Quindi abbiamo fatto le valigie e siamo andati a Vizag. Durante la guida, il dottor Wesley e padre Athanasius hanno tenuto delle buone conversazioni su varie questioni spirituali. Ha posto alcune delle domande più dure, come: "Cosa dicono gli ortodossi sull'anima dopo la morte?" "Quali sono le principali differenze tra protestanti e ortodossi?" Più tardi, padre Athanasius mi ha detto che era felice di sentire queste domande da lui, perché dimostra che stava riflettendo su alcuni problemi più profondi. Lascio parlare in gran parte padre Athanasius perché riconosco che è lui che è un esperto su questo percorso dal Protestantesimo all'Ortodossia non solo attraverso il suo viaggio ma anche attraverso le dozzine di persone che ha catechizzato. Di tanto in tanto, aggiungevo anche il mio piccolo contributo,

Quando siamo arrivati a Vizag, il dottor Wesley ci ha portato in un hotel molto carino non lontano dalla spiaggia. Mentre andava a prendere sua moglie e le tre figlie per il pranzo, sono uscito a fare una passeggiata sulla spiaggia da solo mentre padre Athanasius chiamava padre Silouan nelle Filippine. La spiaggia era vuota. Era così pacifico che ti fa venir voglia di pregare. Ecco come appariva:

Sono stato tentato di camminare a piedi nudi nella sabbia, ma sono consapevole del pericolo di prendere l'anchilostoma camminando a piedi nudi nelle calde spiagge dell'India, così ho resistito alla tentazione. Anche padre Athanasius è andato a fare una passeggiata sulla spiaggia sabbiosa. Così gli ho chiesto: "Sei andato a piedi nudi?" "Sì. Perché me lo chiedi?" Poi gli ho spiegato il pericolo di anchilostoma e che il sintomo è il prurito ai piedi. Così gli ho chiesto: "Senti prurito ai piedi?" Lui ha risposto, "Non lo sentivo fino a poco fa, quando me lo hai chiesto!" E ha continuato con un sorriso: "Stai rovinando il mio viaggio! Per prima cosa mi parli di tutte le cose che non posso mangiare e bere, e ora mi stai raccontando dell'anchilostoma! "

Ecco una mia foto con l'ombrello che danno agli ospiti in questo hotel di lusso:

Successivamente, ci siamo incontrati tutti al ristorante dell'hotel e abbiamo fatto un pasto delizioso insieme. Padre Athanasius ci ha informato che è riuscito a parlare con padre Silouan, che era meravigliato ed entusiasta di ciò che sta accadendo in India con il gruppo del dottor Wesley. Continuava a rispondere: "Wow! Wow!" a ciò che padre Athanasius gli diceva. È anche desideroso di venire lui in India per fare un addestramento intensivo per i pastori! Ha anche due sacerdoti che hanno già esperienza in India e che sono disposti a venire. Padre Athanasius era stupito di quanto velocemente le cose stavano andando a posto. Dice che quando Cristo e la Panaghia vogliono che qualcosa succeda, lo fanno accadere. Dopo pranzo, siamo usciti e abbiamo scattato alcune foto di gruppo: 

Poi ci hanno lasciati soli perché avessimo un po' di pace e tranquillità per noi stessi, sapendo che avremo bisogno di riposarci per il lungo viaggio di domani verso casa. Ci vorranno 36 ore di voli e soste per arrivare solo a Honolulu, e poi mi toccheranno altri due voli e un giro in barca per tornare a casa. Così sono tornato nella mia stanza, ho fatto un pisolino e poi ho aggiunto qualche altra cosa nel mio diario. Sono davvero felice che qualcuno mi abbia invitato a tenere un diario. Ci sono state così tante belle esperienze e persone meravigliose che ho incontrato qui, e mi conosco abbastanza bene da sapere che la mia memoria non ha la capacità di conservarle tutte con la stessa chiarezza con cui le avevo originariamente vissute. E ancora più importante, ora sono in grado di condividere queste esperienze con tutte le persone che stanno pregando per questa missione e sono impazienti di sapere come stia andando.

L'intera famiglia del dottor Wesley è venuta nella stanza d'albergo di padre Athanasius per il Vespro. Alcuni di loro hanno provato a cantare insieme a me, ma le formule melodiche della musica bizantina sono così poco familiari che hanno completamente fallito. Quindi io ho cantato un po' più forte del normale per sopraffare tutte le loro note che si spegnevano.

In seguito, ci siamo seduti come una grande famiglia e abbiamo tenuto alcune discussioni molto piacevoli e interessanti. Padre Athanasius ha dato a ciascuno di loro un regalo d'addio: piccole icone montate su legno che aveva portato con sé e alcune corde di preghiera. Aveva anche dato loro 7 o 8 libri introduttivi ortodossi, di cui uno di padre Seraphim Bell che copre le domande che i protestanti tipicamente si fanno quando entrano nell'Ortodossia. Questo sarà il primo libro che faranno tradurre in telugu da quel professore universitario che è un traduttore professionista.

Ho chiesto al dottor Wesley se assumerà anche altre persone per tradurre libri contemporaneamente, e ha detto che poteva farlo. Non sono sicuro se ciò significa che accadrà, però. Poiché io sono uno che ha trovato un enorme beneficio da tutti i tesori della spiritualità ortodossa che si possono trovare nei libri, attribuisco la massima importanza al valore della lettura spirituale. Infatti, san Giovanni Crisostomo disse che è quasi impossibile essere salvati senza una lettura spirituale quotidiana. Quindi sono ancora preoccupato che se hanno una sola persona che traduce libri ortodossi in telugu, ci vorranno decenni prima che persino i libri di base dell'Ortodossia siano disponibili per loro nella loro lingua. Forse non vedono quanto sia importante ora, ma spero che diventerà presto evidente per loro.

Questa è stata la prima volta che le figlie più grandi del dottor Wesley hanno avuto l'opportunità di parlare con noi, e così hanno fatto delle domande davvero buone. Hanno chiesto di madre Teresa, la differenza tra battisti, pentecostali e ortodossi, cosa succederà ai non credenti virtuosi quando moriranno, e ad alcuni altri problemi. Hanno anche chiesto se quello che avevano fatto fino ad ora (come protestanti) era tutto sbagliato. Mi è piaciuto molto il modo in cui padre Athanasius ha gestito quella domanda. Ha spiegato loro che quello che hanno fatto finora è molto buono, ma stanno perdendo la pienezza della grazia e della vita spirituale. Era così soddisfatto delle loro domande che disse che avrebbero dovuto esserci anche loro alla conferenza dei pastori!

Abbiamo anche fatto a turno a cantare alcune cose. Queste due ragazze sono anche musicalmente molto talentuose. Non solo hanno belle voci, ma hanno anche composto 60 canzoni cristiane in telugu, molte delle quali sono usate in altre chiese cristiane della zona. Anche la loro madre ha composto 50 canzoni cristiane.

Ha iniziato a farsi tardi, quindi sono andati tutti a casa, e poi padre Athanasius e io abbiamo parlato un po' di più su come tutto si sta svolgendo così rapidamente. È molto soddisfatto della crescita spirituale che il dottor Wesley ha fatto in questi ultimi dieci giorni. Padre Athanasius ha detto di aver colto una delle cose più difficili da interiorizzare per i protestanti: il concetto di ammettere umilmente le nostre debolezze e i nostri peccati, e di aver bisogno per questo di un pentimento continuo. Ha osservato che questo è in genere particolarmente difficile per i leader protestanti perché di solito cercano di presentare agli altri un'immagine che sono forti e al di sopra delle tentazioni. Quindi, padre Athanasius è molto fiducioso che il dottor Wesley e il suo popolo continueranno a imparare, a crescere e maturare in un modo ortodosso genuino.

Lunedì 30 settembre 2018

Questo hotel offre il servizio di colazione in camera gratuito, e ho pensato di provarlo. Così ho ordinato un dhosa alle cipolle e un panino vegetariano alle 6. Pochi minuti dopo ho ricevuto cinque telefonate nella mia stanza dal personale dell'hotel. Il loro inglese era così povero che non ero del tutto sicuro di cosa mi stessero chiedendo e se avessero capito cosa stavo dicendo. Un'ora dopo, finalmente mi hanno portato il mio cibo! Fortunatamente per me, non avevo fretta di mangiare, quindi sono stato in grado di ridere del caos e di vederlo come il regalo di commiato dell'India.

Ho notato allo specchio questa mattina che c'è una zona dolente di un paio di centimetri di diametro sulla mia fronte, con un punto che sporge al centro di esso. Ho notato per la prima volta questo dolore sulla fronte quando mi sono svegliato ieri mattina e ho pensato che forse avevo urtato la testa durante il sonno. Ma ora posso vedere chiaramente che qualcosa deve avermi morso. avevo notato sul mio letto il giorno precedente un ragnetto particolarmente abile a saltare così in fretta che sembrava che si stesse teletrasportando! L'avevo cacciato dal mio letto a quel punto, ma forse era stato lui il colpevole. Ad ogni modo, non ho altri sintomi, quindi spero che l'infiammazione scompaia da sola. La terrò d'occhio.

Il dottor Wesley è venuto a portarci a fare shopping insieme alla sua famiglia. Le sue due figlie più grandi non potevano venire perché avevano lezioni al college. Ci hanno portato in alcuni negozi di Vizag, incluso questo:

Padre Athanasius voleva comprare un bel vestito per sua figlia e io volevo procurarmi delle spezie indiane genuine per le monache. Poi ci ha portati all'aeroporto dove anche Joshi-Paul ci ha incontrati per salutarci. È un po' triste lasciare questo posto e la meravigliosa famiglia del dottor Wesley. Ma mi manca il mio monastero e la mia famiglia monastica in Alaska, e quindi sono pronto e desideroso di andare a casa ora.

Mentre l'aereo sta partendo dall'India, sto cercando di organizzare i miei pensieri dopo così tante esperienze uniche. Se dovessimo classificare i paesi in base all'intensità di ciò che sperimentano i sensi, l'India potrebbe facilmente essere in cima alla lista. Tanti colori, tanti odori pungenti, tanti sapori potenti, temperature e umidità così elevate e un movimento così caotico. La gente dell'India ha una bellezza di cuore unica. La loro cordialità va ben oltre la cortesia a volte artificiale degli occidentali.

E gli indiani che sono cristiani hanno uno scintillio impareggiabile nei loro occhi che non dimenticherò mai.

L'India mi ha toccato e mi ha cambiato. Vedo il mondo in modo diverso, ora che sono uscito molto al di fuori della mia zona di comfort e al di fuori dei miei ambienti familiari. È più facile "conoscere te stesso" dopo aver conosciuto uno spettro più ampio di persone diverse.

Per quanto riguarda il dottor Wesley e Joshi-Paul, i 500 pastori e i 45.000 laici desiderosi di diventare ortodossi, vedremo cosa Dio ha in serbo per loro. Hanno così tanto da imparare, ma anche così tanto potenziale. La messe è pronta ma gli operai sono pochi. Padre Athanasius messo in moto la valanga, e ora il futuro di questi indiani sarà nelle mani di Dio e dei vescovi della Chiesa.

Le persone umili dell'India sono bisognose in molti modi. Il contributo più importante e le elemosine che possiamo dare loro sono le nostre sentite preghiere, che Dio faccia crescere questa fragile pianta e la faccia fiorire per la sua gloria e la salvezza di molte anime. Amen.

Appendice

Cara parrocchia, che Dio vi benedica tutti. Sto inviando un aggiornamento sul mio prossimo viaggio in India, dal 17 settembre al 2 ottobre.

Con la benedizione dell'arcivescovo Kyrill, andrò in India per aiutare un grande gruppo di chiese protestanti a entrare nella Chiesa ortodossa. Durante questo periodo mi incontrerò con i pastori locali, parlando a 3 conferenze pastorali e viaggiando per incontrare persone, per parlare del cristianesimo ortodosso e del loro ingresso nella Chiesa ortodossa.

Dove stiamo andando

Sono stato invitato nell'ultima parte di settembre a parlare a numerose conferenze protestanti sull'Ortodossia e ad aiutare 12 chiese protestanti a entrare nella santa Chiesa ortodossa. C'è un'organizzazione di 1000 chiese protestanti in India avviata dal dottor Wesley e con la quale sono in contatto da circa 20 anni. Il dottor Wesley è nato nella classe sacerdotale indù dell'India, ma ha avuto una radicale conversione a Cristo da giovane. Con la sua conversione ha perso molto perché il cristianesimo è una religione perseguitata in India, ma col tempo ha iniziato a fondare chiese protestanti in India e questa organizzazione è cresciuta fino a oltre 1000 chiese nello stato dell'Andhra Pradesh. Stanno vivendo vite di preghiera, lotta e digiuno, tuttavia vorrebbero saperne di più sull'Ortodossia di cui non sapevano prima. Il dottor Wesley che è un mio amico, e che ha fatto molti tentativi molto diretti per convincermi a non convertirmi all'Ortodossia, mi ha chiamato circa 8 mesi fa quando ha visto una mia foto su Facebook.

La conversazione è andata in questo modo. Dottor Wesley: "Fratello, cosa ti è successo?" Io: "Cosa intendi?" Dottor Wesley: "Sei diverso, non sei la stessa persona che incontro in India molti anni fa. Sembri un santo" Io: "fidati, non sono un santo... ma questa è la vita ortodossa"... Catechismo tramite Facebook.

Da qui abbiamo iniziato a parlare della Chiesa ortodossa, della vita ortodossa e delle medicine della Chiesa, di come questa si differenzia dal protestantesimo. Questa conversazione ha iniziato molte di queste conversazioni tra il dottor Wesley e me. Mi ha detto che era molto interessato a una vita più profonda in Cristo e alla santità e che queste erano difficili da trovare nel protestantesimo. Dopo molte di queste conversazioni tramite Facebook e Messenger molto presto la mattina (l'India è alcune ore in anticipo sulle Hawaii), il dottor Wesley mi ha invitato a venire in India e a parlare con un piccolo gruppo di pastori con cui stava parlando dell'Ortodossia. Vorrebbero anche loro diventare parte della Chiesa ortodossa. Una di queste chiese è guidata da suo fratello, Joshi-Paul (un amico di molto tempo fa) e un'altra da suo nipote Tarun (un recente laureato in ingegneria che ha deciso di occuparsi invece del ministero invece).

Nei prossimi mesi inizierò a parlare di Ortodossia, ma questo metodo è molto difficile e così mi hanno invitato a venire in India per incontrarli. Erano molto ansiosi di vedere e sentire di più di ciò di cui stavamo parlando. Sono stati completamente stupiti da esempi di monachesimo, digiuno, preghiera e teologia patristica.

L'attività continua ad aumentare

Bene, quello che è iniziato come una richiesta di parlare dell'Ortodossia con 12 pastori e i miei deboli tentativi di spiegare cos'è l'Ortodossia tramite Facebook e Messenger, ora è cresciuto in più conferenze e incontri all'aperto dove parleremo con 500 pastori. Ciò includerà anche la discussione con un gruppo di indù e cristiani durante un incontro a cielo aperto su Chi è Cristo. Questo è tutto in un paese dove il lavoro missionario è tecnicamente illegale. Quindi, per favore, teneteci nelle vostre preghiere.

Per darvi un'idea del numero di persone, quando ho chiesto quante persone sono passate nelle 12 Chiese originali mi hanno parlato di 45.000 persone. Il numero totale di persone coinvolte in queste chiese è molto grande e sono molto povere. Per esempio costa 15 dollari perché un pastore possa viaggiare, avere vitto e alloggio per partecipare a una conferenza di due giorni. Per noi alle Hawaii questo copre un piatto e una bevanda a pranzo. A questo punto incontreremo le persone, scopriremo cosa sta succedendo e che cosa serve e vediamo quali porte Dio aprirà.

Dove trovare maggiori informazioni

Ci sono così tanti dettagli su come tutto questo è venuto a buon fine, ma per mantenere questa e-mail breve, inizierò a scrivere un blog su questo prossimo viaggio sul mio blog. www.orthodoxriver.org

Benvenuto, papa Ephraim

Gloria a Dio, viaggerò con lo ieromonaco Ephraim che è per metà indiano e che è stato un monaco per oltre venti anni. Ha persino uno zio che vive molto vicino a dove andremo. Papa Ephraim, come la gente lo chiama, attualmente vive sull'isola di san Nilo (uno dei miei posti preferiti) in una cella remota e attualmente è il sacerdote di un piccolo convento sotto la Chiesa ortodossa serba. Questo convento è molto vicino alla città di Kodiak, ai luoghi dove visse sant'Herman e al luogo in cui il mio viaggio nell'Ortodossia iniziò molti anni fa. Mentre siamo lì, Papa Ephraim e io canteremo anche gli offici quotidiani. Le persone in India sono molto interessate a vedere come preghiamo e abbiamo chiesto più volte di essere sicuri di poter fare questo per loro. Che regalo sarà avere un aiuto per farlo mentre siamo in India.

Visakhapatnam

Viaggeremo nelle città chiamate Visakhapatnam (Vizag in breve) e Tuni, nello stato indiano dell'Andhra Pradesh. Questo gruppo protestante ha diversi orfanotrofi che gestisce. Molti di questi orfani crescono per essere pastori e sostenitori del loro ministero. Loro salvano letteralmente i bambini dalle strade dall'essere schiacciati dal mondo e dai peccati e li portano nei loro orfanotrofi. Molti anni dopo, dopo essere stati istruiti e curati per questi cast, diventano i leader, i pastori e le mogli dei pastori nel loro ministero.

Per favore, ricordatevi di noi nelle vostre preghiere

Per favore pregate per noi, affinché possiamo dimostrare e comunicare la nostra santa Chiesa ortodossa a coloro che sono in India. Mentre molte persone parlano inglese, comunicheremo anche con le persone tramite i traduttori. Questo tipo di predicazione va al di là delle mie forze. Mi è stato detto che ci sono oltre 1000 lingue diverse in India, quindi l'inglese è il linguaggio collante che collega tutti in tutta l'India. Detto questo, può ancora essere molto difficile comunicare, specialmente quando parleremo del mistero della salvezza e di altri argomenti. L'ultima volta che sono stato in India mi è stato chiesto dove ho imparato a parlare inglese e poi mi è stato detto che il mio inglese è terribile e che avevo bisogno di imparare a parlare correttamente. Possa Dio aiutarci a comunicare chiaramente!

Grazie per il vostro sostegno

Vorrei anche ringraziare tutti coloro che hanno dato denaro per contribuire a pagare per questo viaggio imminente. Apprezzo molto la generosità delle persone e la loro disponibilità a dare. Che Dio benedica tutti quelli che danno. Come potete immaginare questo compito è al di là di noi, quindi per favore pregate per noi.

Ci sono state e ci saranno molte tentazioni.

Se avete domande, per favore, inviatemele.

Nell'amore di Cristo,

padre Athanasius Kone

Note

[1] La "banja" è un minuscolo edificio ben isolato di una sola stanza che contiene solo una stufa a legna circondata da rocce. Il legno viene bruciato per riscaldare la casetta a circa 90 gradi, mentre una pentola di acqua bollente è sul fornello. Poi porti dentro un secchio di acqua fredda e la mescoli con l'acqua bollente per ottenere dell'acqua che è a una temperatura confortevole per versartela addosso con il sapone per pulirti.

[2] Vedi l'Appendice A per questa fantastica storia.

[3] Un giorno ad Atene, san Porphryios era in viaggio con una monaca e aveva bisogno di prendere un taxi. Il primo tassista che avevano trovato era un personaggio rozzo e blasfemo. Così la monaca disse a san Porphirios: "Forse dovremmo trovare un altro taxi." Ma lui rispose: "No, andiamo con questo, ma lascia parlare a me". Quando salirono sul taxi, il tassista cominciò a dire loro cose di ogni genere su come sono egoisti i preti, come sono corrotti i vescovi, ecc. San Porfirio non disse una parola, e così nemmeno la suora. Dopo aver continuato per un po' di tempo, il tassista iniziò a chiedersi perché il prete e la monaca non rispondevano. Quindi guardò indietro verso di loro e disse: "Allora, prete, che cosa hai da dire su tutto ciò che ho detto?" San Porphirios rispose: "Bene, lascia che ti racconti una storia. C'era una volta un ottimo prete a Creta, la cui moglie era morta e viveva da solo con il suo giovane figlio. Ma poi i nazisti vennero e uccisero questo prete. Suo figlio non riusciva a capire come Dio avesse permesso che questo accadesse a una persona così buona, e così divenne molto amareggiato e arrabbiato con Dio". A questo punto, il tassista fermò la macchina e in lacrime disse a san Porpihrios:" Ma, padre, questa è la mia storia". Dopo questo, il tassista si confessò a san Porphirios e iniziò a vivere una vita spirituale.

[4] San Gregorio di Nissa insegnava che noi ortodossi dovremmo trarre beneficio dagli insegnamenti etici degli eterodossi, anche se non dovremmo mai prendere in prestito i loro insegnamenti dottrinali. Ma poiché questa è una sottile distinzione che può essere facilmente fraintesa, ho scritto un articolo di 25 pagine che dimostra come i santi Padri di tutte le età hanno creduto che dovevamoimparare dagli scritti benefici degli eterodossi. L'ho pubblicato qui per tutti coloro che sono curiosi di vedere cosa hanno detto: https://drive.google.com/open?id=10QYKMDvnfJGEBLm5MScEtokT3ShoqmXk

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9