Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=33&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 29 giugno 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 22 giugno 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9
  Come deve essere una chiesa contemporanea per la Russia ortodossa?

di Aleskandr Artamonov

Radonezh.ru

5 aprile 2016

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Intervista a Andrej Albertovich Anisimov, presidente del consiglio della Corporazione dei costruttori di chiese, architetto onorato della Russia, accademico dell'Accademia dei beni architettonici, membro del consiglio per l'architettura dell'Unione degli architetti della Russia.

A suo tempo, l'Europa occidentale ha vissuto l'epoca delle cattedrali. Allora le cattedrali, secondo i contemporanei, "spuntavano come funghi", e gli architetti erano stimati come rappresentanti delle più alte gilde (=corporazioni) artigianali medievali. Pensa che un'epoca delle cattedrali sia giunta ora da noi?

Sapete che oggi in Europa occidentale le chiese non solo sono chiuse, ma anche vendute all'asta. E inoltre entrano nel cosiddetto "libero uso" – come locali di ristoro, come abitazioni, come uffici... Pertanto, dobbiamo onestamente riconoscere che vinciamo su tutta la linea – è vero! In Russia si costruiscono effettivamente molte chiese – la loro costruzione non è limitatata e nemmeno la crisi la colpisce. Inoltre, dal momento che la crisi attuale non è la prima che subiamo, e per questo stiamo già cominciando ad abituarci, i nostri giovani architetti hanno anche fatto un'analisi confrontando il ritmo di costruzione di chiese alla crisi. La cosa più interessante è che prima della fine della crisi, il numero di chiese costruite è maggiore di quello dei periodi tranquilli. Cioè, le chiese si costruiscono durante la crisi, e si consacrano dopo la sua fine. Sono in costruzione chiese sia a Mosca sia in tutta la Russia. Posso confermarlo esattamente – lo so di sicuro, anche se la mia a organizzazione Mosca e la corporazione dei costruttori di chiese unisce persone nella parte centrale della Rus' storica. Tra i nostri progetti ci sono chiese a Nizhny Novgorod, a Suzdal, a Mosca. Ma nondimeno, stiamo lavorando a Sakhalin, a Murmansk, a Kaliningrad, così come all'estero. Progettiamo e realizziamo templi o per la nostra Chiesa, o per comunità di lingua russa.

Se la memoria non mi inganna, ha cominciato la sua carriera a Kogalym.

Beh, a Kogalym non ho iniziato come costruttore di chiese, ma come architetto. All'età di 25 anni, sono stato nominato capo architetto della città. C'è, naturalmente, una certa confusione. A Mosca, non si servono molto di noi per la costruzione delle chiese. Mi sembrava che la capitale avrebbe dovuto raccogliere i più brillanti esponenti dell'architettura ecclesiale, e fornire loro l'opportunità di lavorare. Ma per ora, purtroppo, questo non sta accadendo.

È triste. Ma quando si arriva a sapere ciò che avete fatto: avete ceramente costruito e restaurato più di un centinaio di chiese! E ora passiamo alla natura del vostro lavoro. Quando si ripercorre la storia dell'architettura ecclesiale, si potrebbe pensare: così tanto è stato fatto, così tanto è stato costuito... È davvero necessario inventare nuove forme? Non è meglio attenersi a una tradizione architettonica già consacrata dal tempo?

Quando avevamo appena iniziato a progettare e costruire chiese, la cosa più importante per me era tornare a quel punto di partenza, da cui è cessata l'arte ecclesiale. Era il mio atteggiamento interiore, della cui correttezza sono ancora certo. Era il desiderio pensare a qualcosa di nuovo, che in me, come giovane architetto desideroso di esprimersi, era naturalmente presente. E, certamente, avevo disegnato su un pezzo di carta alcuni progetti contemporanei in quel momento. Grazie a Dio, nessuno di loro è stato realizzato. È stato ancor meglio studiare il patrimonio e cercare di costruirmi una visione di esso. Quindi per me è stato molto interessante cercare di costruire una chiesa nel mio stile preferito, il Liberty russo, usando motivi da Pskov. E se un cliente mi chiede di costruire una chiesa in stile neoclassico o barocco russo, non glie la nego, tuttavia cerco di provare e cercare anche di capire e amare tale stile. E si pone la questione su cosa sia l'architettura moderna. E così come ci sono materiali moderni e tecnologia moderna e in qualche modo progressi moderni e mezzi stabiliti, le persone che si trovano ad affrontare l'architettura spirituale attirano critiche se seguono un simile approccio: chi è incaricato di progettare una chiesa, lo fa come se progettasse un quartiere moderno o un qualunque complesso sportivo. La motivazione di tali architetti è che questa è l'architettura moderna e siamo in un ambiente moderno. In realtà, non è molto efficace. E non abbiamo buoni progetti – voglio dire, nel senso dell'architettura moderna, del design moderno. Ogni tentativo di fare qualcosa di proprio, a mio parere, porta al disastro creativo. Infatti la maggior parte delle chiese moderne degli anni '70 -'80 in Europa sono mostri di cemento senz'anima, anche se forse alcuni di loro sono un capolavoro architettonico -  per esempio la stessa "cappella" di Le Corbusier. Ma non è un capolavoro di chiesa e un'esigenza costruttiva ecclesiale.

Nondimeno, una chiesa moderna della Madre di Dio da lei costruita nel villaggio a Nadovrazhino (distretto di Istra, regione di Mosca) è un perfetto esempio di architettura moderna chiesa, a un raro livello di performance artistica e di espressione concisa. Per quanto ne so, è anche riuscito a impiegare il minimo dei mezzi. E questa, naturalmente, è una sua creazione, e non una ripetizione delle forme classiche. La chiesa è bassa, con una cupola insolita con una singola finestra trasversale accanto all'ingresso, un'iconostasi dipinta in casa e pitture murali esterne...

chiesa della Madre di Dio a Nadovrazhino

Ecco cosa sono giunto a concludere: che non è necessario superare la situazione, cioè sedersi e pensare a qualcosa di nuovo, perché, in effetti, tutto è già istato nventato molto tempo fa. Basta guardare a quei capolavori che sono stati creati in passato. E quando comincio a guardare i monumenti dell'architettura ecclesiale, scopro che, a mio parere, più vecchio è, meglio è! Cioè le chiese più accurate, espressive e confortevoli sono quelle antiche. In Russia, il meglio per me sono le chiese di Pskov, perché sono semplici, cioè, per gli standard moderni sono a basso budget. sembrano una fortezza e si distinguono favorevolmente sullo sfondo di edifici moderni. Così, quando diciamo che la Chiesa dovrebbe essere integrata nell'ambiente urbano circostante, credo che non sia assolutamente così. La Chiesa può resistere. Dal momento che l'architettura della chiesa è l'espressione esteriore di ciò che sta accadendo nella Chiesa, cioè, il ministero liturgico, l'edificio deve dimostrare che all'interno della chiesa fluisce una vita completamente diversa. E dobbiamo far notare questa vita, che aleggiasu una strada di Mosca o della regione di Mosca. Facciamo notare che come un monaco è diverso, anche la Chiesa è diversa! Chiesa e Stato sono separati; hanno una vita molto diversa. E questo dovrebbe essere evidente. Non è necessario riempire di fronzoli o fare tutto d'oro – ci sono altri modi per esprimere la bellezza. Ed è per questo che mi sono interessato alle chiese antiche del Nord e del Nord-Ovest russo, in particolare a Pskov. Mi interessano anche le chiese dei Balcani e le chiese bizantine.

Le piacerà anche l'architettura a tenda, a giudicare dai suoi articoli.

eremo di Vladimir del monastero di Valaam. Progetto di Andrej Anisimov

Si tratta di un'architettura assolutamente russa. Inoltre, è un risultato dell'architettura in legno. Questo è un nostro successo, ma non si può fare una chiesa a tenda a basso budget. Vale a dire, nella situazione di oggi, costruire le nostre nostri pesanti chiese a tenda è abbastanza difficile. Poiché si tratta di un grande volume. Deve essere riscaldata. Naturalmente, è bellissima e solenne. Può essere una chiesa moderna o anche una di chiesa monastero. Ma immaginate una chiesa parrocchiale, che tira su a malapena i fondi per il coro, e noi ne facciamo una a tenda e la affidiamo da riscaldare al sacerdote – è un po' crudele nei confrotni della parrocchia!

Sono questi pensieri che l'hanno ispirata, a quanto ho capito, quando ha costruito la chiesa di san Paissio il Grande a Mikhajlovsk nel distretto Ramenskoe della regione di Mosca...

chiesa degli edinovertsy di san Paissio il Grande a Mikhajlovsk nel distretto Ramenskoe della regione di Mosca

Assolutamente! Ed è proprio da questa chiesa di san Paissio e dall'esperienza positiva della chiesa della Madre di Dio nel villaggio di Nadovrazhino, che abbiamo avuto l'idea, sostenuta dal metropolita Mark, della costruzione delle cosiddette chiese low-budget o prefabbricate. Durante la costruzione devono essere rispettate tutte le tradizioni – intendo dire senza alcun cemento o elemento industriale. Sono tutte costruite a mano. Ora abbiamo costruito una chiesa nel quartiere Kozhukhovo, nella zona est di Mosca, fuori dell'anello viario automobilistico, al costo di meno di 50 milioni di rubli. In questi tempi è una spesa da un centesimo! Spero che saremo in grado di costruire alcune di queste chiese. Allo stesso tempo, in considerazione del fatto della crescita della nostra comunità parrocchiale, sua Santità il patriarca ha benedetto la costruzione di chiese da 500 persone.

Ma vorrei soffermarmi su cos'è una chiesa moderna. Non è solo l'architettura, ma anche ciò che è dettato dalle esigenze del nostro tempo. È ciò che è conveniente per l'uso moderno. Pertanto, la chiesa non può essere semplicemente un cubo, con uno o due ingressi e l'altare, e questo è tutto. Gli architetti incaricati di progettare le chiese non devono guardare alla chiesa della santa Ptotezione sul Nerl, dato che quella non è una parrocchia. Si tratta di una chiesa principesca con altre funzioni. Devono guardare alle chiese parrocchiali. Un esempio lampante è di nuovo una chiesa a Pskov, dove si trovano un tempio rinnovato e molti edifici ed estensioni. È necessaria una cappella aggiuntiva per battesimi, funerali o confessioni, così come uno sviluppo del nartece, che ospita il negozio delle icone, il banco delle candela, panchine per il riposo, etc. c'è anche bisogno di un guardaroba. Alla chiesa di Usovo, a cui abbiamo preso parte, c'è anche una camera per bambini.

Volevo sottolineare che durante la trasmissione precedente sulla nostra stazione radio, conversando con il collega E. D. Sheko, lei ha citato un progetto a basso budget tanto divertente, quanto un progetto "di cubi". Ha detto che gli architetti moderni spesso non capiscono che una chiesa dovrebbe essere per i fedeli, e non viceversa. Vale a dire, la Pasqua per l'uomo, e non l'uomo per la Pasqua!

Inoltre, anche se la chiesa è fatta per la Liturgia, è ora estremamente importante riconoscere il ministero sociale della Chiesa. Pertanto, la chiesa acquisisce più funzioni. E se si dice che è necessaria, oltre la chiesa, solo una casa parrocchiale con un refettorio, è sbagliato! Servono anche scuole, e varie associazioni di beneficenza, assistenza, educazione. Si scopre che la Chiesa svolge una quantità enorme di funzioni! Questo complesso di edifici prende a volte fino al 20%, della chiesa anche, se tutto accade sotto la sua croce. Avete probabilmente visto la chiesa su via Lobachevskij, che abbiamo costruito noi. È collegato con altri edifici in un unico complesso.

Nondimeno, è interessante fare un parallelo con l'Europa occidentale. Gli europei occidentali hanno passato un revival del gotico e hanno creato nel XIX e all'inizio del XX secolo chiese riprese dalle cattedrali medievali. Poi hanno avviato un funzionalismo nudo con il massimo utilizzo di cemento, stilobate e altri mezzi di costruzione moderna. Lei parla di funzionalità per le persone, ma non a scapito della perdita dell'individualità della chiesa. Inoltre, non cambia la forma dell'iconostasi né introduce innovazioni negli elementi sacri della chiesa - sia che lei realizzi una croce o un'iconostasi, i canoni della chiesa sono rigorosamente rispettati.

Nel corso dello studio di architettura antica, arriviamo alla seguente conclusione. Quali sono le somiglianze tra l'architettura antica e le nostre soluzioni? Per la diffusione del cristianesimo era necessaria la partecipazione alle funzioni di tutti coloro che erano nella chiesa. Per questo, purtroppo, l'iconostasi alta e sorda, apparsa nei secoli XV-XVI, non è favorevole a questo compito. I parrocchiani sono esclusi dall'altare. Proprio in questo caso è meglio fare le barriere dell'altare e l'iconostasi che chiamino a concelebrare e a vedere il "santo dei santi". Pertanto, stiamo facendo barriere bassa all'altare, o, se l'iconostasi è alta e a più livelli, porte regali basse o icone senza chiusure, in modo da poter vedere cosa sta succedendo all'altare.

Scopriamo che lei sta ancora una volta rilanciando una tradizione antica.

Assolutamente! Ciascuna delle nostre soluzioni richiede una certa conferma nella tradizione. È obbligatorio che ci sia un'analogia nei tempi antichi. Infatti dico che quando si cammina nelle chiese antiche, ci si rende conto che sono molto moderne.

Per me è anche non poco importante, oltre che un segno di architettura moderna, che facciamo tutto a mano! Non usiamo cemento e costruzioni monolitiche. In tali chiese l'acustica è molto povera, così come le modalità di temperatura e benessere ambientale. Usiamo i mattone, e in molti luoghi li lasciamo a vista. Non applichiamo l'intonaco in stile "euro-riparazione", ma un intonaco grezzo su cui si può vedere il movimento delle sue mani.

Perché faciamo questo? Il fatto è che anche se a livello inconscio, una persona capisce che l'ambiente è caldo, preparato in modo speciale per l'anima. Quando tutto è realizzato con cemento e intonaco in carton-gesso, si trasmette alla gente un sentimento interiore di freddoQuesto non è ammesso in chiesa!

C'è uno stereotipo che la chiesa dovrebbe dominare tra le costruzioni. Ma questo non è canonico. È difficile immaginare una chiesa che domini in un moderno quartiere di Mosca. Su ognuina di esse si elevano nove piani di case. Ecco perché abbiamo utilizzato un concetto diverso, che è facile da leggere a Nadovrazhino. Tra l'altro, questo è un progetto di chiesa fatto in una sola notte. L'idea è nata tutta in una volta! Ed è stato un bene. Tra l'altro, l'attuale vescovo, allora archimandrita Tikhon (Shevkunov) lo ha supportato molto rapidamente. Gli piace l'architettura di Pskov. Qual era il problema? Intorno ci sono palazzi "indiani", e come rendere la chiesa dominante? Estendere tutto verso l'alto? Dovremo spendere molto, e poi ancora per mantenerla! E allora abbiamo pensato: e perché? È meglio fare una costruzione piccola ma molto bella. Ed è questo l'elemento che sarà dominante. E in realtà è accaduto proprio questo. Questa piccola perla ha evidenziato tutto il caos che sta accadendo intorno. E tuttavia hanno inciso molto negativamente le cupole ricoperte di ossido di titanio. L'uso di sostituti – ossido o nitruro di titanio, in particolare – non sono indicati per attirare la gente in chiesa. Al contrario! Non fate oggetti di scena! Ci sono, dopo tutto, materiali modern come il ferro rivestito con un polimero. O magari ferro verniciato o zincato ma bisogna evitare gli oggetti di scena!

Di quante altre chiese hanno bisogno a Mosca?

Purtroppo, non sono molto numerose le chiese da noi costruite, ma ce ne sono di molto diverse a Mosca. Abbiamo costruito la chiesa di sant'Aleksandr Nevskij presso la MGIMO sulla via Lobachevskij. La chiesa è stata progettata nella tradizione architettonica del Nord. Secondo i nostri progetti, con piccole deviazioni e semplificazioni, è stata costruita la chiesa a Brateevo. È di tipo a tenda secondo le antiche tradizioni. La chiesa sulla Nekrasovka è stata costruita in stile bizantino. E, infine, abbiamo costruito una chiesa low-budget a Kozhukhovo. Così, abbiamo dimostrato varie opzioni per i templi.

Sto cercando di far capire che l'architettura ecclesiale – non comprende solo la Cattedrale di Cristo Salvatore e la Chiesa della santa Protezione. La tradizione è estremamente varia e vasta. A Mosca vi sono chiese di diverse soluzioni. È ora di smettela di costruire la chiesa tipica! E una tale struttura, a quanto pare, non esiste più. Mi sembra che entro un anno saranno consacrate chiese fatte su progetti individuali. Ma saturare Mosca di chiese è quasi impossibile. Questo lavoro continuerà per lungo tempo, perché i nuovi quartieri non sono affatto coperti.

E alla costruzione di un nuovo quartiere gli urbanisti non prevedranno subito il posto per una chiesa?

Per quanto ne so, questa decisione sarà applicata nella nuova Mosca. C'è anche un altro problema. Storicamente, la chiesa era il centro del paese, a partire dal villaggio fino alla città. Ma sotto Pietro I i centri urbani sono divenuti le istituzioni... per lui era l'Ammiragliato. Mettete la cattedrale dei santi Pietro e Paolo al centro della città, e la composizione del centro cambia. E per le città storichela chiesa è il centro di tutta la vita, sia geograficamente sia amministrativamente, etc. Ma noi abbiamo come centro della città non una chiesa, ma il commercio, vale a dire i centri commerciali!

Dato il rango dei vostri successi, non si è chiesto se avrà possibilità di prendere parte alla ricostruzione delle chiese distrutte a nord della Terra Santa, ovvero in Siria, dove la Russia ha contribuito a far fronte al settarismo nero dell'ISIS?

Noi, purtroppo, non siamo un'organizzazione tanto forte da poter aiutare. Ma se saremo chiamati, penso, che saremo certamente felici di partecipare a questo progetto. Per me è molto triste che in tutta questa terribile storia della Siria, non è stato posto un accento sulla distruzione del cristianesimo nel bastione storico del cristianesimo in Medio Oriente. C'è un silenzio criminale su questa tragedia. In qualche modo, abbiamo paura di dire che ci sono ortodossi, c'è la Chiesa, e che ci sono diverse persecuzioni! So che la società Imperiale di Palestina ha aiutato molto attivamente la Siria durante il conflitto. Per molti anni hanno inviato soccorsi. Hanno fornito altre forme di assistenza. Da molti anni io sono un membro attivo di questa società, e sarò molto felice se saremo in grado di collaborare al restauro e alla costruzione di chiese.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9