Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=33&id=205  Mirrors.php?cat_id=33&id=602  Mirrors.php?cat_id=33&id=646  Mirrors.php?cat_id=33&id=4898  Mirrors.php?cat_id=33&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=33&id=204  Mirrors.php?cat_id=33&id=206  Mirrors.php?cat_id=33&id=207  Mirrors.php?cat_id=33&id=208  Mirrors.php?cat_id=33&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=33&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 1 marzo 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9
  Gli sviluppi della Chiesa ortodossa nelle Filippine
Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

A partire dagli inizi degli anni '90, si è vista nelle Filippine una moltiplicazione di presenze della Chiesa ortodossa, che fino ad allora aveva avuto nel paese solo attività episodiche legate all'immigrazione di greci e russi (inclusi i profughi russi dalla Cina). Le comunità odierne sono invece per lo più composte e guidate da filippini nativi, con un'influenza che potrebbe estendersi alla diaspora filippina nel mondo.

Dai dati provenienti da una esauriente pagina di Wikipedia, apprendiamo che oggi nelle Filippine operano quattro giurisdizioni ecclesiali ortodosse: il Patriarcato Ecumenico, il Patriarcato di Antiochia, la Chiesa russa all'estero (di cui ci siamo occupati in precedenza in un articolo sul nostro sito), e il Patriarcato di Mosca. Quest'ultima, con circa 60 parrocchie visibili, è la presenza ortodossa più forte e numerosa nelle Filippine.

Le origini di questo fenomeno di vasta portata risiedono in una delle denominazioni minoritarie dei cristiani delle Filippine, la Chiesa filippina indipendentedetta anche "aglipayana", dal nome del fondatore, padre Gregorio Aglipay (1860-1940). Nata per ragioni patriottiche da un gruppo indipendentista staccatosi dal cattolicesimo romano, questa Chiesa è passata per alcune derive teologiche prima di riprendere una dimensione cristiana più maggioritaria attraverso l'affiliazione alla Comunione anglicana e all'Unione vetero-cattolica di Utrecht. Anche se è piccola rispetto ai cattolici romani nelle Filippine, la Chiesa aglipayana esercita un'influenza su un impressionante numero di abitanti dell'arcipelago (le statistiche principali variano tra i due e i quattro milioni), e non deve pertanto stupire se un movimento verso l'Ortodossia che parte dal cuore di questo movimento è capace di coinvolgere numeri considerevoli di persone.

Ricostruiamo in breve i passi salienti di questo cammino di conversione.

Nel marzo 2014, 28 parrocchie di cinque province della Chiesa filippina indipendente, guidate dai vescovi Esteban Valmera e Rogelio Ringor insieme a tredici altri membri del clero, hanno inviato una petizione a sua Santità il patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus', offrendogli la conversione di tutto il loro gruppo alla Chiesa ortodossa. Ispirato da questa iniziativa, anche un altro gruppo aglipayano indipendente guidato da otto vescovi ha scritto un'analoga petizione.

Il patriarcato di Mosca ha risposto inviando missionari ortodossi russi, ucraini e americani a catechizzare le migliaia di persone desiderose di abbracciare la fede ortodossa. Tra i missionari che sono venuti nelle Filippine vi sono padre Kirill Shkarbul da Taiwan, padre Stanislav Rasputin dall'India e padre Georgij Maksimov (prima diacono, e poi sacerdote alla fine del 2014) dalla Russia.

L'evento che ha coronato due anni di catechesi ortodossa è stato il battesimo di massa del 21 agosto 2015, che ha visto entrare nella Chiesa ortodossa 239 candidati, inclusi i due vescovi Esteban Valmera e Rogelio Ringor e quattro sacerdoti delle comunità aglipayane. Cinque dei nuovi ortodossi sono in partenza per la Russia per una preparazione di seminario. Da questo evento si è aperta la fase successiva, una serie di battesimi di massa in 29 chiese di diverse località sull'isola di Mindanao.

La pagina FaceBook della Chiesa ortodossa filippina (come si è nominata la nuova organizzazione ecclesiale) è un buon luogo in cui iniziare a seguire il percorso di queste nuove comunità. È difficile fare previsioni sul futuro a uno stadio ancora tanto prematuro, ma certamente il grande pool di influenza della chiesa aglipayana nella società filippina avrà il suo ruolo nel far crescere questa missione ortodossa composta quasi interamente di nativi del paese, e potrebbe anche raggiungere ambienti della diaspora filippina in altri paesi.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9