Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=33&id=205  Mirrors.php?cat_id=33&id=602  Mirrors.php?cat_id=33&id=646  Mirrors.php?cat_id=33&id=4898  Mirrors.php?cat_id=33&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=33&id=204  Mirrors.php?cat_id=33&id=206  Mirrors.php?cat_id=33&id=207  Mirrors.php?cat_id=33&id=208  Mirrors.php?cat_id=33&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=33&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 13 gennaio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9
  Come avere migliori siti web parrocchiali

di Joseph Kormos

Pravmir.com, 1 ottobre 2010

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Joseph Kormos è un fedele della parrocchia di Cristo Salvatore e del Santo Spirito a Cincinnati, OH, e lavora come facilitatore dei programmi di salute parrocchiale per la diocesi del Midwest della Chiesa Ortodossa in America. Ha ricoperto posizioni di rilievo nel marketing e ha lavorato come consulente sui modi migliori per pianificare e lanciare nuovi prodotti. Alcuni dei suoi consigli sul miglioramento dei siti web si trovano sul sito Pravmir.com.

Recentemente ho parlato con un sacerdote di un'altra diocesi. La sua dichiarazione non era davvero sorprendente, ma comunque interessante. "La maggior parte dei nostri nuovi fedeli ci trova attraverso il nostro sito parrocchiale o l'elenco web oca.org". Alcuni lettori di questo articolo possono essere scettici di quel commento. Io invece credo che sia possibile - anche probabile.

Per vedere come le parrocchie della nostra diocesi utilizzano il web come strumento per aiutare le persone a trovarle, ho deciso di fare un piccolo tour virtuale attraverso i siti parrocchiali della Diocesi del Midwest. A partire dall'autunno 2006, circa il 60% delle parrocchie della Diocesi ha il proprio sito web. Alcuni siti sono abbastanza buoni. Altri non sono buoni.

Io non sono un esperto di web design. Tuttavia, come molti di noi, passo un bel po' di tempo su Internet. Ho anche po' di preparazione ed esperienza nel descrivere e comunicare temi complessi - ai miei tempi ho fatto parte del gruppo creativo per la preparazione di diversi opuscoli. Se la parrocchia ha in programma di sviluppare un nuovo sito web, o se un aggiornamento importante del sito è all'ordine del giorno a breve termine, le seguenti osservazioni possono essere utili.

Qual è l'obiettivo?

Molti siti parrocchiali sembrano mancare di direzione - una chiara comprensione degli obiettivi e delle finalità del sito.

Ci sono due obiettivi primari per il sito web di una parrocchia. Il primo è la comunicazione interna con le persone che fanno già parte della parrocchia. Il secondo è la comunicazione con l'esterno, con persone al di fuori della parrocchia - quelli che possono essere interessati a trovare una chiesa o che possono essere alla ricerca di qualcosa per il momento a loro sconosciuto.

Sorprendentemente molti siti sembrano privi di un interesse per la comunicazione esterna - aiutare le persone a trovarvi. Questi siti sembrano mostrare ciò che gli esperti di marketing spesso chiamano "i bulbi oculari diretti verso l’interno" - un’insularità di pensiero che sembra tenere fuori la gente in modo subliminale.

Spesso un buon sito web parrocchiale può raggiungere entrambi gli obiettivi. Per esempio, la comunicazione vivida di informazioni sui ministeri parrocchiali e sui progetti per gli attuali parrocchiani può facilmente portare gli interessati a riconoscere una vivacità e vitalità nella comunità.

Attenti al disordine!

Molti siti web parrocchiali sono ingombrati. Sono visivamente poco attraenti, con troppa "roba" mal organizzata.

Come ortodossi dovremmo essere ben attrezzati per comprendere ed esprimere la bellezza - anche nei siti web. Il mio suggerimento sarebbe quello di attenersi alle cose fondamentali. Concentratevi prima nel presentare la vostra parrocchia in modo chiaro ed efficace per le persone che non vi conoscono. Iniziate con meno informazioni, non di più.

Un occhio ai font e alla clip art

Uno dei maggiori contribuenti al disordine è la vasta gamma di strumenti di enfasi che offrono i computer moderni. Fate attenzione a come si utilizzano più tipi di carattere, sottolineatura, grassetto, corsivo, maiuscole, dimensione del testo e colore. Evitate SOPRATTUTTO di usarli tutti insieme!

Inoltre, la clip art può essere molto divertente nel posto giusto al momento giusto. Sul web, in particolare in un sito web parrocchiale, sembra spesso sgraziata e poco professionale. Fate attenzione.

Non reinventate la ruota: usate i link

I sacerdoti e gli animatori di gruppi parrocchiali spesso citano la quantità di sforzo necessario per sviluppare e mantenere un sito web come un ostacolo ad avere un sito. È vero che ci vuole un certo sforzo per costruire e mantenere un sito, ma non così tanto come si potrebbe pensare, dati gli strumenti di costruzione di siti, veramente interessanti, che sono disponibili per le parrocchie ortodosse.

Nel corso della mia recensione dei siti web, mi era chiaro che un compito pesante in termini di tempo è la creazione o l'aggregazione di contenuti sulla fede ortodossa in un sito parrocchiale. Evitate la tendenza a cercare di diventare la "voce dell'Ortodossia" dal vostro sito parrocchiale. Ci sono un sacco di siti - forse troppi - che forniscono una quantità di informazioni ortodosse. Utilizzate i link ad alcuni di questi siti. Offrite link a un paio di articoli di valore. Forse potreste offrire una semplice lista di letture di alcuni libri di base sull’Ortodossia.

Tenetelo aggiornato

Mentre recensivo i siti web parrocchiali per questo articolo ho trovato subito:

Benvenuti alla chiesa ortodossa di (_____)

Cristo è nato! Glorificatelo! Buon Natale!

Siamo lieti di accogliere i nostri ospiti Internet e auguriamo a voi e alle vostre famiglie una felice Natività e Capodanno!

...purtroppo era la fine di marzo.

Per evitare queste cose molti siti pubblicano solo informazioni generali. ("Liturgia domenicale 9:30, vespri 19:00") I sistemi di gestione dei siti parrocchiali offrono la possibilità di programmazione di ogni settimana. Lavorate per presentare informazioni correnti, accurate, tempestive. I viaggiatori le apprezzano.

Raccontate la vostra storia parrocchiale

Il vostro sito dovrebbe vendere (ovvero "presentare in modo persuasivo e con zelo") la vostra comunità parrocchiale. Voi siete la Chiesa ortodossa nel vostro paese, città, circondario, quartiere, isolato - forse un intero stato. Spiegate come la vostra parrocchia offre la fede ortodossa. Aiutate le persone che sono alla ricerca di Dio a capire come la vostra parrocchia può aiutarli a incontrare il Dio vivente. Possono trovare dottrina ortodossa in molti posti sul web. Spiegate come la vostra comunità vive l’Ortodossia.

Sì, lo so che non siete perfetti. Evitate la tendenza ad aspettare fino a quando non sarete un’icona migliore della Chiesa.

Raccontate la vostra storia ora!

Utilizzate foto! Un sacco di foto! Di persone! In particolare dei bambini!

Le persone sono attratte dalle chiese per una vasta gamma di motivi. Certamente uno dei più importanti è la possibilità di interagire con le persone in modo amorevole. La mia ipotesi è che l'interesse per l'interazione umana è più importante, diciamo, del loro interesse per il vostro edificio. Le foto del vostro tempio (grandi o piccole, belle o elementari, esterne e interne) vanno bene. Ma per ogni foto di edifici e iconografia, vi prego, mostrate una foto della vita parrocchiale. Il culto. I momenti di compagnia. Il discepolato. I ministeri. La catechesi.

Guardando le foto dei siti parrocchiali, quando ci sono, le vedo spesso accatastate in un angolo chiamato "Foto". Aggregare le foto va bene. Ho il sospetto che i visitatori possono gravitare su quella pagina. Ma integrate quelle foto anche con il sito. Usatele per illustrare una parrocchia che irradia la luce di Cristo.

Probabilmente va da sé che le persone più fotogeniche sono i bambini. Le parrocchie passano attraverso cicli. La vostra può essere in un ciclo di invecchiamento in cui i bambini sono scarsi. Se è così, siate creativi con le foto dei bambini che avete.

Scuola parrocchiale o pagina educativa

Naturalmente il modo migliore per dire "amiamo i bambini" a giovani famiglie alla ricerca di una chiesa è la pagina della scuola parrocchiale. Questa è una grande opportunità per dimostrare un impegno attivo nell’educazione parrocchiale - e per rivelare qualcosa della nostra fede a quelli che potrebbero essere pronti a visitarvi.

Guardate il rapporto delle dimensioni

Fate attenzione al rapporto delle dimensioni (rapporto tra altezza e larghezza) nelle immagini. Le foto distorte hanno un aspetto sciatto e poco professionale. E, quasi per un gioco della fortuna, gli errori sembrano spesso di esagerazione orizzontale. Come diocesi non possiamo essere così universalmente grassi, come alcune foto ci fanno apparire! O no?

Attenzione alla "grande Liturgia"

Come ortodossi, il nostro "compito numero uno" è quello di adorare Dio. "Ortodossia" significa anche giusta glorificazione. Molti di noi amano le grandi liturgie. Quanti più sacerdoti in cerchio intorno al vescovo, affiancato da diaconi e suddiaconi, tutti in paramenti scintillanti, meglio è. Le foto di "vescovi che benedicono" abbondano.

Tuttavia, una delle chiavi a una buona comunicazione, naturalmente, è quella di conoscere il proprio pubblico. La mia ipotesi è che un numero ragionevole di persone in ricerca non trova dopo tutto le grandi liturgie tanto invitanti. In America basta confrontare il contenuto delle foto della rivista Again, che parla più direttamente ai potenziali convertiti, con molte altre pubblicazioni ortodosse, per vedere questo punto chiaramente illustrato.

Uno dei motivi per cui abbiamo così tante foto di grandi liturgie è che comunichiamo con noi stessi, invece che col mondo esterno. Attraverso i nostri siti web ci piace mostrare l'anniversario della parrocchia, una consacrazione o semplicemente l'ultima volta che un arcivescovo ci ha visitato. E importante per voi - ed è giusto che sia così. Ma può non essere importante per coloro che desiderate attrarre.

Basta con le storie parrocchiali!

Questo mi porta alla pagina della "storia della parrocchia". Come ortodossi riveriamo la storia. Tuttavia, la maggioranza dei visitatori - ricordate il pubblico a cui vi rivolgete - non ha un grande interesse per la storia. E, tranne rari casi, non ha alcun interesse per la storia della vostra parrocchia. Un giorno, quando diventeranno parte della vostra comunità, potranno interessarsi - ma non nella fase in cui prendono coscienza.

Vi offro la prova d’accusa numero 1…

Nel 1962, padre (_____) è arrivato ​​da (_____) e ha servito la parrocchia fino alla sua morte l'8 novembre 1981. Durante questo tempo, gli interni della chiesa e il salone parrocchiale sono stati ristrutturati. L'esterno della chiesa è stato restaurato nella sua forma attuale in mattoni con finestre ad arco, un campanile con suonerie registrate e una cupola. A tal fine si è ottenuto un prestito, che è stato completamente pagato nel mese di settembre del 1993. L'ipoteca sulla casa parrocchiale è stata versata integralmente il 30 marzo 1978.

Oh cielo! È una gran bella cosa sapere che il serio visitatore non sarà gravato dal terribile "mutuo per il registratore delle campane e per la cupola" ma in qualche modo non sono sicuro che questo attrarrà tanto la sua attenzione. Le sole persone interessate possibili solo quelle che hanno estinto il mutuo. Raccontate la storia di oggi - attraverso le pagine del ministero e il calendario - e di domani - attraverso dichiarazioni della vostra visione o descrizioni di progetti che sperate di iniziare. Non siate centrati su ieri. Per ogni parola che parla di ieri mettetene almeno dieci che parlano di oggi e, possibilmente, almeno una per il domani.

Parlate direttamente ai visitatori

Dite le parole: "i visitatori sono i benvenuti". Spiegate che siete felici di avere visitatori alle funzioni. Magari, date loro qualche idea di cosa aspettarsi o qualche direttiva semplice di base. Considerate di fare una pagina speciale per le persone interessate.

I contenuti contribuiti dai laici

Un ultimo suggerimento sarebbe quello di essere sicuri di includere il contenuto fornito dai laici. Un articolo del direttore del coro, del direttore dell'istruzione, del responsabile della beneficenza, la dice lunga sugli obiettivi della parrocchia, ma dice anche chiaramente al visitatore del sito - questo è un luogo dove le persone si impegnano a trovare la luce di Cristo.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 9