Рубрика

 

Информация о приходе на других языках

Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=647         
 

Православный календарь

   

Воскресная школа прихода

   

Поиск

 

Главное

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Отпевание и панихиды  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Подготовка к таинству Брака в Православной Церкви  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Подготовка к таинству Крещения в Православной Церкви  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Главная  >  Сбор текстов  >  Sezione 8
  Vescovo della Chiesa ortodossa ucraina: I trasferimenti agli scismatici si sono interrotti dopo il cambio di governo, perché erano artificiali

Orthochristian.com, 24 ottobre 2019

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Поделиться:

Il trasferimento di massa di comunità parrocchiali dalla Chiesa ortodossa ucraina canonica alla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" scismatica è stato un processo artificiale, ritiene il metropolita Kliment di Nezhin e Priluki, forzato dalla pressione del governo piuttosto che dalla volontà e dalla decisione dei fedeli.

Pertanto, il processo di trasferimento si è quasi completamente interrotto dopo il cambio di governo nel paese, ha commentato in una recente intervista a segodnya.ua.

Quando i trasferimenti avvenivano su larga scala, questo avveniva con lo slogan "Il popolo ucraino vuole cambiare la propria confessione in massa", ma quando la situazione politica è cambiata, le transizioni si sono quasi fermate, ha commentato, osservando che la maggior parte di loro si è verificata sotto la pressione di e su iniziativa delle autorità locali e statali.

"Sorge la domanda: perché il popolo ucraino ha smesso improvvisamente e inaspettatamente di voler cambiare la propria confessione religiosa? Questo evento straordinario può essere spiegato solo dal fatto che il processo di transizione era artificiale", ha spiegato il vescovo della Chiesa ortodossa ucraina.

OrthoChristian ha riferito di numerosi casi di trasferimenti forzati, sia per violenza che per manovra illegale da parte delle autorità locali.

E non solo il processo di trasferimento è quasi esaurito, ma ha iniziato a funzionare al contrario, con parrocchie che sono tornate nella Chiesa canonica dopo essere entrate nello scisma. Il metropolita Kliment ha menzionato in modo specifico la parrocchia di Morozovka, di cui OrthoChristian aveva riferito in precedenza.

Inoltre, ha criticato le statistiche che sono spesso annunciate dalla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" e dai suoi sostenitori.

Le dichiarazioni su 500 presunte parrocchie passate alla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" sono "falsi assoluti", ha sottolineato. "Queste cifre non hanno assolutamente nulla a che fare con la realtà, che è molto facile da controllare. Basta andare a vedere quelle parrocchie di cui è stato annunciato il trasferimento alla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina". Vedrete che in realtà non vi si è trasferito nessuno".

Le tattiche sono le stesse che furono impiegate durante l'Unione Sovietica, ha detto il metropolita Kliment, quando arrivavano dall'alto istruzioni alle quali le autorità locali non potevano effettivamente adempiere, e allora si limitavano a inventare delle statistiche.

A febbraio, è stato rivelato che la "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" non mantiene comunque statistiche ufficiali sul numero di parrocchie che vi si trasferiscono.

A luglio, OrthoChristian ha riferito che nessuna parrocchia era passata alla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" nei due mesi precedenti.

Поделиться:
Главная  >  Сбор текстов  >  Sezione 8