Рубрика

 

Информация о приходе на других языках

Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=ru&id=647         
 

Православный календарь

   

Воскресная школа прихода

   

Поиск

 

Главное

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Отпевание и панихиды  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Подготовка к таинству Брака в Православной Церкви  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Подготовка к таинству Крещения в Православной Церкви  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Главная  >  Сбор текстов  >  Sezione 8
  Una nuova video-intervista al metropolita Kallistos sulla questione ucraina
Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Поделиться:

In un'intervista al canale televisivo ucraino "Inter", il metropolita Kallistos di Diokleia (Patriarcato di Costantinopoli) ha dichiarato: "La situazione attuale in Ucraina, a mio avviso, è davvero molto seria e non sono solo i cristiani ortodossi a Ucraina che sono preoccupati. Questa situazione riguarda l'intera Chiesa ortodossa. Sappiamo che oggi esiste uno scisma tra il Patriarcato di Costantinopoli e il Patriarcato di Mosca, che non sono in comunione. Il patriarcato di Costantinopoli ha concesso, come esso stesso afferma, l'autocefalia alla Chiesa ortodossa ucraina, ma questo non è riconosciuto da Mosca o da qualsiasi altra Chiesa ortodossa. Nessuno ha sostenuto il Patriarcato di Costantinopoli. Ora il Patriarcato di Mosca ha cessato la comunione con il Patriarcato di Costantinopoli. Noi, dalla parte del Patriarcato di Costantinopoli, non abbiamo rotto la comunione eucaristica con nessuno, ma la situazione è molto seria. Inoltre, a mio avviso - non quello del Patriarcato - pur rispettando profondamente il patriarca Bartolomeo, non sono d'accordo con la sua decisione. È chiaro che da oltre 300 anni l'Ucraina fa parte della Chiesa russa, è un fatto storico, non possiamo cambiare il passato. Ecco perché penso che fosse sbagliato per il Patriarcato di Costantinopoli intervenire negli affari del territorio che fa parte della Chiesa russa. Sono molto preoccupato per l'uso della forza e penso che non raggiungeremo una soluzione attraverso la violenza o l'oppressione. Per me sarebbe un disastro e un grande scandalo se, ad esempio, i monaci della Lavra delle Grotte di Kiev o di Pochaev venissero espulsi con violenza. Spero e prego che questo non accada. Qual è il percorso per una soluzione? Entrambe le parti, il Patriarcato di Costantinopoli e quello di Mosca, hanno assunto una posizione diametralmente opposta: come trovare un compromesso? Non ho un'idea chiara del modo migliore per raggiungere una soluzione, ma questa potrebbe essere una discussione dei problemi dell'Ucraina durante un incontro pan-ortodosso dei primati. Si potrebbe persino convocare un nuovo Santo e Grande Concilio come quello tenuto a Creta nel 2016 e al quale, purtroppo, la Chiesa russa non è stata rappresentata. Ma potremmo riconvocare il Concilio e spero che per grazia di Dio, essa partecipi. Chiamiamo la Chiesa ortodossa "conciliare" (sobornaja), e "sobornost" è il rispetto dell'altro, la capacità di ascoltare l'altro. Quindi, ascoltiamoci l'un l'altro, nell'onestà e nella verità, ma con l'amore di Cristo".

Поделиться:
Главная  >  Сбор текстов  >  Sezione 8