Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=7999  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=647       
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  Vadim Novinskij: la Chiesa ortodossa ucraina è la quinta colonna del popolo ucraino, non del Cremlino

di Ekaterina Filatova

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Vadim Novinskij. foto: NASH.MAXI-TV

I politici hanno fatto di tutto per non avere una sola Chiesa per tutta la popolazione, quindi a causa delle loro azioni e di quelle del Fanar, lo scisma ucraino non sarà eliminato presto.

La Chiesa ortodossa ucraina si tiene al di fuori della politica e continua a servire degnamente il suo ministero, nonostante il fatto che negli ultimi anni sia stata coinvolta in processi politici e chiamata "la quinta colonna del Cremlino", ha detto Vadim Novinskij, deputato e capo della fazione del Blocco d'opposizione, in un'intervista a Dmitry Gordon.

"La Chiesa ortodossa ucraina è la Chiesa del popolo ucraino, carne della loro carne", ha detto Novinskij. "I preti ucraini vi servono, e gli ucraini frequentano i luoghi di culto della Chiesa ortodossa ucraina". Pertanto, penso che essa sia la quinta colonna del popolo ucraino. Ha svolto il suo ministero con dignità per più di 28 anni da quando ha ricevuto lo status di Chiesa autonoma con diritti d'ampia autonomia".

Il parlamentare ha sottolineato che sebbene Petro Poroshenko "abbia cercato per cinque anni di coinvolgere la nostra Chiesa canonica nel processo politico, grazie alla posizione ferma e coraggiosa di sua Beatitudine il metropolita Onufrij, non è riuscito a farlo. La Chiesa ha altri obiettivi, altri compiti".

Secondo la sua opinione, Poroshenko ha tradito la Chiesa ortodossa ucraina – la Chiesa dell'intera nazione, cercando di creare una pseudo-chiesa che servisse solo una parte di questa nazione.

"La Chiesa ha le sue leggi e tradizioni, sulla base delle quali tutto dovrebbe svilupparsi", ha detto. "Non ci siamo mai opposti alla concessione dello status di autocefalia alla Chiesa ortodossa ucraina, ma questo status dovrebbe essere concesso secondo le leggi ecclesiali, non nel modo in cui hanno agito Poroshenko e il patriarca Bartolomeo. Quando questo viene fatto in modo così mercantile, non porterà a nulla di buono".

Novinskij ha osservato che "la questione ucraina ha causato una gravissima crisi nell'intero sistema dell'Ortodossia mondiale, in cui le relazioni diplomatiche tra le Chiese sono ora infrante, per usare un linguaggio secolare".

"Gli effetti della concessione del Tomos sono tali che la divisione in Ucraina non è stata e non sarà eliminata nei prossimi decenni, ma non farà altro che approfondirsi. Lo scisma è una ferita sanguinante nel corpo della Chiesa e in generale per l'Ucraina. Invece di superarlo, i politici hanno fatto di tutto per approfondirlo in modo che non possa essere guarito in alcun modo. Il patriarca Bartolomeo ha sempre aggravato questo problema la sua posizione quando non lo ha condannato apertamente, anche se in tutti gli eventi ecclesiali era solito sostenere il metropolita Onufrij e dire che era l'unico metropolita (...) Grazie a Dio, i primati delle Chiese locali, a differenza del patriarca Bartolomeo, osservano scrupolosamente i canoni e le tradizioni ecclesiastiche, capiscono la loro responsabilità dinanzi a Dio e ai fedeli e pensano all'eternità, piuttosto che ad alcuni dei loro riconoscimenti e preferenze in questa vita", ha aggiunto il signor Novinskij.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8