Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 12 novembre 2018)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 1 novembre 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  La Chiesa russa dubita della salute mentale del rappresentante di Costantinopoli che ne ha annunciato la revisione dello stato attuale

Interfax-religion, 6 novembre 2018

Nella foto: padre Aleksandr Volkov

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Il Patriarcato di Mosca ha espresso preoccupazione per la salute mentale del rappresentante di Costantinopoli al Consiglio Ecumenico delle Chiese, l'Arcivescovo Job (Getcha), che ha chiarito che lo stato attuale della Chiesa russa può essere riveduto e che ha affermato che la Chiesa ortodossa ucraina non esiste più.

"Ci sono dichiarazioni molto preoccupanti dell'arcivescovo Job (Getcha). Siamo seriamente preoccupati per la sua salute mentale e spirituale. Se necessario, siamo pronti ad aiutare un fratello con un trattamento o a mandarlo a studiare in uno dei seminari della nostra Chiesa", ha scritto sulla sua pagina Facebook il segretario stampa del patriarca Kirill, padre Aleksandr Volkov.

Come riportato, in un'intervista della BBC ucraina l'arcivescovo ha notato che lo stato autocefalo delle Chiese ortodosse di Russia, Grecia, Serbia, Romania, Polonia, Albania, Bulgaria, Georgia e Cecoslovacchia non è stato confermato dai Concili ecumenici, ma è stata Costantinopoli a dare loro lo status di indipendenza.

"E come credono alcuni canonisti, dal momento che queste nuove autocefalie o nuovi patriarcati non sono mai stati confermati da un Concilio ecumenico, essendo stati creati dal Patriarcato ecumenico, a un certo punto, se il Patriarcato ecumenico lo ritiene necessario, può cancellare questo stato", ha aggiunto il rappresentante della chiesa di Costantinopoli.

Nel frattempo, il segretario stampa del patriarca Kirill ha detto a Interfax che queste dichiarazioni dell'arcivescovo a causa di atteggiamenti personali negativi di questo gerarca verso la Chiesa ortodossa russa non possono essere considerate la posizione ufficiale di Costantinopoli.

"Sua Eminenza Job non è un portavoce ufficiale della Chiesa ortodossa di Costantinopoli, e le sue affermazioni che vanno oltre i limiti della ragione non possono essere spiegate da altro che dalla rabbia personale nei confronti della Chiesa russa", ha detto il sacerdote.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8