Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  Il portavoce della Chiesa ortodossa ucraina spiega come fermare il conflitto religioso in Ucraina

di Ol'ga Tsvilij

Unione dei giornalisti ortodossi, 23 marzo 2019

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

il vice capo del Dipartimento degli esteri della Chiesa ortodossa ucraina, arciprete Nikolaj Danilevich

Possiamo assistere a lotte, afflizioni, percosse di credenti - eppure è ancora possibile porre rimedio alla situazione, assicura l'arciprete Nikolaj.

Affinché il conflitto religioso in Ucraina si fermi, è necessario porre fine al sequestro dei luoghi di culto, restituire ciò che è stato preso con la forza e calmare le persone, ha spiegato l' arciprete Nikolai Danilevich, vice capo del Dipartimento degli esteri della Chiesa ortodossa ucraina al canale "Primo cosacco".

"È necessario ricordare ai seguaci della 'Chiesa ortodossa dell'Ucraina' che sono cristiani", ha detto l'arciprete.

Secondo lui, il superamento di un conflitto religioso dipende in gran parte dalla risposta delle autorità statali.

"Se c'è una direttiva da parte dello stato (perché questa organizzazione è sotto il diretto controllo dello stato, parliamoci francamente), non accadrà nulla di male. Si calmeranno", ha aggiunto il prete.

È necessario fermare l'illegalità il più presto possibile, assicura il vice capo del Dipartimento. Ha ricordato che gli ucraini hanno già vissuto qualcosa di simile nei primi anni '90, e le ripercussioni di quegli eventi sono state tangibili per molto tempo.

"Non c'è unità. Solo liti, sofferenze, percosse di credenti. Abbiamo visto tutto questo circa 30 anni fa, all'inizio degli anni '90. Ma siamo riusciti a sopravvivere. E quanto tempo ci è voluto per tornare alla pace e alla tranquillità? 20 anni? 30?", ha ricordato l'arciprete Nikolaj.

Secondo lui, gli eventi che si svolgono ora sono ancora più drammatici: il tomos non è riuscito a portare pace, le persone sono offese.

Il 21 marzo 2019 il primate della Chiesa ortodossa ucraina ha raccontato a Petro Poroshenko, l'attuale presidente dell'Ucraina, le persecuzioni dei fedeli della Chiesa canonica. Ha esortato il capo dello stato a trarre conclusioni dagli errori e a cercare altri modi di unificazione che non danneggino lo stato e il popolo dell'Ucraina. "Voglio sottolineare che non siamo noi a prendere con la forza le chiese a noi stessi, non sono le nostre comunità a tagliare le serrature sui loro templi, come qualcuno talvolta dice nei nostri media. Questo viene fatto da estranei che sono lontani dalla Chiesa, che non vanno in chiesa e non l'hanno mai fatto", ha detto sua Beatitudine Onufrij al presidente.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8