Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 febbraio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  Il clero della diocesi di Chernovtsy riporta pressioni dalle autorità

di Maksim Palamarchuk

Unione dei giornalisti ortodossi, 14 gennaio 2019

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

il clero del decanato di Getsa della diocesi di Chernovtsy

I sacerdoti della diocesi di Chernovtsy hanno fatto appello alle autorità locali con una lettera aperta, nella quale si sono rivolti a loro per fermare la persecuzione dei chierici della Chiesa ortodossa ucraina.

Le autorità esercitano pressioni sui sacerdoti del decanato di Gertsa (diocesi di Chernovtsy), inducendoli a promuovere la "Chiesa ortodossa dell'Ucraina". Ciò è detto in una dichiarazione indirizzata al capo dell'amministrazione statale del distretto di Gertsa dall'arcivescovo Longin, vicario del monastero della santa Ascensione a Banceni, e dall'arciprete Pavel Dumitru, decano del decanato di Gertsa. Il testo della lettera è stato messo a disposizione dell'Unione de4i giornalisti ortodossi.

"Come cittadini dell'Ucraina, vogliamo segnalare che da parte delle autorità statali vengono intraprese persecuzioni e repressioni criminali di sacerdoti: si esercitano pressioni sul clero della Chiesa ortodossa ucraina e sui fedeli del decanato di Gertsa", dice il documento.

La lettera dice che i preti sono costretti a camminare per il villaggio e fare propaganda perché la gente si unisca alla "Chiesa ortodossa dell'Ucraina".

"Si esercitano pressioni sui presidenti dei consigli di villaggio... i chierici sono minacciati di rappresaglie: se non compaiono agli interrogatori, vi saranno portati con la forza. Vogliamo chiedere al nostro governo perché la legge dell'Ucraina viene violata. Per quanto ne sappiamo, la Chiesa è separata dallo stato, tale norma è sancita dall'articolo 35 della Costituzione <...>", osservano i funzionari della diocesi di Chernovtsy.

Il clero chiede al governo dell'Ucraina di garantire la sicurezza e proteggere i diritti umani.

"Noi confesseremo la fede che Cristo ci ha lasciato", dice la dichiarazione. "Restiamo fedeli al Signore, alla nostra Chiesa ortodossa ucraina canonica nella persona di sua Beatitudine il metropolita Onufrij di Kiev e di Tutta l'Ucraina, e serviremo soprattutto, Dio, la vera fede ortodossa e il popolo ucraino, e saremo in comunione di preghiera con tutto il mondo ortodosso canonico", hanno concluso gli autori della lettera.

La lettera è firmata dall'arcivescovo Longin (Zhar) di Banceni, così come dai rappresentanti del clero del decanato di Gertsa della diocesi di Chernovtsy.

In precedenza, l'arcivescovo Feodosii di Bojarka ha affermato che la pressione delle autorità sulla Chiesa canonica è dovuta al fatto che la Chiesa ortodossa ucraina è l'ultima istituzione in Ucraina che non mente.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8