Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  Un prete americano ha lasciato la Chiesa di Costantinopoli per la ROCOR in segno di protesta contro le azioni del patriarca Bartolomeo in Ucraina

interfax-religion.ru

23 ottobre 2018

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Il rettore della Chiesa della Dormizione a Bluefield (USA, West Virginia), il sacerdote Mark Tyson, ha lasciato il Patriarcato di Costantinopoli e si è unito alla ROCOR come segno di solidarietà con la Chiesa ortodossa canonica dell'Ucraina.

"Pochi giorni fa, il patriarca, che ho onorato con devozione e preghiera per oltre due decenni, ha compiuto un passo senza precedenti nel ripristinare lo status canonico di una banda ribelle di chierici deposti e screditati in Ucraina", scrive padre Mark al suo vescovo ordinario in una lettera, di cui è giunta copia lunedì a Interfax.

Il sacerdote nota che "le azioni immorali e non canoniche del patriarca Bartolomeo in Ucraina hanno già contribuito alla violenza contro la Chiesa canonica", e questa violenza aumenterà.

"Sotto i nostri occhi si sta svolgendo una guerra civile ecclesiastica... e il nostro patriarca le ha dato la sua approvazione ufficiale. La nuova e indipendente "chiesa" che ha creato è composta da idolatri. Questi non adorano la Santa Trinità, ma il falso Dio chiamato "Ucraina libera", – dice la lettera.

Per questo motivo, il sacerdote M. Tyson ha deciso di lasciare la parrocchia della Chiesa di Costantinopoli.

"Ho servito lì l'ultima liturgia e da ora non onorerò più il patriarca Bartolomeo. la mia coscienza semplicemente non me lo permette. (...) Ho deciso semplicemente, ma fermamente, di "fare un passo indietro" e di unirmi in comunione con la Chiesa ucraina sofferente, che è stata marginalizzata dalle azioni incomprensibili del patriarca Bartolomeo. Ho perso tutto il mio reddito. Perderò molti amici cari e meravigliosi. (...) Tuttavia, sono pronto a fare dolorosi sacrifici per non commemorare questo patriarca, che ha inferto una ferita di tal genere sul corpo della Chiesa", scrive padre Mark.

In conclusione, chiede "a ogni costo di evitare il contatto con gli idolatri appena resi 'canonici'," ritenendo che tale comunione sia "un inganno artificiale, che a suo tempo sarà ridicolizzato e anatematizzato".

Secondo le informazioni dell'ufficio della diocesi americana orientale della ROCOR, il sacerdote Mark Tyson è già stato ricevuto e nominato nel clero di una delle chiese della Virginia.

L'11 ottobre, il Sinodo di Istanbul ha invalidato il suo decreto del 1686 sul trasferimento della metropolia di Kiev a Mosca, ha annunciato la creazione del suo podvor'e a Kiev e ha riabilitato i leader delle autoproclamate chiese ortodosse in Ucraina. In risposta, il Sinodo del Patriarcato di Mosca ha annunciato una rottura completa delle relazioni con la Chiesa di Costantinopoli.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8