Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=32&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 30 luglio 2017)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8
  Massoneria o Cristo?

(inclusa la posizione del cristianesimo ortodosso in materia di massoneria)

dei reverendi Padri Vladimir S. Borichevsky e Stephan N. Jula

terza edizione

stlukeorthodox.com

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

INTRODUZIONE

La fraternità massonica ha le sue origini nel Medioevo, intorno all'anno 800 d.C. Ebbe inizio con i costruttori del Medioevo e fu chiamata "massoneria operativa". I lavoratori formarono le loro gilde (corporazioni) o associazioni, che avevano leggi, norme, regolamenti e ufficiali. Alcuni simboli e principi religiosi e filosofici, che in precedenza erano appartenuti agli antichi adoratori segreti del sole, sono stati adottati da alcune delle corporazioni. Infine, la funzione industriale della vera massoneria è stata persa, e da allora, è diventata massoneria speculativa, con accento posto esclusivamente sull'aspetto religioso.

Le rivendicazioni di antichità della massoneria, di risalire al Tempio di Salomone o anche a un periodo precedente, non hanno alcun fondamento nella realtà storica. Le affermazioni che Gesù, Giovanni Battista e Giovanni Evangelista erano massoni non meritano attenzione e sono a dir poco blasfeme.

La massoneria è diventata molto spiritualista e, come tale, è sempre stata in competizione con la Chiesa. Avendo un insegnamento religioso, con l'obiettivo di diventare la sola religione del genere umano, la massoneria è in diretta opposizione a Cristo e alla sua Chiesa.

Adottata dalle classi superiori, la massoneria è diventata una chiave per la promozione personale e la soddisfazione della vanità. Più importanti sono gli appelli all'amore per il mistero nei suoi miti, simboli, cerimonie e giuramenti; la sua segretezza e l'oscurità della sua fraseologia. La massoneria speculativa nata con gli inizi del razionalismo e del libero pensiero, quando il deismo e la religione 'naturale' in contrapposizione alla religione rivelata stavano vincendo aderenti.

A causa di queste diverse implicazioni religiose all'interno della massoneria e del fatto che molti cristiani sono massoni, riteniamo necessario fare uno studio del problema.

Che la potenza e la gloria di Dio siano rese note attraverso i nostri umili sforzi.

CAPITOLO I

Può un vero cristiano diventare massone?

La Chiesa cattolica ortodossa è convinta e ha sempre insegnato che la massoneria è un'organizzazione non cristiana, anzi anti-cristiana, e, come tale, non si può tollerare all'interno della Chiesa cattolica ortodossa.

È diventato sempre più evidente che ci sono cristiani ortodossi che si sono uniti, si stanno unendo, o sono in procinto di unirsi all'organizzazione della massoneria. Per la maggior parte questi cristiani non hanno studiato l'organizzazione della massoneria, e nella loro innocenza, non sono consapevoli del fatto che la massoneria è incompatibile con la fede cattolica ortodossa. Un vero cristiano non si unirà alla massoneria, o se vi ha aderito, ma poi ha appreso la sua vera natura, la lascerà.

Dobbiamo mettere in guardia tutti i buoni cristiani del fatto che la massoneria in realtà è una religione. Si tratta di una falsa religione che è sia pagana sia anticristiana. Ciò può essere facilmente verificato se si studiano alcune delle dichiarazioni e degli scritti di autorevoli massoni. La massoneria sostiene di rivelare ai suoi iniziati una luce spirituale ed esoterica. La massoneria crede nell'immortalità, ma non nell'immortalità in Cristo. Il vero Dio nella massoneria è respinto in favore del dio del minimo comune denominatore – per non essere offensivo per ebrei, cristiani, musulmani, indù, ecc. La massoneria accetta uomini di ogni religione a patto che credano in una divinità. Tuttavia, anche il diavolo crede in Dio e trema davanti a lui.

La fede cristiana è una fede esclusiva. Il cristianesimo è stato rivelato da Dio all'uomo e non è un sistema elaborato dall'uomo stesso. Dio è venuto nel mondo in Cristo Gesù, al fine di sollevare l'uomo fino a lui. Per un vero cristiano, Cristo significa tutto! Un vero cristiano non potrà mai rinnegare Cristo! Un cristiano è salvato attraverso il Sangue di Cristo, non c'è salvezza se non nel nome di Cristo. Ogni culto che esclude Cristo è anticristiano.

Queste sono alcune delle differenze tra la religione massonica e la fede cristiana.

Alcuni sostengono che la massoneria non è una religione, ma l'ancella etica e caritativa della Chiesa. La massoneria stessa non accetta tale posizione subordinata. La massoneria insegna la salvezza per opere e non attraverso il Sangue di Cristo. Questa è una falsa salvezza e porterà solo alla perdizione. La salvezza è all'interno della Chiesa e non nella massoneria.

La Chiesa non adora il dio che è adorato nei templi massonici. Un cristiano che partecipa al culto in un tempio massonico sfida l'autorità della Chiesa e lo fa in segreto. Come può un vero credente nella Santa Trinità sostenere di aver trovato un vero culto di Dio nella massoneria? Il dio della massoneria esclude Cristo, il nostro divino Redentore. Un cristiano si è "rivestito di Cristo" nel santo battesimo. Come può entrare nella massoneria in cui deve negare e svestirsi di Cristo, il suo Redentore?

Nel primo grado, Dio viene definito "Grande Architetto". Questo è dispregiativo per l'onnipotenza creativa del vero Dio. Un architetto costruisce solo a partire da materiali già a portata di mano. Dio crea dal nulla! Questa concezione massonica è francamente deista, ovvero basata sulla sola ragione, incredula nei confronti della rivelazione e delle verità soprannaturali del cristianesimo. "Grande Geometra" è ancora peggiore, perché implica un certo grado della matematica simbolica ormai superata della Kabbala, la teosofia mistica degli ebrei. Ma è nel grado dell'Arco Reale che sorgono difficoltà molto gravi. La parola Jah-bul-on è costituita da Jahweh ebraico insieme con Baal assiro e On ovvero Osiride egiziano. Questo è il nome che i massoni sostengono di essere il "nome sacro e misterioso del Dio vivo e vero, l'Altissimo". Si tratta di una terribile miscela che certamente non parla di Dio. La massoneria è una religione precristiana, una religione misterica molto diversa, separata ed estranea alla fede cristiana. La religione cristiana esalta la fede prima di tutto e dipende dalla grazia soprannaturale. La massoneria ha solo verità naturali e non dipende dalla fede. Essa porta la conoscenza ai propri iniziati con la sola ragione.

Sebbene la massoneria in un certo senso rappresenta la religione a un livello pre-cristiano, sostiene anche di conferire una luce, spirituale e morale, che non brilla in nessun altro luogo. E sostiene di avere segreti che accrescono il senso del valore spirituale di un uomo e migliorano il suo carattere. Rivendica il possesso esclusivo di certe verità, una delle quali è il nome sacro e misterioso di Dio. Essa sostiene di aver trovato il culto di Dio!

In altre parole, la massoneria sostiene di essere una "super-religione" e la sua grande missione è quella di abbracciare in sé tutte le religioni. Per fare questo, il messaggio unico di Cristo Redentore e della sua Chiesa deve essere neutralizzato in modo da essere compatibile con gli insegnamenti massonici.

La massoneria non è compatibile con il cristianesimo, in quanto si tratta di una organizzazione segreta, che agisce e insegna in segreto deificando il razionalismo. Non è lecito appartenere a Cristo e, allo stesso tempo, cercare la redenzione e la perfezione morale al di fuori di lui.

La massoneria è stata condannata dalla Chiesa cattolica ortodossa. Infatti, nessuna chiesa cristiana che ha analizzato seriamente gli insegnamenti religiosi della massoneria è riuscita a non condannarla.

È vergognoso e illogico per un cristiano ammettere di essere in uno stato di oscurità e di cercare la luce attraverso la massoneria. Legarsi con giuramento a segreti che non saranno rivelati se non in seguito, è parimenti sciocco e pericoloso, ed è contrario alla legge morale. Il cristiano ortodosso che è massone deve considerare il peccato che commette quando nega Cristo. Deve iniziare a rendersi conto che la massoneria è in opposizione alla fede cristiana, anche se superficialmente può dare l'impressione di essere un'organizzazione cristiana.

Alcuni entrano nelle fila della massoneria a causa della sua religiosità. Altri si uniscono per i vantaggi che offre in professioni commerciali e determinati, o per la compagnia che offre. Altri ancora si uniscono per la segretezza con cui la massoneria annebbia il suo vero sé.

Nessuna di queste ragioni può giustificare il fatto che un cristiano diventi un massone. In realtà, sono ragioni per non entrarvi!

La massoneria è una religione sincretista che cerca di unire in sé le convinzioni contrastanti di molte religioni. Si tratta di una religione naturale che non ha alcuna autorità se non la teologia naturale in cui l'uomo è una legge a se stesso. Queste cose, in aggiunta all'indifferentismo all'interno della massoneria, sono i nemici mortali della Chiesa di oggi, proprio come lo erano nella Chiesa primitiva.

Ogni sacerdote dovrebbe studiare la massoneria in modo da poter comprendere gli effetti che ha sulle anime di quelli che sono stati contaminati con questo tipo di tumore disastroso, che deve essere combattuto e distrutto all'interno della Chiesa.

La massoneria è una malattia spirituale ed è una rivale della Chiesa come guida morale. Dichiara di non essere una religione e tuttavia pretende di essere religiosa. Se i membri della Chiesa stanno ricevendo istruzioni e precetti morali da una fonte esterna, la Chiesa ha il diritto e il dovere di indagare.

"Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anatema" (Gal 1:8).

CAPITOLO II

La massoneria parla per se stessa

Nel nostro primo capitolo, abbiamo discusso l'idea della massoneria come una religione. Al fine di chiarire la posizione della massoneria verso la religione in generale, esaminiamo alcune affermazioni di autorevoli massoni.

Mackey dice: "Come massoni ci viene insegnato di non iniziare alcuna grande o importante impresa senza prima invocare la benedizione e la protezione della Divinità, e questo perché la massoneria è un'istituzione religiosa" (Masonic Ritualist, p. 44).

"La massoneria è un'istituzione religiosa, le sue cerimonie sono parte di un culto realmente religioso" (Encyclopedia, p. 60).

Pierson dice: "Il sistema della massoneria, come nelle sue origini, afferma ancora di essere un sistema di religione in cui tutti gli uomini possono unirsi" (Pierson: Traditions, p. 372).

Albert Pike dice che la massoneria è una religione, perché ogni uomo prima di diventare un massone, deve esprimere la sua fede nella divinità, e nella continuazione dell'esistenza della parte intellettuale dopo la morte. Il problema con i ministri della religione è che vogliono farci credere troppo, mentre gli agnostici come Ingersoll vogliono farci credere troppo poco" (Discorso a Harpers Ferry, 11 settembre 1879).

Il Grande Ispettore Cunningham dice: "La massoneria è una religione pura".

Clymer dice: "La massoneria è la religione universale solo perché e solo in quanto abbraccia tutte le religioni. Per questo motivo, e solo questo, è universale ed eterna" (Ancient Mystic Oriental Masonry, pag 59). "La massoneria non è solo una scienza universale, ma una religione mondiale, e non deve la fedeltà ad alcun credo, e non può adottare alcun dogma settario, senza perdere con questo il carattere massonico... Molti gradi sono stati cristianizzati solo per perire: come succederà alla fine a ogni grado se sarà circoscritto da credi stretti, e sminuito nella comprensione, in modo da escludere uomini buoni di qualsiasi altra comunione" (p. 58). "Senza alcun riferimento a forme e modi di fede, fornisce una serie di evidenze indirette che in silenzio operano per stabilire i grandi e generali principi della religione, e indica quel sistema trionfante che è stato oggetto di tutte le precedenti dispensazioni, e deve infine essere l'unica religione del genere umano" (p. 118).

Albert G. Mackey è considerato da molti la ​​più grande autorità massonica in America. Nella sua Encyclopedia, (p. 617, ed. 1916) scrive: "C'è stata una spesa inutile di ingegno e talento da parte di un gran numero di oratori e saggisti massonici nel tentativo inutile di dimostrare che la massoneria non è una religione". Più avanti scrive: "Ma la religione della massoneria non è settaria. Essa ammette uomini di ogni credo religioso nel suo seno ospitale, senza respingere nessuno e senza approvare nessuno per la sua particolare fede. Non è giudaismo, anche se non vi è nulla in essa che possa offendere un ebreo. Non è cristianesimo, ma non vi è nulla in essa che sia ripugnante alla fede di un cristiano (p. 619).

Una delle pubblicazioni più autorevoli dell'ordine è il Bollettino trimestrale della Biblioteca massonica a Cedar Rapids, Iowa. In un articolo che protesta contro la "cristianizzazione" dell'ordine, si legge : "Quando un uomo diventa un massone e prende su di sé il voto solenne che ci lega tutti a vincoli di amore fraterno, ciò non interferisce in alcun modo con la sua fede in Dio o con la sua religione, non importa quale possa essere il suo credo. Non deve cessare di essere musulmano, buddista, induista, ebreo, cristiano, o (un membro) di qualsiasi altra denominazione. Se studierà seriamente gli insegnamenti esoterici dell'antica massoneria come insegnato nella nostra amata fraternità, egli guadagnerà una comprensione molto più profonda nella propria fede e una concezione molto più chiara del proprio credo che gli permetterà di comprendere meglio i suoi sublimi insegnamenti e verità spirituali. Riconoscerà il fatto che tutte le religioni devono essere state emanate da una fonte comune, che tutti hanno origine dalla stessa grande sorgente, le cui eterne verità sono si trovano in tutti gli insegnamenti di tutte le religioni" (gennaio 1917).

Questi sono gli insegnamenti fondamentali della massoneria sulla religione. Ogni distinzione tra vera e falsa religione viene spazzato via. L'affermazione del cristianesimo, che è l'unica vera fede che possiede la verità salvifica, vi è negata. Ma Gesù dice che di essere la sola Via e Verità e Vita! La massoneria afferma che tutte le religioni hanno quella Verità, e tutte hanno la stessa origine. La sua posizione è chiaramente opposta a quella del cristianesimo.

C'è poco da meravigliarsi che un massone racconti a un cristiano ortodosso che questi imparerà la vera ortodossia attraverso la massoneria. Dire questo significa dimostrare la propria totale ignoranza dell'Ortodossia, oppure mentire deliberatamente. La vera fede è da ricercarsi nella sua pienezza solo nella fede cattolica ortodossa. Solo la Chiesa cattolica ortodossa è ordinata per insegnare la Verità in tutta la sua purezza e pienezza. La Sacra Scrittura dichiara che la Chiesa è la colonna e il fondamento della verità". La Chiesa, Corpo mistico di Cristo, è l'unica istituzione esente da errori perché in essa lo Spirito Santo dimora e testimonia la Verità. Fuori della Chiesa c'è oscurità. È solo nella Chiesa che possiamo trovare la compagnia necessaria per la vera felicità. È solo attraverso la passione, la sofferenza, la morte e la gloriosa risurrezione di Gesù Cristo che possiamo essere salvati. È solo attraverso Cristo e nella Sua Chiesa, che possiamo trovare la Verità.

La Sacra Scrittura insegna l'idea massonica di mettere tutte le religioni su base paritaria?

Ascoltate il nostro Signore Gesù Cristo che dice : "Io sono la porta. Se uno entra attraverso di me, sarà salvato" (Giovanni 10:9); "Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me" (Giovanni 14:6); "Chi non ha il Figlio di Dio non ha la vita" (Giovanni, 5:12); "Chi non crede al Figlio non vedrà la vita" (Giovanni, 3:36).

Senza Cristo non abbiamo Dio! Non abbiamo la salvezza! Per un cristiano non ci può essere accordo o compromesso tra Cristo e la massoneria.

La massoneria ignora la verità che Cristo ha sofferto per tutti. Non è stato invano che san Paolo ha detto: "La parola della croce è stoltezza per quelli che periscono, ma per noi che siamo salvati è potenza di Dio" (1 Cor 1:18).

Il cristiano fa un sacrificio totale della vera fede, quando diventa un massone. Quando indossa il suo piccolo grembiule massonico, abbandona Cristo implicitamente ed esplicitamente.

Poiché la massoneria respinge la divinità di Gesù Cristo e lo pone su un livello di parità con i fondatori delle altre religioni, ogni cristiano dovrebbe fermarsi e realizzare le implicazioni della massoneria per la sua fede cristiana. La massoneria elimina il nome di Cristo dai brani biblici letti nella loggia e omette il suo nome nelle preghiere della loggia. Questo dovrebbe fare in modo che un cristiano si renda conto che è colpevole di partecipazione a un procedimento eretico. Il cristiano ha una sola alternativa. Se ha già aderito una loggia, deve "uscire e separarsene" (2 Cor 6:17).

"E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre, ma piuttosto condannatele aperttamente. Di  quelle cose che si fanno da costoro in segreto è una vergogna perfino parlare" (Efesini 5:11-12)

CAPITOLO III

Il giuramento massonico

Se qualcuno dovesse chiedervi di firmare un documento senza prima permettervi di leggerlo, potreste obiettare! E nessuno direbbe che voi avete agito incautamente. Quando si entra in una organizzazione massonica questo è esattamente ciò che viene chiesto di fare. Per esempio, il primo giuramento, l'obbligo dell'apprendista, recita come segue :

"Io (nome), di mia spontanea volontà e accordo, alla presenza di Dio Onnipotente e questa venerabile loggia, eretta a lui e dedicata al santo Giovanni, qui e ora solennemente e sinceramente prometto e giuro: che io rispetterò sempre, non terrò mai per me e non rivelerò nessuna delle arti segrete, delle parti o dei luoghi dei misteri nascosti della antica massoneria che mi saranno comunicati, in questo momento o in qualsiasi periodo futuro, ad alcuna persona o persone, salvo che si tratti di un vero e legittimo fratello massone, o all'interno di una loggia di massoni regolarmente costituita: e né a lui né a loro fino a quando con rigorosa prova, dovuto esame o informazioni legali, avrò trovato lui o loro legalmente titolati come me".

Le parole indicano chiaramente che uno giura di mantenere il segreto non solo ciò che è stato rivelato, ma, anche quello che deve ancora essere rivelato. Nessuna persona sana di mente sarebbe d'accordo di comportarsi in questo modo in qualsiasi altra fase della vita, ma questa è la procedura normale in ogni rituale massonico. Gesù, tuttavia, ha detto: "Io ho parlato al mondo apertamente – non ho detto nulla di nascosto". (Giovanni 18:20) E si aspetta che tutti coloro che lo seguono nella Verità facciano altrettanto.

Più oltre, un massone giura solennemente di consentire all'Ordine Massonico di punirlo e anche di distruggerlo se svela uno dei suoi segreti. Questo è ciò che egli giura:

"Per tutto questo, solennemente e sinceramente prometto e giuro, con una ferma e costante risoluzione di mantenere ed eseguire la promessa, senza equivoci, riserve mentali, o qualsiasi progetto segreto, vincolandomi a una sanzione non minore di quella di avere la gola tagliata, la lingua strappata alle radici, e di essere sepolto nelle sabbie del mare alla bassa marea, dove la marea fluisce due volte in 24 ore, se consapevolmente o in consapevolmente violerò questo mio giuramento solenne e l'obbligo di apprendista massone. Così Dio mi aiuti e mi mantenga fermo nella corretta esecuzione della promessa".

Ora prendiamo in considerazione quello che alcuni dei presidenti degli Stati Uniti hanno avuto da dire su questo giuramento blasfemo e immorale.

Il sesto Presidente degli Stati Uniti, John Quincy Adams, ha detto, "sono pronto a completare davanti a Dio e all'uomo la dimostrazione che i giuramenti, gli obblighi e le sanzioni massoniche non possono in alcun modo essere conciliati con le leggi della morale, del cristianesimo, o del paese".

Il presidente Ulysses S. Grant ha detto: "Tutti i partiti politici segreti legati a giuramento sono pericolosi per qualsiasi nazione, non importa quanto siano puri o patriottici i motivi e i principi che li riuniscono per la prima volta".

Vorremmo ricordare a coloro che dicono che i giuramenti e gli obblighi di un massone non vengono presi sul serio o letteralmente, un incidente nella storia della massoneria americana, che svela il suo pericolo sempre presente. Dopo che il capitano William Morgan abbandonò la massoneria ed espose i primi tre gradi fu rapito e ucciso da massoni che avevano preso i loro giuramenti letteralmente e seriamente, con dolore e rimpianto di chi non lo aveva fatto. Quando questo si è verificato nel 1826, 1.500 logge abbandonarono i loro statuti e 45.000 massoni su 50.000 nella giurisdizione del nord uscirono dall'ordine. Le circostanze che erano allora presenti nella Massoneria non sono cambiate nella sostanza, e sono presenti oggi con tutto il loro potenziale pericolo.

Molti massoni negheranno di aver mai fatto il giuramento che abbiamo citato in parte, ma la ragione del loro rifiuto è di per sé evidente: il giuramento stesso glie lo vieta. L'autenticità del giuramento che abbiamo citato non è mai stata smentita. Ci sono indubbiamente molti massoni che erano e sono inconsapevoli del pieno impatto e delle implicazioni di questo giuramento e dei loro obblighi massonici. Ma quando sono esposti alla Luce e alla Verità di Cristo, loro malvagità diventa chiaramente visibile a tutti, tranne agli spiritualmente ciechi o ai cinicamente indifferenti.

Il giuramento massonico è, di fatto, un giuramento stragiudiziale! Le logge non hanno alcuna autorità da parte di Dio o dello Stato di amministrare giuramenti. Dal momento che questo giuramento non può essere vincolante per un cristiano, deve essere respinto e deve essere oggetto di pentimento, se è stato fatto. Nessun cristiano può fare un giuramento che lo obbliga a rompere la Legge di Dio. O il giuramento significa esattamente quello che dice o non significa nulla! O l'iniziato acconsente ad uccidere oppure bestemmia Dio usando il suo nome invano !

La Bibbia ci dice cosa fare se abbiamo inconsapevolmente commesso questo peccato: "Se un'anima giura, pronunciando con le labbra di fare il male, o di fare del bene, qualunque cosa sia che un uomo pronunci con un giuramento, e gli sia nascosta, quando ne verrà a conoscenza, allora sarà colpevole in una di queste cose. E quando sarà colpevole in una di queste cose, egli deve confessare di avere peccato in quella cosa e il sacerdote farà l'espiazione per lui riguardo al suo peccato" (Levitico 5:4-6).

È evidente anche da questa breve analisi del giuramento massonico di primo grado - e questo è ancor più vero per gli altri gradi – che la massoneria non può essere un'ancella della Chiesa, come alcuni sostengono. Gli ideali etici della massoneria sono direttamente opposti a quelli del cristianesimo.

È anche chiaro che nessuno può essere un vero massone e allo stesso tempo un vero cristiano. Vorremmo ricordare a coloro che dicono che la Massoneria è una organizzazione caritatevole e buona, che le buone azioni sono veramente buone solo se nascono da buone intenzioni e un buon cuore. Come cristiani, siamo tenuti a essere caritatevoli verso tutte le persone e di essere imparziali in tutte le cose. I giuramenti massonici richiedono una benevolenza parziale. A rigor di termini, la carità massonica non è carità cristiana.

"Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso. E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto. Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell'Altissimo; perché egli è benevolo verso gl'ingrati e i malvagi. Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro" (Luca 6:32-36). Nella carità cristiana tutto è dato "in nome di Cristo".

Nelle parole di san Giovanni, la Chiesa si appella a tutti i cristiani, "Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo. Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù, non è da Dio. Questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, viene, anzi è gia nel mondo. Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. Costoro sono del mondo, perciò insegnano cose del mondo e il mondo li ascolta. Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio ascolta noi; chi non è da Dio non ci ascolta. Da ciò noi distinguiamo lo spirito della verità e lo spirito dell'errore" (1 Giovanni 4:1-6).

CAPITOLO IV

Perché entrare a far parte di una società segreta?

C'è una buona ragione al mondo per entrare in una società segreta? Perché devono esserci organizzazioni segrete? Le società segrete sono di beneficio o di ostacolo alla Chiesa cristiana?

Queste sono domande che dovrebbero interessare ogni persona che ama Dio.

In Giovanni 3:19-21 leggiamo: " E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio. "

Noi crediamo sinceramente che non vi sia alcun motivo sotto il nome di Dio che giustifichi l'appartenenza di un vero cristiano a qualsivoglia società segreta.

Il segreto è un nemico della libertà ed è stata la cosa più impopolare in America tra gli anni tra il 1826 e il 1840.

Non vi è alcuna necessità di organizzazioni segrete in un paese benedetto da libertà e giustizia per tutti. Una società segreta sarà sempre tentata al male e a diventare senza legge e irrispettosa verso i diritti delle altre persone.

Un'organizzazione segreta può essere utile e lodevole quando è impegnata in un'opera necessaria di natura temporanea. Un esempio è la Chiesa primitiva, che era perseguitata sotto governi dispotici e tirannici e per la sua salvezza e prosecuzione era necessaria una certa segretezza. Tuttavia, in un paese libero e democratico, un'organizzazione segreta non è solo inutile, ma dannosa.

Nonostante ciò, viviamo in un'epoca di organizzazioni segrete. La mania del segreto è la catena che lega tali organizzazioni in un'unità. La massoneria è alla radice della mania del segreto. Le società segrete non sono certamente opera del nostro vivere la Verità, la Luce e la Vita. D'altra parte, le società segrete riconoscono il dio della menzogna, dell'oscurità e della morte.

Che la massoneria sia una minaccia per la Chiesa cristiana è evidente oltre ogni dubbio. Se la massoneria dovesse mai diventare universale, come sostiene che farà, di Cristo il Figlio di Dio non si sentirà più parlare. La massoneria è di fatto l'anticristo in veste di agnello e non può avere un posto nella Chiesa di Cristo. "Sorga Iddio, e si disperdano i suoi nemici".

Gesù ha parlato contro il segreto organizzato e ha comandato anche ai suoi discepoli di parlare apertamente.

Egli ha detto: "Quello che vi dico nelle tenebre, ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio, predicatelo sui tetti" (Mt 10:27).

È chiaro che un cristiano dovrebbe rivelare tutto ciò che è buono e vantaggioso per la razza umana, e non dovrebbe mantenere la sua lucerna sotto il moggio, ma sul candeliere in modo che "possa dare luce a tutti quelli che sono nella casa" (Matteo 5:15).

Qualsiasi organizzazione che sostiene di avere segreti che potrebbero portare beneficio all'umanità e non li rivela al mondo è certamente immorale e non può essere classificata come un buon istituto. Se non ha segreti, non dovrebbe fingere!

Tutti i segreti della massoneria sono stati rivelati e non hanno portato beneficio all'umanità. L'unico segreto nella massoneria è che non c'è nessun segreto !

La massoneria non è altro che una contraffazione della Chiesa. È antagonista alla vita e alla crescita cristiana. Gli uomini sono ingannati da un cristianesimo camuffato permesso in una certa misura in questa società non cristiana. Questi cristiani stanno facendo l'opera di Satana e non lo sanno! Una volta che sono catturati nelle insidie ​​del maligno diventano cristiani deboli e non porteranno alcun frutto.

Se tutti i cristiani all'interno delle logge "ne uscissero e si separassero", le logge cesserebbero di esistere! Non è una situazione pietosa?

CAPITOLO V

Pronunciamenti della Chiesa cattolica ortodossa contro la massoneria

La Chiesa cattolica ortodossa ha chiarito il suo atteggiamento nei confronti della massoneria in molte occasioni, e ogni volta ha dichiarato che è incompatibile con la fede cristiana.

In tempi recenti, il compianto e prominente metropolita Antonio di Kiev e Galizia ha avvertito tutti i cattolici ortodossi in termini non incerti dei pericoli della massoneria per la fede cristiana.

Nella sua posizione contro la massoneria ha detto che "...è vietato a tutti i cristiani ortodossi diventare massoni. Tutti i sacerdoti hanno il dovere di interrogare coloro che vengono a confessarsi se sono membri di ordini massonici, e nel caso che sia chiaro che sono massoni e credono e condividono gli insegnamenti massonici, essi devono essere informati che l'appartenenza all'organizzazione massonica è incompatibile con il cristianesimo ortodosso, e che dovrebbero lasciare immediatamente la massoneria, altrimenti saranno ritenuti indegni di ricevere la santa Comunione e la loro ulteriore impenitenza porterà loro la scomunica dalla Chiesa ortodossa.

La Chiesa cattolica ortodossa greco-russa in Nord America, nel corso di un grande Concilio dei vescovi, tenutosi dal 19 al 27 ottobre 1949 a New York, ha approvato una risoluzione di condanna della massoneria in risposta a una relazione speciale fatta dall'allora arcivescovo di Chicago, Leontij. Nella risoluzione si legge :

"Dopo una lunga discussione sulla questione della massoneria, il Sobor dei vescovi ha decretato: (a) di avvisare i membri della Chiesa ortodossa russa d'America, in particolare i suoi pastori, dell'incompatibilità di essere nel seno salvifico della Chiesa di Cristo, e contemporaneamente all'interno delle falsità della massoneria. La massoneria è in realtà una miscela di paganesimo e di altre religioni con alcune "iniziazioni" segrete stabilite nel rituale dell'ordine; (b) di spiegare ai fedeli che la nostra Chiesa in questo è d'accordo con l'insegnamento della Chiesa greco-ortodossa. Accetta infatti il testamento espresso da Crisostomo, metropolita di Atene, e da 66 membri della Chiesa ellenica, che è stato formulato nel corso di un Concilio ad Atene, il 12 ottobre 1933, nelle seguenti dichiarazioni:

(1) I figli fedeli della Chiesa devono evitare la massoneria, credendo fermamente nel Signore Gesù Cristo. Possedendo la verità che è stata rivelata per mezzo di lui e degli apostoli, e con la partecipazione alla santa Comunione da cui siamo santificati, non devono allontanarsi dalla grazia di Cristo, diventando partecipanti a strani misteri. È assolutamente impossibile appartenere a Cristo e, allo stesso tempo, cercare la salvezza e la perfezione morale al di fuori di lui;

(2) Chiunque sia stato coinvolto nelle iniziazioni ai misteri massonici, deve lasciare immediatamente questa organizzazione. In futuro dovrà astenersi da ogni associazione con le logge massoniche e le loro opere. In questo modo egli può avere piena certezza che rinnoverà il suo legame con il Signore e Salvatore, che è stato rotto o per ignoranza o per comprensione non corretta delle cose in cui è stato coinvolto.

(3) Spiegare il fatto innegabile che il giudizio divino ha toccato coloro che hanno rotto il loro legame con Cristo, specialmente nel caso del sacerdozio – perché sono già stati puniti da autorità superiori con il loro licenziamento dallo svolgimento delle loro funzioni sacerdotali nelle nostre chiese. Hanno perso l'integrità della vita e nella mezzo malattia hanno ereditato la morte.

(4) Ripetere l'appello di tutta la Chiesa greco-cattolica orientale a coloro che hanno sconsideratamente aderito alla fraternità massonica non rendendosi conto che sono passati in un'altra religione simile alle antiche sette gnostiche di Egitto, Siria, Asia Minore, Persia e Grecia; assicurarli che la Chiesa attende con grande amore il loro pentimento nel loro involontario abbandono di Cristo. La Chiesa chiama tutti i fedeli a pregare, in modo che il nostro Signore Gesù Cristo, "la Via, la Verità e la Vita", li illumini, riportandoli alla verità del Vangelo e li ristabilisca nella fedeltà alla Fede e alla Chiesa santa, cattolica e apostolica.

(5) Dare un avvertimento a tutti i fedeli e soprattutto ai giovani in crescita di prendere a cuore le indicazioni del nostro episcopato riguardanti la massoneria, in modo che le benedizioni di Dio possano sempre dimorare con i loro genitori, i loro parenti e tutte le loro organizzazioni ecclesiastiche, che ora beneficiano delle misericordie dall'alto per la loro fedeltà alla fede ortodossa dei loro antenati.

(6) Riportare immediatamente questa decisione all'attenzione di tutti i soggetti coinvolti e, in generale, informare e dare indicazioni a tutti i fedeli tramite la pubblicazione nell'organo ufficiale della metropolia e, se possibile, in opuscoli separati".

Umile Teofilo, metropolita di tutta l'America e del Canada.

Leonzio, arcivescovo di Chicago e Minneapolis.

Giovanni, vescovo di Sitka e di tutta l'Alaska.

Giovanni, vescovo di Detroit e Cleveland.

Dionisio, vescovo di Pittsburgh e West Virginia.

Giovanni, vescovo di Brooklyn.

Vescovo Dimitri.

(Tradotto da The Russian American Orthodox Messenger, marzo 1950, pagine 33-34)

Le conclusioni del Consiglio della Chiesa greco-ortodossa a cui si riferiscono queste risoluzioni, sono riportate qui in pieno per l'edificazione di tutti. È chiaro da quanto detto in questa affermazione che non solo la Chiesa greca, ma tutte le Chiese ortodosse autocefale sono d'accordo nei confronti della massoneria. (La dichiarazione è riportata in Darkness Visible, alle pagine 70-74)

I vescovi della Chiesa di Grecia, nella loro sessione, si erano occupati dello studio e dell'esame dell'organizzazione internazionale segreta, la massoneria. Avevano ascoltato con attenzione l'esposizione introduttiva della Commissione dei quattro vescovi nominati dal Santo Sinodo nella sua ultima seduta, e anche il parere della Facoltà Teologica dell'Università di Atene, e il parere particolare del Prof. Panaiotis Bratsiotis che vi era allegato. Avevano anche preso in considerazione pubblicazioni su tale questione in Grecia e all'estero. Dopo una discussione sono arrivati ​​alle seguenti conclusioni, accettate all'unanimità da tutti i vescovi.

"La massoneria non è semplicemente una società filantropica o una scuola filosofica, ma costituisce un sistema mistagogico che ci ricorda le antiche religioni e i culti pagani misterici, dai quali discende ed è loro continuazione e rigenerazione. Questo non solo è ammesso da docenti di spicco nelle logge, ma è dichiarato con orgoglio, affermando letteralmente: 'La massoneria è l'unica sopravvivenza degli antichi misteri e può essere chiamata la loro custode'. La massoneria è una prole diretta dei misteri egizi, 'l'umile laboratorio della loggia massonica non è altro che il riparo e il buio dei cedri dell'India e le profondità sconosciute delle piramidi e le cripte dei magnifici templi di Iside'; 'i misteri greci della massoneria, dopo aver percorso le strade luminose del sapere sotto gli iniziatori dei misteri, Prometeo, Dioniso e Orfeo, hanno formulato le leggi eterne dell'universo'.

"Tale legame tra massoneria e gli antichi misteri idolatrici si manifesta anche con tutto ciò che è recitato e compiuto nelle iniziazioni. Come nei riti degli antichi misteri idolatrici si ripeteva il dramma delle fatiche e della morte del dio misterico, e nella ripetizione imitativa di questo dramma l'iniziato muore insieme con il patrono della religione misterica, che era sempre una persona mitica che simboleggia il sole della natura che muore in inverno e si rigenera in primavera, così anche, all'iniziazione al terzo grado del patrono della massoneria Hiram e in una sorta di ripetizione della sua morte, in cui l'iniziato soffre con lui, è colpito dagli stessi strumenti e nelle stesse parti del corpo, come Hiram. Secondo la testimonianza di un insegnante di spicco della massoneria Hiram è 'come Osiride, come Mitra e come Bacco, una delle personificazioni del Sole'.

"Così la massoneria è, ovviamente, una religione misterica, molto diversa, separata ed estranea alla fede cristiana. Ciò è dimostrato senza alcun dubbio dal fatto che possiede i propri templi con altari, che sono caratterizzati da insegnanti di spicco come 'officine che non possono avere meno storia e santità della Chiesa' e come templi di virtù e di saggezza, dove l'Essere Supremo è adorato e la verità è insegnata. Possiede le proprie cerimonie religiose, come la cerimonia di adozione o battesimo massonico, la cerimonia di riconoscimento coniugale o matrimonio massonico, il servizio funebre massonico, la consacrazione del tempio massonico, e così via. Possiede le proprie iniziazioni, il proprio rituale cerimoniale, il suo ordine gerarchico e una precisa disciplina. Come può essere concluso dalle agapi massoniche e dalla festa dei solstizi d'inverno e d'estate con pasti religiosi e festeggiamenti generali, è una religione fisiolatrica.

"È vero che può sembrare a prima vista che la massoneria possa conciliarsi con ogni altra religione, perché non è interessata direttamente alla religione a cui appartengono i suoi iniziati. Questo, però, si spiega con il suo carattere sincretistico e dimostra che anche in questo punto è una figlia e una continuatrice degli antichi misteri idolatri che hanno accettato all'iniziazione i fedeli di tutti gli dèi. Ma così come le religioni misteriche, nonostante l'apparente spirito di tolleranza e di accettazione degli dèi stranieri, portavano a un sincretismo che minava e gradualmente distruggeva la fiducia nelle altre religioni, così pure la massoneria oggi, cercando di abbracciare in sé a poco a poco tutta l'umanità e promettendo di dare perfezione morale e conoscenza della verità, si solleva nella posizione di una sorta di super-religione, al vedere tutte le religioni (senza eccezione per il cristianesimo) come inferiori a se stessa. Così si sviluppa nei suoi iniziati l'idea che solo nelle logge massoniche viene eseguita la sagomatura e la levigatura della pietra non livellata e grezza. E il solo fatto che la Massoneria crea una fratellanza escludendo al di fuori di essa tutte le altre confraternite (che sono considerate dalla Massoneria come 'non istruite' anche quando sono cristiane) dimostra chiaramente le sue pretese di essere una super-religione. Questo significa che con l'iniziazione massonica un cristiano diventa un fratello del musulmano, del buddista, o di qualsiasi tipo di razionalista, mentre il cristiano non iniziato alla massoneria diventa per lui un estraneo.

"D'altra parte la massoneria, esaltando in modo preminente la conoscenza e aiutando la ricerca libera 'senza mettere alcun limite alla ricerca della verità' (secondo i suoi riti e costituzione), e più di questo adottando la cosiddetta etica naturale, si mostra in questo senso in netta contraddizione con la religione cristiana. La religione cristiana esalta infatti la fede al di sopra di tutto, limitando la ragione umana ai limiti tracciati dalla rivelazione divina e che conducono alla santità attraverso l'azione soprannaturale della grazia. In altre parole, mentre il cristianesimo, come religione di rivelazione, con i suoi dogmi e verità razionali e sovra-razionali, chiede la fede in primo luogo, e fonda la sua struttura morale sulla grazia divina soprannaturale, la massoneria ha solo la verità naturale e porta alla conoscenza dei sua iniziati libero pensiero e indagine attraverso la sola ragione. Fonda la sua struttura morale solo sulle forze naturali dell'uomo, e ha solo scopi naturali.

"Così, l'incompatibile contraddizione tra cristianesimo e massoneria è abbastanza chiara. È naturale che varie Chiese di altre denominazioni abbiano preso posizione contro la massoneria. Non solo la Chiesa occidentale ha stigmatizzato per i propri motivi il movimento massonica con numerose encicliche papali, ma anche le comunità luterana, metodista e presbiteriana hanno dichiarato che è incompatibile con il cristianesimo. Molto più la Chiesa cattolica ortodossa, mantenendo nella sua integrità il tesoro della fede cristiana, si è proclamata contro di essa ogni volta che la questione della massoneria è stata sollevata. Recentemente, la Commissione inter-ortodossa che si è riunita al Monte Athos, e a cui i rappresentanti di tutte le Chiese ortodosse hanno preso parte, ha caratterizzato la massoneria come un 'sistema falso e anti-cristiano'."

L'assemblea dei Vescovi della Chiesa di Grecia nella seduta di cui sopra ha ascoltato con sollievo e accettato le seguenti conclusioni che sono state tratte dalle indagini e discussioni del suo presidente, Sua Grazia l'Arcivescovo Crisostomo di Atene :

"La massoneria non può essere affatto compatibile con il cristianesimo, in quanto si tratta di un'organizzazione segreta, che agisce e insegna nel mistero e nel segreto e deificando il razionalismo. La massoneria accetta come suoi membri non solo cristiani, ma anche ebrei e musulmani. Di conseguenza agli ecclesiastici non può essere consentito di prendere parte a questa associazione. Considero degno di degradazione ogni sacerdote che lo fa. È necessario esortare tutti coloro che vi sono entrati senza la dovuta riflessione e senza esaminare ciò che è la massoneria a recidere tutti i collegamenti con essa, perché solo per il cristianesimo è la religione che insegna la verità assoluta e soddisfa le esigenze religiose e morali degli uomini. All'unanimità e con una sola voce tutti i vescovi della Chiesa di Grecia hanno approvato quanto è stato detto, e noi dichiarare che tutti i figli fedeli della Chiesa devono separarsi dalla massoneria. Con la fede incrollabile nel Signore nostro Gesù Cristo 'nel quale abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, il perdono dei nostri peccati, secondo le ricchezze della sua grazia, che egli ha riversato in abbondanza su di noi con ogni sapienza e intelligenza' (Ef 1:7-9) possedendo la verità rivelata da Lui e predicata dagli Apostoli, 'non in discorsi persuasivi di sapienza, ma nella manifestazione dello Spirito e della sua potenza' (1 Cor 2:4). Partecipando ai divini misteri attraverso i quali siamo santificati e salvati per la vita eterna, non dobbiamo cadere dalla grazia di Cristo, diventando partecipi di altri misteri. Non è lecito appartenere al tempo stesso di Cristo e ricercare la redenzione e la perfezione morale al di fuori di lui. Per questi motivi il vero cristianesimo è incompatibile con la massoneria.

"Perciò, tutti coloro che sono stati coinvolti nelle iniziazioni ai misteri massonici devono da questo momento rompere tutti i rapporti con logge e le attività massoniche, con la sicurezza che in tal modo rinnoveranno certamente i loro legami con il nostro unico Signore e Salvatore, indeboliti da ignoranza e da un senso errato di valori. L'Assemblea dei vescovi della Chiesa di Grecia si aspetta in particolare e con amore questo comportamento dagli iniziati delle logge, essendo convinta che per la maggior parte essi hanno ricevuto l'iniziazione massonica senza rendersi conto che in tal modo passavano a un'altra religione, ma al contrario per ignoranza, pensando di non aver fatto nulla di contrario alla fede dei loro padri. Raccomandandoli alla solidarietà, e in nessun modo all'ostilità o all'odio dei figli fedeli della Chiesa, l'Assemblea dei Vescovi li chiama cordialmente a pregare con lei per amore cristiano, in modo che l'unico Signore Gesù Cristo, 'la via, la verità e la vita' possa illuminare e far ritornare alla verità coloro che per ignoranza si sono smarriti ".

(Siamo in debito con padre Krivoshein, un sacerdote ortodosso a Oxford, e anche con Walton Hannah, l'autore di Darkness Visible, per questa dichiarazione della Chiesa greco-ortodossa).

CAPITOLO VI

Risoluzione sulla massoneria presentata al nono Concilio pan-americano da parte del decanato di Chicago

PREFAZIONE

Il Grande Concilio dei vescovi tenuto nel mese di ottobre del 1949 dopo aver ascoltato una relazione dell'arcivescovo Leontij, ha deliberato che la massoneria non può essere tollerata in una qualsiasi delle sue molteplici forme all'interno del Corpo di Cristo, la sua Chiesa. In passato, la massoneria è stata respinta e condannata dalla santa Chiesa cattolica e apostolica ortodossa come un'organizzazione o un culto esoterico, sincretista e segreto. Tali culti rivendicano per sé il diritto di comunicare e insegnare ai loro iniziati "verità" spirituali, dogmatiche e morali che contraddicono, annullano, o sostituiscono le verità della "fede che fu una volta per tutte trasmessa ai santi" (Gd 3). La santa Chiesa cattolica e apostolica ortodossa afferma che essa sola "è la Chiesa del Dio vivente, colonna e fondamento della verità". (1 Tim 3:15).

ORA QUINDI DELIBERA

(1) Che questo nono Concilio pan-americano della Chiesa cattolica ortodossa greco-russa del Nord America, riunita sotto la guida e la protezione del Santo Sinodo nella pro-cattedrale della Santa Protezione della Santissima Madre di Dio nella città di New York in questo il giorno 10 novembre dell'anno del Signore 1955, accetta, approva e sostiene pienamente le risoluzioni sulla massoneria del Grande Concilio dei Vescovi dell'ottobre 1949.

(2) Che queste risoluzioni siano effettuate con il maggior possibile vigore e zelo nella Chiesa da parte di tutti i suoi veri membri, siano essi vescovi, clero o laici, ognuno secondo i diritti, i doveri e le responsabilità del suo ufficio a tutti i livelli e in tutte le fasi della vita della Chiesa.

(3) che tutti i cristiani cattolici ortodossi ricordino che la fedeltà a Cristo e l'unità con la vita del suo Corpo, la Chiesa, obbliga tutti e ciascuno di loro a evitare tutti i culti esoterici, sincretisti o segreti che, come la massoneria, affermano di essere custodi di alcune "verità" esoteriche, spirituali, dogmatiche ed etiche che solo loro possiedono e conferiscono ai loro iniziati. Quando un cristiano cattolico ortodosso diventa consapevolmente o inconsapevolmente membro di tale organizzazione, per ignoranza o indifferenza, egli riconosce di fatto che la verità e la luce di Cristo, il Figlio di Dio, non sono sufficienti per la salvezza. Così egli nega il Salvatore che ha detto: "Tutte le cose mi sono state affidate dal Padre mio" (Luca 10:22) perché "Io sono la Via, la Verità e la Vita; nessuno può venire al padre, se non per mezzo di me" (Giovanni 14:6). La Chiesa ha sempre affermato che la pienezza della verità è solo all'interno del Corpo di Cristo, la Chiesa, che da sola insegna e conferisce verità spirituali, dogmatiche ed etiche ai suoi membri sotto la guida dello Spirito Santo. Non concede, né condivide, né dà questo suo diritto e dovere dato da Dio a qualsiasi organizzazione, istituzione o individuo al di fuori del corpo vivificante di Cristo.

(4) Che ogni cristiano cattolico ortodosso che per ignoranza dei fatti o per qualsiasi altro motivo, si sia unito a qualsiasi organizzazione esoterica, sincretista o segreta deve pentirsi del suo peccato davanti alla Chiesa. Deve spezzare subito tutti i legami che lo legano a tale organizzazione se vuole riconciliarsi con la pienezza della verità che è all'interno del Corpo vivificante di Cristo.

(5) Che ogni cristiano cattolico ortodosso, che sia vescovo, sacerdote, diacono, o laico, perde tutti i diritti, onori e privilegi della sua appartenenza e del suo ufficio nella Chiesa, quando entra a far parte di qualsiasi organizzazione esoterica, sincretista o segreta. Se continua la sua appartenenza in segreto, il semplice fatto di tale appartenenza, che sia noto alla Chiesa o no, è sufficiente per tagliarlo fuori dalla vivificante vigna di Cristo. Se egli partecipa ai misteri del corpo e del sangue di Cristo, mantenendo segreto nel suo cuore il fatto di questa appartenenza, egli "mangia e beve senza riconoscere il corpo e mangia e beve il proprio giudizio" (1 Cor 11:29), non per salvezza ma per condanna.

 (6) Che è dovere e obbligo di ogni membro della santa Chiesa cattolica e apostolica ortodossa di esporre e combattere l'oscurità del male e delle "verità" segrete di tutti i culti esoterici, sincretisti e segreti con la luce e la verità di Cristo. Il nostro Signore ha detto: "Io ho parlato al mondo apertamente... non ho detto nulla di nascosto" (Gv 18:20). La Chiesa di Cristo esige e si aspetta da ogni membro pieno e incondizionato amore, lealtà e devozione a Gesù Cristo, il Figlio di Dio, il Salvatore e Redentore del mondo. Pertanto, nessun uomo può giurare in segreto amore, lealtà e devozione al falso dio della massoneria, e allo stesso tempo confessare e servire il "Padre e Figlio e il santo Spirito, la Trinità consustanziale e indivisa" (dalla Divina Liturgia di san Giovanni Crisostomo).

Gloria a Gesù Cristo! Gloria nei secoli!

RISOLUZIONE SULLA MASSONERIA

Il nono Concilio pan-americano della Chiesa cattolica ortodossa greco-russa del Nord America tenuto a New York City, New York, dall'8 all'11 novembre 1955, ha ascoltato con grande interesse la risoluzione del Grande Concilio dei Vescovi tenuto nel mese di ottobre del 1949. Questa risoluzione conteneva le seguenti dichiarazioni:

"La massoneria, in tutte le sue forme, non può essere tollerata all'interno del Corpo di Cristo, la sua Chiesa. In passato, la massoneria è stata respinta e condannata dalla santa Chiesa cattolica e apostolica ortodossa come organizzazione o culto esoterico, sincretista e segreto.

Tali culti rivendicano per sé il diritto di comunicare e insegnare ai loro iniziati "verità" spirituali, dogmatiche e morali che contraddicono, annullano o sostituiscono le verità della fede trasmessa una volta per sempre ai santi. (Gd 3)

La santa Chiesa cattolica e apostolica ortodossa afferma che lei sola "è la Chiesa del Dio vivente, colonna e fondamento della verità" (1 Tim 3:15).

"Dopo aver sentito questa decisione del Grande Concilio dei vescovi, il Concilio pan-americano ha deliberato di considerare questo documento del Concilio dei vescovi obbligatorio per la Metropolia e di metterlo in pratica sena eccezione".

Le dichiarazioni di cui sopra sono riprese dal testo russo come appariva nell'organo ufficiale della Chiesa, "The Russian American Orthodox Messenger", nel dicembre 1955.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 8