Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=31&id=205  Mirrors.php?cat_id=31&id=602  Mirrors.php?cat_id=31&id=646  Mirrors.php?cat_id=31&id=4898  Mirrors.php?cat_id=31&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=31&id=204  Mirrors.php?cat_id=31&id=206  Mirrors.php?cat_id=31&id=207  Mirrors.php?cat_id=31&id=208  Mirrors.php?cat_id=31&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=31&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 febbraio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 7
  Padre Stephen Freeman: L'inferno è reale?

Dal blog Glory to God for All Things

A volte il popolo di Dio ha bisogno di una lezione di base sulla natura dell'esistenza ...

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Su una delle strade che portano nella mia piccola città è apparso di recente un cartellone pubblicitario. Fa parte di una più ampia campagna di un evangelista di fama nazionale, che si sta preparando a guidare un revival a Knoxville. Il cartellone è semplice. In grandi lettere gialle luminose (tutte maiuscole), il cartello dice: L'INFERNO È REALE. Al di sotto, scritta in bianco in lettere minuscole, che si possono leggere quando l'auto si avvicina al cartellone, sta la frase: anche il cielo. Come le piccole bacheche esterne di molte chiese del Sud, questo cartellone appartiene a una parte della nostra cultura che è con noi da molto tempo. Ma ogni volta che vedo questo cartellone, la mia mente incomincia a occuparsi di ontologia (studio della natura dell'essere). Così oggi vi offro alcuni pensieri molto basilari sulla questione dell'essere - una parte classica della teologia cristiana.

La prima cosa che voglio sottolineare è che non si può dire l'inferno è reale e il cielo è reale cercando di intendere la stessa cosa. Qualunque sia la realtà del paradiso, l'inferno non dispone di tale realtà. Qualunque sia la realtà dell'inferno, il cielo è di gran lunga al di là di tale realtà.

Sant'Atanasio, nel suo De incarnatione, vede il peccato (e quindi l'inferno) come un movimento verso il "non essere". L'universo creato è stato fatto dal nulla - così quando si allontana da Dio si allontana dal dono dell'esistenza e verso il suo stato originale - la non esistenza. Dio è buono, e non impone l'esistenza a nessuno, quindi tutto quel che può fare la creazione è andare verso il non essere.

Sono certo che l'intento del cartellone era di suggerire che l'inferno non è immaginario o solo una fiaba. E certamente, non è nessuna di queste cose. Ma in termini spirituali ortodossi, direi che l'inferno è un enorme stato di delusione, forse lo stato ultimo di delusione. È una delusione, nel senso che (nella comprensione ortodossa), il "fuoco" del diavolo non è un fuoco materiale, ma in sé non è altro che il fuoco del Dio vivente (Ebrei 12:29). Per coloro che amano Dio, il Suo fuoco è luce e vita, purificazione e tutte le cose buone. Per coloro che odiano Dio, il suo fuoco è tormento, anche se si tratta di amore.

E queste non sono semplicemente minuzie riguardo la vita dopo la morte - sono questioni molto connesse con la vita presente. Cristo stesso ha dato questa "definizione" dell'inferno: "E questa è la condanna, che la luce è venuta nel mondo, e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie" (Giovanni 3:19).

È di importanza fondamentale per noi per capire che l'essere, la realtà, la vita, la bontà, la bellezza, la felicità, la verità sono tutti sinonimi della realtà come ci è donata da Dio. Molte cose che sperimentiamo nella nostra condizione attualmente danneggiata (parlo del nostro stato decaduto), che descriviamo con parole come "l'essere, la realtà, la vita, la bontà, la bellezza, la felicità, la verità, ecc", sono, di fatto, solo relativamente reali e solo in quanto hanno una partecipazione o una relazione con la pienezza dell'essere, della realtà, della vita, ecc.

Purtroppo nel nostro mondo, molti vivono in uno stato di delirio (anche la maggior parte di noi vive in uno stato di delusione). Cristo disse: "Beati i puri di cuore perché vedranno Dio". Non siamo puri di cuore, e quindi non vediamo Dio, né vediamo alcunché della pienezza della sua verità. La nostra delusione fa molti errori riguardo alla realtà. La più grave illusione è quella descritta da Cristo, quando preferiamo le tenebre alla luce, perché le nostre opere sono malvagie.

Nella mia vita ho sperimentato che cosa siamo questi momenti di tenebra - e molte volte ho visto tale tenebra nel cuore e nella vita degli altri. Tutto il nostro ministero e la nostra vita di cristiani consiste nell'allontanarci da tali tenebre e nell'entrare nella luce di Cristo. "Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione l'uno con l'altro, e il sangue di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato" (1 Giovanni 1:07)

L'inferno è reale? Solo per coloro che preferiscono vedere la Luce di Dio come oscurità.

Il cielo è reale? Sì, lo è, e tutto il resto è vero solo in quanto si riferisce a quella realtà. Dio ci dà la grazia di camminare nella luce.

Fine della lezione di ontologia.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 7