Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=30&id=205  Mirrors.php?cat_id=30&id=602  Mirrors.php?cat_id=30&id=646  Mirrors.php?cat_id=30&id=4898  Mirrors.php?cat_id=30&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=30&id=204  Mirrors.php?cat_id=30&id=206  Mirrors.php?cat_id=30&id=207  Mirrors.php?cat_id=30&id=208  Mirrors.php?cat_id=30&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=30&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 febbraio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 6
  Il racconto della preghiera e del volpacchiotto

Dal Prologo

(storia narrata nel libro Santi Quotidiani e altri racconti)

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

In Egitto, nel cui antico passato cristiano c'erano stati una volta monasteri molto grandi, un tempo viveva un monaco che aveva fatto amicizia con un contadino ignorante e semplice. Un giorno questo contadino disse al monaco, "anche io rispetto Dio che ha creato questo mondo! Ogni sera verso una ciotola di latte di capra e la lascio fuori sotto una palma. Di notte Dio viene a bere tutto il mio latte! E gli piace molto! Non c'è mai stata una volta in cui abbia lasciato nemmeno una goccia di latte nella ciotola ".

Sentendo queste parole, il monaco non riuscì a trattenere un sorriso. In modo gentile e logico spiegò al suo amico che Dio non ha bisogno di una ciotola di latte di capra. Ma il contadino insisteva così ostinatamente che era così, che il monaco suggerì di andare a guardare in segreto la notte successiva per vedere cosa succedeva dopo che la ciotola di latte era stata lasciata sotto la palma.

Così fecero. Quando scese la notte, il monaco e il contadino si nascosero a una certa distanza dall'albero, e presto al chiaro di luna videro un volpacchiotto strisciare fino alla ciotola e leccare tutto il latte, finché la ciotola rimase vuota.

"È vero" sospirò il contadino deluso. "Adesso vedo che non era Dio!"

Il monaco cercò di confortare il contadino e gli spiegò che Dio è spirito, che Dio è completamente oltre la nostra scarsa capacità di comprensione nel nostro mondo, e che la gente comprende la sua presenza ognuno nel suo modo unico. Ma il contadino rimase semplicemente triste, a testa china. Poi pianse e tornò a casa nel suo tugurio.

Anche il monaco tornò nella sua cella, ma quando arrivò fu stupito di vedere un angelo che gli bloccava il cammino. Assolutamente terrorizzato, il monaco cadde in ginocchio, ma l'angelo gli disse:

"Questo uomo semplice non aveva né l'istruzione né sapienza né abbastanza erudizione per essere in grado di comprendere Dio in altro modo. Poi tu con la tua saggezza e la tua istruzione dai libri gli hai portato via quel poco che aveva! Dirai senza dubbio che hai ragionato correttamente. Ma c'è una cosa che non si sai, o uomo erudito: Dio, vedendo la sincerità e il vero cuore di questo buon contadino, ogni sera inviava il volpacchiotto a quella palma per confortarlo e accettare il suo sacrificio".

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 6