Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=30&id=205  Mirrors.php?cat_id=30&id=602  Mirrors.php?cat_id=30&id=646  Mirrors.php?cat_id=30&id=4898  Mirrors.php?cat_id=30&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=30&id=204  Mirrors.php?cat_id=30&id=206  Mirrors.php?cat_id=30&id=207  Mirrors.php?cat_id=30&id=208  Mirrors.php?cat_id=30&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=30&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 marzo 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 6
  Un confronto tra Evgenios Voulgaris e Voltaire

di John Sanidopoulos

dal blog Mystagogy, 30 settembre 2013

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

L'arcivescovo Evgenios Voulgaris (1716-1806) fu il più grande studioso greco del XVIII secolo, la cui fama varcò i confini della Grecia in Europa. Nel 1771 lasciò Costantinopoli e si stabilì a Lipsia, a causa di un disaccordo con il Patriarca Ecumenico Cirillo Loukaris.

Re Federico IV di Prussia ammirava la cultura e la sapienza di Voulgaris, e lo chiamò nel 1772 alla sua corte a Berlino per discutere di questioni metafisiche come "Esiste un inferno?" e "non esiste il paradiso?" . Lì, Voulgaris incontrò Voltaire (1694-1778), un deista e razionalista, che è stato tra i più famosi pensatori dell'illuminismo francese, e tra loro discussero molte questioni teologiche e filosofiche .

Sia Voulgaris sia Voltaire furono invitati alla cena regale. Perché quel giorno era un giorno di digiuno nella Chiesa ortodossa, ebbe luogo una discussione sul digiuno ortodosso. Voltaire, che era un forte critico della Chiesa cattolica, riteneva ironico che un uomo saggio e competente come Voulgaris abbracciasse superstizioni come il digiuno. Ne seguì un "confronto".

"Io non credo nei paradisi e negli inferni", cominciò Voltaire. "Mi godo la mia vita come una festa! Mangio carne ogni volta che voglio, senza avere incubi, se si tratta di mercoledì o venerdì o della quaresima! Le domeniche e feste dormo quanto voglio, senza preoccuparmi di dover andare in chiesa! Faccio l'amore con qualsiasi donna che voglio, e vado in taverne dove danzo e scherzo senza paura di andare all'inferno, perché non credo in una tale favola".

Evgenios Voulgaris rispose a Voltaire:

"Lei dice che le piace la sua vita, a causa di questo e di quello. Ma anche a me piace la mia vita. Quando mangio cibi di digiuno invece di carne il mercoledì, il venerdì e durante la Quaresima, e quando mi sveglio e vado in chiesa alla domenica mattina e alle feste, la mia anima è ricolma! Quando prego per questo o quel motivo, la mia anima esulta! Allora, qual è la differenza tra noi?

Dubito che lei abbia la pace nel cuore. Per non parlare del fatto che è tormentato da incubi dell'inferno! Allora? E questo è vivere? E se dopo la morte esistono davvero un paradiso e un inferno, guai a lei! Perderà anche nell'altra vita! E anche se dopo la morte non c'è il paradiso e l'inferno, io ne esco ancora il vincitore! Vinco in questa vita! Mi fa piacere! Né mi divora l'ansia di cosa accade dopo la morte. Allora? Chi è il più fortunato? Io che credo nella vita eterna, o lei che non ci crede?"

Voltaire non diede risposta.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 6