Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=29&id=205  Mirrors.php?cat_id=29&id=602  Mirrors.php?cat_id=29&id=646  Mirrors.php?cat_id=29&id=4898  Mirrors.php?cat_id=29&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=29&id=204  Mirrors.php?cat_id=29&id=206  Mirrors.php?cat_id=29&id=207  Mirrors.php?cat_id=29&id=208  Mirrors.php?cat_id=29&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 30 luglio 2017)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 5
  Reliquie di san Serafino donate alla chiesa russa di Bucarest

Pravoslavie.ru, 3 novembre 2017

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Il reliquiario con una particola delle reliquie di san Serafino di Sarov, portato in Romania la scorsa settimana da sua Santità il patriarca Kirill, è stato trasferito giovedì alla comunità ortodossa russa presso la chiesa di san Nicola-Tabacu a Bucarest. Padre Evgenij Rogoti ha ricevuto le reliquie per conto della comunità presso la residenza patriarcale ieri, come riferisce l'agenzia di stampa Basilica.

Il patriarca Kirill e sua Beatitudine il patriarca Daniel di Romania hanno diretto giovedì scorso il trasferimento del reliquiario al centro spirituale del patriarcato romeno, dove le reliquie sono rimaste per una settimana esposte alla venerazione dei fedeli.

San Serafino è ben noto e venerato in Romania. Ci sono diversi libri pubblicati sull'anziano di Sarov in lingua romena, e in tempi recenti sono stati fondati monasteri, eremi, parrocchie e fondazioni caritative in nome di san Serafino. Diversi credenti ortodossi romeni hanno testimoniato miracoli di san Serafino da loro sperimentati.

Durante la cerimonia della consegna delle reliquie, il patriarca Daniel ha sottolineato che la presenza di san Serafino attraverso le sue reliquie ha notevolmente rafforzato la magnificenza delle celebrazioni di quest'anno per san Demetrio il Nuovo, protettore di Bucarest.

"È stata una grande gioia e ho sentito la pace e l'armonia che san Serafino donava ai pellegrini che vwnivano durante la sua vita nella sua cella e dopo la sua dipartita a quei credenti ortodossi che lo onorano e chiedono il suo aiuto", ha detto sua Beatitudine. Ha anche notato che le reliquie erano state inizialmente richieste dalla comunità russa a Bucarest nel 2012.

La cerimonia si è conclusa con il tropario a san Serafino cantato in slavonico, dopo di che le reliquie sono state ufficialmente affidate a padre Evgenij a beneficio della sua comunità, e per tutta Bucarest. Alla manifestazione hanno partecipato i membri del consiglio nazionale della Chiesa e dell'arcidiocesi di Bucarest.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 5