Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=29&id=205  Mirrors.php?cat_id=29&id=602  Mirrors.php?cat_id=29&id=646  Mirrors.php?cat_id=29&id=4898  Mirrors.php?cat_id=29&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=29&id=204  Mirrors.php?cat_id=29&id=206  Mirrors.php?cat_id=29&id=207  Mirrors.php?cat_id=29&id=208  Mirrors.php?cat_id=29&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=29&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 febbraio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 5
  Le reliquie del santo martire Botonto nella chiesa dei Cappuccini, Santa Maria del Monte (Monte dei Cappuccini - città di Torino)
Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Le reliquie dell'antico martire cristiano, il fanciullo Botonto, sono state ritrovate a Roma, nelle catacombe di sant'Agnese sulla via Nomentana, il 28 dicembre 1841, insieme con un'ampolla del suo prezioso sangue. L'iscrizione in latino sulla tomba del giovane martire riferisce: "Botonto, che ha vissuto per tre anni e due mesi, riposa in pace". Botonto, nome greco da cui proviene Botontos, «pastore», lo dimostra appartenente alla diaspora ellenico-cristiana, ucciso nella persecuzione di Diocleziano, all'inizio del IV secolo.

Il Papa di Roma Gregorio XVI donò le sacre reliquie al re Carlo Alberto di Savoia, che le pose solennemente nella chiesa dei Cappuccini il 15 Gennaio 1843. Da allora, la teca del santo martire Botonto divenne una meta di pellegrinaggio in ricordo della sanguinosa persecuzione dei cristiani.

La chiesa dei Cappuccini, uno dei simboli di Torino, risale alla fine del XVI secolo, secondo la volontà di Carlo Emanuele I, duca di Savoia.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 5