Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=27&id=205  Mirrors.php?cat_id=27&id=602  Mirrors.php?cat_id=27&id=646  Mirrors.php?cat_id=27&id=4898  Mirrors.php?cat_id=27&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=27&id=204  Mirrors.php?cat_id=27&id=206  Mirrors.php?cat_id=27&id=207  Mirrors.php?cat_id=27&id=208  Mirrors.php?cat_id=27&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=27&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 1 marzo 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3
  Sulle ingiustizie nella vita della Chiesa

dal blog del sito Orthodox England, 28 maggio 2018

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

La Chiesa, il corpo incarnato di Cristo, è sempre stato il campo di battaglia centrale tra Dio e il mondo, il cui principe è Satana. È per questa ragione che il mondo cerca costantemente di distruggere e corrompere la Chiesa, infiltrandola con coloro che scioccamente e ciecamente fanno la volontà di Satana. La storia è piena di famosi esempi di nemici interni e di traditori nella vita della Chiesa. Di fatto fu questo il fondamento della vita monastica nel IV secolo. Tutto questo perché la presenza di Cristo è aberrante per Satana, che vuole il mondo per se stesso, come vediamo nelle tentazioni di Cristo, raccontate nel quarto capitolo del Vangelo di Matteo. Satana ha sempre cercato di trasformare la Chiesa nel mondo, per fare della Fede una semplice "religione" statale o istituzionale. Trasforma vescovi e preti in anti-pastori, in scribi (intellettuali vanitosi e pomposi come Ario e così tanti accademici che, gonfiati dalla futile conoscenza descritta dall'apostolo Paolo in 2 Timoteo 3: 4, pensano di sapere tutto) e farisei (ritualisti), per non parlare di persecutori e burocrati. Così, nella storia della Chiesa, ogni eresia e ogni scisma è stato un tentativo, solitamente inconsapevole a causa della delusione spirituale di coloro che guidano l'eresia e lo scisma, per compromettere la Chiesa con il mondo.

Così, nel settimo secolo in queste isole, monaci irlandesi disordinati ma santi erano disorientati da una religione romana organizzata ma fredda; durante il primo millennio successivo gli zelanti monaci della Nuova Roma (Costantinopoli) furono crudelmente perseguitati da imperatori e imperatrici con i loro progetti politici iconoclasti filo-islamici; nell'XI secolo la Vecchia Roma cadde nella tentazione di trasformare il suo vescovo in un imperatore universale che comandava eserciti e torturatori, sostituva Dio e dal quale, si diceva, procedeva lo Spirito Santo e così tutta la verità e l'autorità; alcuni secoli fa in Russia sorse un grande dibattito tra gli eremiti non possessori e coloro che gestivano i monasteri come unità economiche con terreni agricoli e contadini; poco più di un secolo fa la Chiesa russa, sebbene con grandi istituzioni, era compromessa come parte delle macchine statali, e la gente non si radunava attorno a ricchi vescovi-burocrati, preti cittadini carrieristi e cori professionisti operistici all'italiana in chiese di pietra, ma attorno a poveri anziani portatori di spirito in cappelle di legno nei monasteri provinciali; e ai nostri tempi il più grande santo della diaspora, san Giovanni di Shanghai, fu processato da vescovi che sostenevano i laici con denaro e potere, e non gli autentici fedeli.

Che cosa dobbiamo fare di fronte alle ingiustizie nella vita della Chiesa?

In primo luogo, potremmo sbagliarci: possiamo sapere che abbiamo ragione, solo se siamo perseguitati. Ce lo dice Cristo (Luca 21 e Giovanni 16). Accettiamo quindi la persecuzione, a condizione che non ci costringa a violare i comandamenti. Se ciò significa compromettere i comandamenti, dobbiamo trasferirci in un'altra diocesi canonica, ma non in una non canonica. La persecuzione non è infatti una scusa auto-giustificante per cadere nello scisma. La Chiesa è ovunque disseminata di piccoli gruppi, o per meglio dire sette estremiste, per esempio di nuovi calendaristi o di vecchi calendaristi, che furono spesso inizialmente vittime di ingiustizie episcopali, ma che ora non hanno alcuno status canonico e quindi hanno screditato se stessi. Ma il calendario della Chiesa è anche e ovunque disseminato di santi che hanno sopportato le ingiustizie, tra quelli recenti san Nettario di Egina e san Giovanni di Shanghai, e che così sono diventati santi. Non si sono tolti le loro corone.

In secondo luogo, mentre rimanete nella Chiesa con quelli che causano l'ingiustizia, non partecipate a quell'ingiustizia, mettetevi dalla parte delle vittime dell'ingiustizia. Ci saranno degli anti-pastori, ma voi dovete rimanere pastori, e la vostra coscienza pulita. I bulli, i narcisisti e i manipolatori degli ingenui, con le loro menzogne insinuatrici, l'ipocrisia e i tentativi di screditare, non vinceranno. Questi non pensano al Giudizio ultimo e non tremano, ma voi pensateci e tremate.

In terzo luogo, dobbiamo sapere che, come si suol dire, ciò che dai, ti ritorna. I nostri persecutori dovrebbero tremare – in ogni caso, lo faranno presto. Ho visto così tanti che hanno perseguitato la gente della Chiesa, e cose terribili sono accadute a tutti prima o poi, senza eccezioni. Negli ultimi quarant'anni e più, li ho visti, vescovi e sacerdoti che muoiono improvvisamente dopo aver agito in modo oltraggioso. Pensavano di poter farla franca: non ci sono riusciti. Siate pazienti: la verità verrà allo scoperto. Dio è sempre dalla parte dei buoni e dei fedeli. Siate pazienti, la giustizia arriverà sempre, perché l'uomo propone, ma Dio dispone: non fatevi ingannare; non ci si può prendere gioco di Dio; poiché ciò che l'uomo semina, quello ancora raccoglierà (Galati 6:7).

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3