Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=27&locale=it&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3
  Perché le chiese sono decorate con rami di betulla nel giorno di Pentecoste?

dell'arciprete Boris Stark

Parlons d'Orthodoxie

17 giugno 2016

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Dell'arciprete Boris Stark, ben noto nella diaspora russa in Francia, ritornato in URSS nel 1952 e morto a Yaroslavl' (1909-1996)

L'usanza di decorare chiese e case con rami di betulla e fiori nel giorno di Pentecoste esiste da lungo tempo. Molti si chiedono quali sono le sue origini. Una ragione è storica e teologica, l'altra è simbolica.

I rami ci ricordano le querce di Mamre, dove il Signore ha visitato Abramo sotto le sembianze di tre angeli, quale immagine della Trinità.

Il giorno della Pentecoste, quando lo Spirito Santo discese sugli Apostoli, gli ebrei celebravano il loro esodo dall'Egitto. Il cinquantesimo giorno si erano avvicinati al monte Sinai, dove Dio diede a Mosè i 10 comandamenti che dirigono la nostra vita fino ad oggi. Questo è accaduto in primavera, quando il Sinai era coperto di rigogliosi alberi. Inoltre, i rami di betulla e i fiori per la Pentecoste ci trasferiscono mentalmente al Monte Sinai al fianco di Mosè.

Anche la stanza in cui i discepoli erano riuniti per accogliere lo Spirito Santo era decorata di verde. In memoria di questo, decoriamo anche le chiese.

Infine, il significato simbolico implica l'emergere dell'anima dopo una sorta di letargo. In inverno i rami sono spogli e in primavera il verde si sveglia. Il nostro cuore era freddo come l'inverno. È fiorito quando lo Spirito Santo lo ha toccato con la sua grazia.

Il ramo è vivo solo quando cresce sull'albero. Una volta tagliato, si secca. Così l'anima umana: fintanto che è connessa alla vite è viva. Se le capita di staccarsi, muore. Il Signore stesso dice: "Io sono la vite, voi i tralci" (Gv 15:5). Così, cerchiamo sempre di dimorare con Dio.

In questo giorno di festa, preghiamo il Signore di concederci la grazia dello Spirito Santo che riceviamo nei misteri, e che spesso allontaniamo con i nostri peccati e le nostre cattive azioni.

Preghiamo attraverso la preghiera che sentiamo spesso alla Divina Liturgia: "Signore, tu che all'ora terza hai mandato sui tuoi apostoli il tuo Spirito tuttosanto: non rimuoverlo da noi, o Buono, ma rinnovalo a noi che ti preghiamo."

Amen.

Протоиерей Борис Старк. Из проповеди в день Духа Святаго, 1981 г. “Вся моя жизнь чудо”. – М., 2007 г. – ПСТГУ

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3