Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=27&id=205  Mirrors.php?cat_id=27&id=602  Mirrors.php?cat_id=27&id=646  Mirrors.php?cat_id=27&id=4898  Mirrors.php?cat_id=27&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=27&id=204  Mirrors.php?cat_id=27&id=206  Mirrors.php?cat_id=27&id=207  Mirrors.php?cat_id=27&id=208  Mirrors.php?cat_id=27&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=27&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 2 febbraio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3
  Perché i greci tingono le uova rosse per la Pasqua?

pravoslavie.ru

18 aprile 2014

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Per i cristiani ortodossi, una delle più antiche tradizioni pasquali sono le uova dipinte, che sono associate con la crocifissione e la risurrezione di Gesù. Le uova simboleggiano la tomba vuota, la roccia da cui Gesù ritornò alla dopo la sua crocifissione, e sono utilizzate come mezzo universale di saluto e di presentazione per i credenti cristiani, ma anche preannunciando l'esperienza di vita eterna che attende i veri credenti dopo la morte.

La scelta del colore rosso - il colore della vita e della vittoria - ha una lunga storia e risale all'antica Mesopotamia, dove i primi cristiani tingevano le uova di rosso in ricordo del sangue di Gesù, crocifisso per la salvezza di tutta l'umanità.

La ragione per cui la Chiesa greco-ortodossa ha adottato l'usanza è ancora contestata, e molte fonti indicano ragioni diverse.

La storia più celebre collega all'uso delle uova di Pasqua rosse Maria Maddalena, che essendo la prima ad aver visto la tomba di Gesù vuota dopo la sua risurrezione, era andata dall'imperatore romano per informarlo del miracolo.

L'imperatore, però, non credette a quello che gli era detto e annunciò che avrebbe creduto alle affermazioni di Maria Maddalena solo se le uova in un paniere accanto a lui fossero divenute immediatamente rosse, cosa che avvenne.

Una seconda storia racconta che la Vergine Maria offrì alle guardie del figlio un cesto di uova perché lo trattassero bene. Le uova divennero rosse quando Vergine Maria le bagnò con le sue lacrime.

Secondo una variante della storia, una donna sconosciuta disse che avrebbe creduto alla notizia della risurrezione di Gesù, solo se le uova che teneva nelle sue mani sarebbero diventate rosse. Miracolosamente, le uova cambiarono colore, non appena ebbe formulato il suo dubbio.

La tradizione greco-ortodossa è che le uova siano tinte di rosso il Giovedì Santo in ricordo dell'Ultima Cena, il pasto finale che Gesù condivise con i suoi apostoli a Gerusalemme prima della sua crocifissione.

È credenza comune che le uova di Pasqua colorate possono rimanere commestibili per 40 giorni senza essere refrigerate. Se, tuttavia, un sacerdote benedice le uova la Domenica di Pasqua, si dice che dureranno un anno intero senza andare a male.

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3