Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=27&id=205  Mirrors.php?cat_id=27&id=602  Mirrors.php?cat_id=27&id=646  Mirrors.php?cat_id=27&id=4898  Mirrors.php?cat_id=27&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=27&id=204  Mirrors.php?cat_id=27&id=206  Mirrors.php?cat_id=27&id=207  Mirrors.php?cat_id=27&id=208  Mirrors.php?cat_id=27&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=27&id=647         
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 13 gennaio 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 gennaio 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3
  Perché solo la carne è vietata nella Settimana dei Latticini?

dell'anziano Epiphanios Theodoropoulos

dal blog Mystagogy

 

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:
La Domenica dei Latticini ha ricevuto il suo nome perché la settimana precedente non mangiamo carne, ma solo prodotti lattiero-caseari, come latte, formaggi, ecc, così come uova e pesce.
 
Molti trovano questa regola della Chiesa "irragionevole", dicendo: "Come mai il latte di una pecora è consentito, ma non la carne di pecora, dal momento che il latte è prodotto dalla pecora? Perché sono ammesse le uova ma non le galline, dato che le prime sono prodotte dalle seconde?"
 
Naturalmente, queste persone avrebbero ragione, se noi sostenessimo che la carne di pecora o di gallina è impura e per questo motivo non la mangiamo. Allora non dovremmo mangiare ciò che viene prodotto da loro, dal momento che anche questi prodotti sarebbero impuri. Ma nella nostra Chiesa nessun cibo è impuro. Questo è ciò che insegna l'apostolo Paolo nella Prima lettera a Timoteo (4:3-5). Piuttosto la Chiesa semplicemente divide il cibo in un maggiore o minore consumo ai fini dell'auto-moderazione e, in certi momenti, permette alcune cose e ne proibisce altre.
 
Una risposta precisa nei confronti di chi dice cose simili ha ricevuto risposta da Athanasios di Parios, un maestro saggio e importante della Chiesa, quando scrive a un certo medico:
 
"Tu critichi il tuo amico perché durante il periodo dei latticini mangia uova, ma non mangia la gallina che produce l'uovo... Ma che somiglianza può esserci tra un uovo, che non è animato, e una gallina, che è animata? L'uovo è molto inferiore al pollame. e come prova mi appello alla tua opinione, cioè, il parere di un medico. A chi è malato e inizia la convalescenza tu prescrivi come cibo polli piccoli e delicati e non galline coriacee. Per quale motivo lo fai? Perché, dirai, il grasso e i cibi pesanti danneggiano chi ora comincia la convalescenza dalla sua malattia, dal momento che il suo stomaco non ha la forza di sopportare e digerire cibi pesanti. Se pertanto vi è una differenza tra un piccolo pulcino e un grande pollo e il pulcino è, come alimento, molto meno forte del pollo, e nessun medico ha mai detto che l'uovo di pollo è lo stesso pollo sono ugualmente adatti per i malati, non è chiaro che sono irragionevoli quelli che ci criticano perché mangiamo uova e non uccelli? ...Ci criticano anche perché mangiamo le olive, ma non l'olio di oliva, anche se l'olio d'oliva è all'interno delle olive. Ma anche il vino è all'interno dell'uva. Eppure, per quanta uva mangiamo, noi non ci ubriachiamo, al massimo facciamo indigestione..."
 
Oltre a questo, è ben noto che siamo in grado di friggere innumerevoli e deliziosi cibi con l'olio d'oliva, ma non con le olive, che sono considerate cibo di xirofagia (alimenti secchi). Xirofagia non vuol dire non mangiare cibi cotti, ma piuttosto mangiare cibi non preparati con fritture, come il pane con le olive o la frutta secca, ecc.
Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 3