Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=205  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=602  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=646  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=4898  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=204  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=206  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=207  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=208  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=7999  Mirrors.php?cat_id=18&locale=it&id=647       
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 2
  IERATICO MISSIONARIO – un approccio catechetico, pastorale e missionario alle funzioni ortodosse

dello ieromonaco Petru (Pruteanu)

Teologie.net, 9 dicembre 2019

Clicca per SCARICARE il documento come PDF file  
Condividi:

Mosso dalla mia ricerca ed esperienza, oltre che dall'esortazione e dall'incoraggiamento di molti preti e amici, lavoro già da oltre 10 anni a un progetto missionario di stesura di testi liturgici. Con l'aiuto di Dio, ora esce a stampa la prima edizione di uno Ieratico (Liturghier) missionario, che ha lo scopo di aiutare prima di tutto i sacerdoti, ma anche gli studenti di teologia e i semplici credenti a comprendere il luogo e il significato di ogni elemento liturgico nelle funzioni del Vespro, del Mattutino e della Liturgia. Un tale approccio alle funzioni ortodosse esiste già da molto tempo nella diaspora ortodossa, e questo non è affatto un'innovazione o un tradimento della Tradizione della Chiesa, ma una comprensione della priorità dello "spirito" rispetto alla "lettera" e una ripulita dalla polvere o dal fumo (già portatore di allergie) che si è depositato sui testi liturgici. Secondo le decisioni del VII Concilio ecumenico, se l'immagine di un'icona non è più chiara e non può essere restaurata, quell'icona deve essere rimossa dall'uso liturgico, perché non soddisfa più il suo scopo originale; nel migliore dei casi, diventa un pezzo da museo. La Chiesa ha avuto un approccio simile anche con le funzioni e i testi liturgici, sebbene ci siano sempre state persone che credono che sia le icone sia le funzioni, anche se non sono più comprese e distinguibili, debbano rimanere intatte, anche se questa disattenzione non significa conservazione, ma ignoranza, che porta a raccogliere ancora più polvere o fumo... Quindi non ho fatto altro che ripulire la polvere e ripristinare l'immagine di elementi liturgici che sono diventati poco chiari o privi del loro senso primario.

I principi operativi del Liturghier missionario sono enunciati anche nell'introduzione di questo libro, che riproduciamo qui di seguito:

Nella "concezione missionaria della Chiesa ortodossa russa" del 27 marzo 2007, uno dei metodi missionari della Chiesa è chiamato "liturgia/servizio missionario", cioè la Liturgia e gli offici in cui le preghiere del sacerdote vengono lette ad alta voce e, se necessario, il sacerdote fa delle pause durante la funzione, per fornire alcune spiegazioni catechetiche. Molto prima di questa decisione sinodale, e non solo nella Chiesa russa, i sacerdoti sentivano il bisogno di una tale "Liturgia missionaria", ma in assenza di un ordine ufficiale, ognuno serviva come riteneva meglio. Avendo partecipato personalmente ad alcune di queste funzioni, la mia coscienza di sacerdote e di "liturgista" ha incontrato momenti ammirazione e anche di delusione. A malincuore mi sono lasciato convincere a sviluppare un rito "guidato", che avrebbe aiutato anche i meno iniziati.

Pertanto, questo Liturghier rappresenta una versione di prova di un progetto di riedizione dei testi liturgici secondo i riti le pratiche ecclesiastiche antiche, adattato alle realtà e ai bisogni missionari del tempo e del luogo in cui viviamo e serviamo, dopo un'attenta ricerca della storia e dei testi dei riti liturgici. Ogni elemento o testo liturgico qui menzionato, anche il più insignificante o sconosciuto, ha almeno una testimonianza storica nella ricca Tradizione della Chiesa – e questo è il criterio principale su cui ho lavorato.

Le preghiere sacerdotali sono state poste alla fine delle ectenie, prima delle ecfonesi, così come erano state concepite, sebbene alcune siano rimaste da leggere in segreto (al Vespro o al Mattutino), poiché tali preghiere provengono dal rito di cattedrale di Costantinopoli, dove Vespro e Mattutino avevano un ordine completamente diverso che non corrisponde al numero delle ectenie e dei cantici di oggi.

Le spiegazioni dettagliate su alcune modifiche apportate, in particolare nella Liturgia, sono reperibili, secondo le pagine indicate, nel libro "Liturghia Ortodoxă, istorie şi actualitate" (abbreviato: LOIA), II edizione, Sophia, Bucarest 2013. Per chi non ha studiato questo trattato storico-liturgico, sarà più difficile comprendere alcuni dei cambiamenti che si incontreranno nel rito attuale.

Questo Liturghier non vuole essere un sostituto o una correzione di quello ufficiale, ma è semplicemente una forma di scrittura che può aiutare alcuni sacerdoti e credenti a comprendere meglio i significati profondi del culto ortodosso. Con la benedizione del vescovo del luogo, il rito qui proposto può essere usato per il culto e gli elementi qui mancanti qui saranno presi dal Liturghier ufficiale.

* * *

Anche l'indice di questo libro è interessante e in qualche modo diverso da quello del Liturghier classico (ufficiale). Qui, oltre alla Liturgia dei Doni Presantificati unita al Vespro, abbiamo anche una speciale Liturgia dei Doni Presantificati unita all'Officio dei Salmi Tipici, da celebrare nella prima metà della giornata. Ho anche rettificato e curato le preghiere all'ambone [o dietro l'ambone] per le feste principali e i giorni speciali dell'anno liturgico. Nell'appendice abbiamo anche pubblicato le Antifone quotidiane della Liturgia, dimenticate nella tradizione liturgica rumena, nonché alcuni commenti più ampi che giustificano e spiegano alcuni cambiamenti apportati al testo liturgico.

Il libro, stampato con la benedizione di sua Eminenza Vladimir, metropolita di Chişinău e della Moldova, è indirizzato a tutti i chierici e i credenti di lingua romena, e spero con tutto il cuore che questa edizione, ovviamente perfezionabile, sarà presa in considerazione dagli editori del Liturghier ufficiale della Chiesa ortodossa romena o, almeno, potrà generare discussioni accademiche costruttive sulla pubblicazione di nuovi libri di culto.

Presto il libro sarà venduto in diverse librerie ecclesiastiche nella Repubblica di Moldova e in Romania, ma può anche essere ordinato all'estero. Questo Liturghier ha 300 pagine in formato A5, ha copertine spesse avvolte in pelle, è stampato in due colori, nero e rosso, e ha due segnalibri.

Per informazioni dettagliate sull'acquisto del libro in Moldova e Romania, è possibile contattare l'indirizzo e-mail: shoping.cartereligioasa@gmail.com o il numero Viber: 0037368202508.

Per acquistare il libro in Europa occidentale e in America, è possibile ordinarlo via e-mail all'indirizzo ierompetru@gmail.com

Condividi:
Inizio  >  Documenti  >  Sezione 2