Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?locale=ro&id=205  Mirrors.php?locale=ro&id=602  Mirrors.php?locale=ro&id=646  Mirrors.php?locale=ro&id=4898  Mirrors.php?locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?locale=ro&id=204  Mirrors.php?locale=ro&id=206  Mirrors.php?locale=ro&id=207  Mirrors.php?locale=ro&id=208  Mirrors.php?locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?locale=ro&id=647         
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 12 novembre 2018)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 1 novembre 2018)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Pagina principală  >  Blog - Ultime novità
  La Siria torna alla normalità
  Clicca per SCARICARE il documento come PDF file
Răspândește:

Si moltiplicano i segnali di ripresa di una vita normale in Siria. Uno dei più significativi è la riapertura al culto del monastero di santa Tecla a Ma’lula (nella foto), la cittadina di lingua aramaica delle montagne del Qalamun, di cui vi abbiamo raccontato la cattura, gli assalti, le persecuzioni e la liberazione. Inoltre, stando alla recente dichiarazione del colonnello generale Mikhail Mizintsev del Centro di controllo della difesa nazionale russa, 890.000 rifugiati stanno preparandosi a tornare alle loro case in siria nei prossimi mesi. A noi tocca il compito di non dimenticare questo conflitto, e soprattutto di ricordare chi ha fatto finta di aiutare la Siria e chi invece l’ha aiutata veramente.

Răspândește:
Pagina principală  >  Blog - Ultime novità