Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=7999  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=15&locale=ro&id=647       
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook
Pagina principală  >  Blog - Ultime novità
  Il Fuoco Santo a Gerusalemme come non l'abbiamo mai visto
  Clicca per SCARICARE il documento come PDF file
Răspândește:

Come ogni anno da secoli, al Santo Sepolcro di Gerusalemme è disceso il Fuoco Santo. A causa dell'emergenza sanitaria, la basilica della Risurrezione, di solito stracolma di fedeli e pellegrini, aveva una presenza minimale di partecipanti alla funzione.

Pur nella tragedia (ricordiamo che la sopravvivenza economica e sociale dei cristiani della Terra Santa dipende in larga misura dai pellegrini), abbiamo avuto per la prima volta nelle nostre vite la possibilità di osservare gli aspetti essenziali della cerimonia della Santa Luce, senza rumori, senza confusione, senza alcun tipo di interferenza. Fose non ci sarà data una seconda occasione di assistere a un miracolo in diretta con altrettanta chiarezza: facciamone tesoro.

Răspândește:
Pagina principală  >  Blog - Ultime novità