Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=205  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=602  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=646  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=4898  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=204  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=206  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=207  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=208  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=7999  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=647  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=8801  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=9731  Mirrors.php?cat_id=32&blogsPage=13&locale=ro&id=9782 
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 3 febbraio 2021)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: aprile 2015)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2022 2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii

Blogul parohului


 20/04/2022    

MESSAGGIO DI PASQUA DEL PATRIARCA KIRILL DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS'

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

agli arcipastori, pastori, diaconi, monaci e a tutti i figli fedeli della Chiesa ortodossa russa

2022

Sacratissimi arcipastori,

reverendi pastori e diaconi,

venerabili monaci e monache,

cari fratelli e sorelle!

CRISTO È RISORTO!

Rivolgendomi a voi con questo saluto di affermazione della vita, mi congratulo di cuore con tutti voi per la grande festa di Pasqua che salva il mondo. In questo giorno invocato e santo, siamo pieni di tale gioia spirituale e di grande gratitudine verso Dio, sentiamo così chiaramente la potenza e la profondità dell'amore del Creatore per l'uomo, che a volte è difficile trovare altre parole per esprimere i nostri sentimenti, se non quelle con cui le donne mirofore si precipitarono dagli apostoli, per raccontare loro il miracoloso fatto che avevano visto il Signore.

Si può solo immaginare quanto sia stato difficile per i discepoli del Salvatore credere nella realtà della risurrezione appena avvenuta. Dopotutto, fino a poco tempo prima avevano visto con i propri occhi come era stato torturato e crocifisso il loro amato Maestro. Erano ancora freschi i ricordi di come il suo corpo morto e senz'anima era stato posto in una bara e la fredda caverna era stata sigillata con una pesante pietra. E ora al dolore si sostituisce l'affermazione della fede e il trionfo della vita, e le lacrime di tristezza si trasformano in lacrime di gioia.

L'esperienza vissuta di comunione reale con Cristo Risorto e l'incessante gioia pasquale hanno ispirato e dato un impulso agli apostoli che sono andati fino ai confini della terra per predicare il perdono dei peccati e la salvezza, che noi abbiamo ricevuto per mezzo del Signore Gesù Risorto dal sepolcro. Non temendo avversità e crudeli persecuzioni, sopportando disastri e disavventure, gli apostoli testimoniarono incessantemente e con coraggio di Cristo, il Vincitore della morte.

E ormai da due millenni la Chiesa vive di questo messaggio della Risurrezione e si sforza di unire ad essa ogni persona che viene nel mondo (Gv 1:9). Alla luce della Pasqua, tutto si vede davvero diversamente: la paura e il senso di disperazione, generati dai dolori, dalle tristezze e dalle difficoltà mondane, scompaiono. E anche le difficili circostanze del presente periodo travagliato, nella prospettiva dell'eternità a noi concessa, perdono la loro infausta acutezza.

Per testimoniare il Salvatore Risorto, non è affatto necessario incamminarsi o andare in qualche luogo lontano, come gli apostoli che hanno diffuso il messaggio pasquale in tutto il mondo. Ci sono molte persone intorno a noi che hanno bisogno di un esempio vivo di fede cristiana, la fede che opera per mezzo della carità (Gal 5:6). Dio non ci richiede imprese insopportabili. Ci chiede solo che mostriamo amore gli uni verso gli altri, ricordando che così mostriamo amore anche verso di lui. Un sorriso gentile, attenzione e sensibilità verso chi è vicino, parole di conforto e sostegno pronunciate per tempo possono talvolta diventare le cose più importanti che abbiamo l'opportunità di fare per il Cristo risorto.

E oggi, quando il mondo è lacerato da conflitti e contraddizioni, e l'odio, la paura e l'inimicizia si sono stabiliti nel cuore di molte persone, è particolarmente importante non dimenticare la propria vocazione cristiana e mostrare vero amore per il prossimo, il solo che sana le ferite inflitte dal male e dalla menzogna. Non dobbiamo cedere alla tentazione del nemico del genere umano, che cerca di distruggere l'unità benedetta tra i cristiani ortodossi. Prego con fervore il Vincitore della morte, il Signore Gesù, e chiedo anche a voi di elevare a lui le preghiere più intense, affinché tutti gli ostacoli siano vinti, trionfi la pace duratura e le ferite delle divisioni siano sanate dalla grazia divina.

Congratulandomi con tutti nella festa di Pasqua, invoco su di voi la benedizione di Cristo Risorto e vi auguro, miei cari, una gioia pasquale immancabile e luminosa che ci rafforzi nella fede, nella speranza e nell'amore. Possa Dio concedere che questa luce non si spenga mai nei nostri cuori, che sia sempre la luce del mondo (Mt 5:14). E che noi, instancabilmente santificati dalla Parola di Dio, dalla lettura del Vangelo e dalla partecipazione della grazia divina attraverso la comunione ai misteri della Chiesa, cresciamo costantemente nella conoscenza del Signore e siamo rafforzati nell'adempimento dei suoi comandamenti, così che le persone, vedendo la luce delle nostre buone azioni, glorifichino il nostro Padre celeste (Mt 5:16) e assieme a noi rendano con gioia testimonianza che

VERAMENTE CRISTO È RISORTO!

+KIRILL

PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS'

Pasqua di Cristo,

2022

 
 19/04/2022    

Le Chiese locali iniziano il rito della preparazione del santo crisma

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la notizia della preparazione del crisma a Mosca, Belgrado e Istanbul.

 
 18/04/2022    

Ritorno in attività: la seconda venuta del cristianesimo in Russia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Per la maggior parte del XX secolo, la Russia è stata un luogo senz'anima e senza Dio. I comunisti si sono assicurati che lo fosse. Con la rivoluzione arrivò una cupa determinazione a sopprimere la religione. Sotto Lenin, e in particolare sotto Stalin, i cristiani furono dichiarati nemici dello stato, le chiese furono distrutte, sacerdoti e monache incarcerati, spesso assassinati. Anche le campane delle chiese e la musica religiosa furono bandite. Come sono cambiati i tempi. Nella nuova Russia c'è stata una rinascita cristiana, una specie di resurrezione. La Chiesa ortodossa è tornata in attività, e i suoi missionari si danno da fare a diffonderne la voce.

Video di 60 minutes Australia

 
 17/04/2022    

Ci sarà pentimento?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo in traduzione italiana le riflessioni di un lettore del blog Monomakhos, gestito dai nostri amici George e Gail Michalopulos, che fin dall'inizio del blog sono stati molto attenti a sottolineare i cattivi comportamenti dei vescovi ortodossi. Qui il pentimento (che ancora non si è visto) è riferito a quei vescovi ortodossi che sono stati fin troppo zelanti a conformarsi alle direttive sanitarie mondane durante la crisi del Covid, e che hanno dimenticato il loro compito di pastori e di uomini di preghiera e di fede.

 
 16/04/2022    

Parroco della Chiesa ortodossa ucraina organizza l'evacuazione di 1.500 residenti nella regione di Kiev

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L'arciprete Boris Kovalchuk (nella foto) è uno dei tanti preti ortodossi ucraini che organizzano aiuti umanitari rischiando la propria vita, e nonostante sia stato oggetto di un tentativo di sequestro di chiesa. Vi presentiamo la sua storia in traduzione italiana.

 
 15/04/2022    

I persecutori della Chiesa combattono in rete, non in prima linea

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Siamo lieti di offrirvi parole da un sermone dell'arciprete Dimitrij Sidor (nella foto) di Uzhgorod, anima e ispiratore religioso del popolo russino, che già abbiamo visto molte volte sul nostro sito. Padre Dimitrij ci ricorda come la vera Chiesa di Cristo è sempre oggetto di attacchi.

 
 14/04/2022    

Libro di preghiera pubblicato nella lingua cebuana delle Filippine

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Grazie agli sforzi dei seminaristi filippini che studiano all'Accademia teologica di San Pietroburgo in Russia, si stanno pubblicando testi di funzioni e preghiere in cebuano, la seconda lingua parlata nell'arcipelago delle Filippine. Vi presentiamo la notizia della seconda di queste pubblicazioni.

 
 13/04/2022    

L'esercito ucraino continua a bombardare un monastero danneggiato di Donetsk, che ospita 300 civili

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la notizia con video dei bombardamenti su un monastero di Donetsk, che nell'attuale situazione potrebbe sembrare un bersaglio assai strano: chi ha orecchie per intendere, tuttavia, intende benissimo che questa furia è provocata dal fatto che si tratta del monastero di un famoso starets, padre Zosima (Sokur, 1944-2002), sostenitore dell'unità spirituale russo-ucraina, di cui vi abbiamo già presentato un saggio biografico.

 
 12/04/2022    

Un'altra detenzione ingiusta a Kiev

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Mikhail Pogrebinskij (nella foto), il politologo ucraino di cui vi abbiamo già presentato un paio di analisi sul nostro sito, è stato arrestato dalla SBU a Kiev il 27 marzo. Come già è successo per Jan Taksjur, il giornalista ortodosso conduttore del canale "Primo cosacco", Pogrebinskij è accusato di tradimento, oltre che di arricchimento illegale. Le prove? È apparso su canali televisivi russi! Questo non è l'unico caso agli antipodi della logica e del buon senso, e tristemente i due esempii che vi abbiamo segnalato sono ben lontani da essere i soli. Mentre i media del mondo "libero" si affannano a parlarci di repressioni del dissenso in Russia, le repressioni altrettanto gravi del dissenso in Ucraina restano coperte da una vergognosa omertà. Per approfondire, consultate questo articolo del Saker blog su tutti quelli la cui vita e sicurezza sono in pericolo perché non sono disposti a comprare a scatola chiusa la narrativa ufficiale.

 
 11/04/2022    

Padre Matvej: un "Don Matteo" in versione ortodossa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Pochi in Italia sanno che la nostra fortunata serie televisiva di Don Matteo ha avuto anche un adattamento russo: Отец Матвей, ovvero "Padre Matteo", racconta le vicende di fede e di indagini poliziesche di padre Matvej Korneev, intepretato da Vladimir Kolganov.

Nella serie russa, il protagonista è un prete ortodosso sposato, che a causa di un furto nella propria chiesa, viene trasferito alla parrocchia di una piccola città. Qui la tranquilla vita di provincia nasconde molti segreti oscuri, che padre Matvej dovrà affrontare in prima persona.

La serie del 2014 si può facilmente trovare online. Ecco il primo episodio:

 
 10/04/2022    

Il Fanar non riconosce i "sacramenti" di Filaret: si può quindi entrare a far parte della "Chiesa ortodossa dell'Ucraina"?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In un'analisi di Jaroslav Nivkin vi presentiamo il dilemma dei controsensi del Fanar riguardo a Filaret Denisenko. Dopo averne accettato per anni la deposizione e l'anatema, e dopo il clamoroso passo indietro della sua arbitraria "reintegrazione" nel 2018, ora che Filaret sta diventando un problema ingestibile assistiamo al "contrordine del contrordine": Filaret torna a essere per il Fanar un personaggio "non riconosciuto" e "privo di grazia". Ma questo cosa dice dei suoi sodali di tanti anni di attività non canoniche?

 
 09/04/2022    

L'obiettivo dei nemici della Chiesa è il crollo dell'Ortodossia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il metropolita Luka (Kovalenko, nella foto) di Zaporozh'e e Melitopol' fa il punto della situazione ecclesiale ricordando come i nemici della Chiesa ortodossa non smettono mai di minarne l'unità e la credibilità.

 
 09/04/2022    

Tour virtuale della chiesa di Cristo Salvatore

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In questi giorni in cui un viaggio a Mosca è impossibile per molti, è divenuta disponibile una visita virtuale alla cattedrale di Cristo Salvatore: cliccate su questo collegamento o sull'immagine qui sopra per iniziare il vostro tour.

 
 08/04/2022    

Una vittoria del buon senso in Finlandia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Un tribunale a Helsinki ha fatto cadere tutte le accuse contro la parlamentare Päivi Räsänen (nella foto), accusata assieme al vescovo luterano Juhana Pohjola di avere usato argomentazioni bibliche per sostenere che l'omosessualità non è un valore.

Nella sua decisione unanime, il tribunale ammette che "non è suo compito interpretare i concetti biblici".

La causa di Päivi Räsänen è stata sostenuta dalla Chiesa ortodossa russa e da altre confessioni cristiane, e il nostro sito vi ha fatto cenno lo scorso novembre.

 
 08/04/2022    

Storia, simbolismo e uso moderno dell'orario

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il lettore Ioann Malov ci guida attraverso un viaggio alla scoperta del significato dell'orario, il paramento più caratteristico dei diaconi ortodossi.

 
index.php?cat_id=32&id=7999&locale=ro&blogsPage=1 index.php?cat_id=32&id=7999&locale=ro&blogsPage=12   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 327  index.php?cat_id=32&id=7999&locale=ro&blogsPage=14 index.php?cat_id=32&id=7999&locale=ro&blogsPage=327