Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=205  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=602  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=646  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=4898  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=2779 
Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=204  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=206  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=207  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=208  Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=3944 
Mirrors.php?cat_id=31&locale=ro&blogyears=2018&id=647         
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii
Ianuarie Februarie Martie Aprilie Mai Iunie Iulie August Septembrie Octombrie Noiembrie Decembrie

Blogul parohului


 31/12/2018    

Nella Chiesa ortodossa russa si è deciso di creare diocesi all'estero senza riguardo per il Fanar

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo il testo russo e italiano dell’articolo in cui il metropolita Ilarion (nella foto) spiega come ormai la Chiesa ortodossa russa stia organizzando le proprie strutture nella diaspora senza più prendere in considerazione alcuna presenza locale dipendente da Costantinopoli. Questa attitudine spiega la recente creazione dei due nuovi esarcati, in Europa occidentale e nel sud-est asiatico.

 
 31/12/2018    

Parole sagge di padre Nikolaj Danilevich

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L'arciprete Nikolaj Danilevich (nella foto), vice capo del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne della Chiesa ortodossa ucraina, ha fatto negli ultimi giorni un paio di dichiarazioni degne della massima attenzione:

- Il 22 dicembre, riferendosi alla possibilità che alcune Chiese greche possano riconoscere la "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" da poco creata a causa dell'autorità che ha su di loro il patriarca di Costantinopoli, ha affermato che questo sarà per loro un momento di verità, nel quale dovranno scegliere se è più importante per loro l'ellenismo oppure l'Ortodossia.

- Il 23 dicembre ha fatto un paragone storico tra il nome che lo stato ucraino vorrebbe forzare sulla Chiesa ortodossa canonica e le stelle gialle che gli ebrei erano forzati a portare durante le loro persecuzioni in Germania. "All'inizio hanno dovuto solo portare questo marchio. E poi ricordiamo com'è finita".

 
 30/12/2018    

Dai verbali della sessione del Santo Sinodo tenuta a Mosca, presso la residenza patriarcale del monastero di san Daniele, il 28 dicembre 2018

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

VERBALE № 98

TENUTE IN CONSIDERAZIONE le terribili conseguenze dell'invasione anticanonica e criminale del Patriarcato di Costantinopoli nel territorio canonico della Chiesa ortodossa ucraina.

SI È DELIBERATO:

1. Di testimoniare l'accordo con la valutazione dell'invasione del Patriarcato di Costantinopoli nel territorio canonico della Chiesa ortodossa ucraina, espressa nel discorso di apertura del patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus' all'incontro del Consiglio Supremo della Chiesa il 26 dicembre 2018, nonché nelle lettere del patriarca ai primati delle Chiese ortodosse locali.

2. Di sottolineare il carattere non canonico del cosiddetto "Concilio d'unificazione" svoltosi a Kiev il 15 dicembre 2018, composto da membri dei gruppi scismatici sotto la guida del metropolita Emmanuel di Gallia, del Patriarcato di Costantinopoli, e di P.A. Poroshenko.

3. Di concordare con la valutazione canonica di questo evento data nelle decisioni del Sinodo della Chiesa ortodossa ucraina del 17 dicembre 2018.

4. Di testimoniare la profonda preoccupazione in relazione all'entrata in vigore della legge discriminatoria dell'Ucraina "sugli emendamenti alla legge dell'Ucraina 'sulla libertà di coscienza e sulle organizzazioni religiose'," sulla base della quale i politici secolari intendono cercare di privare la Chiesa ortodossa ucraina del suo nome canonico e legale. Di considerare questo atto legislativo come una grave violazione del principio di non ingerenza dello stato negli affari interni delle comunità religiose, sancito dalla Costituzione dell'Ucraina. Di prestare attenzione alla contraddizione di questa legge per i documenti internazionali di base sulla protezione dei diritti umani e delle libertà.

5. Di fare appello ai primati e ai Santi Sinodi delle Chiese ortodosse locali sorelle a sostenere il metropolita Onufrij di Kiev e di Tutta l'Ucraina, l'episcopato, il clero, i monaci e i figli fedeli della Chiesa ortodossa ucraina in connessione con l'esperienza vissuta, e a non riconoscere la comunità fondata sul cosiddetto "Concilio d'unificazione" del 15 dicembre 2018 a Kiev come Chiesa ortodossa locale autocefala.

VERBALE № 105

TENUTA IN CONSIDERAZIONE la situazione degli affari ecclesiastici nei paesi dell'Europa occidentale.

SI È DELIBERATO:

1. Di formare un Esarcato patriarcale nell'Europa occidentale con il centro a Parigi.

2. Di includere nella responsabilità pastorale di quest'Esarcato i seguenti paesi: Principato di Andorra, Regno del Belgio, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Irlanda, Regno di Spagna, Repubblica italiana, Principato del Liechtenstein, Granducato di Lussemburgo, Principato di Monaco, Regno dei Paesi Bassi, Repubblica del Portogallo, Repubblica di Francia, Confederazione Svizzera.

3. Di assegnare al capo dell'Esarcato patriarcale nell'Europa occidentale il titolo "di Korsun e dell'Europa occidentale".

4. Di nominare sua Grazia il vescovo Ioann di Bogorodsk con il titolo indicato in precedenza come capo dell'Esarcato patriarcale nell'Europa occidentale.

5. Di affidare a sua Grazia Ioann, vescovo di Bogorodsk, l'incarico di ordinario della diocesi di Korsun, pur mantenendo l'amministrazione provvisoria delle parrocchie della Chiesa ortodossa russa in Italia.

6. Di formare una diocesi della Chiesa ortodossa russa in Spagna e Portogallo, con il centro a Madrid.

7. Di assegnare al vescovo diocesano della diocesi ispano-portoghese il titolo "di Madrid e Lisbona".

8. Di nominare sua Grazia il vescovo Nestor di Korsun come vescovo di Madrid e Lisbona.

VERBALE № 106

TENUTA IN CONSIDERAZIONE la situazione degli affari ecclesiastici nei paesi del Sud-est asiatico.

SI È DELIBERATO:

A causa del notevole successo della missione della Chiesa ortodossa russa nei paesi del sud-est asiatico, espressa nella moltiplicazione di chiese e comunità, l'emergere di un clero dalla popolazione locale, l'aumento di interesse per l'Ortodossia russa, così come in relazione a un aumento della popolazione di lingua russa che vive in modo permanente o temporaneo nei paesi di questa regione:

1. Di formare un Esarcato patriarcale nel sud-est asiatico con il centro a Singapore.

2. Di includere nella responsabilità pastorale di quest'Esarcato i seguenti paesi: Repubblica di Singapore, Repubblica socialista del Vietnam, Repubblica d'Indonesia, Regno di Cambogia, Repubblica Democratica Popolare di Corea, Repubblica di Corea, Repubblica Democratica Popolare del Laos, Malaysia, Repubblica dell'Unione di Myanmar, Repubblica delle Filippine, Regno di Thailandia.

3. Di assegnare al capo dell'Esarcato patriarcale nel Sud-est asiatico il titolo "di Singapore e del Sud-est asiatico".

4. Di nominare sua Eminenza l'arcivescovo Sergij di Solnechnogorsk con il titolo indicato in precedenza come capo dell'Esarcato patriarcale nel Sud-est asiatico, e di liberarlo temporaneamente dall'incarico di capo della Segreteria amministrativa del Patriarcato di Mosca.

 
 29/12/2018    

Metropolita Onufrij: il Signore ci dà da bere il calice del dolore, e noi lo beviamo con umiltà

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vladyka Onufrij, in una lettera al metropolita Hilarion della ROCOR, mostra una reazione davvero cristiana (che vi presentiamo in traduzione italiana) alle numerose umiliazioni alle quali è sottoposta la Chiesa ortodossa ucraina in questi giorni.

 
 29/12/2018    

La “trappola” degli auguri di Natale e il momento della verità sull’autocefalia ucraina

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo il testo russo e italiano di una breve analisi sul valore degli auguri che i primati delle Chiese ortodosse locali si scambiano tradizionalmente il 6 gennaio. Da come si comporteranno in questi auguri, le Chiese autocefale ortodosse che finora non si sono espresse sulla controversia dell’autocefalia ucraina saranno obbligate a una scelta di campo.

 
 28/12/2018    

“Noi siamo con Cristo”: le reazioni dei fedeli alla formazione di una struttura scismatica

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Nell’articolo di Sergej Geruk, che vi presentiamo in russo e in italiano, entriamo nella Lavra delle Grotte di Kiev per osservare da vicino le reazioni dei fedeli al “consiglio degli empi” di sabato 15 dicembre. Dal metropolita Onufrij (nella foto) ai monaci, fino ai più semplici dei parrocchiani e dei pellegrini, possiamo avere una visione d’insieme di come la vera Ortodossia in Ucraina reagisce in questi tempi tragici.

 
 27/12/2018    

6 domande scomode ai fondatori della "Chiesa ortodossa dell'Ucraina"

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Così come i veri giornalisti dovrebbero fare, lo staff dell’Unione dei giornalisti ortodossi continua a incalzare la nuova organizzazione religiosa ucraina con domande scomode sulla sua rappresentatività, sulla sua ecclesialità, sulle sue commistioni con la politica, sulla sua credibilità di fronte al mondo ortodosso: presentiamo il testo russo e italiano delle sue 6 domande scomode, che continueremo a porre anche noi.

 
 27/12/2018    

Il cristianesimo ortodosso e le sfide della società occidentale

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Tudor Petcu ci ha fatto avere il testo romeno e italiano della sua recensione di Le christianisme orthodoxe face aux défis de la société occidentale, il nuovo libro di padre Christophe Levalois, redattore capo di Orthodoxie.com. Per chi legge il francese e vuole tenersi aggiornato sulla visione del mondo della Chiesa ortodossa, ecco un ottimo pensiero natalizio!

 
 27/12/2018    

Consacrata la chiesa di Tutti i Santi a Strasburgo

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Domenica 23 dicembre vladyka Nestor ha officiato la piccola consacrazione della nuova chiesa stavropigiale a Strasburgo, per la quale vi abbiamo coinvolti già alla fine del 2015, e su cui vi abbiamo tenuti informati. Per la grande consacrazione, è atteso lo stesso patriarca Kirill il prossimo anno.

 

 
 26/12/2018    

Metropolita Daniil di Vidin: L'assemblea in Ucraina non è canonica

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la traduzione italiana dell’intervista di Javor Dachkov al metropolita Daniil (Nikolov, nella foto) di Vidin, uno dei tre metropoliti bulgari (assieme a Gabriel di Lovech e Joan di Varna) ad essersi opposto sin dal primo istante e senza mezzi termini alle azioni anticanoniche del Fanar in Ucraina. La chiarezza, la responsabilità e il rigore canonico di vladyka Daniil ci rassicurano del fatto che la voce dell’equità e del buon senso è tutt’altro che spenta nel mondo ortodosso.

 
 26/12/2018    

Poroshenko 2.0: il vaso di Pandora degli autocefalismi comincia ad aprirsi sul mondo

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Come aveva previsto il nostro amico Saker (notate il paragrafo al termine di quest’intervista), c’è voluto poco perché un altro movimento nazionalista facesse pressioni per la “propria” Chiesa autocefala sulla falsariga della disgraziata impresa fanariota in Ucraina. Possiamo leggerne i particolari nella traduzione italiana di uno dei primi articoli a proposito delle nuove mire dell’autocefalismo di stato in Montenegro.

 
 25/12/2018    

L’amore pastorale del metropolita Onufrij per il popolo ucraino

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” la versione italiana di un degno tributo a sua beatitudine il metropolita Onufrij, per tutti quelli che vedono in lui un vero pastore.

 

 
 24/12/2018    

Esperto: Il "concilio d'unificazione" ha disunito l'Ortodossia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Eccovi un video con un articolo in russo e in italiano dei commenti dell’analista Pavel Rudjakov (nella foto), che non fa altro che confermare con dati di fatto quanto il recente "concilio d'unificazione" di Kiev abbia fatto di tutto fuorché unificare.

 
 24/12/2018    

L'ortodossia ucraina e il revisionismo dell'olocausto

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Dal blog di un ortodosso americano fedele del Patriarcato ecumenico, ma molto inquieto per le recrudescenze di nazifascismo, traduciamo volentieri in italiano la notizia del vescovo Daniel (uno degli “esarchi” inviati dal patriarca Bartolomeo a portare la sua “pace” in Ucraina), che celebra la memoria degli assassini genocidi dell’Esercito insurrezionale ucraino (forse non così sanguinario come gli ustascia croati, ma certamente più drastico delle SS tedesche, a cui diede manforte nello sterminio degli ebrei e dei polacchi). Speriamo che più persone all’interno dell’obbedienza costantinopolitana si accorgano di cosa stanno supportando, e magari vogliano trovare il coraggio di dire il loro όχι.

 
 23/12/2018    

Nello stile dell’epoca dei Borgia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la versione russa e italiana dell’articolo del giornalista kievano Taras Mel’nik sul recente "concilio d'unificazione" e su tutti i retroscena che sono stati rivelati dai media nei giorni successivi. Se già questa riunione è stata considerata dagli autentici vescovi ucraini come un "consiglio degli empi" (Ps. 1), ora possiamo valutare quanti intrighi, ricatti, minacce e inganni degni dell’epoca dei Borgia abbiano circondato questa infausta riunione.

 
  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 29  index.php?cat_id=31&id=1104&locale=ro&blogyears=2018&blogsPage=2 index.php?cat_id=31&id=1104&locale=ro&blogyears=2018&blogsPage=29