Рубрика

 

Информация о приходе на других языках

Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=205  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=602  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=646  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=204  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=206  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=207  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=208  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=7999  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=647  Mirrors.php?blogsPage=8&locale=ru&id=8801     
 

Православный календарь

   

Воскресная школа прихода

   

Поиск

 

Главное

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 3 febbraio 2021)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Отпевание и панихиды  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Подготовка к таинству Брака в Православной Церкви  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Подготовка к таинству Крещения в Православной Церкви  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Церковь берет на себя духовную заботу о православных христианах Московского Патриархата города Турина и провинций Пьемонте и Валле д'Аоста.

Архив

2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 все года

Блог Настоятеля прихода


 08/01/2021    

La cripta della cattedrale di san Sava a Belgrado

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Eccovi come pensiero di Natale un viaggio in un luogo che molti non hanno ancora visto: la cripta della nuova cattedrale di san Sava a Belgrado, in un video che presenta anche la cupola a mosaico appena terminata e alcune riprese dall'esterno della chiesa.

 
 07/01/2021    

Messaggio di Natale del patriarca Kirill

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Messaggio di Natale

del patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus'

agli arcipastori, pastori, diaconi, monaci

e a tutti i figli fedeli della Chiesa ortodossa russa

2021

Beneamati nel Signore arcipastori,

reverendi presbiteri e diaconi,

monaci e monache amati da Dio,

cari fratelli e sorelle!

Mi congratulo di cuore con tutti voi per la luminosa festa della Natività di Cristo.

Oggi la Chiesa celeste e terrena trionfa, allietandosi per la venuta nel mondo del nostro Signore e Salvatore, e offre lode e ringraziamento a Dio per la Sua misericordia e amore per l'umanità. Ascoltiamo con trepidazione spirituale le parole del canto: "Cristo è nato – glorificatelo! Cristo dal cielo – andategli incontro!" (irmo del canone della Natività di Cristo). Con devozione e speranza, guardiamo la grotta di Betlemme, dove in una misera mangiatoia giace Dio bambino avvolto in fasce.

Veramente in questo giorno si è avverato "il grande mistero della pietà: Dio si è manifestato nella carne, è stato giustificato nello Spirito, si è mostrato agli angeli" (1 Tim 3:16). È impossibile addentrarsi fino alla fine con la mente nel mistero dell'Incarnazione. È impossibile comprendere appieno come colui che è la fonte della vita per tutto ciò che esiste è ora riscaldato dal respiro degli animali! Il Creatore dell'universo si umilia, assumendo la forma della creazione!

Il Figlio di Dio diventa il Figlio dell'uomo!

"Non indagate su come avvenga avverte il santo Giovanni Crisostomo – laddove Dio vuole, è vinto l'ordine della natura. Voleva, poteva, discendere e salvare. Tutto obbedisce a Dio. Colui che è nasce oggi, e Colui che è diventa ciò che non era. Pur essendo Dio diventa uomo senza smettere di essere Dio" (Sermone per la Natività del nostro Salvatore Gesù Cristo).

Celebrando la festa salvifica per il mondo della Natività di Cristo, riflettiamo sul suo duraturo senso spirituale e sul suo significato chiave per tutta l'umanità. E questo è vero. Ma è anche importante rendersi conto della dimensione personale che ha per ciascuno di noi il mistero dell'Incarnazione, perché non è un caso che ci rivolgiamo in preghiera al Signore, chiamandolo nostro Salvatore.

Sappiamo per esperienza che l'uomo non è capace di vincere il male in se stesso, non importa quanto ostinatamente cerchi di farlo. Il peccato che ha colpito profondamente l'anima e danneggiato la natura umana non può essere superato da nessuna pratica spirituale o addestramento psicologico. Solo Dio è in grado di guarire e riportare l'intera persona alla bellezza originale. "Perché il nostro Signore si è rivestito di carne?" – si chiede il venerabile Efrem il Siro, e risponde: "Affinché la carne stessa assapori la gioia della vittoria e si compia e conosca i doni della grazia ... così che le persone, come sulle ali, ascendano a lui e in lui solo trovino la pace" (Esegesi dei quattro Vangeli, cap. 1). L'Incarnazione di Cristo libera dalla schiavitù del peccato e apre la strada verso la salvezza.

"Io come luce sono venuto nel mondo, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre" (Gv 12:46), testimonia il Signore. Come la brillante stella di Betlemme, che ha portato a Gesù Dio bambino i sapienti orientali da paesi lontani, noi cristiani, essendo veri figli e figlie della luce (Gv 12:36), siamo chiamati a illuminare questo mondo con la luce della fede (Mt 5:14), in modo che quelli che ci circondano, vedendo un esempio della nostra fermezza e coraggio, pazienza e nobiltà spirituale, generosità e amore non ipocrita per il prossimo, "diano gloria a Dio nel giorno della sua visita" (1 Pt 2:12).

Oggi, quando i popoli della terra stanno vivendo una difficile prova di una nuova malattia, quando i cuori delle persone sono presi dalla paura e dall'ansia per il futuro, è particolarmente importante per noi rafforzare la preghiera comunitaria e privata, offrire al Signore un'opera speciale di buone azioni. Molti dei nostri fratelli e sorelle sono ora privati ​​dell'opportunità di andare in chiesa a causa di una dannosa epidemia. Offriamo le nostre preghiere per loro al Creatore misericordioso, in modo che rinnovi la loro forza mentale e fisica, garantisca ai malati una pronta guarigione e invii il suo aiuto ai medici e a tutti gli operatori sanitari che combattono disinteressatamente per la loro salute e la loro vita.

Ricordiamoci che nessun problema può spezzare lo spirito di una persona se questa mantiene una fede viva e si affida a Dio in ogni cosa. Pertanto, le prove che ci hanno colpito sono accettabili senza mormorare, perché se speriamo in lui, saremo santificati, poiché Dio è con noi (officio della Grande Compieta), come canta la Chiesa di Cristo in questi giorni sacri del Natale. Preghiamo che la luce incorruttibile della Divinità illumini la misera caverna della nostra vita, così che i nostri cuori contriti e umili, come la mangiatoia di Betlemme, ricevano con riverenza il Salvatore venuto al mondo.

Non è angusto per Dio stare nel cuore di una persona, se questo è pieno d'amore. "L'operatore d'amore sarà convivente degli angeli e regnerà con Cristo", testimonia il venerabile Efrem il Siro (Discorso sulle virtù e sui vizi, 3). Che i giorni santi della festa diventino un momento speciale per noi per fare buone azioni. Usiamo questa benedetta opportunità e glorifichiamo la nascita di Gesù Cristo mostrando misericordia verso i nostri vicini, aiutando chi è nel bisogno, confortando le persone in lutto e, forse, prima di tutto, quelli che soffrono di infezione da coronavirus o per le sue conseguenze.

Possa il Signore illuminare i popoli della terra con la luce della Sua conoscenza, possa benedirli con la pace e possa aiutare tutti noi a realizzare la nostra responsabilità comune per il presente e il futuro del pianeta. Possa il divino bambino nato inviare amore e armonia alle nostre famiglie, possa proteggere i nostri giovani e tutti noi dai peccati e dagli errori pericolosi. Ancora una volta, mi congratulo sinceramente con voi, miei cari, per la festa radiosa della Natività di Cristo e auguro a tutti voi buona salute, gioia infinita e generoso aiuto da parte di Dio – la vera Luce, che illumina ogni uomo che viene al mondo (Gv 1:9). Amen.

Kirill

patriarca di Mosca e di tutta la Rus'

Mosca,

Natività di Cristo

anno 2020/2021

 
 07/01/2021    

Messaggio di Natale del metropolita Antonij

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Messaggio di Natale

dell’esarca patriarcale dell’Europa occidentale,

metropolita Antonij di Korsun e dell’Europa occidentale

 

 

Benemati confratelli nel Signore, arcipastori, presbiteri e diaconi, monaci e monache, cari fratelli e sorelle!

Mi congratulo di cuore con tutti voi per la festa della Natività di Cristo!

Dopo molti giorni di digiuno, siamo stati di nuovo onorati di raggiungere questo santo giorno e di inchinarci con riverenza alla mangiatoia in cui si rivela il Signore, giunto “per noi uomini e per la nostra salvezza”.

Dio si è compiaciuto di bussare alla porta di un mondo che non lo aspettava, che non lo ha accettato, che fin dai primi giorni della vita del divino bambino ha scatenato tutta la sua malizia contro colui che ha portato la salvezza sulla terra nella mitezza e nell’umiltà e ha aperto all’umanità le porte del regno dei cieli. Tuttavia, nonostante tutta la profondità del male umano, è stato sconfitto dall’amore di Dio, e questa grande vittoria è la garanzia di una speranza duratura.

Quest’anno andiamo incontro alla festa della Natività di Cristo in circostanze difficili. La pandemia di infezione da coronavirus ha notevolmente cambiato le nostre vite. Ciò che sembrava così banale e familiare oggi è divenuto improvvisamente inaccessibile. Ciò a cui prima non davamo peso ha rivelato un valore precedentemente nascosto. Forse non abbiamo mai pensato seriamente a quanto significhino per noi la salute, la comunicazione con i familiari e gli amici, la preghiera nella chiesa di Dio, tutte le volte che il cuore ci comanda. Oggi, sopportando molte privazioni e avversità, stiamo imparando a dare un nuovo valore alla nostra vita.

Stando alle soglie del nuovo anno e riassumendo i risultati dell'anno che se ne va, impariamo, sulle orme del retaggio del santo apostolo Paolo, a ringraziare Dio per ogni cosa e a vedere in ogni cosa l'azione della sua ineffabile provvidenza, che ci conduce sulla via del regno dei cieli.

Guardando le prove che hanno colpito l’umanità, noi, da credenti, non ci perdiamo d’animo, e ora, stando davanti al presepe del Natale, guardiamo con speranza al divino bambino che tende verso di noi le sue mani. Crediamo che il Signore che ha infranto le porte dell’inferno e ha vinto la morte con la morte libererà presto il mondo dalla dannosa epidemia, garantirà la guarigione ai malati e consolerà chi si trova nel dolore.

Vi rivolgo, cari vladyki, padri, fratelli e sorelle, le mie più sincere congratulazioni per la Natività di Cristo e per l’anno nuovo che viene. Possa il prossimo anno essere per tutti noi pacifico e benedetto.

+ ANTONIJ,

metropolita di Korsun e dell’Europa occidentale,

esarca patriarcale dell’Europa occidentale

Natività di Cristo, 2020/2021

 
 06/01/2021    

Annunciamo il nuovo anno suonando le campane: non una professione ma uno stato dell'anima

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Non avevamo finora trattato in dettaglio sul nostro sito il tema del suono delle campane, che è una delle forme di arte sacra meno conosciute. Vi presentiamo ora in traduzione italiana l’intervista di Elena Nasledysheva a Bogdan Berezkin (nella foto), direttore della scuola campanaria di Minsk.

 
 05/01/2021    

Appello del patriarca Kirill all'arcivescovo di Cipro

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Eccovi la notizia di un’insolito intervento diretto del patriarca Kirill sul tema della crisi ucraina, con un’appello all’arcivescovo Chrysostomos di Cipro, dopo che quest’ultimo ha mosso una serie di accuse velenose e infondate contro la Chiesa russa (di cui vi abbiamo presentato le confutazioni nei tre saggi di Pavel Darovskij sul tema dei rapporti con la Chiesa georgiana, polacca e romena).

 
 05/01/2021    

Come la Chiesa ortodossa russa ha preso diocesi alla Chiesa romena: la terza risposta all'arcivescovo Chrysostomos

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Dopo i due capitoli dedicati alla confutazione delle accuse dell’arcivescovo Chrysostomos di Cipro sulle presunte malefatte della Chiesa russa nei confronti della Chiesa georgiana e di quella polacca, vi presentiamo ora il terzo articolo della serie dei saggi di Pavel Darovskij, dedicato alle tensioni con la Chiesa romena per le questioni della sovranità ecclesiale sulle regioni moldave e ucraine ai confini della Romania.

 
 04/01/2021    

I drappeggi delle pareti della chiesa

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
I nostri iconografi hanno appena terminato un lavoro significativo di abbellimento della chiesa: la fascia del drappeggio pittorico sulla parte inferiore delle pareti. Con pochi e semplici elementi, questo rivestmento riesce a offrire un'atmosfera molto più attraente all'interno della chiesa, oltre a costituire la base per altre opere pittoriche che speriamo di realizzare in futuro. Ringraziamo Ovidiu e Vladislav per la loro paziente opera, e vi invitiamo a prendere visione delle fasi del loro lavoro sotto forma di galleria fotografica.
 
 03/01/2021    

"Quando si vede la tenacia degli irlandesi, si capisce da dove Tolkien ha preso i suoi hobbit"

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Vi presentiamo in italiano la recente intervista di Vladimir Basenkov a padre Ioann Kazadoev, uno dei preti russi che servono in Irlanda: possiamo osservare molte similarità tra la gestione pastorale e l’approccio alla missione nelle sue parrocchie e in molte altre chiese ortodosse dei paesi occidentali.

 
 02/01/2021    

Oggi molti sono portati alla Chiesa attraverso le icone

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

L'archimandrita Luka (Golovkov, nella foto) è il fratello maggiore del nostro ex vescovo, il metropolita Mark di Rjazan', nonché preside della Scuola di iconografia alla Lavra della Trinità e di san Sergio (uno degli insegnanti della scuola, Anatolij Aleshin, è stato l’oggetto di un nostro recente articolo). Ora vi presentiamo in traduzione italiana l'intervista di Olga Lunkova all'archimandrita Luka, che ci offre la testimonianza di un insegnamento profondo e permeato di vita spirituale.

 
 01/01/2021    

Sacerdote greco di Costantinopoli si unisce alla Chiesa russa a causa della crisi ucraina (+ VIDEO)

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Salutiamo il nuovo anno con la traduzione italiana (corredata da un video in inglese) della notizia del passaggio di padre Ioannis Fortomas (nella foto), un sacerdote della Chiesa di Grecia in diaspora (e quindi “in  prestito” al Patriarcato di Costantinopoli), che ha avuto dal suo vescovo in Grecia una benedizione a un cambio di giurisdizione ed è stato accolto sotto la diocesi canadese della ROCOR. Questi casi rari si stanno moltiplicando, e tutto fa presagire che stiamo vedendo solo la punta di un iceberg. Per ora, vi invitiamo a leggere la storia di padre Ioannis, ad ascoltare (per quelli che sanno l’inglese) le argomentazioni con cui spiega apertamente perché non riusciva più a sostenere il patriarca Bartolomeo nella sua coscienza ecclesiale, a pregare per lui e a sostenerlo in ogni modo possibile: è infatti già sotto attacco dei partigiani del Fanar, che non avendo ragioni teologiche o canoniche per confutarlo, stanno iniziando a diffamarlo come vittima di una non meglio specificata “propaganda russa”.

 
 31/12/2020    

10 pietre miliari della Chiesa del 2020: i risultati dell'anno trascorso

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

L’Unione dei giornalisti ortodossi, attraverso un riassunto in 10 punti di Kirill Aleksandrov, ci riporta ai principali eventi del 2020 vissuti dalla Chiesa ortodossa ucraina nel suo sforzo di testimoniare la fede ortodossa.

 
 31/12/2020    

La Verità o il Fanar: cos'è più caro ai monaci contemporanei del Santo Monte Athos

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Vi presentiamo in traduzione italiana l’analisi di Konstantin Shemljuk sul rischio che corrono gli ortodossi che vogliono rifarsi sempre e comunque al Monte Athos come bussola per l’orientamento della loro fede. Voci monastiche che non sanno esprimersi in difesa della verità di fronte allo stupro dell’ecclesiologia ortodossa potranno difficilmente essere punti di riferimento di vita spirituale.

Vogliamo ricordare ai nostri lettori che, almeno nel caso di questo testo, la versione italiana (a cura della nostra parrocchia) è stata preparata prima dell’uscita della traduzione inglese presente sul sito dell’Unione dei giornalisti ortodossi. Questo dovrebbe aprire gli occhi a chi sospetta che gruppi come l’Unione dei giornalisti ortodossi (che non riesce neppure a permettersi un traduttore inglese a tempo pieno) operino con fondi governativi russi o supporti di simile calibro.

 
 30/12/2020    

Uno ieromonaco e una parrocchia nelle Filippine passano da Costantinopoli a Mosca

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Mentre il più anziano sacerdote e unico ieromonaco del Patriarcato di Costantinopoli nelle Filippine, padre Philemon (Castro, nella foto), assieme alla parrocchia da lui fondata, si unisce alla già ragguardevole schiera di chierici che hanno lasciato la Chiesa di Costantinopoli per quella russa in protesta per la pirateria fanariota in Ucraina, il suo ex-vescovo archivia il suo caso dichiarando il prete e la parrocchia “non canonici”. Leggiamo il resoconto di questa notizia in traduzione italiana, e riflettiamo pure sul pericolo dell’introduzione di questo nuovo termine della neo-lingua del Fanar: da domani, l’appellativo “non canonico”, generalmente usato per le anti-chiese che rifiutano per qualsiasi motivo la comunione con la Chiesa ortodossa, potrà essere rivolto anche a noi! La nostra colpa sarà di pretendere di essere ortodossi non costantinopolitani entro le acque territoriali fanariote, che a parere di chi le rivendica, dovrebbero coprire il 110% della superficie del nostro pianeta.

 
 29/12/2020    

Presentazione della parrocchia in piemontese

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Finalmente estendiamo le nostre radici anche nelle tradizioni linguistiche regionali con la presentazione della parrocchia in piemontese.

L’autore della pagina è il professor Mauro Tosco, linguista dell’Università di Torino e cultore del piemontese. Ringraziamo Mauro per il suo "travaj bin fait", e per averci ricordato che un messaggio non può essere universale se non ha il dovuto rispetto per la cultura locale.

 
 28/12/2020    

Ci sono enormi prospettive per la missione in Papua Nuova Guinea

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Vi presentiamo in traduzione italiana l’intervista di Sergej Vinogradov a padre Kirill Shkarbul, che testimonia un inatteso interesse per l’Ortodossia in una paese che finora non ha avuto presenze di chiese ortodosse, e approfondisce la nostra conoscenza della missione ortodossa di Taiwan, dalla quale si occupa di testimoniare il Vangelo in altri paesi.

 
index.php?id=206&locale=ru&blogsPage=1 index.php?id=206&locale=ru&blogsPage=7   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> из 288  index.php?id=206&locale=ru&blogsPage=9 index.php?id=206&locale=ru&blogsPage=288