Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=205  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=602  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=646  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=204  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=206  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=207  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=208  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=7999  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=647  Mirrors.php?blogsPage=3&locale=it&id=8801     
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 3 febbraio 2021)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni

Il Blog del Parroco


 25/08/2021    

Recensione del libro del metropolita Nikiphoros sulla crisi ucraina

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il testo storico-teologico prodotto dal metropolita Nikiphoros di Kykkos e Tyllyria, che mette a nudo l'inanità delle pretese fanariote sull'Ucraina, è oggi disponibile in greco, russo e inglese, ma presumibilmente non si troverà chi sia disposto a tradurlo e pubblicarlo per il modesto pubblico di lingua italiana. Per fortuna, il sito Orthodox Synaxis ci mette a disposizione una breve recensione dell'opera, scritta dal professor Alexander Pavuk (nella foto) della Morgan State University nel Maryland.

 
 24/08/2021    

Né carne né pesce: come smentire gli scismatici a tavola

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Sulla pagina Facebook del "vescovo" Gavriil (Krizina) della "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" sono apparse alcune foto della cena di gala offerta al patriarca Bartolomeo durante la sua visita a Kiev. Le abbondanti fritture servite in quello che avrebbe dovuto essere un giorno di digiuno fanno pensare a tre cose:

1. La "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" segue ancora il Vecchio Calendario (e pertanto il giorno della cena sarebbe un giorno di digiuno), anche se singole voci al suo interno premono per un cambiamento. Ma finché questo cambiamento non avviene, chi non rispetta i digiuni compie un'azione scorretta. E quando a non rispettare i digiuni è l'intero "episcopato", siamo in presenza di una vera e propria ipocrisia.

2. Per chi cerca un'attenuante dicendo che le fritture possono essere di pesce invece che di carne, ricordiamo che in quel giorno le regole del digiuno ortodosso vietano sia la carne che il pesce.

3. La cena è stata ospitata dall'ambasciata greca a Kiev, e pertanto c'è chi afferma che "quando vai in un paese, segui le regole di quel paese". Questa sarebbe una buona giustificazione per un viaggiatore ortodosso che fa un pellegrinaggio in un paese in cui si seguono regole diverse, ma quando un intero "episcopato" fa una visita a un'ambasciata nella capitale del PROPRIO paese, la giustificazione suona molto stiracchiata, soprattutto alla luce delle pretese di "autocefalia" della presunta Chiesa locale.

In definitiva, piccoli dettagli come il diritto di un prete mitrato di celebrare con la mitra, o il diritto di seguire i propri digiuni secondo il proprio calendario nel proprio paese, non sono così importanti se presi singolarmente, ma tutti assieme provano quanto gli scismatici ucraini siano indifferenti all'Ortodossia e totalmente incapaci di rappresentarla.

 
 23/08/2021    

Un segno di crescita monastica in Italia

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Abbiamo ricevuto le immagini di un grande abito monastico realizzato dal nostro confratello ieromonaco Hristofor (Bordian) del monastero del Cristo Pantocratore ad Arona. Vi presentiamo le foto dell'abito, da cui possiamo notare che tutte le scritte tradizionali sono in lingua italiana. Da quanto sappiamo, si tratta del primo grande abito del genere mai realizzato, e a nome di tutti gli ortodossi dei paesi di lingua italiana, ringraziamo padre Hristofor per questo segno di crescita e di maturazione dell'Ortodossia locale.

Ci auguriamo un giorno di veder tonsurare un monaco o una monaca proprio con questo grande abito, e speriamo che seguano altre dedicazioni simili della propria vita al Signore.

 
 22/08/2021    

Cronaca di un giorno di testimonianza della fede ortodossa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il 21 agosto a Kiev sono successe tante cose che il nostro modesto mezzo parrocchiale non solo non riesce a monitorare per voi, ma non riesce neppure a seguire le notizie al ritmo a cui arrivano. Poiché ci mancano il tempo e le forze per tradurre e raccontare l’accaduto, vi lasciamo un reportage fotografico che riprende alcuni degli oltre 10.000 partecipanti all’incontro di preghiera di fronte alla Verkhovna Rada dell’Ucraina (molti non sono riusciti a stare nella Piazza della Costituzione adiacente al parlamento, e hanno dovuto occupare l’attiguo Mariinskyj Park). Ta le varie curiosità, vediamo anche un “Tomos dei laici della Chiesa ortodossa ucraina al patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I”, che a tempo debito saremo interessati a tradurre per voi. La più bella testimonianza, a nostro parere, è quella che potrete vedere nella terza delle fotografie del reportage: un giovane che regge un cartello artigianale con su scritto “L’ecclesiologia ortodossa vince!”. Non sapremmo immaginare un titolo migliore per queste immagini.

 
 21/08/2021    

Gli ultimi serbi in una città serba

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Vi presentiamo la testimonianza della famiglia di un prete serbo (nella foto) che costituisce l’ultimo nucleo di cristiani ortodossi in una città fondata da un santo re serbo, e che fino a pochi anni fa ne portava ancora il nome.

 
 20/08/2021    

Durante la funzione con il capo del Fanar, ai "preti" della "Chiesa ortodossa dell'Ucraina" sarà vietato indossare le mitre

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Vi riportiamo una notizia che in sé sarebbe solo un’insignificante particolare cultuale, ma che rivela volumi interi sulla cura "paterna" che il Fanar riserva alle "razze inferiori" delle altre Chiese ortodosse. La mitra è un copricapo che le Chiese ortodosse di tradizione greca riservano ai soli vescovi, ma che le Chiese di tradizione russa (inclusa quella ucraina, anche nella variante scismatica) concedono anche ai preti come segno di onorificenza. Naturalmente, nelle Chiese greche la questione della mitra dei preti è disprezzata come "innovazione recente", e naturalmente il fatto che Chiese di origine apostolica come quella armena abbiano concesso fin dal primo millennio le mitre perfino ai diaconi viene convenientemente posto sotto silenzio (potrebbe sfatare il mito della "razza sovrana" ortodossa...). Ora, per celebrare la visita del patriarca Bartolomeo a Kiev, la nuova Chiesa "autocefala" di obbedienza fanariota si priva della sua stessa tradizione ecclesiale per compiacere il suo nuovo padrone, e nemmeno sul territorio di una rappresentanza diretta del Fanar (come sarebbe la chiesa di sant’Andrea a Kiev), ma proprio nel luogo che gli scismatici considerano il centro della loro "indipendenza" ecclesiale, la cattedrale di santa Sofia. Si può comprendere come mai questi piccoli particolari abbiano generato nel pubblico ucraino, ormai stanco di retorica, i più accesi dibattiti e le più sonore pernacchie.

 
 19/08/2021    

Due saggi sulle reazioni al patriarca Bartolomeo in Ucraina

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Ora che dal Fanar è stata confermata la visita ufficiale in Ucraina, occorre valutare cosa faranno a proposito i credenti ortodossi del paese. Vi invitiamo a leggere due saggi piuttosto rivelatori: il primo, di Kirill Aleksandrov, spiega le ragioni della richiesta di un incontro (tutt’altro che irenico) richiesto dai laici ortodossi ucraini; il secondo, di Oksana Kostjushenko, esamina le domande principali che vengono dal necessario cambio di rotta della reazione popolare, ora che protestare contro una visita che si terrà comunque non è più un’opzione di particolare efficacia.

 
 18/08/2021    

La voce dei nostri credenti - si espande il flash mob contro la visita del patriarca Bartolomeo

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il flash mob iniziato alcuni giorni fa a Zaporozh'e si è esteso a molti luoghi della metropolia di Odessa, e vediamo ora per la prima volta due arcivescovi che prendono l'iniziativa di guidare le proteste nelle loro diocesi.

A Bolgrad (minuto 0:23) sentiamo come la protesta è espressione di molte etnie ortodosse; a Izmail (minuto 1:47) l'arcivescovo Sergij di Bolgrad ricorda come la storia si ripete, e inchioda il Patriarcato di Costantinopoli alla responsabilità di avere sostenuto cent'anni fa lo scisma dei rinnovazionisti filo-sovietici.

 
 17/08/2021    

Quando e come consumare una prosfora

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Quante volte noi ortodossi abbiamo sentito dire che il pane benedetto della Liturgia, così come l’acqua santa, si deve consumare al mattino a stomaco vuoto? Quanti di noi si sono dati la briga di chiedere in quale punto della Tradizione della Chiesa è stata codificata questa regola? Ebbene, non solo la regola non esiste in  alcuna fonte autorevole, ma al contrario una fonte di grande autorevolezza, il Tipico (il libro che regola lo svolgimento di tutte le funzioni pubbliche del culto) denuncia esplicitamente un tale obbligo come “sbagliato”! Vi presentiamo l’articolo che ne parla, non certo per metterci a incoraggiare il consumo di prosfore e acqua santa dopo i pasti, ma per ricordare che non possiamo presentare come obblighi ecclesiali quelle che sono tutt’al più pie usanze. Di nuovo, affermare che è sbagliato l’obbligo di consumare prosfore e acqua santa a stomaco vuoto non significa che non si possa farlo (di fatto, molti cristiani iniziano così la loro giornata, accanto alle preghiere del mattino): significa solo che non si deve imporlo a tutti come un insegnamento o un precetto della Chiesa.

 
 16/08/2021    

Chiesa ortodossa ucraina e politici: sottili spunti dalla Grande processione della Croce del 2021

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Vi presentiamo un’acuta analisi di Andrej Vlasov sul coinvolgimento dei politici nella vita della Chiesa ucraina: così come la Chiesa può essere danneggiata da politici avversi (e ne abbiamo visto esempi in abbondanza), un danno può venire anche dalle ingerenze indebite di politici favorevoli, ed è necessario stabilire (proprio ora che i politici favorevoli alla Chiesa rappresentano timide voci d’opposizione) dei confini oltre i quali un coinvolgimento de politici nella vita della Chiesa non è più accettabile.

 
 15/08/2021    

I patriarchi Bartolomeo e Theodoros servono per la prima volta con il primate scismatico Dumenko

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Una concelebrazione tra fanarioti e scismatici ucraini oggi potrebbe fare ben poca notizia, ma il fatto che per la prima volta la concelebrazione sia stata fatta tra le massime autorità delle due compagini è un forte segnale: una sfida al resto del mondo ortodosso sulla determinazione di continuare con il progetto suicida dell’autocefalia ucraina, e una pretesa di sicurezza anche di fronte alle numerose parti del patriarcato d’Alessandria che hanno chiesto di passare sotto Mosca di fronte a un evidente tradimento dell’Ortodossia. Se questa fosse una partita a poker, dovremmo per lo meno concedere al Fanar una certa capacità di bluffare bene: stiamo a vedere se ora il mondo ortodosso saprà costringere i suoi attentatori a mostrare le proprie carte.

 
 14/08/2021    

Forme di commemorazione della gerarchia ecclesiastica nella Divina Liturgia nella tradizione russa e ucraina

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il sito Orthodox Synaxis ci offre uno studio dettagliato sulle commemorazioni episcopali e patriarcali nella tradizione russa e ucraina: questi dettagli, anche se in apparenza poco significativi, ci insegnano quanto siano cambiate le formulazioni liturgiche nel corso dei secoli, al punto che è insensato pretendere che una di esse piuttosto che un’altra sia “tradizionale” o “canonica”: questo è particolarmente importante nel caso della crisi ucraina, dove si è cercato di ricavare una presunta dipendenza dell’Ucraina dal Fanar da mere indicazioni sulle commemorazioni del patriarca di Costantinopoli nella Kiev del XVII secolo.

 
 13/08/2021    

La diocesi di Odessa della Chiesa ortodossa ucraina si unisce a un flash mob contro l'arrivo del patriarca Bartolomeo

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il flash-mob partito da Zaporozh'e, che vi abbiamo annunciato l'altro ieri, si è esteso ad altri luoghi dell'Ucraina: oggi vi presentiamo un esempio filmato a volo di drone sulle storiche scale Potemkin di Odessa. In questa riunione si nota subito, come nelle altre immagini, l'eterogeneità dei partecipanti: giovani e anziani, uomini, donne e bambini, laici, sacerdoti, monaci e monache: in altre parole (anche se i presenti sono relativamente poco numerosi per una città come Odessa), uno spaccato autentico di una Chiesa genuinamente popolare.

 
 12/08/2021    

Dio Padre nell'iconografia ortodossa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Riprendiamo un tema che abbiamo già trattato anni fa a proposito dell’icona dell’Anziano dei giorni, il tema della presenza di Dio Padre nelle icone ortodosse, con un nuovo contributo del diacono Paul Siewers della ROCOR.

 
 11/08/2021    

Il Patriarcato di Antiochia e quello di Romania si uniscono per fondare una parrocchia a Dubai

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Vi presentiamo la notizia dell’apertura di una nuova parrocchia per gli ortodossi romeni negli Emirati Arabi Uniti, frutto della stretta collaborazione tra il Patriarcato di Antiochia e il Patriarcato di Romania. Questa è la pratica corretta e canonica per la costituzione, all’interno del territorio di una Chiesa ortodossa autocefala, di una parrocchia spiritualmente legata a un’altra chiesa: la giurisdizione canonica resta della Chiesa locale, e tutti i dettagli della vita parrocchiale (dalla costruzione del luogo di culto alle particolarità linguistiche e cultuali alla nomina del parroco) possono essere gestiti dalla Chiesa sorella a cui la comunità in questione fa riferimento. Se così si fosse gestita anche la questione della parrocchia di Doha nel Qatar, non ci sarebbe stata alcuna ragione di conflitto tra i Patriarcati di Antiochia e Gerusalemme. Invece, la creazione unilaterale di una nuova diocesi sotto Gerusalemme con l’elezione del parroco locale ad arcivescovo del Qatar ha creato un contenzioso canonico che poteva benissimo essere evitato, come gli esempi russo e romeno hanno dimostrato in modo esauriente.

 
index.php?id=7999&locale=it&blogsPage=1 index.php?id=7999&locale=it&blogsPage=2   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 299  index.php?id=7999&locale=it&blogsPage=4 index.php?id=7999&locale=it&blogsPage=299