Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=205  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=602  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=646  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=204  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=206  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=207  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=208  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=7999  Mirrors.php?blogsPage=245&locale=ro&id=647       
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii

Blogul parohului


 07/07/2013    

Un pellegrinaggio a Gerusalemme salva tre vite

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

L’arciprete Aleksandr Avraham Winogradsky Frenkel (di cui abbiamo già parlato in un articolo del sito) ha dato di recente sul suo blog una notizia con interessanti risvolti etici.

Una donna ortodossa russa di 61 anni, giunta a Gerusalemme in pellegrinaggio per la Pasqua del 2013, ha subito un attacco cardiaco ed è stata ricoverata all'ospedale Hadassa a Ein Kerem, dove dopo un certo tempo i medici hanno dovuto dichiararla clinicamente morta.

Kirill Grosovskij, coordinatore per il trapianto di organi all'ospedale, ha localizzato in Russia i due figli adulti della donna e ha parlato con loro. I figli hanno deciso di donare gli organi della madre, e hanno chiesto che fosse sepolta a Gerusalemme, perché come donna credente questo sarebbe stato il suo desiderio.

I trapianti hanno permesso di salvare tre vite. Tra questi, un recente immigrato di 55 anni sofferente di tumore maligno ha avuto un nuovo fegato, e due pazienti in dialisi di 63 e di 62 anni hanno ricevuto un rene. I trapianti sono stati eseguiti simultaneamente dai dottori Hadar Merhav, direttore dell'unità di trapianti a Hadassa, Abed Khalaileh e Muhammad Faroja.

Kirill Grosovskij, andando oltre le sue consuete responsabilità, ha fatto il possibile per assicurare alla donna russa un dignitoso funerale. Il suo compito ha preso diversi giorni di contatti con autorità di governo e di chiesa in Israele e in Russia, e alla fine il patriarcato ortodosso di Gerusalemme, in riconoscimento della generosità del gesto, ha accettato di seppellire la donna nel cimitero di sua proprietà sul Monte Sion (un cimitero normalmente non aperto alle inumazioni di cristiani non residenti in Israele).

Padre Aleksandr Avraham Winogradsky Frenkel, responsabile della pastorale degli ortodossi di lingua ebraica per il Patriarcato di Gerusalemme, da anni visita i pazienti dell'ospedale Hadassa, e con la benedizione del patriarca Teofilo e dell'arcivescovo Aristarco, segretario generale del patriarcato, ha condotto il servizio funebre in due lingue (ebraico e slavonico), sullo stesso colle di Sion dove in un giorno di Pentecoste di circa duemila anni fa lo Spirito Santo faceva nascere la Chiesa.

Questi eventi sottolineano sfide di fede e di interrogativi morali sia nel cristianesimo ortodosso sia nel giudaismo, dove ha un grande peso il comandamento di fare tutto il possibile per salvare una vita umana.

 
 06/07/2013    

Padre Giorgio Arletti: Officio ai santi ortodossi d'Italia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Alla seconda domenica dopo la Pentecoste, è consuetudine commemorare tutti i santi "locali" di una determinata Chiesa ortodossa locale oppure di un dato paese. La nostra tradizione ci presenta i santi della Rus' (forse la più lunga lista tra tutte le Chiese di tradizione ortodossa), con molte figure interessanti e ispiratrici, ma dobbiamo tenere presente che la nostra parrocchia non si trova nel territorio della Rus'. Si trova in Italia, e l'Italia non è povera di santi ortodossi; anzi, si potrebbe dire che è la terra più ricca di santi ortodossi tra tutti i paesi dell'Occidente. Pertanto, non ci vergognamo di venerarli. Già nel 1986, il nostro confratello, l'arciprete Giorgio Arletti (nella foto, assieme ai parrocchiani della Chiesa di Tutti i Santi a Modena) ha preparato, basandosi su un analogo modello di un officio ai santi ortodossi del Francia, un'officio ai santi ortodossi venerati in Italia, che ripresentiamo volentieri (a quanto ci risulta, per la prima volta on-line), a beneficio di tutti quelli che vogliono riscoprire le radici ortodosse dell'Italia.
L'officio si trova tra i "Testi delle Funzioni", in formato di pagina on-line e in formato PDF.

 
 06/07/2013    

L'Etiopia e la Russia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Etiopia e Russia sono le sedi delle più grandi e popolose Chiese, rispettivamente delle “famiglie” ecclesiastiche antico-orientale e dell’Ortodossia calcedoniana. Approfondiamo un poco la storia delle loro relazioni reciproche, ripercorsa pochi giorni fa dal blog del sito Orthodox England, in una nostra traduzione italiana nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti

 
 05/07/2013    

L'Istituto San Sergio a Parigi sull'orlo della bancarotta

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Un appello di aiuto è stato pubblicato nel mese di giugno 2013 sul sito dell'Istituto Teologico San Sergio. L'istituto, che nel 2015 celebrerà i suoi 90 anni, sta subendo una crisi economica senza precedenti "per delle ragioni non dipendenti da lui", e già da mesi il suo personale docente e amministrativo non sta ricevendo lo stipendio. Pertanto, si appella a ogni contributo, anche il più modesto, che possa salvarlo dalla chiusura.
Mentre diffondiamo volentieri l'appello in spirito di fraternità cristiana, non possiamo chiudere gli occhi sul suo contesto. I lettori assidui di questo sito conoscono bene le "ragioni non dipendenti dall'Istituto" per cui si è arrivati a questo punto di crisi. La perdita della cattedrale russa di Nizza da parte dell'Esarcato di Rue Daru (che abbiamo documentato con diverse notizie e un articolo di approfondimento nel corso degli ultimi mesi) ha messo fine alla discutibilissima pratica di finanziare gli studi teologici con i proventi dei biglietti turistici (!) di accesso a una cattedrale lasciata per decenni in stato di vergognoso abbandono. Per di più, la mancata elezione di un nuovo arcivescovo dell'Esarcato (che lo riduce a tutti gli effetti a un decanato sotto il metropolita greco di Francia: si veda la notizia del 13 marzo 2013 sul blog di questo sito), significa la perdita di interesse negli studi all'Istituto San Sergio di molti aspiranti al servizio sacerdotale.
Con la presenza di un vero seminario ortodosso russo presso Parigi e i progetti di costruzione in città di una nuova cattedrale e centro spirituale, non si può dire che la Russia stia trascurando la missione ortodossa in Francia e in Occidente; ci si può invece, e a buona ragione, chiedere chi è che sta veramente "rimanendo fedele alle sue radici russe" e "testimoniando la vocazione universale dell’Ortodossia".

 
 05/07/2013    

Il caso dell'apparizione della Croce nel cielo presso Atene nel 1925

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Ci siamo già occupati sul nostro sito di casi controversi legati alla tradizione ortodossa (per esempio, nel nostro articolo sul martirio di Pietro l'Aleuta); oggi esaminiamo il caso di un'apparizione di una croce nel cielo presso Atene nel 1925, durante una celebrazione dei cristiani che celebravano la festa dell’Esaltazione della Croce secondo il vecchio calendario, e contro le direttive della Chiesa di Grecia di quel tempo. Questo evento miracoloso è stato spesso usato come giustificazione del fenomeno del vecchio calendarismo contemporaneo; di conseguenza, è stato passato sotto silenzio, o affrontato in modo polemico, dagli ambienti della Chiesa greca di nuovo calendario. Vediamo se è possibile ricavare un senso più profondo da quest’evento sicuramente eccezionale, nella nostra indagine, che presentiamo nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti.

 

 
 04/07/2013    

Conversazione con un ex predicatore musulmano convertito all’Ortodossia in Gran Bretagna

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Nel febbraio 2010, sul blog del parroco della cattedrale della Dormizione e dei santi Martiri Imperiali (Chiesa russa all’estero) a Londra, è apparso un articolo estremamente interessante sulla conversione di un ex predicatore musulmano al cristianesimo ortodosso. Al di là del suo valore di testimonianza religiosa, questa conversazione getta luce sia sul fenomeno della presenza islamica nell’Occidente sia sull’influsso del vangelo cristiano nei paesi islamici, e aiuta a ridimensionare molte delle false impressioni sull’islam che generano tanta apprensione nel mondo. L’articolo è stato rapidamente tradotto in tutte le principali lingue europee occidentali e orientali… ma non in italiano (come se in Italia a nessuno fosse mai importato di gettare un po’ di luce sui rapporti tra cristianesimo e islam). Cerchiamo di rimediare a questo vuoto presentando, oltre al testo originale russo e al testo romeno, anche la nostra traduzione italiana del testo, nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti.

 
 03/07/2013    

Una prospettiva psicologica sull’omeopatia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

È raro leggere in rete punti di vista ortodossi sulle moderne terapie alternative. Pochi giorni fa, il blog Mystagogy ha presentato il saggio di un sacerdote ortodosso e psicologo infantile in Grecia, padre Antonios Stylianakis, che dalla sua esperienza di psicoterapeuta cerca di valutare il fenomeno dell’omeopatia, del vuoto che questa ha riempito in un sistema sanitario che trascura una diagnosi profonda delle cause delle malattie, e sui rimedi che pretende di dare senza basi scientifiche. Le considerazioni sull’omeopatia sono estensibili a tutta una serie di medicine alternative moderne. Presentiamo il saggio di padre Antonios nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 02/07/2013    

Christine Chaillot: La Chiesa ortodossa in Tunisia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

La nostra amica Christine Chaillot, una cristiana ortodossa svizzera che ha diretto le più estese ricerche storico-sociologiche sulla Chiesa ortodossa in Europa (occidentale e orientale), in Medio Oriente e nel bacino del Mediterraneo, ci ha cortesemente permesso di presentare sul sito la traduzione italiana del suo saggio sulla Chiesa ortodossa in Tunisia, che presentiamo nella sezione "Testimoni dell'Ortodossia" dei documenti.

Mentre ci meravigliamo di quanta storia e vitalità abbia la Chiesa ortodossa in un paese che pochi associano al cristianesimo, immergiamoci in una storia che vede protagoniste alcune donne straordinarie: non solo Christine Chaillot, il cui contributo alla mutua conoscenza delle tradizioni ortodosse è davvero prezioso e utile per tutti, ma anche Anastasia Shirinskaja (1912-2009), diligente e fedele testimone dell'epopea che ha portato migliaia di russi a Biserta alla ricerca di una nuova vita, una vita che grazie al suo impegno continua a svilupparsi ancora oggi.

 
 01/07/2013    

20 milioni di dollari per la cattedrale di san Nicola a Nizza

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

RIA-Novosti, Mosca, 28 giugno 2013 - Il primo ministro russo Dmitrij Medvedev ha firmato un decreto per stanziare circa 20 milioni di dollari (15 milioni e mezzo di euro) per ristrutturare la cattedrale ortodossa di san Nicola a Nizza, la più grande cattedrale ortodossa russa fuori dalla Russia.
Il decreto, pubblicato venerdì sul sito ufficiale di informazioni legali del governo russo, dice che l'edificio sarà consegnato alla Chiesa ortodossa russa per "uso a titolo gratuito", al completamento dei lavori.
Secondo il decreto, la Russia spenderà circa 2 milioni di dollari per le riparazioni di quest'anno, 13,5 milioni di dollari l'anno prossimo e fino a 4,5 milioni nel 2015.
L'edificio era precedentemente di proprietà dell'Associazione russa ortodossa di Nizza. Nei primi mesi del 2010, la Corte Superiore di Nizza ha dichiarato la Russia il legittimo proprietario della cattedrale, costruita nel 1912.

 
 01/07/2013    

Radio-intervista a padre Andrej di Dečani

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il programma "Tra cielo e terra" di Radio Rai 1 ha recentemente intervistato il nostro confratello, padre Andrej, ieromonaco del monastero di Visoki Dečani e pro-rettore del seminario di Prizren, che spiega la situazione attuale delle chiese nel Kosovo, e sottolinea l'importanza di un programma educativo per la sopravvivenza stessa dell'eredità cristiana ortodossa nella regione. Sentiamo le sue parole, e meditiamo sull'importanza di sostenere lo sforzo educativo dei monaci del Kosovo anche dalle nostre parrocchie in Italia.

 
 30/06/2013    

Riflessioni sulla visita del patriarca Kirill in Cina

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il giorno dopo la conclusione della visita del patriarca di Mosca in Cina, il portale Pravoslavie i Mir ha pubblicato un’intervista all’arciprete Dionisij Pozdnjaev, rettore della chiesa ortodossa russa di Hong Kong. Padre Dionisij (che abbiamo già incontrato nel nostro sito in un articolo sull’Ortodossia russa in Asia) ci offre alcuni criteri di valutazione per il futuro dell’Ortodossia in una nazione così importante. Presentiamo il testo in russo e la traduzione italiana dell’intervista a padre Dionisij nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
 29/06/2013    

Foto-reportage sull’Ortodossia a Milano

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Lunedì scorso, sul sito della rivista Neskuchnyj Sad (dal nome del giardino fiabesco annesso al Gorkij Park di Mosca), pubblicata dal dipartimento per le opere sociali del Patriarcato di Mosca, è apparso un articolo con reportage fotografico sulla nostra parrocchia madre di Milano. Lo riportiamo molto volentieri nell’originale russo e nella nostra traduzione italiana, nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti.

 
 28/06/2013    

Domande e risposte sulla Pentecoste

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

La Pentecoste, o Discesa dello Spirito Santo, o giorno della santa Trinità, o ‘grande Domenica’, è una festa tanto ricca di significato quanto di differenti nomi. L’arciprete Andrew Phillips risponde ad alcune delle domande più basilari riguardo alla Pentecoste, nonché alle feste del periodo con essa collegato. Presentiamo il testo di padre Andrew, tratto dal portale Pravoslavie.ru, nella sezione “Domande e risposte” dei documenti.

 
 28/06/2013    

Una nuova icona nella chiesa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il nostro iconografo Ovidiu ha terminato per la nostra chiesa un'icona dell'Anziano dei Giorni, di cui abbiamo già parlato nell'articolo relativo a questa icona. La riproduzione dell'icona e un suo dettaglio sono visibili al fondo dell'articolo.

 
 27/06/2013    

Il fenomeno di Harry Potter e le reazioni ortodosse

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Oltre sei anni fa (21 luglio 2007) è uscito l’ultimo dei volumi della serie di Harry Potter, che ha fatto discutere i cristiani di ogni paese. Anche nel mondo ortodosso non sono mancate alcune critiche, che tuttavia hanno mancato di profondità e di originalità, appiattendosi sui dati ingenui e superficiali delle critiche dei protestanti fondamentalisti americani. Una notevole eccezione è costituita dal saggio del 2003 del vescovo Auxentios di Photiki, già allievo di padre George Florovsky. Questo saggio, con rara sagacia e buon senso, fa a pezzi le argomentazioni fondamentaliste, aiutando ad analizzare (cosa in sé ancor più importante dello stesso fenomeno letterario dei libri di Harry Potter) una pericolosa dipendenza, in alcuni circoli ortodossi, dagli schemi mentali di quello stesso Occidente che in tali circoli si ama criticare. Presentiamo il saggio sulle reazioni ortodosse al fenomeno di Harry Potter nella sezione “Confronti” dei documenti.

NB. Il vescovo Auxentios è uno dei membri del Sinodo dei resistenti, noto anche in Italia con il nome di “Chiesa ortodossa tradizionale”, di cui la Chiesa ortodossa non accetta le contraddittorie posizioni ecclesiologiche di “estremismo moderato”, come abbiamo già sottolineato in un altro articolo. Offriamo il testo in omaggio al buon senso dell’autore sul punto specifico della critica delle esagerazioni di parte ortodossa ai libri di Harry Potter, e non come avallo di alcuna delle aberrazioni dottrinali del sinodo da lui rappresentato.

 
index.php?id=206&locale=ro&blogsPage=1 index.php?id=206&locale=ro&blogsPage=244   <240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261> di 272  index.php?id=206&locale=ro&blogsPage=246 index.php?id=206&locale=ro&blogsPage=272