Rubrica

 

Informazioni sulla chiesa in altre lingue

Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=205  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=602  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=646  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=204  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=206  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=207  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=208  Mirrors.php?blogsPage=175&locale=it&id=3944 
 

Calendario ortodosso

   

Scuola domenicale della parrocchia

   

Ricerca

 

In evidenza

30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 30 luglio 2017)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  La preparazione al Matrimonio nella Chiesa ortodossa  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  La preparazione al Battesimo nella Chiesa ortodossa  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

La parrocchia ha la cura pastorale dei cristiani ortodossi del Patriarcato di Mosca nella città di Torino e in Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2017 2016 2015 2014 2013 2012 tutti gli anni

Il Blog del Parroco


 12/01/2013    

VIDEO – Arrivo nella nostra chiesa dell’icona della Madre di Dio “Umilenie”

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Il 26 dicembre scorso, l’icona miracolosa della Madre di Dio “Umilenie” ha fatto visita alla nostra parrocchia (si vedano le prime notizie e una piccola galleria fotografica alle voci del blog del 27 dicembre 2012). Nella sezione dei Video, aggiungiamo un filmato che ci ha messo a disposizione il nostro padre diacono Nicolae, in cui il custode dell’icona, Jurij, ci parla (in russo) della storia e del contesto di questa icona davvero singolare.

 
 11/01/2013    

L’arcivescovo Mark e la nuova chiesa russa a Praga

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

L’arcivescovo Mark di Egor’evsk (nella foto, assieme al Metropolita Cristoforo di Praga) ha rilasciato un’interessante intervista dopo la consacrazione (il 29 dicembre 2012) della nuova chiesa ortodossa russa a Praga. Chi si chiede perché (e in che modo) si aprono tante chiese ortodosse in Occidente, farà bene a leggere con interesse le parole di Vladyka Mark, che in qualità di responsabile delle parrocchie del Patriarcato di Mosca all’estero, è una delle persone più informate e competenti in materia. L’intervista (che parla anche delle nostre chiese in Italia) è nella sezione “Pastorale” dei documenti, nell’originale russo (tratto da patriarchia.ru) e nella nostra traduzione italiana.

 
 10/01/2013    

10.000 visitatori!

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Ieri il contatore del sito ha superato la soglia dei 10.000 visitatori, a partire dal rinnovo compiuto a fine maggio 2012. Questa cifra si riferisce ai veri e propri visitatori (nel gergo delle statistiche dei siti, “uniques”), e non ai singoli accessi (“hits”) a una o più pagine del sito. La media è di 1250 visitatori al mese, ovvero oltre una quarantina al giorno. E il numero dei visitatori cresce col tempo… Anche se la cifra non è spettacolare, è più che dignitosa per il sito di una parrocchia (MAGARI ci fossero, nella vita reale, più di quaranta visitatori al giorno in ognuna delle chiese ortodosse in Italia...). Questo ci incoraggia a continuare a fornire una documentazione utile a tutti quelli che sono interessati alla fede e alla vita della Chiesa. A tutti quelli che ci visitano, un grazie di cuore! Спаси Вас Господи! Vă mulţumim mult!

 
 10/01/2013    

Intervista sul matrimonio a padre Maksim Kozlov

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo nella sezione “Ortoprassi” dei documenti il testo russo e la traduzione italiana di un’intervista sul tema del matrimonio fatta nel gennaio 2010 all’arciprete Maksim Kozlov, rettore della chiesa di santa Tatiana presso l'Università Statale di Mosca (MGU) e professore all'Accademia teologica di Mosca (MDA).

Padre Maksim (che abbiamo ascoltato alcuni giorni fa riguardo al tema dei rapporti tra ortodossi e cattolici), ci guida con rara competenza tra le sfide contemporanee all’istituzione del matrimonio e i problemi senza tempo che colpiscono coppie e famiglie, dalla ricerca di partner su Internet ai matrimoni con persone di altre fedi e con i non credenti, dai legami tra le diverse generazioni di una famiglia al ruolo dei confessori.

 
 09/01/2013    

Una parabola - la conversazione di un uomo con Dio

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Dio risponde sempre alle preghiere? Ebbene sì, le preghiere sono SEMPRE esaudite... anche se non sempre nel modo che noi vorremmo. Dal sito russo Смысл жизни (Smysl zhizni, “Il senso della vita”), presentiamo un testo breve ma intenso nella sezione “Preghiera” dei documenti, nell’originale russo e nella traduzione italiana.

 
 09/01/2013    

VIDEO - Ostrov ("L'isola"), 2006

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Nella nostra sezione dei Video, presentiamo il film del 2006 Ostrov ("L'isola"), diretto da Pavel Lungin e interpretato magistralmente da Pjotr Mamonov. Potrete trovare tra i Video il film completo doppiato in italiano, e il film in russo con i sottotitoli in romeno. Un piccolo capolavoro di spiritualità russa contemporanea disceso nel mondo del cinema, da vedere, da rivedere e da far vedere. Buona visione!

 
 09/01/2013    

Dimissioni dell'arcivescovo Gabriele di Comana

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

L'arcivescovo Gabriele di Comana (al secolo Guido de Vylder, nato a Lokeren in Belgio il 13 giugno 1946), ha rassegnato le dimissioni dalla guida dell'Arcivescovado per le Chiese Ortodosse Russe in Europa Occidentale, dove è stato vescovo dal 2001 e arcivescovo dal 2003. La sua richiesta di essere messo a riposo, a partire dal 15 gennaio, per motivi di salute deve spingerci a offrire le nostre preghiere per lui (anche un tumore maligno può arrestarsi o scomparire... se le nostre preghiere sono sincere e ferventi). La difficoltà di trovare un successore potrà rispecchiare una carenza di vita monastica, tema che deve far riflettere tutti gli ortodossi in Occidente. Mentre auguriamo a mons. Gabriel forza e salute, e a tutti i nostri fratelli dell'Esarcato russo di Costantinopoli un suo degno successore, non chiudiamo gli occhi sui problemi della stessa esistenza e della raison d'être di una "Chiesa ortodossa locale di tradizione russa" che vuole continuare a vivere separata dalla Chiesa russa.

 
 08/01/2013    

Intervista a Vladyka Mark (Golovkov) sulla pastorale dei giovani

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Olga Kir’janova di Pravoslavie.ru ha intervistato nel febbraio del 2009 il vescovo (oggi arcivescovo) Mark di Egor’evsk a proposito del tema delicato e importante del lavoro della Chiesa con i giovani. L’intervista è interessante per i temi trattati (la missione, l’insegnamento, l’esempio, la responsabilità per i giovani e il loro impegno, la cultura religiosa, i club e le organizzazioni dei giovani, l’interesse per la politica, le preparazioni al matrimonio, le occasioni di incontro tra i futuri sposi, e altro ancora), e la presentiamo nella sezione “Pastorale” dei documenti, nell’originale russo e nella nostra traduzione italiana.

 
 08/01/2013    

Il futuro del borgo attorno alla nostra chiesa

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Le case attorno alla nostra chiesa hanno ospitato per oltre un secolo le Suore del Buon Pastore, che avevano fatto costruire la chiesa negli ultimi anni del secolo XIX. Oggi il complesso di case è in fase di trasformazione in unità abitative, concepite come un borgo che fa idealmente corona attorno alla chiesa. Il silenzio e la pace che caratterizza queste nuove case ha buone fondamenta su decenni di preghiere nelle case religiose, che continuano oggi con le preghiere dei fedeli ortodossi. Scopriamo come si presenterà il nuovo borgo attraverso il suo sito, http://www.borgohermada.com/, con progetti, video, riprese aeree e un'accurata descrizione di quello che si realizzerà nei prossimi anni attorno a noi.

 
 07/01/2013    

Il prete monaco e i tre gattini

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Al posto di una favola di Natale, quest’anno raccontiamo una storia vera a lieto fine: come un prete, minacciato dall’incendio doloso della sua casa a Jaroslavl, si sia preoccupato per prima cosa di mettere in salvo i suoi tre gattini. Presentiamo la storia, come riportata dall’agenzia Interfax, nella sezione “Figure dell’Ortodossia contemporanea” dei documenti, nell’originale russo e in traduzione italiana. Il prete della storia è lo ieromonaco Serapion (Mit’ko), capo del Dipartimento missionario della diocesi di Jaroslavl. Di fatto, dietro l’incendio appiccato da ignoti alla casa di padre Serapion, può esserci stata l’ostilità verso il suo impegno missionario contro le sette, come si racconta in questo articolo. Una buona testimonianza di come padre Serapion pensa e parla attraverso la mente della Chiesa ci viene proprio dalla sua sensibilità per gli animali.

 
 06/01/2013    

Messaggio di Natale di sua Santità il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus’

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Messaggio di Natale del Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rus’ agli arcipastori, pastori, diaconi, monaci e a tutti i fedeli figli della Chiesa Ortodossa Russa.

Amati nel Signore, sacratissimi arcipastori, reverendi presbiteri e diaconi, monaci e monache amati da Dio, fratelli e sorelle!

Ora la Santa Chiesa celebra il luminoso e gioioso mistero della nascita, dalla Purissima Vergine Maria, del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo.

Il Creatore, amando la sua creazione, si è manifestato nella carne, si è fatto uomo simile a noi in tutto fuorché nel peccato (cfr 1 Tim 3:16, Eb 4,15). Il bambino giace nella mangiatoia di Betlemme. Lo ha fatto per salvare il mondo dal declino spirituale e morale, per liberare gli esseri umani dalla paura della morte. Il Creatore ci offre il dono più grande di tutti: il suo amore divino, la pienezza della vita. In Cristo, diventiamo capaci di trovare la speranza, di vincere la paura, di raggiungere la santità e l’immortalità.

Egli viene nel nostro mondo tormentato dal peccato, per confermare, con la sua nascita, vita, sofferenza, morte in croce e gloriosa risurrezione, una nuova legge, un comandamento nuovo - il comandamento dell’amore. “Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri” (Gv 13:34), - il Signore ha rivolto queste parole ai suoi discepoli, e attraverso di loro al mondo: a coloro che vivevano a quel tempo, a chi vive ora, e a coloro che vivranno dopo di noi, fino alla fine dei tempi.

Ogni persona è chiamata a rispondere a questo comandamento nelle sue azioni. Proprio come Cristo ci ha mostrato la vera misericordia, la sua illimitata accondiscendenza per i nostri difetti, così anche noi dobbiamo essere persone misericordiose e accondiscendenti. È bene prestare attenzione non solo ai nostri familiari e vicini, anche se c’è bisogno di prendersi cura di loro in primo luogo (cfr 1 Tim 5:8), non solo ai nostri amici e a chi ha le nostre stesse idee, ma anche a chi non ha ancora raggiunto l’unità con Dio. Noi siamo chiamati a imitare l’amore del Salvatore, a pregare per quelli che ci maltrattano e ci opprimono (cfr. Mt 5:44), ad avere sempre nei nostri pensieri il bene di tutte le persone, della Patria e della Chiesa. Ognuno di noi, compiendo opere buone, può cambiare in meglio, almeno in piccola misura, la realtà circostante. Solo allora saremo più forti insieme. L’iniquità infatti non è in grado di vincere l’amore, così come le tenebre non sono in grado di assorbire la luce della vera vita (cfr Gv 1:5).

Nella storia della nostra Patria vi sono molti esempi di come il nostro popolo, ponendo la propria fiducia in Dio, abbia superato le difficoltà, uscendo in modo degno dalle prove più difficili.

Molti di questi eventi li abbiamo ricordati l’anno scorso. Abbiamo celebrato il 400° anniversario del superamento del Tempo dei Torbidi, che si è concluso con l’espulsione degli invasori e il ripristino dell’unità nazionale. È stato celebrato anche il 200 ° anniversario della guerra del 1812, durante la quale i nostri antenati combatterono l’invasione delle “dodici lingue” – l’enorme esercito raccolto da Napoleone in tutta l’Europa conquistata.

Il 2013 segnerà la celebrazione del 1025° anniversario del Battesimo della Rus’ sotto il santo grande principe Vladimir. L’adozione della fede ortodossa è stata l’inizio di una nuova era nella vita del nostro popolo. La luce della verità di Cristo, allora rifulsa sulle colline benedette di Kiev, ancora oggi illumina il cuore degli abitanti dei paesi della storica Rus’, guidandoci sul cammino delle buone azioni.

Riassumendo i risultati dello scorso anno, eleviamo grazie a Dio sia per la sua grande e ricca misericordia, sia per il dolore che ci ha permesso di sopportare. Nel corso della sua storia, la Chiesa non ha conosciuto lunghi periodi di prosperità: a tempi di pace e tranquillità sono immancabilmente seguiti momenti di avversità e di prove. Ma in tutte le circostanze, con le parole e con i fatti, la Chiesa ha proclamato la verità di Dio, e la proclama anche oggi, testimoniando che una società basata sui principi del profitto, del permissivismo, della libertà illimitata, della negligenza della verità eterne, del rifiuto dell’autorità, è moralmente malata ed è minacciata da molti pericoli.

Invito tutti con la pazienza data da Dio, anche alla preghiera per la Madre Chiesa, per il popolo di Dio, per la terra natale. Fate sempre memoria della parola dell’apostolo dei gentili: “Vigilate, state saldi nella fede, comportatevi da uomini, siate forti. Tutto si faccia tra voi nella carità” (1 Cor 16:13-14).

Di cuore mi congratulo con voi per la celebrazione di oggi, e in preghiera chiedo per tutti noi forza fisica e spirituale dal Cristo bambino, in modo che ciascuno di noi possa personalmente testimoniare al mondo che ora è nato il nostro Signore, e che Dio è amore (cfr 1 Gv 4:8). Amen.

+ KIRILL, PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS’

Natività di Cristo

Anno 2012/2013

Mosca

 
 06/01/2013    

Messaggio di Natale del vescovo Nestor di Korsun

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Beneamati nel Signore, reverendi padri, cari fratelli e sorelle!

 

La Natività di Cristo è una festa speciale che di anno in anno non solo dona al mondo una gioia incomparabile, ma dà anche a ognuno di noi la possibilità di fermarsi, di rimanere in silenzio, di riflettere sulla propria vita, sul suo significato e il suo scopo, di metterci in relazione al fatto che il Signore rivela a noi in questa notte santa.

Oggi sentiamo le familiari parole angeliche - Gloria a Dio nel più alto dei cieli, e pace in terra, e tra gli uomini la benevolenza. (Lc 2, 14)

Benevolenza a tutte le persone che hanno vissuto e che vivono sulla terra.

Benevolenza agli uomini di Betlemme, tra i quali nessuno aveva accolto nella sua casa due viaggiatori stanchi - Giuseppe e Maria, l'anziano e la Vergine, che era sul punto di partorire.

Benevolenza agli abitanti di Gerusalemme, turbati dalla notizia della nascita del Messia, che inviano a Betlemme assassini pronti a spargere sangue innocente.

Benevolenza, che non sopprime e non sradica la malvagità umana, venuta in questo mondo con la nascita del nostro Signore Gesù Cristo, e che rimane in loro come una luce, che splende nelle tenebre, ma le tenebre non l'hanno accolta. (Gv 1, 14)

Questa benevolenza è Cristo stesso, nato in una notte fredda in una misera grotta, priva di calore e di conforto umano, deposto in una mangiatoia per il nutrimento del bestiame, come indicazione che Dio non ha bisogno di segni esterni di grandezza e di gloria per rivelare all'uomo la sua misericordia, il perdono e l'amore.

Per questo la grotta di Betlemme è stata in qualche modo un posto incredibilmente importante e significativo, che nessun altro nella storia può eguagliare. Soprattutto oggi, una volta l'anno, la grotta di Betlemme attira l'occhio della mente di molte persone, ricordando che il miracolo più grande è il cambiamento del cuore umano, la vittoria sul male, la capacità di una persona di rispondere positivamente all’amore, il compiacimento di un amore reciproco, della gratitudine e della fede.

Eccoci qui insieme in piedi di fronte a questa grotta. Rimaniamo fermi. Pensiamo, preghiamo, adoriamo. Non diciamo nulla.

La grazia del Signore Gesù Cristo nato dalla Vergine sia con tutti voi.

Nestor, vescovo di Korsun.

Parigi, 2013

 
 05/01/2013    

Celebrazioni del NATALE ORTODOSSO

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Sabato 5 Gennaio

ore 17 - Veglia

 

Domenica 6 Gennaio

Vigilia di Natale

Domenica prima della Natività

ore 10  - Divina Liturgia

(dopo la Liturgia) Un momento di spettacolo:

Recita natalizia con i bambini della parrocchia

ore 17 - Veglia del Natale

 

(non celebreremo funzioni durante la notte)

 

Lunedì 7 Gennaio

NATALE DEL SIGNORE

ore 10 - Divina Liturgia

 

Buon Natale! Cu Nașterea Domnului! С Рождеством Христовым!

 
 05/01/2013    

Dostoevskij - lo starets Zosima e le sacre Scritture

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Una delle misure più importanti dell’evangelizzazione è certamente la conoscenza delle sacre Scritture. Anche se il culto ortodosso presenta una grande parte della Bibbia nelle parti innografiche e nelle preghiere delle varie funzioni, questo non impedisce ai credenti di cercare di familiarizzarsi meglio con il testo della Bibbia. E questo è possibile anche in chiese che non hanno una diffusione capillare di bibbie. Come? Scopriamolo nelle istruzioni dell’anziano Zosima, da I fratelli Karamazov, Dostoevskij, di cui presentiamo il testo russo e la traduzione italiana nella sezione “Pastorale” dei documenti.

 
 05/01/2013    

Collegamento a una nuova galleria fotografica

  Pubblicato : Padre Ambrogio / Vedi >  Apri la notizia del blog
 

Presentiamo tra le gallerie fotografiche del sito il collegamento esterno alla galleria di foto della Pasqua 2012. Per ora non abbiamo avuto tempo di caricare sul sito tutte le foto pasquali degli ultimi tre anni nella nostra sezione “Fotografie”, ma ci ripromettiamo di farlo appena possibile. Ringraziamo Sergey per il suo costante e qualificato aiuto nel conservare una testimonianza delle nostre funzioni pasquali.

 
index.php?locale=it&blogsPage=1 index.php?locale=it&blogsPage=174   <160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181> di 186  index.php?locale=it&blogsPage=176 index.php?locale=it&blogsPage=186