Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=205  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=602  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=646  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=204  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=206  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=207  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=208  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=7999  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=647  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=8801  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=9731  Mirrors.php?blogsPage=17&locale=ro&id=9782 
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 3 febbraio 2021)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: aprile 2015)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2022 2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii

Blogul parohului


 03/05/2022    

Scontro tra cristianità: perché l'Europa occidentale non può capire la Russia

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo in traduzione italiana un articolo di Pepe Escobar, che cerca di capire le radici della russofobia vedendo quali divergenze e diffidenze siano cresciute tra cristiani orientali e occidentali fin dai tempi del grande scisma, riflettendosi ancora sulla situazione mondiale.

 
 02/05/2022    

Un momento di pausa umoristica

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

 
 01/05/2022    

Apostasia, apostasia in "versione leggera" e il Vangelo di Giovanni

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

La situazione attuale della Chiesa ortodossa ucraina ha inquietanti paralleli con quella dei discepoli di Gesù nel capitolo 6 del Vangelo di Giovanni. Di fronte alla dissonanza cognitiva di una situazione in cui anche la propria fede e il proprio dovere morale sono messi in discussione come tradimento, chi sceglierà di rinnegare l'Ortodossia per ragioni contingenti? Scopriamolo nell'analisi di Andrej Vlasov che vi presentiamo in traduzione italiana nella sezione "Confronti" dei documenti.

 
 30/04/2022    

Video-intervista di Tudor Petcu

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Tutti quelli che hanno apprezzato negli anni passati lo sforzo di divulgazione del nostro amico Tudor Petcu, che ha raccolto tanto materiale sulle storie e le esperienze degli ortodossi in Occidente, saranno contenti di vedere di persona Tudor, impegnato a farci una video-intervista sui temi della fede nel mondo contemporaneo.

Grazie di cuore per questa iniziativa: ci auguriamo che Tudor voglia ancora affacciarsi sul mondo ortodosso in Italia (terra che conosce e che ama molto) in ulteriori colloqui con membri delle nostre parrocchie e comunità.

 
 29/04/2022    

Cappella secolare in Europa occidentale donata a una parrocchia ortodossa russa per Pasqua

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo una notizia che offre speranza a tutte le chiese russe in Europa occidentale: nonostante la continua demonizzazione di tutto ciò che ha che fare con la Russia, una cappella lignea (nella foto) a Namur, in Belgio, è divenuta proprietà della parrocchia ortodossa che vi celebrava da alcuni anni, grazie a un atto di donazione spontanea.

 
 28/04/2022    

Il brillante ammiraglio russo Ushakov

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la biografia di un santo certamente non convenzionale, ma che ci aiuta a considerare il ruolo dei santi militari nella tradizione ortodossa.

 
 27/04/2022    

In difesa del fuoco santo

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Anche quest'anno, puntualmente, il fuoco santo è disceso a Gerusalemme. Vi presentiamo in traduzione italiana un articolo di padre Georgij Maksimov (scritto nel 2008, quando ancora era diacono), che passa in rassegna tutte le obiezioni storiche e contemporanee alla genuinità del miracolo del fuoco santo.

 
 26/04/2022    

Fotografie della notte di Pasqua (23/24 aprile 2022)

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Ringraziamo Alberto Ceoloni, che come sempre ci offre la sua professionalità e la sua amicizia per fissare nella memoria i momenti più belli della vita parrocchiale. Vi presentiamo la galleria fotografica della recente Veglia pasquale.

 
 25/04/2022    

CALENDARIO PASQUALE 2022

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Orarul slujbelor
 

Venerdì 15 aprile

h. 10 Liturgia dei Presantificati

h. 17 Veglia

 

Sabato 16 aprile (di Lazzaro)

h. 9.30 Ore Terza e Sesta

h. 10 Liturgia di San Giovanni Crisostomo

h. 17 Veglia con benedizione dei rami

 

Domenica 17 aprile (delle Palme)

h. 9.30 Ore Terza e Sesta

h. 10 Liturgia di San Giovanni Crisostomo

 

Lunedì 18 aprile

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Mattutino

 

Martedì 19 aprile

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Mattutino

 

Mercoledì 20 aprile

h.10 Liturgia dei Presantificati

h.18 Ufficio dell’Olio Santo (Соборование)

Giovedì 21 aprile (Grande Giovedì)

h.10 Liturgia di San Basilio

h.18 Mattutino dei 12 vangeli della Passione

 

Venerdì 22 aprile (Grande Venerdì)

h. 10 Ore Regali

h. 18 Mattutino e processione dell’Epitafio

 

Sabato 23 aprile (Grande Sabato)

h. 10 Liturgia di San Basilio

h. 19 Lettura degli Atti degli Apostoli

h. 23.30 Officio di Mezzanotte e processione

 

Domenica 24 aprile - PASQUA

h. 0.00 Mattutino della Risurrezione

h. 1.30 Divina Liturgia

Alla fine della Liturgia: Benedizione dei cibi
pasquali
 
Seguirà il pranzo pasquale per tutti!

h. 10.00 Benedizione dei cibi pasquali

h. 18 Vespro pasquale

 

Lunedì 25 aprile

h.10 Divina Liturgia

CRISTO È RISORTO! VERAMENTE È RISORTO!

ХРИСТОС ВОСКРЕСЕ! ВОИСТИННУ ВОСКРЕСЕ!

HRISTOS A ÎNVIAT! ADEVĂRAT A ÎNVIAT!

ქრისტე აღსდგა! ჭეშმარიტად აღსდგა!

 
 25/04/2022    

Nuova Roma al secondo posto

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo in traduzione italiana una riflessione del nostro amico George Michalopulos su uno dei temi scottanti di questi giorni. Dalle fonti storiche da lui raccolte, sembra che ben due patriarchi di Costantinopoli dei secoli passati non abbiano avuto alcun problema con la definizione di Mosca come "Terza Roma", in netto contrasto con la posizione odierna del Fanar, che combatte quest'idea con veemenza.

 
 24/04/2022    

Messaggio pasquale dell'esarca patriarcale dell'Europa occidentale, metropolita Antonij di Korsun e dell'Europa occidentale

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Beneamati nel Signore, fratelli arcipastori, venerabili padri, monaci e monache amati da Dio, cari fratelli e sorelle!

Mi congratulo con tutti voi per la grande e gioiosa festa della santa Risurrezione di Cristo!

Gioiosi e trionfanti, ci rivolgiamo di nuovo gli uni gli altri le parole dell'augurio di Pasqua - CRISTO È RISORTO! – e sentiamo in risposta VERAMENTE CRISTO È RISORTO!

Nei giorni trascorsi della santa Quaresima e della Settimana della Passione, ci siamo preparati con riverenza all'incontro con il mistero della Risurrezione. Insieme al Signore, abbiamo percorso il sentiero degli ultimi giorni della sua vita e abbiamo osservato con riverenza la sua impresa di redenzione.

Fedele fino alla fine alla volontà del suo Padre celeste, Cristo è salito sul Golgota per dare la sua vita per la salvezza del mondo. Inchiodato alla croce, è stato abbandonato da tutti, dalla folla che lo aveva incontrato pochi giorni prima con grida di "osanna", dai discepoli più vicini e, apparentemente, da Dio stesso, soffrendo non solo di dolore fisico, ma anche di completa solitudine.

Tuttavia il tragico esito, in apparenza inevitabile, è stato seguito dalla Risurrezione, dall'inizio di una nuova vita che risplende dopo la morte, e il sentimento di inesorabile disperazione è stato ora sostituito dalla ferma convinzione che Dio provvede a ciascuno nello stesso modo in cui un padre amorevole si prende cura del suo amato figlio.

I pensieri a riguardo riempiono i nostri cuori di inesprimibile gratitudine, e perciò, offrendo al Signore il sacrificio incruento, alla Divina Liturgia secondo l'ordine di san Giovanni Crisostomo, invariabilmente rendiamo grazie a Dio "per tutto ciò che vediamo e non vediamo, per le benedizioni manifeste e immanifeste che scendono su di noi".

La fede ferma nel trionfo del Salvatore sul peccato e sulla stessa morte, secondo la promessa data dal Signore di stare con il genere umano fino alla fine dei tempi, serva a tutti noi, cari vladyki, padri, fratelli e sorelle, come forza e consolazione in questo momento difficile.

In questi giorni di festa, preghiamo vivamente Cristo risorto perché la gioia pasquale sia generosamente riversata nel mondo, che l'amore e la reciproca comprensione tra gli uomini regnino nei nostri Paesi d'origine, che, uniti da un'unica fede e da un solo Battesimo, proclamiamo instancabilmente con una sola mente

Cristo è risorto! Veramente Cristo è risorto!

+ ANTONIJ,

metropolita di Korsun e dell'Europa occidentale,

esarca patriarcale dell'Europa occidentale

 
 23/04/2022    

Le letture profetiche del Sabato Santo

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo il testo italiano completo delle 15 letture profetiche alla Liturgia del Sabato Santo, in cui si raccolgono le principali profezie della morte e della risurrezione di Cristo nell'Antico Testamento. Ringraziamo Benedetta per il suo paziente lavoro di compilazione.

 
 22/04/2022    

La morte di Dio

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Padre Joseph Gleason ci offre una meditazione sul sacrificio della Croce che ci fa capire molte cose sul mistero dell'Incarnazione del Verbo e sul suo piano di salvezza per l'umanità.

 
 21/04/2022    

La non commemorazione del patriarca russo: uno scisma o una deviazione accettabile

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

La mancata commemorazione del nome del patriarca in alcune funzioni della Chiesa ortodossa ucraina è una delle conseguenze critiche del conflitto in corso. Per capire il problema, bisogna ricordare che la doppia commemorazione del vescovo locale e del patriarca è una caratteristica unica della Chiesa ortodossa russa, dovuta alla necessità di avere un punto di riferimento di canonicità in una Chiesa locale tanto vasta da spaziare letteralmente su mezzo mondo. Anche se utile a tale scopo, la pratica non è sempre stata facile da mantenere, come possiamo leggere in traduzione italiana nell'analisi di Konstantin Shemljuk, che presenta la posizione dei membri della Chiesa canonica in Ucraina.

 
 20/04/2022    

MESSAGGIO DI PASQUA DEL PATRIARCA KIRILL DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS'

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

agli arcipastori, pastori, diaconi, monaci e a tutti i figli fedeli della Chiesa ortodossa russa

2022

Sacratissimi arcipastori,

reverendi pastori e diaconi,

venerabili monaci e monache,

cari fratelli e sorelle!

CRISTO È RISORTO!

Rivolgendomi a voi con questo saluto di affermazione della vita, mi congratulo di cuore con tutti voi per la grande festa di Pasqua che salva il mondo. In questo giorno invocato e santo, siamo pieni di tale gioia spirituale e di grande gratitudine verso Dio, sentiamo così chiaramente la potenza e la profondità dell'amore del Creatore per l'uomo, che a volte è difficile trovare altre parole per esprimere i nostri sentimenti, se non quelle con cui le donne mirofore si precipitarono dagli apostoli, per raccontare loro il miracoloso fatto che avevano visto il Signore.

Si può solo immaginare quanto sia stato difficile per i discepoli del Salvatore credere nella realtà della risurrezione appena avvenuta. Dopotutto, fino a poco tempo prima avevano visto con i propri occhi come era stato torturato e crocifisso il loro amato Maestro. Erano ancora freschi i ricordi di come il suo corpo morto e senz'anima era stato posto in una bara e la fredda caverna era stata sigillata con una pesante pietra. E ora al dolore si sostituisce l'affermazione della fede e il trionfo della vita, e le lacrime di tristezza si trasformano in lacrime di gioia.

L'esperienza vissuta di comunione reale con Cristo Risorto e l'incessante gioia pasquale hanno ispirato e dato un impulso agli apostoli che sono andati fino ai confini della terra per predicare il perdono dei peccati e la salvezza, che noi abbiamo ricevuto per mezzo del Signore Gesù Risorto dal sepolcro. Non temendo avversità e crudeli persecuzioni, sopportando disastri e disavventure, gli apostoli testimoniarono incessantemente e con coraggio di Cristo, il Vincitore della morte.

E ormai da due millenni la Chiesa vive di questo messaggio della Risurrezione e si sforza di unire ad essa ogni persona che viene nel mondo (Gv 1:9). Alla luce della Pasqua, tutto si vede davvero diversamente: la paura e il senso di disperazione, generati dai dolori, dalle tristezze e dalle difficoltà mondane, scompaiono. E anche le difficili circostanze del presente periodo travagliato, nella prospettiva dell'eternità a noi concessa, perdono la loro infausta acutezza.

Per testimoniare il Salvatore Risorto, non è affatto necessario incamminarsi o andare in qualche luogo lontano, come gli apostoli che hanno diffuso il messaggio pasquale in tutto il mondo. Ci sono molte persone intorno a noi che hanno bisogno di un esempio vivo di fede cristiana, la fede che opera per mezzo della carità (Gal 5:6). Dio non ci richiede imprese insopportabili. Ci chiede solo che mostriamo amore gli uni verso gli altri, ricordando che così mostriamo amore anche verso di lui. Un sorriso gentile, attenzione e sensibilità verso chi è vicino, parole di conforto e sostegno pronunciate per tempo possono talvolta diventare le cose più importanti che abbiamo l'opportunità di fare per il Cristo risorto.

E oggi, quando il mondo è lacerato da conflitti e contraddizioni, e l'odio, la paura e l'inimicizia si sono stabiliti nel cuore di molte persone, è particolarmente importante non dimenticare la propria vocazione cristiana e mostrare vero amore per il prossimo, il solo che sana le ferite inflitte dal male e dalla menzogna. Non dobbiamo cedere alla tentazione del nemico del genere umano, che cerca di distruggere l'unità benedetta tra i cristiani ortodossi. Prego con fervore il Vincitore della morte, il Signore Gesù, e chiedo anche a voi di elevare a lui le preghiere più intense, affinché tutti gli ostacoli siano vinti, trionfi la pace duratura e le ferite delle divisioni siano sanate dalla grazia divina.

Congratulandomi con tutti nella festa di Pasqua, invoco su di voi la benedizione di Cristo Risorto e vi auguro, miei cari, una gioia pasquale immancabile e luminosa che ci rafforzi nella fede, nella speranza e nell'amore. Possa Dio concedere che questa luce non si spenga mai nei nostri cuori, che sia sempre la luce del mondo (Mt 5:14). E che noi, instancabilmente santificati dalla Parola di Dio, dalla lettura del Vangelo e dalla partecipazione della grazia divina attraverso la comunione ai misteri della Chiesa, cresciamo costantemente nella conoscenza del Signore e siamo rafforzati nell'adempimento dei suoi comandamenti, così che le persone, vedendo la luce delle nostre buone azioni, glorifichino il nostro Padre celeste (Mt 5:16) e assieme a noi rendano con gioia testimonianza che

VERAMENTE CRISTO È RISORTO!

+KIRILL

PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTA LA RUS'

Pasqua di Cristo,

2022

 
index.php?id=9716&locale=ro&blogsPage=1 index.php?id=9716&locale=ro&blogsPage=16   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 332  index.php?id=9716&locale=ro&blogsPage=18 index.php?id=9716&locale=ro&blogsPage=332