Rubrica

 

Informații despre parohia în alte limbi

Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=205  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=602  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=646  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=4898  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=2779 
Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=204  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=206  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=207  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=208  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=3944 
Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=7999  Mirrors.php?blogsPage=11&locale=ro&id=647       
 

Calendar Ortodox

   

Școala duminicală din parohia

   

Căutare

 

In evidenza

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 4 novembre 2019)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Funerali e commemorazioni dei defunti  
10/11/2012  Naşii de botez şi rolul lor în viaţa finului  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Pregătirea pentru Taina Cununiei în Biserica Ortodoxă  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Pregătirea pentru Taina Sfîntului Botez în Biserica Ortodoxă
 
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Biserica are grija duhovnicească a creştinilor ortodocşi care aparţin la Patriarhia Moscovei din oraşul Torino şi din Piemonte / Valle d'Aosta

Archivio

2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 toți anii

Blogul parohului


 16/03/2020    

La nostra chiesa a volo di drone

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Ieri vi abbiamo presentato una lista di suggerimenti su come impiegare il vostro tempo di quarantena, ma non avremmo mai immaginato di aggiungere entro 24 ore il consiglio: “state a casa e fate volare il vostro drone”!

Ebbene, è proprio quel che ha fatto oggi il nostro iconografo Ovidiu, che ha trovato un modo davvero singolare per venire in chiesa (beh, almeno al di sopra di essa...) senza violare le raccomandazioni ministeriali. E nel fare questo viaggio, ci ha lasciato quattro belle fotografie che vogliamo condividere con voi. Ben fatto, Ovidiu, e largo alla creatività umana nel vivere l’isolamento nel modo migliore!

 
 16/03/2020    

Il coronavirus e il calice: possiamo essere infettati oppure no?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Dopo la prima domenica in cui in tutta Italia sono state interrotte le celebrazioni eucaristiche pubbliche, è ora di rispondere alla domanda che serpeggia nell’animo di tutti i credenti: “rischio il contagio se ricevo la comunione?” Vi presentiamo in traduzione italiana il saggio di Konstantin Shemljuk, che con il tempismo, la competenza e l’obiettività dimostrate finora in grande misura dall’Unione dei giornalisti ortodossi, analizza le posizioni contrarie, favorevoli e neutrali all’idea di un contagio eucaristico, e quindi ci lascia liberi di trarre le nostre conclusioni personali, dopo averci adeguatamente informati.

 
 15/03/2020    

Appello del metropolita Antonij sul coronavirus

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Appello dell'esarca patriarcale dell'Europa occidentale,

il metropolita ANTONIJ di Korsun e dell'Europa occidentale,

agli arcipastori, ai pastori, ai monaci e ai laici

dell'Esarcato dell'Europa occidentale

Vostre Eminenze e vostre Grazie, beneamati padri, fratelli e sorelle in Cristo!

Alla vigilia della seconda settimana della Santa quaresima, rivolgo un appello a tutti voi in relazione alla difficile situazione che si è sviluppata negli stati che compongono il territorio canonico dell'Esarcato patriarcale dell'Europa occidentale.

La situazione ha colpito molti, nella sua marcia sulla faccia della terra, ed è entrata dalla porta della nostra casa comune, diventando non solo la causa di gravi malattie, ma anche di morti tragiche.

In questo momento difficile, nessuno di noi ha il diritto di rimanere indifferente al dolore che ha colpito l'umanità. Chiedo a tutti voi, cari vladyki, padri, fratelli e sorelle, di intensificare le preghiere affinché il Signore misericordioso metta fine alla diffusione della malattia, garantisca la guarigione ai malati e consoli gli afflitti. Petizioni appropriate possono essere offerte a ogni Divina Liturgia al termine dell'ectenia di supplica intensa.

Come credenti cristiani ortodossi, sappiamo che la causa principale di qualsiasi malattia è il peccato umano, attraverso il quale sono entrate nella vita delle persone la malattia, la sofferenza e la morte. D'altra parte, una diffusione così rapida del coronavirus ha cause abbastanza comuni, e dobbiamo tenere anche queste in considerazione. A questo proposito, esorto tutti voi a seguire coscienziosamente le norme igieniche appropriate che possono proteggere dalle infezioni di una malattia grave.

Alla luce delle misure preventive adottate dalle autorità statali, vi chiedo di seguire rigorosamente le istruzioni volte a prevenire lo sviluppo dell'epidemia, nonché di comprendere decisioni così difficili per tutti noi, che, in particolare, impongono restrizioni temporanee alla vita liturgica della Chiesa.

Possa il Signore rafforzarci tutti in questi giorni difficili ed estenderci la sua misericordia.

Vi invio la benedizione di Dio.

+ ANTONIJ,

metropolita di Korsun e dell'Europa occidentale,

esarca patriarcale dell'Europa occidentale

14 marzo 2020

 
 15/03/2020    

I consigli di un monaco per chi è costretto a stare in casa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Le restrizioni imposte a tutta l'Italia per contenere il nuovo coronavirus ci fanno vivere momenti imprevisti e poco confortevoli.

Stare a casa, al di là della serenità passeggera dei primi giorni di “ferie forzate”, può presto farci vivere momenti di noia e di disperazione. Qui possono essere d’aiuto le persone che fanno dell'isolamento un loro stile e ideale di vita: i monaci e le monache.

Eccovi i suggerimenti del vostro parroco, che da monaco al servizio di una parrocchia ha avuto molte occasioni di riflettere sul tema dell’isolamento in casa, e forse (giudicate voi...) può aiutarvi a passare al meglio questo periodo.

 
 14/03/2020    

Dichiarazione del Santo Sinodo sulla diffusione dell'infezione da coronavirus

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Patriarchia.ru, 11 marzo 2020

Il documento è stato adottato alla sessione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa l'11 marzo 2020.

Il Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa rileva con preoccupazione la diffusione dell'infezione da coronavirus nel mondo e le sue conseguenze per milioni di persone, molte delle quali non solo hanno affrontato la minaccia di infezione, ma hanno anche sperimentato le conseguenze socio-economiche di questo fenomeno.

I membri del Santo Sinodo esprimono le loro condoglianze alle famiglie e ai cari delle vittime di questa malattia in Cina, Corea del Sud, Iran, Italia, Francia, Germania, Spagna e altri paesi.

Il Signore benedice gli sforzi dei medici e dei volontari che sviluppano e implementano misure mediche e preventive volte ad aiutare i pazienti e a prevenire l'ulteriore diffusione della malattia.

In tempi di epidemie, la Chiesa ortodossa russa ha sempre svolto il suo ministero di testimonianza, senza rifiutare a nessuno la cura spirituale e la piena partecipazione ai suoi sacramenti. Chiediamo moderazione, mantenendo la sobrietà e la calma nella preghiera, prestando attenzione al fatto che il credente non dovrebbe soccombere al panico e alle paure associate alla diffusione di informazioni non verificate sull'infezione.

Allo stesso tempo, è inaccettabile prendere alla leggera l'infezione da coronavirus, trascurare le prescrizioni mediche, ignorare le misure preventive, mettendo a rischio d'infezione se stessi e gli altri.

Il Santo Sinodo considera importante l'osservanza coerente e rigorosa delle misure sanitarie e igieniche preventive nelle parrocchie e nei monasteri, specialmente in quelle regioni in cui la situazione epidemiologica è ufficialmente riconosciuta come difficile, compreso l'uso più ampio di soluzioni sanitarie per la disinfezione delle superficie delle icone baciate dai credenti, e l'uso di bicchieri monouso per la purificazione della bocca dopo la comunione.

Se l'infezione da coronavirus si diffonde in una regione specifica, si possono prendere ulteriori misure preventive in consultazione con la gerarchia.

Il Santo Sinodo invita gli arcipastori, i pastori, i monaci e i laici della Chiesa ortodossa russa a intensificare la preghiera per il superamento della malattia e il dono di forze ai medici che la combattono.

 
 14/03/2020    

Metropolita Luka: io sarò il primo a dire agli scismatici pentiti "Cristo è in mezzo a noi"

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Il metropolita Luka di Zaporozh'e e Melitopol' passa per essere uno dei “falchi” dell’episcopato ucraino riguardo allo scisma, ma come possiamo leggere in una sua recente dichiarazione, sa essere sorprendentemente colomba nei confronti di chi si pente e ritorna alla Chiesa, e ricorda ai suoi fedeli che la preghiera per il ritorno degli scismatici e il loro accoglimento nella Chiesa dopo che si sono pentiti costituiscono uno dei doveri di tutti noi.

 
 13/03/2020    

La riunificazione della metropolia di Kiev con la Chiesa russa: come e perché è avvenuta

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Sergej Kravets (nella foto) è il direttore del centro scientifico religioso dell'Enciclopedia Ortodossa, nonché del recente sforzo di documentazione storica relativa al passaggio della metropolia di Kiev sotto la Chiesa russa alla fine del XVII secolo. Vi presentiamo in traduzione italiana il testo di un’intervista in cui spiega in dettaglio la ricerca che ha portato a fare luce su quegli eventi. Il fatto che metta in guardia dai riduzionismi storici delle versioni fanariote ci pare piuttosto evidente: più interessante e importante, invece, ci sembra quando fa notare che sta diffondendosi non solo in Russia, ma anche in Serbia, Romania, Georgia e Bulgaria una storiografia ortodossa non più susserviente agli interessi di parte di Costantinopoli, e non più disposta a lasciare l’ultima parola alle autorità greche in ogni aspetto della fede ortodossa.

 
 13/03/2020    

L'arcidiocesi greca crea un vicariato slavo con molteplici chierici deposti e sospesi

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo la notizia della creazione negli Stati Uniti di un’altra “nicchia etnica” sotto Costantinopoli, il “vicariato slavo”, che a differenza delle nicchie già istituite in passato (diocesi carpato-russa, diocesi ucraina, diocesi albanese e vicariato palestinese), è guidato interamente da persone censurate, sospese o deposte dalla Chiesa russa, quand’anche non nei guai con la giustizia americana per minuzie come i traffici umani di immigrati... Prendiamo atto del nuovo corso di cosmopolitismo dei fanarioti, e rimaniamo sintonizzati per vedere se anche questa sarà un’altra di quelle cattive mode americane che prima o poi si estendono anche ai paesi esuropei.

 
 12/03/2020    

(In)definizioni liturgiche: Perché non possiamo celebrare due liturgie nello stesso giorno

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In questi giorni di quarantena sono saltati in Italia quasi tutti i programmi delle funzioni eucaristiche. Anche nel dramma di una situazione d’emergenza, però, le difficoltà ci portano a riflettere sul valore della partecipazione alla Liturgia e alla santa comunione nelle nostre vite. Qui ci viene provvidenzialmente in aiuto il nostro confratello padre Petru, di cui vi offriamo in romeno e in italiano le considerazioni sul perché non celebriamo la Divina Liturgia più di una volta al giorno. Questi principi teologici che animano la Liturgia dovrebbero essere anche quelli che animano noi stessi, quando ci sforziamo di trovare soluzioni alternative alle limitazioni poste dalle circostanze esterne sulla nostra vita cristiana.

 
 11/03/2020    

Preghiere nei tempi di epidemie

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Padre Dimitri, il fondatore della nostra parrocchia, ci ha messo a disposizione il testo di un Moleben (l'officio di intercessione modellato sullo schema del Mattutino) adatto ai casi di epidemie e di contagio.

Ecco una serie di preghiere che si possono fare comodamente a casa propria, e quindi sono adatte a chiunque sia costretto a rimanere isolato.

Chi non riesce a officiare il Moleben completo, può trovare più comodo recitare la preghiera finale, che può aggiungere in questi tempi alla lista delle proprie preghiere quotidiane:

Signore nostro Dio, getta uno sguardo dall'alto della tua santità per accogliere la preghiera dei tuoi servi indegni e peccatori, noi che per le nostre iniquità abbiamo provocato la tua collera, irritato la tua compassione e suscitato le tue minacce; calma la tua ira, ritira la tua spada minacciosa che invisibilmente ci ferisce, risparmia i tuoi poveri servi, non mandare alla morte le nostre anime mentre ci prosterniamo davanti a te, nostro Dio misericordioso, propizio e ben disposto, con un cuore contrito, piangente e pentito. Poiché tuo è il perdono e la salvezza, o nostro Dio, e noi innalziamo gloria a te, al Padre, al Figlio e al santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

 
 11/03/2020    

La tradizione è importante? Sulle usanze e sulle regole della Chiesa

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In risposta alla richiesta di alcuni nostri lettori (ringraziamo in particolare Gianbattista), vediamo un punto di vista sulla tradizione cristiana da parte delle Chiese antico-orientali, con la versione italiana del saggio scritto da padre Bedros Shetilian (nella foto), rettore della chiesa armena di san Gregorio a Springfield, nel Maine.

 
 10/03/2020    

Segnalateci i vostri interessi per questo sito

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

In questi giorni (che molto curiosamente coincidono con un periodo in cui i cristiani dovrebbero restringere le loro attività e avere più attenzione alla loro vita interiore) abbiamo visto un notevole  aumento del numero dei nostri lettori. Perciò, se consultate il nostro sito più frequentemente, anche noi siamo disposti a fare uno sforzo in più per venire incontro ai vostri interessi. Segnalateci che cosa desiderate vedere sul nostro sito (per lo meno, nel ragionevole campo delle competenze di un sito parrocchiale ortodosso...), e faremo il possibile per accontentarvi. Attendiamo le vostre segnalazioni (una e-mail al parroco sarà sufficiente) e speriamo che il sito vi possa fare adeguata compagnia.

 
 10/03/2020    

Un uomo che è prigioniero dei turchi e degli USA dovrebbe determinare il corso della Chiesa?

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi presentiamo in traduzione italiana il saggio di Panayiotis Katramados che elenca le conseguenze disastrose del nuovo corso del patriarca Bartolomeo, e che sottolinea l’insofferenza crescente degli ortodossi greci che non sopportano più di dovere essere pedine di un gioco nel quale la loro voce non viene ascoltata.

 
 09/03/2020    

Prima chiesa russa consacrata nelle Filippine

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

Vi offriamo un breve resoconto della consacrazione della chiesa parrocchiale di san Serafino di Sarov nella città di Makalangote sull'isola di Mindanao.  Si tratta di un momento felice per molte ragioni:

- Un prima chiesa che giunge a compimento testimonia un lungo cammino di missione e di crescita pastorale;

- Questo evento vede sbocciare la pianta derivata da un seme lasciato 70 anni or sono da san Giovanni di Shanghai, nella sua breve presenza nelle Filippine

- La nuova parrocchia è il punto di arrivo del cammino di fede fatto da membri della Chiesa filippina indipendente, che fin dagli inizi del XX secolo ha cercato per le Filippine un’alternativa al cattolicesimo romano di cui non riconosceva più l’ortodossia apostolica. L’evento testimonia la capacità della Chiesa ortodossa russa di captare e valorizzare questi fermenti di ricerca di verità.

- Il vescovo che ha consacrato la chiesa, il metropolita Pavel (Fokin, al centro nella foto), ha prestato servizio anche in Italia ed è venuto in visita un paio di volte alla nostra parrocchia di Torino ai tempi in cui era rettore della parrocchia di san Nicola a Roma.

 
 08/03/2020    

Un argomento a favore dell’Ortodossia canonica: l’inattività degli scismatici in Quaresima

  Pubblicato: Padre Ambrogio / Vedi >  Deschide vestea din blog
 

La Grande Quaresima è un periodo in cui gli ortodossi intensificano le attività di preghiera: i fedeli della Chiesa ortodossa ucraina non sono da meno, inclusi quelli che hanno perso le loro chiese e che cercano luoghi temporanei per riunirsi a pregare. Di contro, le chiese prese con la forza dagli scismatici, come quella recentemente sequestrata nel villaggio di Susval in Volinia (nella foto) restano chiuse, per mancanza di preti, o di fedeli, o semplicemente di interesse. Come testimonia l’arciprete Roman Klin, rettore della chiesa del villaggio di Baranovka a Zhitomir, teatro di un tentativo di sequestro a fine febbraio del 2019, i fedeli sono all’opera nella loro crescita spirituale, mentre gli scismatici non hanno costruito e non costruiranno nulla, perché sono essenzialmente dei non credenti, travestiti per interesse da attivisti religiosi.

Testimonianze come queste ci spingono a continuare a sostenere i fedeli della Chiesa canonica nel loro sforzo di difendere i loro diritti e la loro libertà di manifestare in pace e sicurezza i frutti della fede.

 
index.php?id=4898&locale=ro&blogsPage=1 index.php?id=4898&locale=ro&blogsPage=10   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21> di 267  index.php?id=4898&locale=ro&blogsPage=12 index.php?id=4898&locale=ro&blogsPage=267