Рубрика

 

Информация о приходе на других языках

Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=205  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=602  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=646  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=4898  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=2779 
Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=204  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=206  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=207  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=208  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=3944 
Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=7999  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=647  Mirrors.php?amp%3BblogsPage=17&blogsPage=225&locale=ru&id=8801     
 

Православный календарь

   

Воскресная школа прихода

   

Поиск

 

Главное

14/03/2020  I consigli di un monaco per chi è bloccato in casa  
11/11/2018  Cronologia della crisi ucraina (aggiornamento: 11 ottobre 2019)  
30/01/2016  I vescovi ortodossi con giurisdizione sull'Italia (aggiornamento: 16 ottobre 2020)  
02/07/2015  Come imparare a distinguere le icone eterodosse  
19/04/2015  Viaggio tra le iconostasi ortodosse in Italia  
17/03/2013  UNA GUIDA ALL'USO DEL SITO (aggiornamento: 19 luglio 2014)  
21/02/2013  Отпевание и панихиды  
10/11/2012  I padrini di battesimo e il loro ruolo nella vita del figlioccio  
31/08/2012  I nostri iconografi: Iurie Braşoveanu  
31/08/2012  I nostri iconografi: Ovidiu Boc  
07/06/2012  I nomi di battesimo nella Chiesa ortodossa  
01/06/2012  Indicazioni per una Veglia di Tutta la Notte  
31/05/2012  La Veglia di Tutta la Notte  
28/05/2012  Подготовка к таинству Брака в Православной Церкви  
08/05/2012  La Divina Liturgia con note di servizio  
29/04/2012  Подготовка к таинству Крещения в Православной Церкви  
11/04/2012  CHIESE ORTODOSSE E ORIENTALI A TORINO  
 



Facebook

Церковь берет на себя духовную заботу о православных христианах Московского Патриархата города Турина и провинций Пьемонте и Валле д'Аоста.

Архив

2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 все года

Блог Настоятеля прихода


 18/03/2014    

La bufala della "seconda guerra di Crimea"

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

A Torino siamo un po' iper-sensibili quando sentiamo parlare di guerre di Crimea. Il fatto è che ci rimorde la coscienza. La partecipazione del Regno di Sardegna al primo stupro conflitto di Crimea può avere affrettato la formazione dello stato unitario italiano, ma certamente non ha fatto del bene al mondo ortodosso. Prendiamo per esempio il moderno stato romeno... se la sua formazione fosse avvenuta sulle linee indicate dalla Russia invece che su quelle volute dalle potenze occidentali, forse gli ortodossi romeni si sarebbero risparmiati alcuni decenni di dominazioni massoniche e fasciste. La coscienza continua a rimorderci quando a Torino sentiamo legare la Crimea alle eroiche gesta dei bersaglieri di Lamarmora, che lasciarono una dozzina di eroici caduti in un unico scontro armato presso un fiumiciattolo, e un paio di migliaia di meno eroici caduti per colera negli ospedali da campo. Il trisnonno di chi scrive era uno di quei bersaglieri, che sopravvisse alla "battaglia della Cernaia" (non ci volle molto) e al colera (qui invece fu più fortunato), e lasciò ai suoi discendenti una collezione di medaglie di dubbio onore, generosamente elargite anche da Napoleone III e dalla regina Vittoria. La coscienza ci rimorde ancor di più quando consideriamo che il Regno di Sardegna post-napoleonico poté essere uno stato indipendente e volitivo non certo grazie agli austriaci (che avrebbero fatto volentieri del Piemonte una loro dipendenza subalpina), ma grazie ai russi di Suvorov, che appena mezzo secolo prima avevano liberato Torino in nome di uno spirito di auto-determinazione cristiana. Quando si dice ingratitudine...!

Ora come allora, naturalmente, la macchina dei media di quelle stesse potenze occidentali (...e dei loro convenientissimi alleati turchi!) riprende volentieri la retorica antirussa, e parla della Crimea con le stesse dubbie accuse di imperialismo e sottomissione. Così come ci si scorda convenientemente che un tempo i principati di Moldova e Valacchia avevano chiesto aiuto alla Russia per ricostituire la loro indipendenza di nazione cristiana ortodossa, allo stesso modo il risultato del referendum nella Crimea di oggi è convenientemente ricoperto, dapprima da zuccherosa retorica sull'integrità territoriale ucraina (della quale alle potenze occidentali importa se possibile ancor di meno di quanto importasse nel XIX secolo l'integrità territoriale dei romeni), e poi, se lo zucchero non fa presa, dallo spauracchio della "seconda guerra di Crimea".

Siamo stati davvero contenti quando abbiamo sentito la voce veramente ortodossa di padre Andrew Phillips definire la mossa mediatica della seconda guerra di Crimea come "il latrato dei barboncini". Presentiamo volentieri il saggio di padre Andrew nella sezione "Geopolitica ortodossa" dei documenti, e ricordiamo come, in un momento di sublime ironia, Mosca ha spedito il conto energetico non saldato dall'Ucraina (un miliardo e mezzo di euro) a Bruxelles. Parlando a nuora perché suocera intenda, è stato un buon modo di ricordare a Washington e a Londra chi è che ha già vinto la seconda guerra di Crimea.

 
 18/03/2014    

I carpato-russi: una minoranza religiosa DAVVERO perseguitata in Ucraina

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
La macchina delle menzogne mediatiche continua a lavorare a pieno ritmo. Non contenti che in Crimea si sia visto nel recente referendum il voto di autodeterminazione statale più democratico, più pacifico e più straordinariamente plebiscitario della storia contemporanea, ora ci si arrampica sugli specchi paventando chissà quali ritorsioni sulle minoranze religiose (come se in Crimea, che tra le regioni dell'Ucraina è quella meno interessata alle appartenenze religiose in genere, un dato di identificazione religiosa possa davvero importare a qualcuno). Chi legge l'inglese può, turandosi il naso, ponderare questo ammasso di balle sesquipedali pubblicato dal Time, con il rappresentante del "Patriarcato di Kiev" in Crimea, "l'arcivescovo Kliment", che dichiara che la sua giurisdizione conterebbe tra i propri fedeli nientemeno che il 10% degli abitanti della regione (vale a dire 200.000 persone, tante da far pensare che anche una percentuale di filaretisti abbia votato l'annessione alla Russia: un vero e proprio inno al surrealismo), e nonostante questo, dichiara di non riuscire a garantire il controllo di neppure un singolo luogo di culto! Gli interessati ai fatti storici reali possono guardare le vere statistiche della Crimea, da noi pubblicate, che danno al "patriarcato di Kiev" meno di un quinto di quel totale (e con 34.000 fedeli - sempre ammesso che ce ne siano veramente tanti - bisogna essere proprio dei bei vermi per non saper difendere una singola chiesa); molto più semplicemente, la "cattedrale minacciata" era una cappella in una base militare, e quando la base militare - assieme a tutta la Crimea - ha cambiato stato, allora anche una cappellania per nazionalisti ucraini non aveva più ragione di rimanere. A volte la verità è tanto, ma tanto semplice...
Gli amanti delle balle mediatiche saranno felici di sapere che l'unica caccia alle minoranze religiose in corso in Crimea è quella fatta dai giornalisti, che stanno facendo incetta di voci di veri o presunti abusi, e se sono solo presunti tanto meglio, alla faccia dell'obbiettività giornalistica. Questo delizioso elogio del nonsenso da parte del Tablet titola "prete greco-cattolico rapito in Crimea", per poi rimangiarsi poche righe dopo la notizia e affermare che forse il prete rapito è stato solo interrogato dalla polizia ed è tornato a casa, e poi dire che comunque la fonte delle informazioni dell'articolo non sa niente di niente, e insomma, andiamo, un "giornalista" deve pur guadagnarsi la pagnotta...
Se vogliamo invece uscire dallo specchio magico del Paese delle Meraviglie mediatiche e tornare nell'Ucraina reale, possiamo andare a vedere qualcosa sulla condizione dei carpato-russi, la minoranza etno-linguistico-religiosa veramente repressa - e veramente dimenticata dai media - nell'Ucraina di oggi. Eccovi un video introduttivo a un popolo che chiede una semplice e pacata misura di autonomia regionale, che tutti gli stati al mondo sono disposti a concedergli... tranne l'Ucraina.
 
 
Siamo felici di poter presentare questo video, e vi invitiamo a vederlo e a... pregare per il popolo carpato-russo discriminato e a sostenerlo nella sua pacifica rivendicazione di autonomia!

 

 
 17/03/2014    

Quindici chiese come una: Intervista con l'arciprete Nikolaj Balashov

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

L'arciprete Nikolaj Balashov, vice presidente del Dipartimento delle relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, è uno dei più importanti protagonisti del dialogo inter-ortodosso e inter-cristiano per la Chiesa ortodossa russa. Egli stesso un convertito adulto (proveniente dal mondo battista), sa delineare con molto buon senso i problemi attinenti al dialogo e al rispetto tra credenti. Al termine della sinassi dei primati delle Chiese ortodosse al Fanar (dove era uno dei membri della delegazione russa), padre Nikolaj è stato intervistato da Rossijskaja Gazeta a proposito dei risultati della riunione. Proponiamo l’originale russo e la traduzione italiana dell’intervista nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 17/03/2014    

La vittoria dei martiri e dei confessori

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

La recente riunione dei primati ortodossi a Costantinopoli (nella foto, la delegazione russa) e le prospettive del futuro concilio pan-ortodosso sono analizzate dall'arciprete Andrew Phillips alla luce del conflitto di civiltà del secolo trascorso, che ha portato alla vittoria di una posizione teologica sostenuta dai martiri e dai confessori dentro e fuori dalla Russia. Presentiamo le considerazioni di padre Andrew nella sezione “Confronti” dei documenti.

 
 17/03/2014    

‘In tempo di inganno universale, dire la verità diventa un atto rivoluzionario’ (George Orwell)

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
Natalia Poklonskaja, 33 anni, neo-nominata come procuratore generale della Repubblica di Crimea, ha descritto la rivolta di EuroMaidan come un "colpo di stato anti-costituzionale" in un'intervista esclusiva a un canale televisivo russo. La dichiarazione ha già fatto infuriare il governo autoproclamato a Kiev.
"Quello che è successo a Kiev è stato, innanzitutto, un colpo di stato anti-costituzionale e una presa di potere armata", ha detto la signora Poklonskaja. "Questa è sempre stata la mia sensazione e questo è il parere che non avevo paura di esprimere [mentre lavoravo] presso l'ufficio del procuratore generale ucraino".
Le persone che attualmente detengono le cariche di presidente e di procuratore generale ucraino sono illegittime, ha aggiunto a bruciapelo. La sua critica senza peli sulla lingua le ha già creato molti nemici nei media ucraini, con giornalisti che descrivono come "frivole" alcune delle sue foto trapelate in rete.
Il regime del Paese ha apparentemente dichiarato una caccia alla giovane pubblico ministero di Crimea, condannandola per aver ricoperto la carica illegalmente e privandola dello status di "consigliere di giustizia".
"Io dico la verità e non ho paura di questa verità. Non sono una criminale, e non propago il nazismo, a differenza di alcuni funzionari di regime a Kiev", ha detto. "Che mi facciano pure cause legali. Credo che giustizia sarà fatta".
Come procuratore della Crimea, Natalia Poklonskaja dice che farà in modo che siano osservate nella regione le leggi ucraine e internazionali. Ha detto che il suo ufficio ha ricevuto petizioni da poliziotti della Berkut, brutalizzati durante la rivolta ucraina.
Poklonskaja ha anche aggiunto che i procuratori si stavano preparando per il referendum. Ma, qualunque sia la volontà del popolo, non ci sarà alcun EuroMaidan in Crimea, ha aggiunto.
 
 16/03/2014    

Uno sguardo alle chiese in Ucraina attraverso i dati delle fonti statali

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Presentiamo nella sezione "Geopolitica ortodossa" dei documenti una serie di tabelle con i dati delle presenze religiose in Ucraina ricavati dalle compilazioni statistiche statali del 2010. La fonte dei dati è l'Istituto di Sociologia dell'Accademia Ucraina delle Scienze. I dati includono le tabelle di presenza percentuale di cattolici e ortodossi, e le loro suddivisioni interne. Alle tabelle (dati oggettivi) aggiungiamo una serie di nostre considerazioni per cercare di capire la complessità del fenomeno religioso ucraino.

 
 16/03/2014    

Cristo o Eurosodoma?

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
Oggi la Crimea, e - non inganniamoci - dopo di lei il resto dell'Ucraina, intraprende il sentiero dell'autodeterminazione, non solo l'autodeterminazione politica ed economica, ma soprattutto l'autodeterminazione spirituale. La scelta è o di tenere fede alla nostra Ortodossia ancestrale oppure di tradirla; o di accettare i precetti della santa Rus' e della vita eterna, o di accettare il piatto di lenticchie di Eurosodoma e la morte eterna. E solo la fuga da Sodoma, l'accettazione della giustizia, può salvare dalla morte.
Sebbene la Russia post-sovietica non sia ancora stata completamente restaurata nella Russia ortodossa, tuttavia non ha accettato Eurosodoma, e ogni anno arriva a resistere sempre di più alla globalizzazione che sta preparando la strada dell'Anticristo. Infatti, ci sono molte profezie cristiane circa la rinascita spirituale della Santa Rus' prima della fine, ma non una sola profezia circa la rinascita spirituale di una 'Ucraina' come parte dell'Eurosodoma laicista sotto il giogo delle truppe atee della NATO.
Il referendum in Crimea è il primo passo per la restaurazione delle tre parti della Rus', la grande, la piccola e la bianca. Non è un caso che il referendum arrivi il giorno dopo la festa dell'icona della Madre di Dio Derzhavnaja ("Sovrana", 2/15 marzo; vedi foto), la Sovrana celeste del regno terreno della Rus'. Qualunque cosa accada oggi, come finirà questa saga? Noi lo sappiamo già: Cristo sconfiggerà l'Anticristo (2 Ts 2:8). E la Santa Rus' sconfiggerà Eurosodoma. 'Le porte dell'inferno non prevarranno'.
 
 15/03/2014    

Vita di san Davide del Galles

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Dmitrij Lapa, il ricercatore russo anglofilo di cui abbiamo presentato sul nostro sito un quadro biografico, ci parla del santo patrono del Galles, il vescovo David, un vero esempio di rinnovatore del monachesimo del VI secolo davvero cosmopolita (il suo modello monastico erano i Padri del deserto egiziano). Presentiamo la vita del santo vescovo David nella sezione “santi” dei documenti.

 
 15/03/2014    

Crisi in Ucraina: Quali frontiere per le Chiese ortodosse?

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
Luigi Sandri (nella foto), un vaticanista che ha studiato al Russicum, ed è stato corrispondente dell'ANSA da Mosca, pubblica su Adista On Line del 14 marzo un articolo sulla situazione religiosa in Ucraina (passato, presente e possibile futuro) incentrato in modo speciale sugli ortodossi, con dati oggettivi e con commenti e ipotesi in larga parte condivisibili. Vale il tempo di una lettura attenta.
 
 15/03/2014    

Domenica dell'Ortodossia a Como

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Riceviamo da padre Alexei Cărpineanu le foto della celebrazione della Domenica del trionfo dell'Ortodossia in quella che rappresenta un'occasione storica per la parrocchia ortodossa dei santi Pietro e Paolo a Como: la prima Liturgia nella nuova chiesa appena assegnata alla comunità parrocchiale. Da come si può vedere, la chiesa è straordinariamente adatta alla processione che abitualmente si tiene nella prima domenica di Quaresima. I nostri auguri a padre Alexei e a tutti i parrocchiani!

 

 
 14/03/2014    

Il patriarca Nikon e lo scisma del XVII secolo in Russia

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Come sempre, lo studio dell’Ortodossia di ieri è una chiave per capire l’Ortodossia di oggi. Ci occupiamo di alcuni dettagli di questa comprensione offrendo qualche elemento in più per capire l’Ortodossia russa del diciassettesimo secolo. Nella nostra recensione al serial Raskol’ del 2011 (dove presentiamo anche i video degli episodi), abbiamo aggiunto una serie di didascalie per aiutare gli spettatori di lingua italiana ad avere un’idea del contenuto della serie.

Uno dei problemi della valutazione del fenomeno è che si trova abbastanza materiale dal punto di vista dei Vecchi Credenti (inclusa la Vita dell’arciprete Avvakum, tradotta in italiano), e qualcosa dal punto di vista dello stato russo, ma ben poco si sa del punto di vista del patriarca Nikon. Ed è un peccato, perché teologi e vescovi di spicco della Chiesa russa hanno considerato la visione di Nikon come assolutamente profetica sui tempi che la Russia e il mondo cristiano avrebbero dovuto vivere nei secoli a venire.

Presentiamo pertanto nella sezione “Testimoni dell’Ortodossia” dei documenti l’articolo Il più grande uomo della storia russa, dedicato nel 1985 da padre Andrew Phillips al patriarca Nikon e alla sua visione della Nuova Gerusalemme.

 
 14/03/2014    

La controinformazione sull’Ucraina si diffonde

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

In un momento di raro stupore vediamo pubblicato su Vatican Insider di lastampa.it l’articolo di Marcello Foà Crisi Ucraina, quello che non viene detto, riportato dal Corriere del Ticino del 4 marzo 2014. Se certe cose non vengono ripetute solo dai canali di informazione russi o dai blog ortodossi, forse qualche occhio in più si aprirà. Non possiamo che esserne contenti.

 
 14/03/2014    

Congratulazioni a padre Cristian Vasilescu

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 
Il sito della parrocchia ortodossa romena di Santa Parascheva a Torino si è arricchito di varie novità. Siamo contenti di sapere dell'ordinazione presbiterale di padre Cristian Vasilescu, che vediamo (nella foto) affiancare suo padre nella celebrazione della Domenica dell'Ortodossia. Ci auguriamo che questo esempio possa aprire una traccia per tutti quei figli di sacerdoti ortodossi in Italia che vorranno seguire la chiamata dei loro padri al servizio ministeriale.
La mulţi ani fericiţi alături de cei dragi!
 
 13/03/2014    

La minaccia alla pace è reale: 10 cose che i media non vi dicono

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Continuiamo il nostro piccolo contributo all’informazione su ciò che sta veramente succedendo in Ucraina (e in ambito internazionale), con l’ultimo articolo del blog Orthodox England, che abbiamo tradotto nella sezione “Geopolitica ortodossa” dei documenti. Mentre i cristiani ortodossi, entrati nella Grande Quaresima, si sforzano di pregare e digiunare, è in atto una delle più grandi minacce alla Chiesa Ortodossa dal tempo della rivoluzione bolscevica (la cui prima vittima tra gli ortodossi di un certo rango fu – è importante sottolinearlo – il metropolita di Kiev). Non smettiamo di pregare e digiunare, ma al tempo stesso, come i nostri confratelli in tanti paesi, proseguiamo lo sforzo di informare correttamente.

 
 13/03/2014    

Il seminario di Halki e i suoi custodi

  Опубликовано: Padre Ambrogio / Смотреть >  Открыть новость блога
 

Con la recente concentrazione di interesse sulla sede del Patriarcato Ecumenico, è stato pubblicato e riportato da Pravmir anche un breve articolo sul seminario di Halki, che ci è sembrato interessante riportare in traduzione italiana nella sezione “Confronti” dei documenti. Il seminario in cui si sono formati per oltre un secolo i patriarchi di Costantinopoli, chiuso nel 1971 e ancora tenuto in ottime condizioni in attesa di una sempre improbabile apertura, è una parte importante dei negoziati tra poteri ecclesiastici e statali. 

 
index.php?amp%3BblogsPage=17&id=7999&locale=ru&blogsPage=1 index.php?amp%3BblogsPage=17&id=7999&locale=ru&blogsPage=224   <220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241> из 282  index.php?amp%3BblogsPage=17&id=7999&locale=ru&blogsPage=226 index.php?amp%3BblogsPage=17&id=7999&locale=ru&blogsPage=282